Cerca nel blog

mercoledì 30 gennaio 2013

In Giappone sono più di 1 milione i cellulari per bambini a marchio ZTE


Roma, 30 gennaio 2013 ZTE Corporation ("ZTE") (codice azionario H: 0763.HK/codice azionario A: 000063.SZ), leader a livello mondiale nella fornitura di apparati di telecomunicazione, soluzioni di rete e dispositivi mobili, ha annunciato che a fine 2012 le vendite della sua gamma di telefoni cellulari per bambini in Giappone ha superato il milione di unità. Si tratta di un importante traguardo che conferma il riconoscimento raggiunto dai telefoni ZTE sul mercato giapponese a seguito della strategia di crescita internazionale dell'azienda.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


martedì 29 gennaio 2013

I meriti della Lega e il governo europeo


Nei primi anni '90 irruppe sulla scena politica italiana la Lega. Dopo trent'anni di dittatura partitocratica si presentava una vera forza di opposizione dato che il Pci si era consociato al potere. La comparsa della Lega permise le inchieste di Mani Pulite che scoperchiarono il verminaio di Tangentopoli che ci è costata 630 mila miliardi, un quarto del debito pubblico. Prima dell'avvento della Lega i magistrati che avevano tentato di indagare sul fenomeno criminale delle tangenti erano stati stoppati. Angelo Milana, pretore a Piacenza, fece nel 1988 un'inchiesta che anticipava di qualche anno quelle di Mani Pulite: mise in carcere un sindaco comunista, uno socialista e un importante imprenditore del nord, Romagnoli. Si sollevò tutto l' 'arco costituzionale' e non, e persino il vescovo della città gridando all'infamia. Milana fu deferito al Csm che ne propose il trasferimento nella vicina Trieste. Era un vecchio giudice e reagì andandosene in pensione. Il Pm Carlo Palermo, magistrato a Trento, ebbe la sfortuna di imbattersi, in un'indagine su un traffico d'armi, nel nome di Craxi. Fu trasferito d'imperio nella vicina Trapani dove, dopo tre mesi, subì un attentato dinamitardo detto 'di mafia'. Cosa aveva potuto scoprire sulla mafia in soli tre mesi? Nulla. Palermo se la cavò, ma nell'attentato rimasero uccise una giovane madre e i suoi due figlioletti. Rammento questo episodio perché in Italia ci si ricorda solo dei morti eccellenti, anche quando mascalzoni, la 'gente comune' cade subito nel dimenticatoio.
Ma veniamo al punto.. La prima Lega di Bossi e Miglio propose di dividere l'Italia, senza minarne l'unità, in tre macroregioni: Nord, Centro, Sud. Era un'idea innovativa e intelligente perché si tratta effettivamente di tre realtà diverse: per economia, socialità, cultura e clima (non si può chiedere a uno che vive in Sicilia di lavorare 13 ore al giorno come un industrialotto di Varese, ma non può nemmeno pretendere di averne lo stesso tenore di vita). Come tutte le idee intelligenti fu ferocemente avversata ("le tre repubblichette") dal ceto politico stanziato a Roma che vede le cose solo dall'angolo di visuale capitolino (limite che ritrovo anche nel Fatto). Poi l'idiozia e la spocchia della sinistra regalarono la Lega a Berlusconi e delle tre 'macroregioni' non si parlò più. Roberto Maroni ritira fuori adesso l' 'Euroregione del Nord' (Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli). Paradossalmente proprio l'Unione Europea rende questa ipotesi più praticabile, anche se sul lungo periodo. Se infatti l'Europa riuscirà ad unirsi anche politicamente, con un unico governo, i suoi punti di riferimento periferici non saranno più gli Stati nazionali, che spariranno, troppo deboli per assicurare da soli la difesa e una coerente politica estera, e troppo poco coesi per esaudire le istanze identitarie che, in tempi di globalizzazione, tornano sempre più prepotentemente alla ribalta, ma aree geografiche omogenee che potranno anche superare i vecchi confini (l'Alto Adige col Tirolo, la Riviera di Ponente con la Provenza, l'Aosta con la Savoia, eccetera). Naturalmente i più feroci avversari di un' Europa ad unico governo saranno le leads politiche nazionali e in particolare quella italiana. Che posto avrebbero in un governo europeo, i La Russa, i Fini, i Casini, i Bersani, le Finocchiaro, i Berlusconi, gli Alfano, i Cicchitto? Quello dei pulisci cessi. Ma la Storia mi pare andare in questo senso, sempre che noi non si voglia rimanere eternamente succubi dell' 'amico americano'.

Fonte articolo

venerdì 25 gennaio 2013

Linkem Digital divide: tecnologia WiMAX, valida alternativa alla connessione ADSL tradizionale


Linkem ha sviluppato una rete proprietaria che gestisce in autonomia e che le permette di portare la banda larga anche nelle zone non raggiunte dalla connessione ADSL.
linkem internet revolution
In questo periodo, complice un’intensa attività pubblicitaria, si parla molto di un provider internet ai più poco noto: Linkem.
Nata nel 2001, ma presente sul mercato italiano con la denominazione attuale solo dal 2005, l’azienda è uno dei principali operatori italiani che fornisce connessioni a banda larga senza fili, grazie alla tecnologia WiMAX. Questo standard per le comunicazioni wireless, che permette di coprire un raggio fino a 50km, viene considerato una valida alternativa alla connessione ADSL tradizionale, soprattutto perché permette di colmare il digital divide nelle aree non cablate per la connessione a banda larga. Inoltre, la tecnologia WiMAX è perfetta anche per chi è insoddisfatto delle prestazioni della propria linea ADSL, o per chi vuole liberarsi della linea fissa e dei costi che questa inevitabilmente comporta.
Dopo aver acquisito nel 2008 i diritti per utilizzare le frequenze WiMAX in 13 regioni italiane, l’azienda ha sviluppato una rete proprietaria che gestisce in autonomia, e che le permette di portare la banda larga anche nelle zone non raggiunte dalla connessione ADSL: entro il 2014, Linkem intende coprire il75% della popolazione italiana con la rete WiMAX, garantendo ai propri abbonati una connessione fino a 7 Mb di velocità. Inoltre, tutte le offerte dell’azienda (suddivise in due tipologie: abbonamenti e prepagate, come per i cellulari) comprendono la possibilità di accedere gratuitamente agli oltre 600 Hotspot Wi-Fi che l’azienda ha posizionato in tutta Italia in luoghi strategici, come autogrill e aeroporti.
FONTE: facile.it

giovedì 24 gennaio 2013

IL PD IN DIFFICOLTA' SU MPS ATTACCA LA LEGA. PIU' DEL 70% DEI SOCI CREDIURONORD GIA' RIMBORSATI

MILANO, 24 GEN. - E' prettamente strumentale la polemica innescata da Pierluigi Bersani, leader del Pd, in difficoltà su MPS che attacca la Lega sulla banca Credieuronord. Sono stati 1500 i soci interamente rimborsati dal "Comitato aiuto soci" che sta lavorando alacremente per completare il rimborso del restante 30%.


Prosegue e non si ferma infatti il lavoro del comitato di soccorso in favore dei Soci della Credieuronord, ora Euronord Holding Spa, messa in liquidazione dopo una breve e sfortunatissima esperienza finanziaria, che si concluse con la condanna di tre ex dirigenti dell'Istituto, ritenuti i soli responsabili della «mala gestio» della banca. Al Comitato di Soccorso nato nel 2007, si sono fino ad oggi rivolti oltre 2.500 soci e a ciascuno di essi è stato o sarà presto rimborsato fino all'80% del capitale inizialmente versato. La differenza resterà in capo alla Euronord Holding che provvederà a liquidarlo nei tempi e modi stabiliti dall'Organo Liquidatore in ossequio alle disposizioni del Tribunale. Dal giorno della sua nascita il Comitato ha raccolto e rimborsato ai soci Credieuronod la considerevole cifra di 5.271.001 euro (praticamente il 70% dell'obiettivo prefissato) con un'incessante attività che ha permesso di definire la posizione di oltre 1.500 persone, e tuttora prosegue senza sosta, per dare un aiuto concreto a tutti i soci che hanno fatto richiesta. Il criterio scelto dal Comitato per il rimborso - suddividere i soci "per fasce di quote detenute" ed iniziare dal basso - si è rivelato assai efficace, in quanto ha consentito di arrivare a rimborsare, in tempi ragionevolmente brevi, il più alto numero di persone possibile. Il Comitato, infatti, ha suddiviso gli azionisti in fasce: 1.069 soci che avevano sottoscritto da 1 a 100 azioni, 566 soci da 101 a 300, 140 soci da 301 a 500, 88 soci da 501 a 1.000 e soltanto 50 che ne possiedono più di mille. La prima fascia è stata interamente risarcita fin dal mese di Dicembre 2008


PER CHIEDERE IL RIMBORSO, GLI AZIONISTI possono contattare il numero 339.5882902 (in orario d'ufficio) o scrivere una mail all'indirizzo mail: info.comitatodisoccorso@yahoo.it, dove sarà anche possibile richiedere tutte le informazioni del caso. MPS farà altrettanto?

mercoledì 23 gennaio 2013

Red Hat: più ricca l’offerta open hybrid cloud dopo la chiusura dell’acquisizione di ManageIQ




Red Hat: più ricca l'offerta open hybrid cloud dopo la chiusura dell'acquisizione di ManageIQ

 

 

Milano, 23 gennaio 2013 - Red Hat, Inc. (NYSE: RHT), leader mondiale nella fornitura di soluzioni open source, ha annunciato una serie di novità relative alla propria strategia ed offerta di soluzioni per l'open hybrid cloud, a seguito della chiusura dell'acquisizione di ManageIQ, fornitore leader di soluzioni di enterprise cloud management ed automation che permettono alle organizzazioni di implementare, gestire e ottimizzare cloud privati, infrastrutture virtuali e virtual desktop. Lo scorso dicembre 2012, Red Hat ha prima annunciato l'accordo definitivo di acquisizione di ManageIQ e successivamente completato l'acquisizione stessa.

 




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


venerdì 18 gennaio 2013

ELEZIONI: ANARCHICI A BANCHETTO LEGA TRENTO, TRE CONTUSI


(ANSA) - TRENTO, 18 GEN - Un paio di attivisti della Lega Nord contusi, lo stesso l'ex presidente del Consiglio regionale del Trentino Alto Adige, Franco Tretter, che passava per caso, e pure il gestore di un bar in ospedale. Questo il bilancio di un blitz di un gruppo di anarchici a un gazebo della Lega Nord in piazza Duomo a Trento.
E' accaduto intorno alle 16, cosi' come gia' ieri in tarda mattinata un gruppo di anarchici aveva interrotto l'attivita' di raccolta firme del partito contro i contributi che vengono concessi agli immigrati. Uno striscione e slogan urlati, piu' un cartellone leghista sporcato di vernice nera erano state le azioni di ieri degli anarchici. Oggi invece le due parti si sono misurate con la forza. Un'azione velocissima quella degli anarchici, una manciata di minuti, poi la fuga, a quanto raccontano i leghisti. Hanno staccato tre gambe del tavolino dov'era in corso la raccolta firme e se le sono portate via.
I due contusi della Lega Nord sono in ospedale, pare feriti alla testa. Uno e' un vecchio militante, Corrado Dallavecchia.
Gli anarchici, a onor del vero, in piazza c'erano da un po', poi sono comparsi all'improvviso davanti al banchetto, spiegano quelli della Lega, che praticamente non hanno avuto il tempo di reagire. Le botte sono arrivate anche da una ragazza del gruppo, contro il titolare del bar Italia, Amedeo Gaudio, li' nella piazza, che si e' messo in mezzo per calmare il tafferuglio e ora e' in ospedale per le cure del caso. Preso di striscio nel tafferuglio invece Tretter, che se n'e' andato spiegando che si sarebbe fatto controllare dal dentista.
Unica cronista ad assistere alla scena e' stata una giornalista, notata dagli anarchici a riprendere l'accaduto con un telefonino e costretta a cancellare i filmati dagli stessi anarchici.
In piazza, con le forze dell'ordine, e' accorso anche il questore, Giorgio Iacobone. 'E' stato un episodio molto grave, adesso vedremo e prenderemo i dovuti provvedimenti'.

 

giovedì 17 gennaio 2013

Olicar migliora efficienza ed efficacia della propria progettazione grazie alle soluzioni Autodesk



Olicar migliora efficienza ed efficacia della propria progettazione grazie alle soluzioni Autodesk

La Autodesk Infrastructure Design suite protagonista nei progetti di una azienda  leader nazionale nel settore dei servizi tecnologici per la  produzione e la gestione energetica. Formazione e Certificazione dello staff tecnico rappresentano un plus per aumentare produttività e vantaggio competitivo

 

Milano, 17 gennaio 2012 – Olicar, società italiana leader nei servizi tecnologici per la produzione e la gestione dell'energia, ha scelto la soluzione Autodesk Infrastructure Design suite per progettare, pianificare e gestire le proprie infrastrutture pubbliche e private. Presente da oltre 50 anni sul mercato, Olicar vanta competenze consolidate nel settore del risparmio energetico, della produzione di energia da fonti rinnovabili e della riqualificazione e costruzione di strutture complesse come ad esempio gli ospedali.

 

"La direzione tecnica di Milano vanta un team di una decina di persone e si occupa sia della parte progettuale degli impianti, sia della loro gestione e manutenzione." – dichiara Enrico Fusco, responsabile del team tecnico in Olicar - "I nostri clienti sono prevalentemente enti pubblici come comuni, provincie, prefetture, ospedali, invece nell'ambito del privato ci occupiamo di strutture di grandi dimensioni, alcune  di queste legate al mondo della sanità."

 

La progettazione del sistema di teleriscaldamento del Comune di Lissone e l'impianto di cogenerazione ad olio vegetale per l'azienda municipale di trasporti milanese ATM, sono alcuni tra i più recenti progetti sviluppati da Olicar. Grazie alla gestione diretta, la società ha affinato le proprie competenze per quanto riguarda l'ottimizzazione e il bilanciamento degli impianti di cogenerazione arrivando a garantire standard tecnici di primissimo livello, sia in fase di progettazione che di conduzione.

 

"La direzione tecnica guidata dall'ingegner Russo è molto attenta alle innovazioni tecnologiche e alle soluzioni in grado di aumentare produttività e qualità della progettazione e la scelta Autodesk risale a molti anni fa con i prodotti AutoCAD  e AutoCAD Mep" – dichiara Marco Griffini, progettista in Olicar. - "Oggi utilizziamo Autodesk Revit Mep e la Autodesk Infrastructure Design suite per lo sviluppo ad esempio delle centrali termiche dove grazie al modello in 3D riusciamo immediatamente a verificare le interferenze nelle tubature, con un evidente accelerazione dei tempi di progettazione che spesso sono guidati dalle gare a cui partecipiamo."

 

"Partecipiamo sia a gare pubbliche che private e per alcuni clienti sviluppiamo studi di fattibilità, forniamo assistenza in cantiere e interveniamo sulle modifiche richieste." - Continua Massimo Romolo, progettista in Olicar - "L'utilizzo delle soluzioni Autodesk in tutti questi casi ci permette di progettare con elevati standard di qualità e di implementare velocemente le modifiche richieste aumentando così i nostri livelli di efficienza, senza togliere valore alla precisione e alla qualità della progettazione. Ci rende così più competitivi anche in progetti ad elevata complessità."

 

Formazione e Certificazione

Per poter ottimizzare il livello di utilizzo delle soluzioni adottate, la Direzione Tecnica di Olicar da diversi anni si è avvalsa del supporto della società Forma Mentis di Milano – Centro di formazione autorizzato Autodesk – che ha sviluppato un percorso formativo ad hoc per il team interessato e che spesso risponde a problematiche dettate da esigenze specifiche di progettazione derivanti dall'uso quotidiano dei prodotti software.

 

"Il nostro team è molto attento all'innovazione e ogni volta che acquisiamo una nuova release o una nuova soluzione cerchiamo di capire come sfruttare al meglio le funzionalità  per poter aumentare il nostro livello di produttività e garantire così alla nostra impresa un vantaggio competitivo sul mercato. – sottolinea Marco Griffini  "La formazione e l'assistenza diventano quindi fondamentali e grazie al rapporto continuativo con Forma Mentis riusciamo a rispondere in tempi brevi anche ad esigenze complesse di progettazione."

 

Alcuni professionisti del team Olicar inoltre hanno già conseguito l'esame di certificazione presso Forma Mentis, basato sui supporti didattici KnowledgePoint – distributore Autodesk per la formazione in tutta l'area EMEA - che ha convalidato non solo il proprio livello di formazione ma soprattutto certifica anche nei confronti del mercato la competenza e la professionalità acquisita nell'utilizzo delle soluzioni Autodesk.

 

"Ritengo che la certificazione possa rappresentare un valore aggiunto anche in fase di gara," - conclude Enrico Fusco, "dichiarare che i progettisti del tuo team vantano una certificazione sui software utilizzati nello sviluppo del progetto può rappresentare un valore aggiunto in fase di gara o trattativa con il cliente perché dimostra, insieme ad altri fattori, il livello e la competenza del team progettuale."

 

Informazioni sul Gruppo Olicar

Il Gruppo Olicar è l'azienda italiana leader nel settore dei servizi tecnologici per la produzione e gestione integrata dell'energia. Presente sul mercato da oltre 50 anni, l'azienda è una ESCO (Energy Service Company) con competenze di progettazione e gestione nel settore del risparmio energetico, della produzione di energia da fonti rinnovabili e della riqualificazione e costruzione di strutture complesse (ospedali). Olicar opera in tutta Italia, e si avvale oggi di una struttura di oltre 350 persone, tra amministrativi, ingegneri e tecnici.

 

Informazioni su  KnowledgePoint

KnowledgePoint è un fornitore di servizi specializzato nel settore dell'insegnamento e della formazione in ambito IT, offrendo servizi di stampa, distribuzione e logistica oltre a supporto operativo e di marketing ad un ampio numero di grosse aziende operanti nel settore dell'Information Technology. KnowledgePoint opera in tutto il territorio EMEA e da molti anni è fornitore Autodesk per l'area legata all'apprendimento. KnowledgePoint è il distributore del programma Professionale di certificazione.

 

Informazioni su Autodesk

Autodesk, Inc., è leader mondiale nella fornitura di software di progettazione e intrattenimento 3D. Clienti del settore edilizio, industriale, delle infrastrutture, dei mezzi di comunicazione e dello spettacolo – fra cui agli ultimi 17 vincitori degli Academy Award per gli effetti speciali - adottano i software Autodesk per progettare, visualizzare e simulare le loro idee prima di metterle in pratica. Sin dall'introduzione di AutoCAD nel 1982, Autodesk continua a sviluppare il più ampio portafoglio di software all'avanguardia per il mercato globale. Per ulteriori informazioni su Autodesk, visitare il sito www.autodesk.it.

 


MM ONE Group cura la nuova veste grafica dell'azienda Pi.esse

L'azienda Pi.esse di Trenzano (BS), che si occupa di sicurezza sul lavoro promuovendo corsi di formazione, servizi di consulenza e prodotti antinfortunistici, presenta il nuovo sito web www.pi-esse.it realizzato dalla web agency MM ONE Group.

MM ONE Group ha curato il layout grafico diPi.esse puntando ad una comunicazione diretta con l'utente tramite un'interfaccia facilmente navigabile e user friendly. I corsi di formazione attivati da Pi-essesonoelencati in un menu verticale a sinistra mentre maggiore risalto viene dato ai servizi più importanti dell'azienda: Corsi di Formazione, Servizi Consulenziali e Prodotti Antinfortunistici vengono visualizzati tramite box di evidenziazione immediata. A destra si possono visualizzare i partner dell'azienda e il servizio Call Back per essere contattati da un operatore.

MM ONE Group ha fornito a Pi.esse la piattaforma CMS ONE e i moduli tra cui il Modulo Redazionale che permette l'aggiornamento dei contenuti del sito da parte dell'amministratore senza avere necessariamente conoscenze HTML, il Modulo Gestione Catalogo per la gestione del catalogo dei prodotti e dei servizi, il Modulo Gallery One per visualizzare diverse gallerie di immagini, il Modulo Area Riservata Avanzata, il Modulo News/Eventi per la creazione, modifica e cancellazione delle news e degli eventi relativi all'azienda.

Pi.esse

Via Trento, 26

25030 Trenzano (BS), Italy

Tel. +39 0309974722 – Fax: +39 0309708366
postapiesse@pec.it - info@pi-esse.it

http://www.pi-esse.it/

A cura dell'Ufficio Stampa di MM ONE Group

Il punto, da Interlem Management Consulting

Un anno di iniziative sfidanti coronate dalla piena soddisfazione dei clienti

Interlem Management Consulting, Business Unit del gruppo INTERLEM S.p.A. (www.interlem.it), realtà italiana leader nell’innovazione tecnologica e nella consulenza direzionale, ha avviato nel corso del 2012 diverse iniziative sfidanti coronate dalla piena soddisfazione dei clienti con cui ha operato e da risultati economici in crescita.

Vincenzo_Carolla“Il contesto economico di questo periodo, caratterizzato da forte instabilità ed incertezza sul futuro – illustra Vincenzo Carolla, Managing Partner e socio fondatore di Interlem Managing Consulting – impone sempre più spesso alle organizzazioni di rispondere in modo adeguato e veloce ai nuovi assetti del mercato. La risposta adeguata e veloce può avvenire quando l’intera azienda è davvero in grado di muoversi in modo armonico e flessibile alle direzioni strategiche che si elaborano. In questo contesto Interlem Management Consulting progetta e realizza soluzioni atte a migliorare efficacia ed efficienza delle organizzazioni e delle persone che la costituiscono”.

L’obiettivo di Interlem Management Consulting è quello di aiutare le aziende a migliorare le proprie performance attraverso soluzioni che, partendo dall’analisi dei bisogni, coprano l’intera attuazione del piano di miglioramento, nei tempi veloci richiesti dal mercato.

“Interlem Management Consulting – sottolinea Carolla –è costituita da professionisti con più di 15 anni di esperienza nel settore che amano aiutare le organizzazioni a traguardare un futuro di successo. In nostro approccio metodologico parte da una attenta comprensione dei bisogni dell’organizzazione e delle persone che la costituiscono. Le soluzioni che disegnamo agiscono come agenti di cambiamento su Processi, Persone e Tecnologie”.

Nel corso del tempo la struttura guidata da Carolla ha consolidato competenze a 360° su tutte le tematiche manageriali che è possibile raggruppare nelle Service Line che si occupano di Business Process Management, Enterprise Risk & Compliance Management, IT Governance, Performance Improvement Management e HR Management.


“La nostra realtà– conclude Carolla – opera con Clienti di diverse Industry ed ha attualmente una forte specializzazione nel settore finanziario. Inoltre, attraverso un accurato processo di partnership, le soluzioni a carattere tecnologico che disegniamo si basano su soluzioni leader di mercato. Tutto questo ci fa prevedere che anche nei prossimi mesi potremo contare su un tasso di crescita importante, continuando a soddisfare tutte quelle aziende che decideranno di sceglierci come partner agenti del cambiamento.”.

Per maggiori informazioni: http://www.interlemmanagementconsulting.it

mercoledì 16 gennaio 2013

Lettore CD Grundig: richiamati dal commercio i caricatori forniti con il CD perché difettosi e pericolosi

Lettore CD Grundig: richiamati dal commercio i caricatori forniti con il CD perché difettosi e pericolosi. Possono provocare gravi ferite

 

L'Ufficio federale del consumo svizzero (UFDC) in un comunicato odierno ha annunciato che Grundig sta provvedendo a richiamare dal mercato i suoi caricatori consegnati con il lettore CD Grundig, modello 5100 SPCD. Infatti alcune componenti possono presentare delle rotture meccaniche e, in certi casi, possono provocare delle gravi ferite.

I prodotti sono stati venduti fra l'aprile e il settembre 2012. La data di produzione è integrata nel numero di serie dell'apparecchio. Il numero di serie si trova sotto il coperchio della batteria del lettore portatile, precisa l'UFDC.

Giovanni D'Agata, fondatore dello "Sportello dei Diritti" raccomanda agli acquirenti di non utilizzare il caricatore fornito se questo fa parte di una delle partite indicate e di rinviarlo in modo che possa essere sostituito gratuitamente. I consumatori sono inoltre invitati a contattare immediatamente la società.

 




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Dall’Oscillococcinum all’arnica, i consigli omeopatici per la settimana bianca

Traumi, dolori, infreddature, ma anche stanchezza e scottature. Prima di partire per le vacanze sulla neve urge un pronto soccorso omeopatico per restare sempre in pista Gennaio e febbraio sono sicuramente i mesi più adatti per dedicarsi agli sport invernali nelle più belle località di montagna. Sci, snowboard, sci di fondo per i più allenati ma anche una bella ciaspolata o divertenti discese in slittino, tante sono le occasioni per divertirsi all’area aperta e sgranchirsi un po’ le gambe dopo mesi di sedentarietà. Tuttavia proprio in giornate di sport e divertimento gli inconvenienti sono sempre in agguato: basta un piccolo colpo di freddo per ritrovarsi alle prese con raffreddore e influenza; in mancanza di preparazione fisica ci si può facilmente procurare traumi, dolori, contusioni; se ci si dimentica di proteggersi adeguatamente infine, ci si potrebbe ritrovare alle prese con una dolorosa scottatura solare. Come ovviare a questi piccoli ma fastidiosi problemi? Una soluzione potrebbe essere quella di prepararsi per tempo, grazie all’aiuto dell’omeopatia. I prodotti omeopatici infatti, disponibili in farmacia, sono particolarmente utili per favorire una rapida risoluzione di tutti questi disturbi, e in più presentano alcuni importanti vantaggi. Scopriamo perché:  
  • In linea generale non presentano effetti collaterali e controindicazioni
  • Sono adatti a tutta la famiglia, anche in caso di persone anziane o bambini molto piccoli
  • Possono essere utilizzati anche in associazione con una terapia farmacologica tradizionale, senza il rischio di interazioni nocive
  Influenza in agguato? Prova l’Oscillococcinum L’Oscillococcinum è uno tra i prodotti omeopatici più conosciuti e diffusi, e può essere assunto in caso di sintomi influenzali e parainfluenzali. Una confezione a portata di mano o in valigia è quindi sempre utile, soprattutto perché può essere utilizzato anche in funzione preventiva, o alla comparsa dei primi sintomi come pronto intervento. La posologia dell’Oscillococcinum varia a seconda del tipo di problema, generalmente si articola nelle seguenti modalità:
  • Funzione preventiva: un tubetto dose di Oscillococcinum una volta alla settimana, facendo sciogliere il contenuto sotto la lingua
  • Alla comparsa dei primi sintomi: un tubetto dose prima possibile
  • In caso di influenza allo stadio avanzato: un tubetto dose di Oscillococcinum ogni sei ore
  Traumi, distorsioni, dolori muscolari, è tempo di arnica Se dopo una giornata sugli sci si soffre di qualche dolore post caduta oppure l’acido lattico è entrato in circolazione a causa dello scarso allenamento, l’omeopatia offre una soluzione per alleviare rapidamente questi disturbi: l’arnica. Si tratta di una pianta dalle riconosciute proprietà benefiche sull’apparato muscolare e osteoarticolare, soprattutto in caso di traumi e contusioni. A questo proposito si può ricorrere a prodotti a base di arnica ad uso topico o per assunzione orale:
  • Uso topico: applicazione di gel a base di arnica (uno dei prodotti più conosciuti in commercio è ad esempio Arnigel), massaggiando sulla parte interessata fino a completo assorbimento.
  • Uso orale: assunzione di granuli omeopatici di Arnica montana, prima e durante l’attività fisica.
  Calendula contro le scottature solari In montagna spesso si sottovaluta il “problema sole”: molte persone, a torto, credono che i raggi ultravioletti, lontano dalle spiagge estive, siano inoffensivi. Niente di più sbagliato: il riverbero della neve sulle piste da sci amplifica gli effetti dei raggi solari, provocando, in assenza di una protezione ad hoc, scottature ed eritemi. Per rimediare quanto prima è utile applicare tempestivamente sulla parte colpita una crema a base di calendula. Questa pianta è nota per le sue proprietà lenitive e antinfiammatorie a livello della cute. Prima di partire è quindi opportuno fare un salto in farmacia per procurarsi una pomata omeopatica per essere pronti in caso di necessità. Per maggiori informazioni sull’Oscillococcinum e gli altri prodotti omeopatici disponibili in commercio è sempre utile fare riferimento al proprio medico e al proprio farmacista di fiducia.

martedì 8 gennaio 2013

“Riorganizzazione e ICT – Una nuova sfida per i CIO”


Riorganizzazione-e-ICT-Luigi-Pachì
La collana “I libri AUSED” propone il suo ottavo volume che analizza evoluzioni e criticità del mercato dell’Information & Communication Technology   

Dopo “I processi di cambiamento dell’ICT”, settimo volume della collana “I libri di AUSED” proposto lo scorso anno, torna l’iniziativa dell’associazione italiana dei CIO con un nuovo volume sempre a cura di Luigi Pachì, questa volta intitolato “Riorganizzazione e ICT – Una nuova sfida per i CIO”.

Scrive nella sua introduzione Erminio Seveso, presidente AUSED: «Credo che questo “Riorganizzazione e ICT – Una nuova sfida per i CIO” rappresenti a tutti gli effetti la summa di un ulteriore anno piuttosto complicato per le aziende, che si aggiunge a quelli che lo hanno preceduto. Anche se, va detto, alcuni cenni di ripresa sono stati messi in evidenza da Gartner, a cavallo tra fine novembre e dicembre dello scorso anno. Gartner ha infatti valutato le previsioni per il mercato mondiale della spesa in  infrastrutture IT da parte delle aziende e le previsioni per questo 2013, appena aperto, che sono di un incremento del 2,3 per cento rispetto ai 2,603 trilioni di dollari previsti per il 2012… Noi di AUSED speriamo ovviamente in questa crescita e, nel frattempo, vi proponiamo nelle prossime pagine tutte le relazioni della scorsa annata, curate come sempre da Luigi Pachì

Più nello specifico i titoli che si vanno ad approfondire in questo libro sono i seguenti: Applets vs. Application software: strategie d’utilizzo e sistemi di gestione e controllo; Nuovi Orizzonti Tecnologici: un’opportunità per le Aziende Farmaceutiche (e non solo…); Il documento informatico, le firme elettroniche e la PEC (posta elettronica certificata); Unicità del dato: sfida complessa, ma vero valore per il business; SAP – Cloud & Social; ICT sourcing: dall’outsourcing al cloud; L’IT al servizio della riorganizzazione aziendale in tempo di crisi; IBM Discovery Day; I sistemi ERP e l’adozione del Cloud; Identity Management Vs. Accesss Governance; Aggiornamento normativa licenze d’uso; La sfida della complessità.

Per richiedere gratuitamente il libro nella versione pdf scrivere alla segreteria AUSED, aused@aused.org, oppure compilare l’apposito form sul sito www.aused.org.


L’AUTORE – Luigi Pachì si occupa di ICT da oltre venticinque anni. È stato dirigente di alcune importanti aziende multinazionali americane di informatica e telecomunicazioni, ricoprendo per un triennio ruoli internazionali per i mercati di Europa e Sud Africa. È iscritto all’Ordine Nazionale dei Giornalisti e collabora con alcune testate tecniche del settore. Dal 2002 è amministratore delegato dell’agenzia di comunicazioni specializzata in ICT, MARCOMM srl (www.marcomm.it). Questo è il suo ottavo libro pubblicato per l’Aused.

Interlem e il commercio elettronico di prodotti


Il gruppo Interlem prosegue nel consolidare la propria offerta eCommerce

Massimiliano_RivaINTERLEM S.p.A. (www.interlem.it), realtà italiana leader nell’innovazione tecnologica e nella consulenza direzionale, ha consolidato in questi mesi la propria posizione nel settore specifico dell’eCommerce attraverso la controllata Interlem Digital Business.

“Durante lo scorso anno illustra Massimiliano Riva, Amministratore delegato di INTERLEM S.p.A. – l’attività della neonata Interlem Digital Business si è consolidata ed è ora pronta per un ulteriore importante sviluppo. Alla specializzazione nell’incremento delle vendite on-line dei prodotti di partner e fornitori, favorita dalla penetrazione in aree ricettive dove i prodotti non erano ancora distribuiti, si è aggiunta la componente di gestione della consegna e di logistica dei resi anche in Europa e Nord America, oltre che in Italia. Interlem Digital Business è ora un player in grado di operare a tutto campo nel settore delle vendite on line”.

Grazie ad accordi commerciali diretti con produttori e grossisti, Interlem Digital Business è in grado di offrire agli acquirenti un ampio catalogo di prodotti di aziende partner con servizi a valore aggiunto come “la consegna al piano in guanti bianchi” per il settore dell’arredamento e la personalizzazione prima della consegna dei gioielli.

Interlem_Digital_BusinessInterlem Digital Business è un rivenditore on line con servizi e soluzioni end-to-end per il commercio elettronico, sia in ambito B2C che B2B. “La nostra piattaforma di commercio elettronico – sottolinea  Riva –  è in grado di gestire molteplici funzionalità e scenari di vendita. Fra le funzionalità base: localizzazione in sette lingue (italiano, inglese, tedesco, francese, spagnolo, portoghese e russo), quattro tipologie di listini prezzo (MRP, Whole-sale, Retail, Dealer), cataloghi multi-lingua e multi-valuta, le promozioni, le liste della spesa personali, le liste dei regali, le liste nozze, il carrello degli acquisti e i pagamenti elettronici. Fra le funzionalità Business Critical: il configuratore di prodotto, la fatturazione in più lingue, l’individuazione in base alla zona di consegna del costo di trasporto più vantaggioso in termini di rapporto fra qualità del servizio e costo della consegna”.


Di seguito le modalità di vendita agli acquirenti finali:

MY EXCLUSIVE ECOMMERCE:
Questa modalità di vendita viene adottata quando il partner/fornitore preferisce commercializzare i propri prodotti tramite un sito di eCommerce a marchio con eventuale personalizzazione del  catalogo, della grafica e delle funzionalità.
I prodotti acquistabili con questa modalità saranno disponibili ad indirizzi internet del tipo: shop.dominio_partner.com

CLOUD ECOMMERCE:
Questa modalità di vendita viene adottata quando al partner/fornitore non fa alcuna differenza se i propri prodotti compaiono in un catalogo eCommerce comune che contiene prodotti di altri partner/fornitori. Il modello di vendita è simile a quello dei supermercati e degli ipermercati in cui è disponibile lo stesso tipo di prodotto di produttori diversi.
I prodotti acquistabili con questa modalità saranno disponibili all’indirizzo: http://www.hallofbrands.com

I partner/fornitori possono scegliere tra tre principali tipologie contrattuali:

ON LINE CONSUMER: è la linea di offerta per le aziende che desiderano ampliare le vendite B2C al consumatore finale rendendo i propri prodotti più competitivi in termini di prezzo o di time to market grazie alla riduzione dei  costi e dei tempi tipici della catena distributiva tradizionale ed a strumenti di direct marketing che permettono il continuo contatto con l’acquirente.

ON LINE PMI: è la linea di offerta per le aziende che desiderano agevolare, razionalizzare ed ottimizzare il processo di acquisto verso gli acquirenti B2B, costituiti da piccole e medie aziende, professionisti, operatori del settore HORECA, offrendo loro servizi online personalizzati e disponibili 24 su 24 per effettuare ordini a stock, urgenti o ricorrenti.

MULTICANALE: è la linea di offerta per le aziende che intendono offrire al cliente finale B2C più di una modalità di acquisto quando l’assortimento dei prodotti è tale per cui si  potrebbero preferire delle modalità di acquisto diverse per differenti tipologie di prodotti,  permettendo quindi tutte le possibili sinergie tra la vendita on-line e quella tradizionale presso i propri punti vendita. La linea multicanale è adatta a partner che desiderano comunicare al meglio le informazioni relative ai propri prodotti, generare quindi un primo  contatto on line che crea una vendita in cui la fase di acquisto può essere perfezionata sia on line che nel punto vendita, raggiungere i clienti anche dopo l’acquisto avvenuto nel punto vendita, con campagne mirate via email ed sms.

“In questi mesi – conclude  Riva – abbiamo acquisito diversi clienti e stiamo per lanciare le vendite online di quelli del settore dell’arredamento e dei beni di lusso”.

domenica 6 gennaio 2013

Linkem a Viterbo e in altre città della Provincia arriva la Connessione Internet ad Alta Velocità

Linkem fornisce accesso ad internet ad alta velocità sul territorio nazionale attraverso una rete di sua proprietà. Il suo obiettivo: coprire il 60% delle abitazioni italiane entro il 2014. Grazie alla propria connessione internet consente l’accesso alla rete dove la linea telefonica tradizionale non è presente, liberando allo stesso tempo gli utilizzatori dai costi del canone e permettendo l’accesso ad una molteplicità di servizi in rete sempre più interattivi e multimediali. Belen Rodriguez e Francesca Piccinini testimonial della campagna pubblicitaria Linkem.
Belen Linkem
Anche a Viterbo è approdata definitivamente Linkem, la società di telecomunicazioni che, fondata nel 2001, eroga servizi di connettività ad Internet in banda larga attraverso soluzioni wireless di ultima generazione. Nei giorni scorsi a San Martino la Linkem, con l’apporto del concessionario viterbese Sat System, ha organizzato un seminario per tutti i tecnici installatori per illustrare le meraviglie di questo servizio che permetterà a tutti di esser collegati con il mondo. Marcello Bologni, Gianfranco Sammarco, Simona Ballesio, c’erano tutti per fare in modo che anche la città dei Papi potesse essere inserita tra i fortunati capoluoghi in grado di usufruire del servizio.
Linkem ha tra i suoi azionisti il fondo Vintage Investments, 2G Investimenti e gli investitori americani Leucadia National Corporation e Ramius Capital (società del gruppo Cowen guidato da Peter Cohen, ex Consigliere di Amministrazione di Telecom Italia e Olivetti), entrambe quotate al listino di New York. Oggi Linkem è l’operatore di servizi a banda larga più importante in Italia.
Grazie ad un piano di investimenti da circa 250 milioni di euro, Linkem ha l’obiettivo di coprire entro il 2014 circa il 60% delle abitazioni italiane con il proprio servizio e dai dati che sono stati presentati sembra proprio che ci stia riuscendo.
Linkem, grazie alla propria rete consente l’accesso alla rete dove la linea telefonica tradizionale non è presente, liberando allo stesso tempo gli utilizzatori dai costi del canone, permettendo l’accesso ad una molteplicità di servizi in rete sempre più interattivi e multimediali. Per fare un esempio concreto una recente ricerca dimostra che solo il 10% dei cittadini Europei può disporre di una connessione ad almeno 10 Mbit/s e circa il 50% di una connessione di almeno 2 MBit/s.
L’infrastruttura di Linkem è realizzabile in tempi brevi, con scarso impatto ambientale ed una estesa copertura del territorio. Il servizio è attivabile in tempo reale, con una installazione semplicissima. Il wireless di Linkem consente un efficace utilizzo del canale trasmissivo, attraverso differenti prioritizzazioni del traffico IP. In tal modo si può ottimizzare l’erogazione di differenti servizi in base alle specifiche esigenze di ognuno di essi.
Linkem su Viterbo ed altre città della provincia sta ampliando il suo servizio di alta qualità e permetterà a chi ne vorrà usufruire una velocità in internet di 7Mb in download, 1Mb in upload.
Insomma è una vera novità che permetterà la navigazione in Internet in modo veloce e in molti, sicuramente, sogneranno di incontrare anche Belen Rodriguez, testimonial degli spot pubblicitari Linkem.

sabato 5 gennaio 2013

Sky fastweb: offerta

Sky fastweb: offertaSky fastweb: offerta
A soli 29€ al mese sarà possibile avere Internet Superveloce, Chiamate illimitate e la grande Sky Tv! E i costi di installazione e attivazione My Sky e attivazione Fastweb sono INCLUSI nel prezzo del servizio. Nel prezzo dell’abbonamento Sky & Fastweb sarà anche compreso il meglio della tecnologia Sky: My Sky, Sky Go, per portare i tuoi programmi preferiti sempre con te, anche su Tablet, PC4 o Smartphone, e Sky On Demand.” <?php the_title(); ?> Sky fastweb: offerta
Offerte e prezzi Sky e Fastweb
Offerta Sky fastweb

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI