Cerca nel blog

venerdì 27 settembre 2013

ANSYS rinnova la partnership con Ferrari per utilizzare simulazione avanzata alle gare GT

ANSYS rinnova la partnership con Ferrari per utilizzare simulazione avanzata alle gare GT

Il nuovo accordo migliora la competitività di Ferrari e contribuisce alle numerose vittorie

Milano, 26 settembre 2013 – Con la simulazione ANSYS (NASDAQ: ANSS )al posto di guida, Ferrari incrementa le prestazioni delle sue auto GT . Dotata di questa soluzione tecnica che le consente di gestire tempi di sviluppo ristretti e soddisfare severi regolamenti di settore, Ferrari ottimizza i componenti critici delle sue auto da corsa, quali i sistemi di raffreddamento dei freni e l'aerodinamica del veicolo, per gestire al meglio il campionato GT.

Valori importanti nonché un impegno incondizionato verso l'eccellenza accomunano ANSYS e Ferrari e hanno spinto il team del Cavallino Rampante ad ampliare ulteriormente il rapporto nato con Formula 1, estendendolo anche alla divisione GT. Incentrata su affidabilità e capacità di resistenza del veicolo, la serie GT è considerata una delle manifestazioni di ingegneria più belle nel mondo delle corse. Grazie a questo nuovo accordo, ANSYS è anche sponsor ufficiale di Ferrari nella categoria GT del World Endurance Championship. Il team utilizza le tecnologie di analisi computazionale fluidodinamica (CFD) di ANSYS per ridurre la resistenza complessiva del veicolo e ottimizzare i complessi sistemi di raffreddamento.

Senza la simulazione necessaria a validare e ottimizzare i componenti delle sue vetture da corsa, Ferrari rischia di perdere vantaggi aerodinamici importanti, che possono fare la differenza determinando in un caso la una vittoria e nell'altro addirittura l'incapacità di portare a termine una gara di endurance.

"Senza l'utilizzo della simulazione sarebbe impensabile tenere il passo con tempi di sviluppo ridotti e conformità alle normative del settore racing", ha dichiarato Enrico Cardile, responsabile aerodinamica, gestione termica e condizionamento abitacolo in Ferrari. "Da oltre 15 anni collaboriamo con successo con ANSYS e siamo felici che questo rapporto prosegua anche nel futuro.  L'impegno dell'azienda nelle simulazioni avanzate è davvero ineguagliabile e non smette di stupirci positivamente da ogni punto di vista".

"ANSYS è fiera di collaborare con aziende top come Ferrari per dimostrare il valore delle sue simulazioni in settori competitivi", ha dichiarato Gilles Eggenspeller, senior fluids product manager di ANSYS. " Siamo presenti in diversi settori industriali, dall'automobile all'aerospaziale, dal medicale all'energia perché diamo un contributo fondamentale alle aziende che affrontano il  mercato globale, che si sviluppa ad un ritmo velocissimo e necessita più che mai di eccellenza; ed è proprio qui che ampiezza e profondità delle soluzioni multifisiche di ANSYS non temono confronti".

 

ANSYS, Inc.

ANSYS Inc., fondata nel 1970, sviluppa e commercializza software di simulazione utilizzati da progettisti e ricercatori nei più diversi ambiti ingegneristici. L'azienda si concentra sullo sviluppo di soluzioni CAE aperte e flessibili che permettono agli utenti di analizzare e verificare i progetti in modo virtuale, offrendo una piattaforma software integrata che assicura uno sviluppo rapido, efficace ed economico dalla prima concezione del prodotto fino alla sua definizione finale. Con sede a Canonsburg, Pennsylvania, U.S.A., e uffici in 60 paesi, ANSYS Inc. ha un organico di oltre 2500 dipendenti che offrono soluzioni software, formazione e supporto, e distribuisce i suoi prodotti anche attraverso una rete di partner in 40 Paesi. L'azienda è presente in Italia con due uffici a Milano e Roma.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


La comunicazione di Wildix vola in alto con Kite

Wildix, multinazionale che opera nel settore delle telecomunicazioni specializzata in prodotti Voice Over IP (VoIP) e soluzioni di Comunicazione Unificata, promuove una soluzione dalle caratteristiche fortemente innovative, che permette alle aziende di comunicare con i clienti ancora più semplicemente, attraverso il proprio sito web.

Wildix Kite, infatti, nasce per rispondere alle esigenze di un mondo sempre più web-oriented, dove la diffusione dei dispositivi mobili cresce costantemente e a livelli esponenziali, imponendo quindi un cambio delle abitudini quotidiane e il modo stesso di lavorare. Presentata alla recente convention di Sofia, è una soluzione professionale basata su HTML5, totalmente integrata nel sistema di Comunicazione Unificata Wildix, con la quale si possono effettuare chiamate e videochiamate in tempo reale direttamente dal browser, senza installare alcun software né registrarsi ad alcun servizio aggiuntivo. La tecnologia alla base di Wildix Kite è WebRTC – Web Real Time Communication, il progetto open source nato nel 2011 negli Stati Uniti con l’obiettivo di rivoluzionare il modo di comunicare, rendendolo facile, gratuito e immediato per chiunque. Grazie a Wildix Kite, gli utenti potranno contattare la persona di riferimento in azienda semplicemente cliccando sul pulsante dedicato e avviare una conversazione in modalità chat, audio o video, oltre ad avere la possibilità di ricevere lo streaming del desktop.

La tecnologia WebRTC si pone come interfaccia tra il sito web e la piattaforma di Comunicazione Unificata Wildix, agevolando il contatto verso i clienti, nonché la possibilità di offrire servizi avanzati di customer service e assistenza. L’utente può comunicare direttamente con il personale, minimizzando i tempi di attesa in linea, attraverso il PC, e l’operatore che risponde è già a conoscenza delle sue esigenze, in base ai dati registrati sul sito e può soddisfarne subito le richieste. Adottando la soluzione Wildix Kite, le aziende devono soltanto inserire dei pulsanti di chiamata sulle pagine del proprio sito web. Tramite questi pulsanti la chiamata viene inoltrata alla centrale telefonica Wildix, che la gestisce in maniera ordinaria, come se si trattasse di una telefonata tradizionale. Grazie alle API Wildix, inoltre, è possibile mostrare, sulla pagina del sito, la foto del contatto aziendale, la disponibilità e lo stato di presence aggiornato automaticamente e sincronizzato con CTIconnect PRO (il sistema di collaboration di Wildix) e infine la relativa geolocalizzazione. Il sistema può essere utilizzato anche dal personale per comunicazioni interne, riunioni o conference call. Ogni collaboratore, infatti, attraverso il proprio terminale, può impostare il proprio stato di presenza e visualizzare quello dei propri colleghi, conoscendone, quindi, la reperibilità.

“Con Wildix Kite la pagina web del sito aziendale diventa un vero e proprio organigramma interattivo, che farà risparmiare tempo e gratificherà i clienti – commenta Stefano Osler, CEO di Wildix -. Grazie a questa soluzione, il sito diventa uno strumento di marketing fondamentale per differenziarsi rispetto alla concorrenza e offrire servizi alla clientela più efficienti e tempestivi, minimizzando i costi e velocizzando i processi. A questo si aggiunge la sicurezza delle comunicazioni e il rispetto della privacy, con l’obiettivo di incrementare la soddisfazione e la fidelizzazione del cliente. Wildix Kite è un risultato raggiunto attraverso il nostro costante impegno nella Ricerca&Sviluppo, che è stato riconosciuto anche all’estero. Siamo stati contattati, infatti, per partecipare alla WebRTC Conference, nel mese di dicembre a Parigi, ovvero il primo appuntamento europeo dedicato a questa tecnologia. Siamo orgogliosi di poter presenziare e siamo certi che sarà un’ottima occasione per creare business, aumentare la nostra visibilità e contribuire a diffondere la conoscenza sull’argomento.”

giovedì 26 settembre 2013

L'UE vuole l'accesso ad Internet veloce in ogni classe entro il 2020


L'UE vuole l'accesso ad Internet veloce in ogni classe entro il 2020. Sogno o concreta possibilità anche in Italia?

 

La Commissione Europea, per bocca del commissario europeo per l'Agenda Digitale, Neelie Kroes, vuole che l'Unione europea doti tutte le scuole di computer moderni e che consentano un rapido accesso a Internet. Per il membro dell'istituzione europea entro il 2020, tutte le aule dovranno essere "digitali".

Una dichiarazione resa a Bruxelles mercoledì che trova conferma nel fatto che la Commissione ha lanciato un'iniziativa che sarà finanziata da diversi fondi dell'UE. Non solo, quindi, migliori attrezzature per le scuole, ma anche una specifica formazione degli insegnanti e l'accesso gratuito a programmi di apprendimento on-line.

Per Giovanni D'Agata, fondatore dello "Sportello dei Diritti" si tratta di un'importante notizia che ci fa sperare che anche in Italia possa essere attuata un'opera fondamentale di digitalizzazione che consenta di connettere al resto del mondo attraverso la rete anche la Nostra scuola e quindi i Nostri ragazzi che in molti casi anche per la crisi e per l'effetto di quel "digital divide" di cui da anni parliamo non hanno accesso alla rete o lo hanno in maniera molto limitata. 

Peraltro, la possibilità di utilizzare programmi per l'apprendimento e libri on line o digitalizzati, potrà abbattere notevolmente i costi a carico delle famiglie pesantemente colpite dall'altro annoso e non meno importante problema del "caro libri".

 




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


martedì 24 settembre 2013

Fwd: La nuova linea di dischi desktop esterni WD offre capacità eccezionali e massima protezione dei dati

 

LA NUOVA LINEA DI dischi desktop esterni WD offre capacità eccezionali e mASSIMA protezione dei dati

WD rinnova la famiglia di hard disk My Book: fino a 4TB di capacità per tutti i contenuti digitali, protezione dei dati con il software di backup automatico WD SmartWare™ Pro e nel cloud con Dropbox™, oltre alla possibilità di un backup di sistema completo

Milano, 24 settembre 2013 – WD®, azienda di Western Digital (NASDAQ: WDC), ha rinnovato le sue linee di hard disk desktop esterni My Book e My Book for Mac per offrire fino a 4 TB di capacità storage e protezione superiore dei dati per gli utenti che creano e raccolgono grandi volumi di contenuti video, musica e foto.

Dotati di interfaccia veloce USB 3.0, i nuovi My Book sono disponibili nelle capacità da 2 TB, 3 TB e 4 TB, per dare spazio anche alle raccolte digitali più ampie. E, nel caso di un imprevisto che possa mettere a rischio i propri contenuti - un notebook smarrito o un problema serio di sicurezza - offrono la possibilità di mettere i dati al sicuro e di mantenere un backup dei documenti importanti e dei contenuti di valore.

Le nuove funzionalità di protezione dei dati sono perfette per il backup dei contenuti. Il software di backup automatico WD SmartWare™ Pro con integrazione a Dropbox™ offre funzionalità di backup nel cloud, mentre Acronis® True Image™ WD Edition consente agli utenti di eseguire un backup di sistema completo e di cancellare in maniera sicura i file digitali e i programmi.

"La nuova generazione di hard disk esterni My Book mette a disposizione dei nostri clienti maggiore velocità, flessibilità, sicurezza dei contenuti, e protezione dei sistemi," spiega Scott Steffens, general manager, consumer storage products group di WD. "Gli utenti creano, scaricano, e archiviano quantità di contenuti digitali sempre superiori, e la nostra linea di dischi desktop è dotata della capacità e delle funzionalità di sicurezza per mantenerli tutti archiviati e protetti contro interruzioni di sistema, danneggiamenti o furti."

Le misure di sicurezza rispetto a un accesso non autorizzato al disco sono gestite attraverso il software di backup automatico WD SmartWare Pro con crittografia hardware e protezione tramite password. Per proteggere i file da furto, incendio, o altre calamità naturali, il My Book integra Dropbox[1] per archiviare i file nel cloud. Per il backup di sistema completo e l'eliminazione sicura dei file, My Book include Acronis True Image (ATI) WD Edition. ATI WD Edition è una suite software integrata che garantisce la protezione di tutte le informazioni sul PC e può essere utilizzata per cancellare in maniera sicura qualsiasi informazione confidenziale non più necessaria. ATI WD offre inoltre disaster recovery in caso di un crash di sistema fatale, ripristinando completamente il PC, inclusi file, software e preferenze.

WD My Book for Mac sarà dotato inoltre della velocità eccezionale USB 3.0 e connettività UAS per maggiore velocità e flessibilità. Disponibile con capacità da 2TB / 3TB, My Book for Mac è compatibile con AppleTime Machine™ per il backup efficace e sicuro dei file. Il disco è dotato del software WD Security per protezione password e crittografia hardware per proteggere i file dall'accesso non autorizzato, assieme a WD Utilities, che consente agli utenti di registrare i dischi, eseguire la diagnosi, e molto altro.

Prezzo e disponibilità

Gli hard disk My Book e My Book for Mac sono coperti da una garanzia limitata di 3 anni e disponibili nel WD Store e presso i rivenditori e i distributori WD selezionati. I prezzi indicativi di vendita, comprensivi di Iva, sono di 99 Euro per il My Book da 2TB, di 129 Euro per il My Book da 3TB, di 179 Euro per il My Book da 4TB. Il nuovo My Book for Mac è disponibile al prezzo indicativo di 111 Euro per la versione da 2TB e di 139 Euro per la versione da 3TB.

WD

WD, azienda di Western Digital, è da sempre all'avanguardia e leader del mercato dell'archiviazione. Punto di riferimento nel mondo storage, l'azienda produce hard disk e dischi allo stato solido a elevate prestazioni. Questi dischi vengono utilizzati da OEM e integratori di computer desktop e mobili, sistemi informativi enterprise, sistemi integrati e applicazioni di elettronica di consumo, così come dall'azienda stessa, che fornisce i suoi prodotti storage. I dispositivi e i sistemi storage leader di WD, i prodotti di rete, i lettori multimediali e le soluzioni software consentono agli utenti in tutto il mondo di salvare, archiviare, proteggere e condividere in maniera semplice i loro contenuti su molteplici dispositivi. WD è stata fondata nel 1970 con quartier generale a Irvine, California. Per ulteriori informazioni, visitate il sito dell'azienda www.wd.com.

Western Digital Corp. (NASDAQ: WDC), Irvine, Calif., è un fornitore globale di prodotti e servizi che consentono alle persone e alle organizzazioni di raccogliere, gestire, fruire e preservare i contenuti digitali. Le sue aziende progettano e producono dispositivi storage, sistemi di rete e prodotti di home entertainment sotto i marchi WD, HGST e G-Technology. Visitate la sezione dedicata agli investitori sul sito dell'azienda (www.westerndigital.com) per accedere a una serie di informazioni finanziarie dedicate.




[1] È necessario un account Dropbox

Il Wi-Fi di qualità è sempre più italiano con la nuova gamma di Access Point di Wi-Next


Da oggi disponibili i nuovi modelli di Access Point della società #proudlymadeinitaly pioniere delle tecnologie Wi-Fi Mesh e delle reti a intelligenza distribuita, per la creazione di reti sempre più performanti, sicure e ancora più green


Torino, 24 settembre 2013 – Alte prestazioni, costi intelligenti, risparmio energetico, basso impatto ambientale e design ricercato sono le caratteristiche delle nuovissime soluzioni Wi-Fi dalla tecnologia tutta italiana offerte da Wi-Next, l'azienda torinese nata nel 2007 come start-up del Politecnico di Torino e insignita del prestigioso premio Red Herring Top100 Europe 2013.

Viene presentata oggi la nuova famiglia di  apparati Wi-Fi Outdoor Knit , una linea di Access Point Dual Band progettati per garantire robustezza e massima sicurezza sulle reti, consentendo allo stesso tempo importanti risparmi di costo sia in fase di installazione, grazie ad un'interfaccia utente estremamente semplice ed intuitiva, sia in fase di gestione, grazie al sistema di Provisioning centralizzato WMS e ai risparmi energetici dati dall'esclusiva tecnologia Green Networking, che consente ottimizzazioni nei consumi fino al 50%.

"Come tutta l'offerta di Wi-Next - spiega Pietro Caruso, Responsabile Commerciale Mercato Enterprise Italia di Wi-Next - anche il Knit rappresenta un'importante opportunità per l'ottimizzazione dei costi, grazie ad un prezzo di sicuro interesse per un mercato, quello Enterprise, che necessita di tecnologia affidabile e sicura ma che deve sempre più fare i conti con una situazione economica non favorevole".

Il Vendor torinese amplia inoltre la gamma di apparati da indoor Naawigo con un nuovo modello dotato di antenna integrata omnidirezionale a 2.4 e 5 Ghz, ideale per la creazione di reti indoor ad alte prestazioni e a basso impatto ambientale, grazie ad un design ricercato e all'assenza di antenne esterne.

"Il 2013 continua ad essere un anno per noi estremamente denso di novità e risultati importanti, che stanno ponendo Wi-Next come riconosciuto protagonista tutto italiano nel mercato internazionale dei vendor", dichiara Nicola De Carne, CEO di Wi-Next, "Questo è il risultato di anni di duro lavoro di una squadra di professionisti affiatata e appassionata che ho l'onore di guidare".

 

 

Wi-Next è tra i più innovativi Vendor Wi-Fi italiani, nato nel 2007 da un progetto di ricerca e sviluppo del Politecnico di Torino. Wi-Next è pioniere delle tecnologie Wi-Fi Mesh e delle reti wireless a intelligenza distribuita, che consentono ad aziende e operatori telefonici di ridurre le complessità, i costi di realizzazione e di maintenance delle reti, aumentando così le fonti di revenues e ottimizzando il ROI. Wi-Next produce e commercializza apparati Wi-Fi per applicazioni SMB e Enterprise attraverso una rete di Partner e Distributori in Italia e all'estero. Quest'anno amplia la sua offerta con la nuova famiglia di prodotti Naawigo, interamente disegnata e prodotta in Italia dal Team di Wi-Next, e con il Cloud Network Manager, con cui la società torinese vuole consolidare la propria presenza nel mercato Enterprise. Recentemente ha lanciato la nuova piattaforma collaborativa Springmole, apparato di networking OEM moderno e aperto, e community online dedicata di sviluppatori nel mondo supportata dal team R&D di Wi-Next.


Le nuove soluzioni CommVault Edge offrono sincronizzazione, ricerca e protezione ai professionisti in mobilità

Milano, 24 settembre 2013 – Le aziende IT continuano ad avere il loro da fare nel gestire e offrire un accesso sicuro ai dati creati dai dipendenti, sui PC e sui dispositivi mobili.


Per rispondere a queste necessità, CommVault annuncia nuove funzionalità software Edge, che consentono agli utenti di condividere, ricercare e ripristinare in tutta sicurezza i file dei loro desktop, laptop e portatili, senza che venga richiesto l'intervento del supporto IT o di terze parti.


Basata sulla piattaforma software Simpana, CommVault Edge è una soluzione completa che permette all'IT di automatizzare la protezione di laptop e desktop e di offrire agli utenti accesso immediato ai propri dati, indipendentemente da dove questi vengono creati.


Grazie alla capacità di scalare per proteggere fino a 25.000 client con una singola infrastruttura Simpana, la tecnologia CommVault Edge può soddisfare le esigenze della forza lavoro mobile più estesa, ed essere implementata a fianco degli ambienti di backup tradizionali dei clienti.



lunedì 23 settembre 2013

Come si chiudono le applicazioni su iOS 7

Dopo poco tempo da quando abbiamo disponibile il nuovo sistema operativo iOS 7, tante persone hanno la curiosità di sapere come vengono eseguite tutte le operazioni che svolgevano in passato.

Una di queste operazioni era quella di chiudere le applicazioni su iPhone 5, ma ora tante persone sono interessate a chiudere le applicazioni sui nuovi prodotti : iPhone 5C e iPhone 5S.

Il nuovo sistema operativo è disponibile per quasi tutti i modelli che la Apple ha, basta semplicemente fare l'aggiornamento per avere il nuovo sistema operativo iOS 7.

Per chiudere le applicazioni sul nuovo sistema operativo iOS 7 dovete eseguire questi semplici step:.

1. Premere due volte il pulsante home.

2. Ora compare la lista con tutte le applicazioni che avete aperto, per chiudere basta trascinare in alto l'immagine della vostra applicazione. In questo modo l'applicazione viene chiusa.

3. Dopo che avete chiuso tutte le applicazioni, basta premere di nuovo il pulsante home per tornare alla schermata principale.

 


iOS 7 iPhone


Fonte:www.tels.it




LG introduce nel mercato il Multi V IV che rivoluzionerà il mondo VRF


I nuovi prodotti LG incorporano tecnologie all'avanguardia che si combinano per offrire prestazioni superiori e massima efficienza energetica


San Donato Milanese, 23 settembre 2013 – LG Electronics (LG) ha annunciato oggi il lancio della nuova gamma Multi V IV per i sistemi a portata di refrigerante variabile (VRF). La nuova serie Multi V IV, grazie a quattro tecnologie brevettate da LG, offre prestazioni da leader di mercato e diventa il punto di riferimento per l'efficienza energetica riducendo notevolmente il costo di esercizio degli impianti. I nuovi sistemi VRF Multi V IV incorporano quattro tecnologie proprietarie – il nuovo compressore ad alta efficienza, lo scambiatore di calore con percorsi differenziati a seconda della modalità operativa (riscaldamento o raffreddamento), il controllo sul recupero dell'olio e il controllo sul refrigerante in circolo – che permettono di superare quelle che fino ad oggi erano considerate le massime prestazioni dei VRF di quarta generazione.

"Siamo molto orgogliosi della nostra nuova soluzione per i sistemi HVAC, il Multi V IV ", ha commentato l'Ing. Moreno Mapelli, Multi V Sales Manager di LG Electronics Italia S.p.A. "E' una vera rivoluzione nei sistemi VRF di quarta generazione, volta a offrire un'ineguagliabile efficienza energetica attraverso quattro nostre tecnologie innovative. Il Multi V IV è in grado di vantare un impressionante indice di efficienza energetica (EER) pari a 5,2 (modello da 10 hp). Inoltre il nostro sistema di recupero dell'olio ad alta pressione (HiPORTM) aumenta l'efficienza del compressore preservandone nel tempo il corretto funzionamento. Questo prodotto è il nuovo leader tecnologico del settore e permette di avere un significativo risparmio energetico che si traduce in un risparmio economico per tutti i nostri clienti".

L'EER del 5,2 (modello da 10 hp) del Multi V IV è uno dei più alti al mondo per sistemi di climatizzazione a portata di refrigerante variabile ed è stato reso possibile grazie alla dedizione di LG nello sviluppare tecnologie e soluzioni all'avanguardia. Riducendo al minimo le perdite in condizioni di carico parziale, il Multi V IV è in grado di offrire prestazioni migliori del 30% rispetto al suo predecessore in termini di efficienza energetica integrata, infatti grazie alla tecnologia HiPORTM, le prestazioni del Multi V IV in modalità di riscaldamento (COP) sono aumentate del 6,7%, e in modalità di raffreddamento (EER) del 5,4%. I nuovi percorsi differenziati del refrigerante per il riscaldamento e il raffreddamento contribuiscono ad un miglioramento del 15% dell'efficienza energetica integrata. Inoltre, il controllo attivo del refrigerante di LG regola automaticamente la quantità di refrigerante in circolo aumentando ulteriormente l'efficienza del 3%. Infine, i compressori con tecnologia ad iniezione di vapore consentono elevate prestazioni in riscaldamento anche alle basse temperature e il controllo del volume dell'olio presente nel circuito evita una delle maggiori perdite di efficienza riscontrate nei sistemi a portata di refrigerante variabile tradizionali.

In aggiunta alla notevole efficienza energetica, il Multi V IV vanta anche un'estrema flessibilità di utilizzo. In particolare, è stato esteso il range operativo in modalità di raffreddamento da -5°C a -10°C, fornendo una soluzione ideale per ambienti che necessitano di essere raffreddati tutto l'anno, come le sale CED. Inoltre, lo sbrinamento differenziato della batteria dell'unità esterna aumenta il comfort interno e permette di aumentare la capacità del sistema del 27% nei climi più rigidi. Un'altra tecnologia per il risparmio energetico intelligente consiste nel sensore della presenza di neve, che attiva i ventilatori  per rimuovere la neve accumulata solo quando necessario.

I sistemi Multi V sono in grado di soddisfare anche le esigenze delle istallazioni più complesse, con tubazioni che possono arrivare a 1.000 m di lunghezza totale, mentre le unità esterne dal peso ridotto rendono più agevole e conveniente l'istallazione anche dove i sistemi tradizionali non possono essere installati.

L'intera gamma prodotti Multi V IV  sarà disponibile a partire dal mese di settembre 2013.

venerdì 20 settembre 2013

Boccondivino

Ristorante BoccondiVino è uno dei ristoranti pesce Verona, nel centro storico, in via Sottoriva vicino a P.zza Erbe, meta ideale per coloro che vogliono assaporare una pizza di qualità.
Proponiamo più di cinquanta tipi di pizza preparati con impasti e ingredienti artigianali.

E’ buona abitudine al Boccondivino affidarsi a noi; rispettando i gusti dell’amico, in quanto ogni giorno e secondo la stagione e l’estro dello Chef, potrete gustare una vasta gamma di pietanze delicate, tradizionali ed antichi sapori, sempre annaffiati da un buon vino come: gli antipasti caldi e freddi, le paste fatte in casa, i risotti, le carni di sanato e di chianina e sempre UN MARE DI PESCE FRESCO per la delizia del vostro palato.

giovedì 19 settembre 2013

Polo Ict Abruzzo: al via il nuovo anno di attività

Annunciato l'ingresso di undici nuove aziende

 

Giovedì 19 settembre 2013 – Inizia con l'ingresso di undici aziende l'anno 2013/2014 del Polo Ict  regionale inaugurato ieri, 18 settembre, a Pineto, all'interno dello splendido scenario dell'Area Marina Protetta Torre del Cerrano.

 

Supera così quota 60 il numero dei soci operanti in tutto l'Abruzzo, tra imprese (piccole, medie e grandi), istituti di ricerca sia pubblici sia privati, e società di servizi che il Polo di innovazione tecnologica coordinerà nel 2014, favorendo la condivisione della conoscenza e la convergenza degli investimenti su nuove traiettorie di sviluppo di prodotti o servizi innovativi e tecnologici.

 

L'assemblea è stata arricchita da interventi proficui come quello di Sergio Galbiati, amministratore delegato di LFoundry, che ha raccontato il piano di sviluppo della società che ha acquistato lo stabilimento di Avezzano di Micron; del presidente della FIRA Rocco Micucci, che ha illustrato le azioni previste all'interno del Bando StartHope per la creazione di nuove imprese innovative; di Tiziano Toschi, vicepresidente Senior di Electrolux, che ha parlato della filosofia della Open Innovation alla base del concetto di rete; e di Luca Stefanini, di Italia Lavoro, che ha presentato il contratto di alto apprendistato e le potenzialità per lo sviluppo di progetti di ricerca tra imprese e università.

 

«Siamo pronti ad un nuovo anno di sfide e di grandi progetti – ha spiegato il responsabile del Polo Ict, Giuseppe Cappiello – Continuando a favorire l'investimento e la condivisione di infrastrutture di ricerca, sperimentazione, prova e certificazione, riservando sempre grande attenzione verso le imprese più propositive e attive del territorio. Le imprese del Polo continueranno ad essere supportate con azioni di orientamento e accompagnamento, per aggregare i bisogni e disegnare congiuntamente percorsi di approfondimento, e poi con attività di laboratorio. Ci aspetta un anno fitto di impegni, a cominciare dalle giornate di Scuola sull'autoimprenditoria che organizzeremo a L'Aquila all'inizio di ottobre».

«La serata a Torre Cerrano ha segnato l'avvio di una simbiosi tra il mondo delle imprese e la difesa e valorizzazione ambientale – ha dichiarato il presidente dell'AMP Torre del Cerrano Benigno D'Orazio – Abbiamo voluto accogliere gli ospiti mettendo a disposizione le nostre espertissime Guide del Cerrano per una visita guidata al fortilizio medievale. Grazie a questo nuovo legame, è nostro obiettivo promuovere la consapevolezza delle imprese circa la possibilità di interagire con il Parco marino, sia mettendo a sistema conoscenze disponibili, sia stimolando strategie di impresa ecocompatibili e supportando il turismo sostenibile di cui siamo da sempre promotori».

 

AITI Campania: porte aperte e seminario sul mondo digitale


 

AITI CAMPANIA:

PORTE APERTE E SEMINARIO SUL MONDO DIGITALE

Venerdì 27 settembre AITI (Associazione Italiana Traduttori e Interpreti), in collaborazione la sezione AITI Campania, organizza una "Giornata porte aperte con seminario di formazione gratuito", per presentare ai soci e a tutti gli interessati le attività dell'Associazione. L'incontro si terrà a partire dalle ore 10.00 presso l'Hotel Ramada Naples a Napoli (Via Galileo Ferraris, 40).

Durante la giornata Silvina Dell'Isola, socia AITI Liguria, traduttrice, docente e social media manager, terrà il seminario "Digital or Nothing – tutto quello che avreste voluto sapere sul digitale* (*ma non avete osato chiedere)". Il seminario ha lo scopo di illustrare quello che sta accadendo nel mondo digitale e dei social network e di come questi strumenti possono essere utilizzati in modo efficace per aumentare la propria visibilità, far crescere la propria reputazione e generare nuovi contatti. Si parte da qualche fondamento di marketing e relazioni pubbliche tradizionali per poi passare a una fase di dettaglio nella quale si dimostra come il marketing, la comunicazione e le relazioni pubbliche digitali sono lo strumento per vendere di più.

Oltre a Silvina Dell'Isola, interverranno Sandra Bertolini, presidente nazionale AITI, e Sylvie Huet, tesoriera nazionale.

 

Programma:

10.00 – 12.00                       AITI (chi siamo, ammissioni, formazione)

12.00 – 13.30                       Prima parte seminario Digital or Nothing

13.30 – 14.30                       Pausa pranzo 

14.30 – 16.30                       Seconda parte seminario Digital or Nothing

 

 

L'evento è aperto a tutti.

Ingresso gratuito con iscrizione obbligatoria sul sito www.aiti.org.

 

 

Silvina Dell'Isola

Traduttrice e Social Media Manager è anche fondatrice e titolare della Jk Translations. Si occupa di servizi linguistici, web content, ghost writing, digital strategy, social media management, corsi e gestione di nuovi media. È docente di Linguaggi economici, comunicazione e impresa, Digital marketing per i traduttor e di Linguaggi giuridici e istituzionali all'Università di Genova. Inoltre, insegna Copywriting e community management al MaSeM. È socia Aiti Liguria.

 

Associazione Italiana Traduttori e Interpreti

AITI è un sodalizio senza scopo di lucro di traduttori e interpreti professionisti. È la prima associazione italiana del settore non solo per l'anno di fondazione (1950), ma anche per il numero di iscritti (circa 900 a marzo 2013). Raggruppa traduttori editoriali, traduttori tecnico-scientifici, interpreti e interpreti di conferenza.

È membro fondatore e unico rappresentante italiano della Fédération Internationale des Traducteurs (FIT), organismo non governativo formato da oltre 100 associazioni nazionali di traduttori e interpreti e che complessivamente rappresenta più di 80 000 traduttori in 55 Paesi del mondo. Fa inoltre parte del CEATL (Conseil Européen des Associations de Traducteurs Littéraires) e di PETRA (Plateforme Européenne pour la Traduction Littéraire).

 

Per informazioni

www.aiti.org

 

Security Summit 2013: a Verona la prossima edizione

 A Verona si parla di sicurezza ICT per le imprese e la Pubblica Amministrazione locale con Security Summit


Giovedì 3 ottobre il Crowne Plaza Hotel Verona Fiera ospiterà l'evento dedicato alla security organizzato da Clusit


Milano, 19 settembre 2013 – Si svolgerà il 3 ottobre a Verona il quarto appuntamento dell'edizione 2013 di Security Summit, evento dedicato alla sicurezza delle informazioni, delle reti e dei sistemi informatici organizzato dal Clusit. Il convegno torna nella città scaligera con un percorso calibrato  sulle esigenze di sicurezza informatica delle imprese e delle pubbliche amministrazioni del Nord Est, offrendo  occasioni di approfondimento e di aggiornamento sulla evoluzione tecnologica del mercato.

La tavola rotonda di apertura è dedicata a "La sicurezza delle informazioni: un elemento imprescindibile per l'Agenda Digitale e le Pubbliche Amministrazioni locali e per il business delle aziende del Nord-Est". Dopo aver analizzato le principali minacce, saranno al centro del dibattito le iniziative ed i consigli di istituzioni ed operatori del settore per proteggere aziende e utenti finali. E' prevista la partecipazione di rappresentanti delle istituzioni locali, oltre che dei responsabili IT di alcune aziende della regione e di esperti del settore, tra cui Tommaso Palumbo, Dirigente del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni per il Veneto;  Stefano Quintarelli, Parlamentare, Direttivo Clusit; Bruno Giordano, Consigliere delegato all'Innovazione e Start up di Confindustria Verona; Diego Mezzina, Responsabile IT service management Security in INSIEL e Giovanni Todaro, IBM Security Systems Leader.

Durante la sessione plenaria sarà presentato il Rapporto Clusit 2013 sulla situazione della sicurezza ICT in Italia, aggiornato per l'occasione con l'analisi degli attacchi e degli eventi dannosi verificatesi nel primo semestre di quest'anno, che indica un aggravamento della situazione rilevata nel corso del 2012 in termini di tipologie di vittime, protezioni inefficaci e piattaforme coinvolte negli attacchi. Oggetto della tavola rotonda saranno, inoltre, le iniziative dell'Agenda Digitale Italiana ed Europea, con particolare attenzione alla situazione e alle problematiche della Pubblica Amministrazione e delle aziende del Nord-Est.

Seguiranno tre  percorsi professionali, tecnico, legale e gestione della sicurezza, dove verranno analizzati diversi aspetti tra cui quello relativo alla sicurezza in ambito Cloud, i processi e le tecnologie per innalzare il livello di sicurezza delle informazioni in azienda e le novità legislative in arrivo a livello di UE sulla privacy. La partecipazione alle diverse sessioni formative e di approfondimento consente l 'attribuzione di crediti formativi (CPE) e prevede il rilascio di diplomi.

Al termine della giornata, dalle 17.30 alle 19.30, Security Summit propone anche a Verona il rinomato Hacking Film Festival, una rassegna di film dedicati al mondo del controllo delle informazioni, commentati e analizzati da esperti del settore in un dibattito aperto al pubblico. Seguirà un aperitivo conclusivo della manifestazione.

Tutti gli appuntamenti del Security Summit sono a partecipazione gratuita previa registrazione sul sito www.securitysummit.it

 

Clusit

Il Clusit, i cui soci rappresentano oltre 500 aziende e organizzazioni, è la principale associazione italiana nel campo della sicurezza informatica. Il Clusit collabora, a livello nazionale, con diversi Ministeri, Authority e Istituzioni, con la Polizia Postale e con altri organismi di controllo. Inoltre, svolge un’intensa attività di supporto e di scambio con le Confederazioni Industriali, con numerose Università e centri di ricerca e con associazioni professionali e dei consumatori. In ambito europeo, partecipa a molteplici iniziative in partnership con i CLUSI (Belgio, Svizzera, Francia, Lussemburgo), collabora con diverse Istituzioni e Università e sostiene attivamente le attività di ENISA (European Network and Information Security Agency). Ulteriori informazioni sulle attività del Clusit sono disponibili sul sito www.clusit.it


mercoledì 18 settembre 2013

Fattura24 per Iphone e smartphone Android

Fattura24 - la prima soluzione italiana per la fatturazione on-line di imprese e liberi professionisti - da oggi anche su iPhone e smartphone Android.

 

Roma, 16.09.2013. Dopo i tanti riconoscimenti e premi ricevuti nel 2012, Fattura24 (www.fattura24.com) continua il suo percorso di innovazione pubblicando una nuova App gratuita per iPhone e smartphone Android.

Ad un anno esatto dalla pubblicazione dell'App per iPad e tablet Android, la società alza nuovamente l'asticella di riferimento per il mercato dei software di contabilità.

Con la nuova App, Fattura24 completa un percorso durato un anno volto a offrire ai propri utenti un account di fatturazione sul cloud fruibile indistintamente da web, tablet e ora anche smarphone. E' sufficiente una connessione ad Internet per accedere ai dati, gestire le fatture e tenere sempre sotto controllo la salute generale del proprio business.

"Pensare a Fattura24 come ad una software di fatturazione non è sbagliato ma è riduttivo - ha precisato Carlo Camusso, Founder di Fattura24. L'obiettivo che ci eravamo prefissati era portare innovazioni li dove storicamente le P.IVA italiane avevano dimostrato di essere per lo più conservative: la gestione della contabilità. Ci siamo fatti ispirare dai migliori software presenti sul mercato e li abbiamo ripensati in chiave moderna facendoci guidare sempre dalla stessa parola, 'Innovazione'. Il risultato finale è stato Fattura24" 

Le App business di Fattura24 oltre ad essere tra le più scaricate in Italia sono anche quelle con il miglior rating da parte degli utenti.  Funzioni intuitive, un design essenziale e scelte intelligenti hanno permesso a Fattura24 di crescere nell'ultimo hanno da 3mila a 18mila utenti. "La nuova App - ha aggiunto Carlo Camusso - rappresenta al meglio il nostro obiettivo: offrire il migliore servizio di fatturazione possibile. Con un pizzico di ottimismo, ci piace pensare che ……. vi faremo fatturare tutti."

 

A proposito di Fattura24

Fattura24 è una soluzione cloud per la fatturazione che cambia il paradigma con il quale negli ultimi decenni PMI e liberi professionisti hanno gestito le fatture: non più localmente sul proprio computer utilizzando i più diffusi pacchetti office ma in completa mobilità e con la possibilità di condividere online i documenti con clienti, fornitori e il proprio commercialista.

Con Fattura24 le P.IVA italiane possono gestire il proprio business con il massimo dell'interoperabilità possibile: computer, Internet e mobile, ma sopratutto possono farlo ovunque si trovino grazie al cloud e una volta in ufficio o a casa potranno continuare a lavorare utilizzando il portale di fatturazione online di Fattura24.

 

Download per Iphone e smartphone Android

  • App iPhone

http://goo.gl/t9OsfJ

  • App Android

http://goo.gl/DWdoml

Evento Aused Osservatorio Tecnologie: La dematerializzazione del processo di firma

Garantire maggiore flessibilità, temporale e geografica, nel processo di firma, tramite le nuove tecnologie e le soluzioni in mobilità.

le_immagini_fullIl prossimo 14 ottobre, dalle ore 14.00, I3P s.c.p.a. – Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino presso la Cittadella Politecnica in via Pier Carlo Boggio 59/A, l’AUSED propone l’evento gratuito sul tema dal titolo: “La dematerializzazione del processo di firma”.

Nei nuovi contesti di mercato, garantire la velocità d’azione, anche in mobilità, per il personale e il management aziendale è diventato un fattore competitivo determinante. Le nuove normative, recentemente  introdotte in Italia nell’ambito del riconoscimento della “firma digitale biometrica”, e le emergenti soluzioni tecniche per la gestione in mobilità della firma di documenti a valenza legale, stanno radicalmente modificando processi, che fino a ieri prevedevano la presenza stanziale di manager, o del personale addetto.

C’è infatti, oggi, la possibilità di “dematerializzare” molti dei processi che fino a ieri contemplavano l’esclusiva possibilità  d’approvazione legale, tramite la firma di documenti cartacei, generando inevitabili inefficienze nelle tempistiche relative, per l’assenza delle persone coinvolte, oppure causando inefficienze operative a cascata, obbligando le stesse persone alla presenza fisica per la firma dei suddetti documenti.

Abbiamo quindi oggi la possibilità di analizzare e valutare il possibile utilizzo di tali metodologie, tramite un’attenta valutazione degli aspetti normativi, e la dimostrazione di alcuni casi d’utilizzo di tali emergenti tecnologie.

L’evento, col patrocinio di CIONET Italy, è stato organizzato da Luigi Pignatelli, Consigliere AUSED, e Claudio Saluta, Socio Sostenitore AUSED.

Durante la giornata si alterneranno interventi di Alfredo Gatti, NEXTVALUE, Gabriele Faggioli, Studio legale ISL e docente del MIP Politecnico di Milano, oltre a casi-utente correlati al tema trattato.

Chi desidera partecipare può compilare il form d’iscrizione: http://www.aused.org/index.php?option=com_chronocontact&chronoformname=reg_evento_aused

Per maggiori informazioni e adesioni: Segreteria Aused, tel. 02-5464747 – e-mail: aused@aused.org.

martedì 17 settembre 2013

Soluzioni Samsung Mobile: 19 settembre a Milano



INVITO
APPLICAZIONI MOBILI PER LE UTILITY E IL MOBILE WORK FORCE MANAGEMENT
Giovedì 19 settembre p.v.

presso il Solution Center Samsung di Milano
L'evento mira ad offrire validi e innovativi spunti di riflessione su alcuni argomenti
fondamentali del Mobile Business per il settore Energy ed Utility.
Tra questi:
  • La gestione in mobilità delle squadre tecniche
  • L'ottimizzazione dei tempi di intervento nelle emergenze
  • L'aggiornamento delle basi dati cartografiche degli impianti
  • La riduzione del cartaceo attraverso gli strumenti di Firma Elettronica Avanzata

Durante l'incontro verrà illustrato il caso di studio e la significativa esperienza maturata
da Enel Distribuzione nell'ambito della gestione della forza lavoro in mobilità, con un progetto
che ha ricevuto importanti riconoscimenti a livello nazionale e internazionale.

A presentarlo interverranno Massimo Maffeis (Enel Distribuzione) e Marco Altigieri (Enel Global ICT) che illustreranno il progetto di Work Force Management realizzato utilizzando prodotti di Samsung su piattaforma Android.

I partecipanti all'incontro avranno la possibilità di toccare con mano le più innovative tecnologie e soluzioni Samsung all'interno del Solution Center Samsung e potranno confrontarsi con i nostri specialisti di prodotto.

AGENDA
9:30-10:00
Benvenuto e registrazione

10:00-10:30
Samsung for Utility, dispositivi mobile e piattaforme software per le Utility

10:30-11:15
Casi di successo, progetto Work Force Management di ENEL DISTRIBUZIONE- 8500 Samsung Note II all'opera

11:15-11:30
Pausa caffè

11:30-12:00
Soluzioni Arcoda per il WFM

12:00-12:30
Soluzioni Unimatica per la firma elettronica per il WFM 

12:30
Chiusura dei lavori
REGISTRATI
 
 
 
 


venerdì 13 settembre 2013

COM.BO – Bologna Comunica è su Facebook: www.facebook.com/comBOlogna


COM.BO – Bologna Comunica – l’evento dedicato alle eccellenze della comunicazione bolognese è su facebook www.facebook.com/comBOlogna


All’interno della cornice di FARETE - evento promosso da Unindustria Bologna in collaborazione con Legacoop – il 17 settembre apriranno i lavori della seconda edizione di COM.BO Bologna Comunica. Sponsorizzato da Hunter Media, prima rete di aggregazione di imprese del marketing e della comunicazione bolognese, l’evento grazie a workshop, tavole rotonde e ospiti speciali darà vita ad un salotto della comunicazione senza precedenti ora anche su facebook www.facebook.com/comBOlogna che permetterà una interazione on line della giornata e forte engagement da parte degli ospiti


Bologna, 11 settembre 2013 – Dopo una prima edizione ricca di interventi e di pubblico, torna COM.BO, l’evento della Bologna che comunica ideato dall'omonimo gruppo di lavoro nato all'interno dalla sezione Fiere Marketing e Comunicazione del Terziario Innovativo di Unindustria. 

Sponsorizzato da Hunter Media, prima rete di aggregazione di imprese del marketing e della comunicazione bolognese e con gli autorevoli patrocini di Assorel, Ferpi,e AISM, Bologna Comunica sarà ospitato durante le giornate di FARETE, la manifestazione promossa da Unindustria Bologna in collaborazione con Legacoop, per incrementare il networking  tra le imprese del territorio, che avrà luogo il 16 e 17 settembre all'interno della piattaforma logistica di CAAB (Centro Agro Alimentare Bologna) in via Paolo Canali 1, Bologna.

Workshop, incontri, tavole rotonde e momenti leisure avranno come obiettivo creare, ancora una volta, un salotto della comunicazione che sia uno spazio di incontro e confronto per tutte le realtà del settore in modo da favorire l’interscambio di esperienze ed informazioni.
Gli incontri avranno luogo il 17 settembre e quest’anno si concentreranno prevalentemente sulle attività di comunicazione e marketing legate al Food & Beverage, settore di eccellenza per il territorio e vedranno ospiti di primissimo livello.

La piattaforma Social non poteva mancare – dichiara Sara Roversi Presidente della Sezione Terziario Innovativo Fiere e Marketing di Unindustria Bologna -  e solo  grazie al contributo di Magilla Guerrilla nuovo socio Unindustria, che ha unito le forze insieme ai soci storici come Pragmatika dedicata alle Media Relations, Tecnostudi designer della grafica e del below the line, Mollusco & Balena ideatore del sito, Mediamorphosis curatore del layout degli allestimenti del salotto della Comunicazione e You Can Group, che ora COM.BO parla direttamente con il suo pubblico e sarà in grado di percepire gusti, desideri e nuovi argomenti di interesse del variegato mondo della Comunicazione che permetterà alla Manifestazione di vivere attivamente anche dopo la conclusione dell’evento”.

Un ringraziamento particolare - conclude Sara Roversi - va a Francesco Elmi della Pasticceria Regina di Quadri che curerà lo show cooking a conclusione della giornata e a CONAPI (consorzio degli Apicoltori Italiani) che presenterà una magnifica degustazione di Mieli oltre a tutte le aziende associate che hanno dato grande supporto nell'organizzazione dell'evento.

Il programma di COMBO è consultabile all'’indirizzo www.bolognacomunica.org e l’accredito ai vari workshop è già disponibile.

mercoledì 11 settembre 2013

Wildix continua a crescere sul mercato italiano ed estero



Wildix, multinazionale che opera nel settore delle telecomunicazioni specializzata in prodotti Voice Over IP (VoIP) e soluzioni di Comunicazione Unificata, ha organizzato la prima edizione della Wildix Autumn Convention, che si terrà il 20 settembre nella capitale bulgara, per presentare i successi ottenuti e le novità in arrivo nell’ultima parte dell’anno.

L’appuntamento riunirà i Business Partner Wildix e sarà un’ulteriore occasione per fare un primo bilancio sui risultati raggiunti e comunicare di aver superato le previsioni stimate ad inizio anno. La crescita del fatturato italiano infatti si attesta su un +34%, grazie alla costante offerta di servizi e prodotti innovativi immessi sul mercato, che consentono ai partner di sviluppare efficaci trattative commerciali e ottenere risultati di vendita molto interessanti. Wildix inoltre, conferma un importante sviluppo anche sul mercato estero: in Svizzera, Germania e Ucraina, per esempio, crescono sensibilmente edizioni ed adesioni ai corsi di formazione tecnica per i nuovi Business Partner, mentre nei paesi dell’Est europeo, anch’essi in forte sviluppo, sono sempre più numerose le aziende che si dimostrano predisposte verso l’innovazione tecnologica e, in particolare, per le Unified Communications, sulle quali hanno deciso di investire nell’immediato futuro.

In linea con quanto annunciato lo scorso inizio anno, Wildix continua a registrare anche ottimi risultati in Francia, paese dove prosegue l’acquisizione di nuovi partner e la realizzazione di numerose grandi installazioni. Alla convention, saranno presentati alcuni casi di successo ottenuti nel mondo, come Tempur, Conqord Oil e KVW, e tutte le novità di prodotto e privilegi commerciali previsti per i partner, studiati appositamente per favorire lo sviluppo del business. Particolare risalto verrà dato all’integrazione del WebRTC con il sistema di collaboration di Wildix, che verrà reso disponibile sul mercato proprio in tale occasione. Il Web Real Time Communication, è un progetto open source nato a metà del 2011 con l’intenzione di creare una tecnologia che consentisse di effettuare chiamate e video chiamate in tempo reale, direttamente dal browser. Il nuovo sistema permetterà alle aziende di inserire un pulsante di chiamata direttamente sul proprio sito e condividere con gli utenti video e altri contenuti multimediali e, laddove sia necessario, il proprio desktop. Inoltre, Wildix potrà gestire il trasferimento dell’IVR (Interactive Voice Response) sul sito, in modo che l’utente non sia costretto a seguire il percorso della fonia per arrivare all’argomento di interesse e possa mettersi in contatto direttamente con la persona specializzata. Per esempio, un utente che sta consultando un sito web per pianificare una vacanza, può cliccare sul pulsante disponibile sulla pagina che sta visionando e parlare direttamente con un operatore, il quale potrà soddisfare con tempestività ogni richiesta.

“Sul nostro sito, nella sezione contatti, abbiamo dato la possibilità a tutti gli utenti, di testare la tecnologia WebRTC, già da alcuni mesi – afferma Stefano Osler, CEO di Wildix – in modo che potessero rendersi conto delle caratteristiche di semplicità, velocità e dei benefici offerti. La convention di Sofia sarà una grande vetrina per mostrare l’innovazione del WebRTC e, per noi, rappresenta una scelta strategica, perché significa raddoppiare il nostro impegno nei confronti dei partner, con due importanti appuntamenti annuali per incontrarsi, confrontarsi e anticipare le novità. Per Wildix vuol dire, quindi, continuare a rinnovarsi, ancora più intensamente, per differenziarsi maggiormente dai competitor e accrescere l’offerta di servizi e prodotti a nostro portafoglio. Credo sia un’ulteriore dimostrazione della nostra fiducia nell’ecosistema dei partner e della nostra ferrea volontà di farlo evolvere al passo della tecnologia.”

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI