Cerca nel blog

martedì 29 ottobre 2013

Quantum Rush raggiunge la Fase Alfa!

Il Team di Quantum Rush rende noto che il Pilota online del Futuro, dopo una prima prova del fuoco che ha avuto luogo soltanto due settimane fa sottoforma di evento di online racing, ha portato a termine ufficialmente la Fase Alfa!



Dopo alcuni test interni svolti recentemente dal team, adesso è ufficiale: il Pilota Online è stato portato a termine in tutte le sue funzioni di base; importanti caratteristiche, come l'acquisto e la vendita dei Piloti e la lista di amici, alla quale è possibile aggiungere non solo i singoli amici ma anche gruppi di amici per iscriversi insieme alle partite, sono già state implementate.

Con questo Quantum Rush si avvia nel migliore dei modi alla Fase Beta (Closed Beta Phase)!

Tuttavia, prima che questa abbia inizio, verranno implementate anzitutto ulteriori funzioni, come le impostazioni sonore e grafiche e un launcher, che scaricherà automaticamente gli aggiornamenti e fornirà ai giocatori le patch notes e altri importanti preavvisi.

Inoltre verrà implementata anche una speciale modalità di allenamento, grazie alla quale i giocatori potranno conoscere passo passo e in tutta calma i comandi e i circuiti da corsa. Si tratterà, soprattutto, di procurare al gioco un'equilibrata e precisa messa a punto, affinché sia i professionisti delle corse che i piloti dilettanti possano divertirsi in ugual misura.

E' possibile farsi un'idea di come effettivamente si giocherà guardando alcuni Let's Play Videos di Quantum Rush, che, in circolazione già da un po', forniscono ottime informazioni sul gioco. Chi volesse far conoscere la propria opinione, ha la possibilità di farlo contattando facilmente il Team di Quantum Rush tramite E-Mail, Twitter o il blog.




*******************


http://blog.quantum-rush.net/wp-content/uploads/2013/10/QR_Alpha_Phase.png



*******************





Quantum Rush su Kickstarter:

http://www.kickstarter.com/projects/572125879/quantum-rush-online-future-racer

Il canale Youtube della GameArt Studio:

http://www.youtube.com/user/Gameartstudio

La pagina di Quantum Rush:

http://www.quantum-rush.net

Il blog di Quantum Rush:

http://blog.quantum-rush.net



Quantum Rush su Twitter:

https://twitter.com/quantumrush




*******************


Sulla GameArt Studio:

La GameArt Studio GmbH è stata fondata a Berlino nel 2006 e si è velocemente posizionata come una delle più innovative sviluppatrici di giochi online.

Tutti i giochi della GameArt studio sono giochi online multiplayer, ovvero molti giocatori provenienti da ogni parte del mondo vi possono giocare insieme e l'uno contro l'altro. Inoltre tutti i giochi sono Free2Play, ciò significa che sono usufruibili gratuitamente.


Con i suoi quattro giochi "Holy War", "Tagoria", "A. I. War" e "Glory Wars", tradotti ciascuno in undici lingue, la GameArt Studio già entusiasma più di cinque milioni di giocatori di tutto il mondo.

Per EDSlan nuova partnership con Wi-Next all’insegna del wi-fi ‘Made in Italy’


Per EDSlan nuova partnership con Wi-Next
all'insegna del wi-fi 'Made in Italy'

Il distributore commercializzerà le soluzioni wi-fi dell'innovativa azienda torinese su tutto il territorio italiano.

Vimercate, 29 ottobre 2013 – EDSlan , distributore da sempre attento nel sostenere aziende che sviluppano e producono nel nostro Paese, stringe un nuovo accordo con  Wi-Next, innovativo vendor che fa del wi-fi 'Proudly Made in Italy' il suo punto di forza.

Nato nel 2007 da un progetto di ricerca e sviluppo del Politecnico di Torino, Wi‐Next produce e commercializza apparati Wi‐Fi per applicazioni SMB ed Enterprise.

L'azienda torinese è specializzata nelle tecnologie Wi-Fi Mesh e delle reti wireless ad intelligenza distribuita che consentono alle aziende e agli operatori telefonici di ridurre le complessità e i costi delle realizzazioni e delle attività di maintenance delle reti.
Dal 2013 Wi-Next ha ampliato la sua offerta con la nuova famiglia di prodotti wi-fi indoor Naawigo - interamente disegnata e prodotta in Italia - e con il Cloud Network Manager, con cui la società torinese consolida la propria presenza nel mercato enterprise. Recentemente ha presentato nuovi prodotti wi-fi outdoor (serie N.A.A.W. Knit) e annunciato l'integrazione della tecnologia Green Networking all'interno dei suoi apparati Wi-Fi che consente di ottimizzare i consumi delle appliance di rete arrivando ad abbattere i consumi energetici fino al 50%.

"Da sempre sosteniamo le aziende che credono e investono nel nostro Paese: lo abbiamo fatto nel passato e lo facciamo ancora oggi, perché crediamo che la ricerca e l'innovazione siano gli elementi che possono aiutare a creare nuovo business" dichiara Rodolfo Casieri, Direttore Commerciale di EDSlan. "Wi-Next è sicuramente un'azienda interessante nel panorama wi-fi italiano e la nostra struttura ha le competenze necessarie per proporre le soluzioni che sviluppa. Il fatto di poter contare su un team di Ricerca & Sviluppo italiano e su un vendor con una struttura territorialmente vicina, consentirà a EDSlan di lavorare bene."
"Stiamo creando un canale forte composto da Partner e Distributori in grado di trasferire sul mercato tutto il valore aggiunto di Wi-Next" dichiara Nicola De Carne, AD di Wi-Next, "siamo sicuri che l'accordo con EDSLan, una realtà protagonista del mercato Networking italiano, ci consentirà di capitalizzare al massimo gli investimenti che intendiamo fare sul canale."

Per ulteriori informazioni www.edslan.com/vendor/winext.htm e www.winext.eu

Informazioni su EDSlan S.p.a.

Fondata nel 1988 dall'attuale management, EDSlan è leader italiano nella distribuzione di prodotti per il Cabling, Networking, Sicurezza e IP Telephony & UC, con un giro d'affari di 55 milioni  di Euro, più di cento collaboratori,  otto  punti  operativi  sull'intero  territorio nazionale, tremila  metri  quadrati  di  magazzini ed oltre cinque milioni di Euro di valore. Nell'offerta di EDSlan rientrano numerosi marchi di prestigio tra i quali: 3M, Alcatel-Lucent, Allied Telesis, Aruba Networks, Ascom, ATlinks, AudioCodes, Avocent Emerson, Belden, Brocade, Check Point, Computar, Connexxa, devolo, Datwyler, Ekahau, Emerson Network Power, Estos,
e-works, FCM, Fly Communication, Fluke Networks, Fujikura, Ganz, Gruppo Prysmian, HP, Huawei, imagicle, Infortrend, innovaphone, Jabra, JDSU, Kaspersky Lab, Legrand, LevelOne, Netasq, Noyes, Panasonic, Panduit, Patton, Prysmian, Plantronics, Riello, RIT Technologies, Samsung, Selea, Simon Connect, snom, Sony, Stonesoft, Rohde&Schwarz Topex SA, TE Connectivity, Teldat (Bintec, Elmeg), VoiceOne, WatchGuard,
WI-NEXT, ZyXEL.
EDSlan ha la sede principale a Vimercate (Monza Brianza) e filiali in tutta Italia che assicurano l'assistenza tecnico-commerciale dell'organizzazione e una rete di distribuzione attiva su tutto il territorio nazionale.

Informazioni su Wi-Next

Wi-Next è tra i più innovativi Vendor Wi-Fi italiani. Nata nel 2007 da un progetto di ricerca e sviluppo del Politecnico di Torino, Wi-Next è pioniere delle tecnologie Wi-Fi Mesh  e delle reti wireless ad intelligenza distribuita che consentono alle aziende e agli operatori telefonici di ridurre le complessità e i costi delle realizzazioni e delle attività di maintenance delle reti, aumentando le fonti di revenues e ottimizzando il ROI degli investimenti. Wi-Next produce e commercializza apparati Wi-Fi per applicazioni SMB e Enterprise attraverso una rete di Partner e Distributori in Italia e all'estero.  Quest'anno amplia la sua offerta con la nuova famiglia di prodotti Naawigo, interamente disegnata e prodotta in Italia dal Team di Wi-Next, e con il Cloud Network Manager, con cui la società torinese vuole consolidare la propria presenza nel mercato enterprise. Recentemente ha lanciato la nuova piattaforma collaborativa Springmole, apparato di networking OEM moderno e aperto e community online dedicata di sviluppatori nel mondo, supportata dal team R&D di Wi-Next.


venerdì 25 ottobre 2013

GAMESWEEK 2013: DOPO IL SUCCESSO TELEVISIVO DELLA NUOVA STAGIONE SU AXN, GAMETIME PRESENTA LA REALTA’ VIRTUALE DI OCULUS RIFT


Per la prima volta in Italia gli utenti potranno provare il dispositivo di realtà virtuale sviluppato da OculusVR, grazie a GameTime

Milano, 25-27 ottobre 2013 – Arriva a Milano la terza edizione di Games Week, il consumer show dedicato ai videogiochi in programma presso il MiCo di Milano, da venerdì 25 a domenica 27 ottobre. Anche quest'anno GameTime sarà tra i protagonisti: presso lo stand del programma televisivo sarà infatti possibile provare per la prima volta in Italia Oculus Rift, una delle periferiche più discusse del momento.

Oculus Rift è un HMD (Head Mounted Display) di nuova generazione: un visore per la realtà virtuale progettato da Oculus VR. Il visore è in grado di tracciare in tempo reale i movimenti della testa trasmettendo poi le informazioni al PC e consentendo quindi un'immersione completa del giocatore, che si sentirà proiettato all'interno dell'esperienza di gioco. Da un giro virtuale su un ottovolante all'esperienza di pilotaggio di un'astronave, oppure ancora di un gigantesco mech da combattimento. Dalla sala cinema virtuale a una passeggiata nello spazio fino ad un incontro faccia a faccia con un temibile tyrannosaurus rex.

A rendere ancora più incredibile l'esperienza Oculus Rift presso lo stand GameTime, sarà l'abbinamento con le postazioni desktop PC ad alte prestazioni della serie ROG (Republic Of Gamers) fornite da ASUS, per poter sperimentare al meglio questa tecnologia futuristica. Ogni PC ospiterà una demo differente per ciascuno dei 3 giorni di fiera: un invito a provare più volte questa esperienza 'immersiva'.

GameTime è un punto di riferimento in Tv per gli appassionati di videogame. Un programma televisivo interamente dedicato ai videogiochi e alle tecnologie per l'intrattenimento, da sempre attento a tutte le ultime tendenze del mercato, come Oculus Rift. Ideato e condotto da Roberto Buffa (giornalista specializzato nel settore IT e games) e realizzato da Visionfilm e da Prodotto, fattori di videoevoluzione su regia di Max Pozzi, GameTime va in onda tutti i sabati alle 13.30 su AXN (canale 119 di SKY) dal 19 ottobre 2013 e ha una nutrita community di oltre 78.000 fan anche su Facebook, all'indirizzo www.facebook.com/gametimetv.

 

GameTime è il primo progetto televisivo interamente dedicato al mondo dei videogame in onda in Italia su un'emittente nazionale. Nato nel 2010 da un'idea di Roberto Buffa, giornalista specializzato nel settore IT e games, GameTime affronta tutte le tematiche legate alle tecnologie per l'intrattenimento, dalle console da gioco ai PC ai gadget tecnologici. Una finestra in esclusiva sul divertimento "hi tech", in onda ogni settimana su AXN (canale 120 di SKY). GameTime è anche LIVE su Youtube all'indirizzo www.game-time.it e può contare su una community Facebook di oltre 78mila persone, all'indirizzo www.facebook.com/gametimetv . GameTime è una produzione Visionfilm e Prodotto, fattori di Videoevoluzione, con regia di Max Pozzi.

 

AESVI è l'Associazione di categoria dell'industria dei videogiochi che rappresenta i produttori di console, gli editori e gli sviluppatori di videogiochi operanti in Italia. L'Associazione nasce nel 2001 per rappresentare, promuovere e tutelare gli interessi collettivi del settore. AESVI conta attualmente 32 membri ed ha una rappresentatività completa del mercato di riferimento. È dotata di un Consiglio Direttivo composto da 8 membri, di un Presidente e di un Segretario Generale. A livello internazionale AESVI aderisce dal 2002 all'Associazione di categoria europea ISFE (Interactive Software Federation of Europe) con sede a Bruxelles e dal 2005 è membro del Board of Directors della medesima. Dal 2010 è socio aggregato di Confindustria Cultura Italia, la Federazione Italiana dell'Industria Culturale.

Prodotto, fattori di videoevoluzione idea, progetta, realizza e distribuisce format 'tv', contenuti video e progetti editoriali crossmediali, rispondendo alle esigenze di comunicazione delle aziende partner (www.lavideoevoluzione.com).


giovedì 24 ottobre 2013

Smartphone e tablet mania: come gestire la consegna dei prodotti hi tech più desiderati


Smartphone e tablet mania: come gestire la consegna dei prodotti hi tech più desiderati
Grazie alla società di logistica Overlog, Attiva, azienda leader in Italia nella distribuzione Apple e Beats, riesce a gestire i picchi di richiesta del mercato. In un anno si consegnano 1,5 milioni di pezzi in 2mila destinazioni in tutta Italia


Succede con il nuovo Iphone 5, in Italia dal 25 ottobre, e ogni volta che un prodotto hi-tech debutta nei negozi: l'arrivo sul mercato di un nuovo modello tecnologico si trasforma in un vero e proprio evento, con tanto di notti bianche e code davanti ai punti vendita. Per far sì che tutto proceda per il meglio, è necessario che ogni tassello funzioni alla perfezione: prodotto eccellente, marchio consolidato e un ottimo ufficio marketing possono non essere sufficienti nell'ultra-competitivo mercato tecnologico se non sono supportati da una logistica di eccellenza. Insomma, il prodotto deve essere consegnato e approvvigionato nei negozi in tempi brevi per non vanificare tutto. Lo sa bene Attiva, azienda di Vicenza leader nella distribuzione dei prodotti della "mela" e degli accessori audio a marchio Beats, che dal 2012 ha scelto l'eccellenza del settore logistica, rivolgendosi alla friulana Overlog, società che ha fatto della personalizzazione al cliente, della consulenza e dell'affidabilità i propri punti di forza.
Azienda fondata nel 1994, Attiva è il distributore di riferimento in Italia per i negozi "Apple Premium Reseller" e per varie catene della GDS e GDO. Conta 43 dipendenti, di cui 11 dedicati all'area logistica, articolata in magazzino e centro di assistenza tecnica.
I numeri di Attiva parlano da soli: nell'anno fiscale 2013, appena concluso (va da ottobre 2012 a settembre 2013), l'azienda vicentina ha conseguito un fatturato di 145 milioni di euro, distribuendo oltre 1,5 milioni di pezzi verso 2mila destinazioni, corrispondenti a punti vendita operanti su tutto il territorio nazionale. Il valore medio del prodotto spedito è di euro 160 euro, e ci sono stati picchi di lavorazione giornaliera anche di 20mila pezzi verso oltre 400 destinazioni. Con cifre del genere, è facile capire come la sicurezza operativa e la gestione del magazzino siano fattori determinanti. Per questo l'azienda si è affidata a Overlog, che utilizza un mix di competenze logistiche e informatiche per offrire ai clienti soluzioni in cui i plus forniti da una mente elettronica, si combinano con l'esperienza e la personalizzazione. Elementi determinanti per gestire un cliente così particolare.
«Il settore tecnologico ha picchi di richieste da gestire e tempi strettissimi di consegna - afferma Ruggero Boraso, uno dei titolari di Attiva -. Lo sviluppo del mercato sviluppo è tumultuoso e imprevedibile: basti pensare al tablet, che dopo pochi mesi dall'introduzione, è diventato il principale "asset" commerciale dell'azienda. Inoltre evolve in tempi rapidi, sia in termini di avvicendamento dei prodotti (tra nuovi prodotti o aggiornamenti, la vita media è di 8-10 mesi) che in termini di tempi intercorrenti tra l'ordine e l'effettiva disponibilità a magazzino del cliente (a volte uno o due giorni)». Si tratta di un mercato eterogeneo sia nella composizione del canale di vendita che nella tipologia di rivenditori: si va dal negozio singolo, fino alle grandi catene della GDO, la grande distribuzione organizzata, e la GDS, la grande distribuzione specializzata. Oltre alle problematiche legate alla movimentazione e allo stoccaggio della merce, bisogna considerare anche le esigenze di sicurezza, legate al valore molto elevato dei prodotti trattati. «Questo aspetto è affidato a un magazzino secondario con accesso controllato esclusivamente dall'esterno, nel quale le operazioni di movimentazione sono video controllate e gestite secondo procedure di sicurezza integrate nel software WMS SLIM2k» aggiunge Boraso.
Nel caso di Attiva lo spazio disponibile, circa 3mila metri quadrati, è diviso al 50% tra area scaffalata e spazio libero a terra: «Si tratta di un buon compromesso che permette di gestire in modo razionale sia lo stoccaggio di medio e lungo periodo sia le necessità legate al lancio di nuovi prodotti, con elevatissimi volumi da lavorare in giornata» afferma Boraso.

Overlog (www.over-log.it): Azienda con sede a Buttrio, provincia di Udine, specializzata nella realizzazione di sistemi avanzati di gestione per la logistica del magazzino. Grazie a una pluriennale esperienza nel settore e a un mix di competenze informatiche e logistiche, Overlog realizza soluzioni logistiche integrate di magazzino che combinano semplicità d'uso, facilità di integrazione con i sistemi gestionali, accessibilità remota e condivisa delle informazioni per la gestione della tracciabilità e ottimizzazione dei flussi logistici aziendali.

Attiva: Dal 1994 Attiva SpA è distributore nazionale di prodotti l'elettronica di consumo, la comunicazione, le applicazioni professionali. Nell'ambito della rete vendita Apple in Italia, Attiva è il distributore di riferimento per i negozi "Apple Premium Reseller" e per i rivenditori autorizzati Apple, un sistema che copre il territorio in modo capillare. Grazie a distinte business unit, l'azienda è in grado di fronteggiare al meglio sia le esigenze dei singoli rivenditori che quelle delle catene distributive specializzate nell'elettronica di consumo e della grande distribuzione. La flessibilità nella risposta alle esigenze di un mercato in continuo cambiamento e le consolidate relazioni con produttori di riferimento nel mondo informatico e degli accessori, tra i quali Microsoft, Pioneer, Monster, Beats, Wacom, Kensington, JBL conferiscono ad Attiva un ruolo primario nel comparto delle soluzioni per l'utenza iPhone, iPod, Mac ed iPad. Nel 2012 si è trasferita nella nuova sede di Brendola e ha assunto nuovi addetti. A fine 2012, a completamento della propria presenza nella filiera della distribuzione informatica, l'azienda è entrata nel mondo dei servizi TLC con l'acquisizione di Kolme srl.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


mercoledì 23 ottobre 2013

SMAU: MERCATI DIGITALI CONSUMER IN CRESCITA DEL 10% | La fotografia del Politecnico di Milano












RICERCA NEW INTERNET E MERCATI DIGITALI

School of Management del Politecnico di Milano

 

www.osservatori.net

 

LA CRESCITA È NELLE MANI DEI MERCATI DIGITALI

 

Su iPress, network professionale per giornalisti, blogger e uffici stampa, a questo link sono disponibili ulteriori materiali relativi alla notizia (immagini in alta, comunicato in pdf)

 

Smau - Milano, 23 ottobre 2013 – In occasione di SMAU Milano 2013, l'Osservatorio SMAU - School of Management Politecnico di Milano ha presentato i risultati della ricerca sui "Mercati Digitali Consumer e Nuova Internet".

I mercati digitali consumer

Crescono del 10% rispetto al 2012 i mercati digitali consumer in Italia - intesi come tutti quei mercati rivolti al consumatore finale, basati su piattaforme digitali (Pc/Tablet, Sofa-Tv digitali, Mobile) - e superano quota 17,1 miliardi di Euro.

Figura 1. Il valore dei mercati digitali consumer, scomposti per comparto e per tipologia di canale
(Fonte: Osservatorio SMAU-School of Management del Politecnico di Milano)

Vediamo nel dettaglio le principali dinamiche che stanno caratterizzando i 3 comparti: eCommerce, Pubblicità su canali digitali e Contenuti/servizi digitali.

eCommerce

L'eCommerce B2c, inteso come il valore degli acquisti online da parte dei consumatori italiani, nel 2013 sfiora i 10 miliardi di Euro - per l'esattezza 9,9 miliardi (Iva esclusa) - in crescita del 14% rispetto ai valori consuntivi del 2012. L'eCommerce B2c arriva così a pesare il 3% circa delle vendite di beni e servizi, mercato che complessivamente registra un calo di circa l'1,5% rispetto allo scorso anno. Sul totale mercati digitali, invece, il peso dell'eCommerce B2c è pari al 58%.

eCommerce su Pc/Tablet
La quasi totalità del mercato – pari a circa 9,6 miliardi di Euro - è rappresentata dall'acquisto di prodotti e servizi non digitali su Pc/Tablet, che includono anche gli ottimi risultati delle iniziative che vendono coupon (+22% sul 2012). Continua a pesare significativamente l'acquisto di servizi (i due terzi del mercato), trainato anche nel 2013 dal turismo che, da solo, genera il 50% circa dell'eCommerce su Pc/Tablet nel nostro Paese. Crescono comunque bene quasi tutti i settori merceologici con punte superiori al +30% nel caso dell'Abbigliamento.

Mobile Commerce
Pur con un valore assoluto ancora limitato, cresce in maniera significativa (circa 2,5 volte il valore dello scorso anno) l'acquisto di prodotti e servizi attraverso cellulari (Mobile Commerce). Nel 2013 il valore supera i 330 milioni di Euro, prevalentemente grazie ai biglietti per il trasporto (sia aereo che ferroviario) e alle vendite a tempo (ovvero le vendite di prodotti di brand molto noti, prevalentemente in ambito fashion, in campagne della durata di pochi giorni).

T-commerce
Nonostante la sempre maggiore diffusione di Internet Tv che portano Internet sul televisore, non è ancora partito il T-commerce (eCommerce su Tv).

Pubblicità su canali digitali

La pubblicità su canali digitali si attesta intorno ai 2 miliardi di Euro, pari al 12% del totale mercati digitali, in crescita del 7% rispetto al 2012, per effetto di dinamiche molto differenti tra i diversi canali. Si tratta comunque di un dato molto positivo, alla luce dell'andamento del mercato pubblicitario sui canali tradizionali in calo complessivamente di circa il 15%. In particolare, le Tv ex analogiche (ovvero i canali esistenti tali e quali anche prima dell'avvento del digitale terrestre) perdono il 17%, la Radio il 14% e la Stampa il 24%.

Pubblicità su Pc/Tablet
La pubblicità su Pc/Tablet vale circa 1,3 miliardi di Euro, in crescita del 4% rispetto al 2012.
La maggior parte del mercato è sostenuta dalle attività di search advertising. I settori con la maggior crescita sono il video e il social advertising, mentre la componente legata ai Tablet è ancora limitata.

Pubblicità su dispositivi Mobile
Dopo l'ottima crescita già registrata l'anno scorso (quasi +60%) nel 2013 il Mobile Advertising va ben oltre il raddoppio, arrivando a toccare quota 200 milioni di Euro. Arriva così a valere il 10% del mercato pubblicitario digitale. Tale dinamica è dovuta al Display Advertising su Applicazioni e Mobile site e al Keyword Advertising.

Pubblicità su Sofa-Tv digitali
In leggero calo la pubblicità sulle Sofa-Tv digitali che si assesta intorno ai 560 milioni di Euro a fine 2013, registrando un -3% rispetto allo scorso anno.

Contenuti e servizi digitali

Circa il 30% del valore dei mercati digitali – pari a ca. 5,1 miliardi di Euro (Iva esclusa) – è rappresentato dalla spesa dei consumatori per acquistare contenuti e servizi digitali a pagamento, in crescita del 6% rispetto al 2012. Anche in questo caso la crescita, seppur ridotta, va letta nello scenario complessivo del mercato dell'informazione e intrattenimento, dove, ad esempio, i ricavi Pay del mondo della Stampa subiscono un calo del 6%, così come scendono i ricavi Pay del mercato dei libri (-4%), del cinema (-10%) e del teatro (-6%).

Contenuti e servizi digitali su Pc/Tablet
I contenuti e servizi digitali fruiti su Pc/Tablet crescono del 9%, per un valore complessivo di oltre 1,2 miliardi di Euro, trainati come sempre dai giochi e dalle scommesse su Internet. Crescite particolarmente interessanti si registrano nel settore degli eBook e delle Mobile App per Tablet, anche se, in valore assoluto, questi mercati sono ancora limitati.

Contenuti e servizi digitali su dispositivi Mobile
I contenuti Mobile crescono, invece, di oltre il 20%, grazie alle App e ai contenuti acquistati navigando su Mobile Web dagli utenti con in mano uno Smartphone. Si arriva così a sfiorare i 650 milioni di Euro. Responsabili di tale crescita sono principalmente: la continua crescita delle Applicazioni - ed in particolare dei Giochi - con tassi analoghi a quelli degli ultimi due anni e l'esplosione dei Giochi regolamentati con vincita in denaro (che triplicano il proprio valore, passando dal 3% del 2012 a circa il 10% del mercato contenuti Mobile nel 2013).

Contenuti e servizi digitali su Sofa-Tv digitali
Nel corso del 2013 dovrebbero rimanere pressoché stabili i ricavi dalle vendite di abbonamenti premium sulle Sofa-Tv digitali attestandosi intorno ai 3,2 miliardi di Euro. Il numero di abbonati è in leggero calo e molti si aspettano che sarà l'arrivo di grandi player OTT internazionali in Italia a portare nuova linfa al settore, soprattutto grazie ai servizi video veicolabili anche attraverso Connected Tv.

Dalla Vecchia alla Nuova Internet

Dei 17,1 miliardi di Euro dei mercati digitali consumer, la componente che si basa su Internet pesa per circa il 77%. Tale componente sta beneficiando – e sempre più lo farà - dell'avvento della "Nuova Internet", il paradigma di fruizione basato su nuovi device (Smartphone, Tablet e Smart Tv) e sulle Apps che potrebbe fare recuperare all'Italia un gap accumulato con la "Vecchia Internet", basata su Pc e Web.

Le potenzialità della Nuova Internet sono evidenti. "La diffusione di Smartphone, Smart Tv e Tablet sta esplodendo - afferma Andrea Rangone, Coordinatore degli Osservatori della School of Management del Politecnico di Milano. "Le stime per il 2013 sul mercato italiano parlano di circa 37 milioni di Smartphone in circolazione, 4,6 milioni di Smart Tv e 7,5 milioni di Tablet che cresceranno rispettivamente a oltre 50 milioni, 12 milioni e 15 milioni nel corso del 2015".

Anche il fenomeno delle App continua a registrare numeri sempre più rilevanti: sono quasi 2 milioni le App disponibili a livello mondiale, mentre in Italia a fine 2013 saranno state scaricate circa 2,5 miliardi di App dal lancio degli Application Store.

Le Startup Digitali

È stata anche svolta una specifica ricerca che ha analizzato tutte le principali startup, sia a livello internazionale sia a livello Italiano, che operano in ambito Digital e che hanno ricevuto finanziamenti da investitori istituzionali negli ultimi due anni.

Complessivamente sono state analizzate oltre 3.000 startup operanti in ambito Digitale negli ultimi 2 anni.

La maggioranza delle startup analizzate opera nel mondo consumer: precisamente il 55%. Negli ultimi tempi sta però crescendo l'interesse degli investitori anche verso le startup operanti nel mondo B2B.

Uno dei trend più significativi è quello Mobile: di tutte le startup digitali analizzate, infatti, circa un terzo appartiene a questo ambito. L'elevato numero di startup individuato in questo specifico settore evidenzia la forte attenzione da parte del mondo del Venture Capital sul mercato Mobile. In particolare, rilevante è stato il fermento nei segmenti delle Mobile Apps, ambito nel quale hanno ricevuto finanziamenti oltre 300 startup(circa il 30% del totale startup Mobile), e del Mobile Payment con circa il 10% di startup Mobile che appartiene a questo mercato.

A fianco del Mobile, un altro ambito di forte investimento in startup riguarda il mercato del Cloud & ICT as a Service, dove sono state raccolte informazioni su circa 250 iniziative.

Anche in Italia si è assistito allo stesso fermento emerso a livello internazionale nel comparto digitale. Nel 2012, infatti, sono 120 le startup che hanno ricevuto finanziamenti da Investitori Istituzionali, Business Angels, Incubatori e Acceleratori per un totale di circa 80 milioni di euro. 

***



La School of Management del Politecnico di Milano, con oltre 240 docenti, e circa 80 fra dottorandi e collaboratori alla ricerca, dal 2003 accoglie le attività di ricerca, formazione e alta consulenza, nei campi management, economia e industrial engineering. Fanno parte della Scuola il Dipartimento di Ingegneria Gestionale, le Lauree e il PhD Program di Ingegneria Gestionale e il MIP, la business school del Politecnico di Milano. Nel 2007 ha ricevuto l'accreditamento EQUIS e dal 2009 è nella classifica del Financial Times delle migliori Business School d'Europa.
Gli Osservatori ICT & Management della School of Management del Politecnico di Milano (www.osservatori.net), vogliono offrire una fotografia accurata e continuamente aggiornata sugli impatti che le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT) hanno in Italia su imprese, pubbliche amministrazioni, filiere e mercati. Gli Osservatori sono ormai molteplici e affrontano in particolare tutte le tematiche più innovative: Agenda Digitale, B2b - eProcurement e eSupply Chain, Big Data Analytics & Business Intelligence, Canale ICT, Cloud & ICT as a Service, eCommerce B2c, eGovernment, Enterprise 2.0, eProcurement nella PA, Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione, Gestione dei Processi Collaborativi di Progettazione, Gestione Strategica dell'ICT, Gioco Online, HR Innovation Practice, ICT & Business Innovation nel Fashion-Retail, ICT & Commercialisti, ICT & Professionisti, ICT & PMI, ICT Accessibile e Disabilità, ICT in Sanità, ICT nel Real Estate, ICT nelle Utility, ICT Strategic Sourcing, Information Security Management, Intelligent Transportation Systems, Internet of Things, Intranet Banche, Mobile & Wireless Business, Mobile Banking, Mobile Device & Business App, Mobile Internet, Content & Apps, Mobile Marketing & Service, Mobile Payment & Commerce, Multicanalità, New Media & New Inetrnet, New Slot & VLT, RFId, Smart Working, Startup Digitali, Unified Communication & Collaboration.










Evento Aused/Polimi: “Il ruolo dell’ICT nei processi di Internazionalizzazione”


ICT e internazionalizzazione: un lavoro di squadra. Se ne parla il prossimo 5/11 al Politecnico di Milano.

5776325Il prossimo 5 novembre, dalle ore 16.00, presso  l’Aula “Fratelli Castiglioni” – 3° piano, edificio 9 di via Durando 10 presso il Politecnico di Milano Campus Bovisa, avrà luogo l’incontro: “Il ruolo dell’ICT nei processi di Internazionalizzazione”. L’evento, realizzato dalla Management Academy for ICT Executives del Politecnico di Milano in collaborazione con AUSED (Associazione Utilizzatori  Sistemi E tecnologie Dell’informazione), intende analizzare e approfondire, da un lato il ruolo che le tecnologie dell’informazione e della comunicazione giocano nel processo di internazionalizzazione delle imprese italiane, dall’altro l’impatto che tale processo ha avuto sulla governance dell’ICT e sulle decisioni strategiche che riguardano i sistemi informativi.

Queste le domande chiave a cui si cercherà di dare risposta:

Quale ruolo sta giocando l’internazionalizzazione come driver di crescita e competitività per le imprese italiane?

Come creare valore attraverso le differenze culturali?

Quale ruolo per l’ICT come fattore abilitante dell’internazionalizzazione e leva di creazione di vantaggio competitivo?

Quali i modelli di governance ICT e le politiche di sourcing per un’impresa multinazionale?

Tra gli speaker della giornata vi saranno rappresentanti del Politecnico di Milano, di Accenture, IBM, Nolan Norton, Fiera Milano, Artsana, Biesse, Bracco Imaging, Caprari e Zegna.

Al termine dell’incontro, previsto per le 19,40 è previsto un aperitivo conviviale.

Chi desidera partecipare, trova tutti i riferimenti al seguente link www.aused.org/index.php?option=com_content&view=article&id=991:5-11-13-evento-a-calendario-ausedpolimi-ict-govqil-ruolo-dellict-nei-processi-di-internazoneq&catid=22:seminari&Itemid=4

Per maggiori informazioni: Segreteria Aused, tel. 02-5464747 – e-mail: aused@aused.org.

martedì 22 ottobre 2013

ANCHE L'HIGH TECH DIMOSTRA L'EFFICACIA DELLE CAMPAGNE DI PUBBLICITÀ PROGRESSO

 

                     

 

 

ricerca della fondazione gtechnology

 

anche l'high tech dimostra l'efficacia delle campagne di pubblicità progresso

 

il laboratorio di neuroscienze della fondazione gtechnology ha portato avanti un esperimento per dimostrare il grado di adesione emozionale da parte del pubblico alle campagne della fondazione pubblicità progresso

 

Milano, 22 ottobre 2013 - In occasione de Il Salone della CSR e dell'Innovazione Sociale, tenutosi ad inizio mese presso l'Università Bocconi di Milano, il Laboratorio di Neuroscienze della Fondazione GTechnology ha allestito una postazione dedicata ad una dimostrazione delle metodologie e degli strumenti tipici delle neuroscienze. La Fondazione Pubblicità Progresso ha fornito gli spot TV da utilizzare come stimolo per il test a cui hanno partecipato i visitatori del Salone (in totale sono stati testati 16 volontari).


Obiettivo dell'esperimento è stato il comprendere come comunicare messaggi sociali e ambientali evidenziandone i punti di debolezza e di forza grazie a due strumenti: l'Eyetracker, che rileva i movimenti oculari, li registra, li analizza e segnala quali parti dello spot sono state guardate e l'EEG-Biofeedback, che rileva le variazioni di potenziale elettrico sulla testa dei partecipanti spiegando "come" i soggetti hanno guardato lo spot, ossia se stavano memorizzando, se erano attenti, se stavano elaborando facilmente o con sforzo le informazioni trasmesse.


Negli esperimenti condotti, è emerso che l'attenzione visiva del pubblico si è concentrata proprio sugli obiettivi di comunicazione delle campagne.


"Pubblicità Progresso comunica attraverso le proprie campagne dei valori sociali ed etici che fanno vibrare corde profonde", dichiara il Prof. Francesco Gallucci, direttore del Dipartimento di Neuroscienze Fondazione GTechnology. "L'intento della ricerca condotta dal Laboratorio di neuroscienze della Fondazione GTechnology è quello di cogliere l'intensità di tali vibrazioni e di confermare, in tal modo, il grado di adesione emozionale ai messaggi proposti. La pubblicità in generale potrebbe trarre utili indicazioni da tale ricerca per comprendere meglio quali sono le nuove richieste profonde di solidarietà dei consumatori nella progettazione delle campagne".

 

Secondo Alberto Contri, presidente di Pubblicità Progresso, "Le campagne da noi promosse risultano di alta qualità, poiché ideate e realizzate da professionisti che sono tra i più esperti comunicatori del Paese. Oltre a portare risultati concreti e misurabili come le campagne per l'alfabetizzazione informatica, la prevenzione degli incidenti sul lavoro e la donazione organi, fa ulteriormente piacere riscontrare i risultati positivi anche di test di carattere tecnico-scientifico"

 

Descrizione dell'esperimento

Viene presentato di seguito il confronto tra claim delle campagne testate per verificarne l'efficacia nella trasmissione del messaggio. Le aree colorate mostrano, in una mappa di calore (hotspot), quali zone dell'immagine sono state viste dai partecipanti al test. Più persone hanno visto quel punto sullo schermo più il colore è rosso, al contrario dove l'hotspot è più sfumato, i soggetti che hanno focalizzato l'attenzione visiva in quell'area sono in numero minore.

 

Campagna Sicurezza Moneta

 

   

 

L'immagine della moneta che ruota su se stessa attira l'attenzione visiva dei fruitori che si focalizzano sul casco protettivo, mentre la comparsa e il mantenimento sulla scena del claim Sicurezza. Dovere assoluto, diritto intoccabile, favorisce la lettura completa della frase. L'ultima scena dello spot, strutturata con una forma piramidale e contenente il logo di Pubblicità Progresso, l'illustrazione e il pay-off dedicati alla campagna, permette la fruizione di tutti gli oggetti in essa presenti.

 

Campagna Donazione Organi

 

 

Nel primo frame mostrato l'attenzione visiva dei partecipanti è ancora principalmente indirizzata all'azione e ai personaggi sulla spiaggia (hotspot concentrato sulle immagini degli attori).

 

 

Successivamente il focus visivo dei partecipanti si sposta sul claim in alto e sul pay-off in basso, procedendo con una lettura completa del contenuto proposto.

 

Riassumendo…

Spot

Scena

Efficace?

Sicurezza Moneta

Donazione organi

 

Descrizione Video Opacity

I video mostrano l'esperienza visiva dei partecipanti: le aree bianche dell'immagine sono quelle viste dai soggetti; al contrario tutto ciò che rimane nero non è stato visto, cioè non ci sono state fissazioni visive su quell'area. 

 

Descrizione Video Sicurezza - Fixations e EEG

Nella parte sinistra del video vengono mostrate le fissazioni fatte dai partecipanti durante la fruizione dello spot, mentre a destra vengono presentati i livelli di attenzione, ansia e decoding dei soggetti durante lo sviluppo della storia narrata dalla pubblicità.

 

***

Attiva dal 1971 (prima come Associazione e poi, dal 2005, come Fondazione), "Pubblicità Progresso" è entrata nel vocabolario quotidiano degli italiani, diventando sinonimo di "pubblicità sociale". Con la sua attività e grazie al contributo di chi ne fa parte (utenti, organizzazioni professionali, imprese e organizzazioni di mezzi, interassociazioni), Pubblicità Progresso ha promosso e promuove l'impiego della comunicazione sociale di qualità tra gli strumenti operativi di enti, istituzioni, pubblica amministrazione e organizzazioni non profit. Ha dimostrato concretamente l'utilità di un intervento più professionale nel campo della comunicazione sociale. Ha contribuito a valorizzare la pubblicità italiana e i suoi operatori. In virtù di tutto questo la Fondazione Pubblicità Progresso è oggi una delle espressioni più alte e rappresentative delle organizzazioni del mondo della comunicazione e dei professionisti che ne fanno parte.

***

Fondazione GTechnology è una Fondazione Scientifica Organismo di Ricerca senza scopo di lucro così come definito dalla Comunicazione della Commissione Europea 2006/C 323/01 del 30/12/2006. GTechnology svolge per proprio conto, per conto delle PMI europee e per conto di terzi, delle attività di ricerca di base, di ricerca industriale, di sviluppo sperimentale, di esecuzione di test, di prove generiche, di prove di conformità e compatibilità, di diffusione dei relativi risultati, mediante l'insegnamento, la pubblicazione o il trasferimento di tecnologie in diversi settori: salute e benessere, agricoltura e prodotti alimentari, nanoscienze, nanotecnologie, materiali, nuove tecnologie di produzione e tecnologie industriali, sicurezza e militare, aeronautica ed aerospazio,  ambiente, clima e rifiuti, biologia, e medicina, biotecnologie ed elettromedicale, energia ed efficienza energetica, combustibili e carburanti, meccanica e meccatronica, tecnologie dell'informazione e delle comunicazioni, trasporti, costruzioni.  Promuove inoltre alcuni progetti sociali tra cui "Impara ad Imparare" e "Un respiro nel futuro". Il Laboratorio di Neuroscienze della Fondazione svolge prevalentemente attività di ricerca e di consulenza negli ambiti di consumer behaviour, studio della disposizione dei prodotti sugli scaffali, studio del packaging di prodotto, interfacce digitali, valutazione dell'efficacia dei corsi di formazione e della comunicazione in generale: messaggi pubblicitari, prodotti editoriali cartacei e audiovisivi.

 


VODAFONE: ADSL A 20 MEGA




 

VODAFONE PORTA L'ADSL A 20 MEGA

 

Tutti i Clienti ADSL su rete fissa Vodafone possono ora navigare fino a 20 Mbps senza costi aggiuntivi

 

Milano, 22 ottobre 2013 – Vodafone Italia annuncia che, da oggi, tutti i Clienti che sottoscrivono un nuovo piano ADSL su rete fissa Vodafone possono navigare fino ad una velocità massima di 20 Mbps. Il servizio è disponibile gratuitamente anche per tutti i clienti ADSL già attivati su rete Vodafone, che possono richiedere l'adeguamento della velocità della propria linea sul sito web dedicato www.voda.it/20Mega.

L'iniziativa si inserisce all'interno della strategia di Vodafone per la rete fissa, volta a fornire ai propri Clienti i servizi e le tecnologie più avanzate per sfruttare dalla propria abitazione tutte le potenzialità di internet e della banda larga. Con la velocità fino a 20 Mbps, i Clienti Vodafone possono infatti godere di un'esperienza di navigazione ancora più fluida e immediata, senza costi aggiuntivi.

 

Tutte le offerte Vodafone per la casa prevedono, inoltre, navigazione internet illimitata e il Pacchetto Casa, che comprende: il router wifi di ultima generazione Vodafone Station 2, Rete Sicura (il primo servizio che protegge la navigazione Internet direttamente sulla rete Vodafone, senza la necessità di installare software né eseguire configurazioni), una chiavetta internet con 1GB di traffico dati mensile incluso da usare in mobilità, i servizi voce (segreteria telefonica, deviazione e identificazione delle chiamate) e la APP Vodafone Station 2 per utilizzare il proprio smartphone come cordless di casa. Il Pacchetto Casa è in abbinamento a tutti i piani Vodafone ADSL ed ha un costo di attivazione di 3 euro al mese per 36 mesi.

 

La gamma dei piani tariffari di Vodafone per la casa copre le diverse esigenze di comunicazione dei Clienti:

 

-       ADSL e telefono Start: con un contributo di 32 euro al mese, include connessione internet illimitata, chiamate verso tutti i numeri fissi nazionali e i cellulari Vodafone a un costo di 19 cent per chiamata.

 

-       ADSL e telefono Senza Limiti: include connessione illimitata, tutte le chiamate nazionali e internazionali verso Europa e Nord America, e tutte le chiamate verso i cellulari Vodafone al costo di 39 euro al mese.

-       ADSL e  telefono Completo: connessione e chiamate illimitate verso tutti i numeri fissi in Italia, USA, Canada ed Europa, e 1000 minuti verso i cellulari di tutti gli operatori. Inoltre, sono inclusi 3GB al mese di navigazione tramite internet key e assistenza dedicata 7 giorni su 7. Il costo mensile dell'offerta è di 45 euro.

 

Gli elevati standard di qualità dell'offerta Vodafone per la casa sono stati recentemente riconosciuti anche dall'Istituto Tedesco Qualità e Finanza - ente indipendente specializzato nella comparazione di prodotti finanziari e delle utenze – secondo cui Vodafone è il Migliore Operatore ADSL in Italia per il livello di soddisfazione dei Clienti.

 

Vodafone Italia, entrata nel settore della telefonia fissa nel 2007 con l'acquisizione TeleTu (ex Tele2), è oggi con i due brand il secondo operatore alternativo di rete fissa in Italia, con oltre 2,5 milioni di Clienti. Tra le principali innovazioni lanciate sul mercato: la Vodafone Station, che attraverso un router wi-fi, unisce servizi di telefonia fissa e navigazione in mobilità, e Rete Unica, che offre alle imprese un unico servizio integrato di comunicazione fissa e mobile in modalità cloud.

 


MHT: continua l’impegno sulla piattaforma Microsoft Dynamics CRM, con l’arrivo di nuovi add-on



MHT, realtà consulenziale attiva nel settore dei sistemi gestionali ERP e CRM basati su piattaforma Microsoft Dynamics, continua ad arricchire la già vasta gamma di soluzioni progettate per completare la piattaforma Microsoft Dynamics CRM. Le nuove soluzioni sono InfoShare.CRM che permette di condividere informazioni in automatico, Maps.CRM che consente di monitorare il territorio in cui sono presenti le singole entità aziendali e Tablet.CRM che  gestisce gli appuntamenti online e offline su tablet.

Nel dettaglio, la soluzione InfoShare.CRM permette di condividere le informazioni di entità di CRM interconnesse tra loro, allegando, se necessario, documenti e definendo il canale di invio e la lingua. Per esempio, in ambito sales management, InfoShare.CRM permette di gestire differenti tipologie di comunicazioni, con le quali trasmettere una fattura di vendita, la conferma di un ordine o l’annullamento dell’ordine di uno specifico prodotto. Questa soluzione è estremamente flessibile e consente di programmare le azioni ampliando la possibilità di condivisione delle informazioni date dai processi standard di CRM. La sua attività consiste, in sostanza, nella creazione della comunicazione, nell’impostazione della stessa e, infine, nel relativo invio. Ogni comunicazione può essere costruita manualmente, ma è preferibile utilizzare la procedura automatica dedicata, che esporta le informazioni utili dal CRM, individua il cliente di riferimento e imposta il corretto tipo di messaggio, secondo la lingua del destinatario e il canale a lui attribuito.

L’add-on Maps.CRM, invece, è stato aggiornato con i più avanzati sistemi di geolocalizzazione e offre la possibilità di quantificare le entità CRM considerate per nazione e per città. Questa soluzione è utile in diversi ambiti aziendali, dalla logistica fino alla visualizzazione di un’area particolarmente redditizia su cui indirizzare una campagna promozionale. Grazie alla geocodifica, se viene inserito un nuovo contatto all’interno di CRM, vengono visualizzate automaticamente le informazioni relative alla sua localizzazione, arricchendone così l’anagrafica. Con Maps.CRM, inoltre, si può monitorare il mercato di interesse, ricercando informazioni più complesse, come il fatturato. L’add-on viene integrato con le funzionalità standard di CRM, in primis la ricerca avanzata, con la quale per esempio, si possono estrapolare le aziende con un fatturato maggiore di dieci milioni di euro e visualizzarle sulla mappa, evidenziando le regioni e le città più redditizie.

Con la crescente diffusione dei tablet e la necessità di accedere in qualsiasi momento alle informazioni utili alla gestione del cliente, Tablet.CRM è uno strumento, sviluppato su Microsoft Dynamics CRM 2011, ideale per rispondere a tali esigenze, soprattutto nella gestione dell’attività commerciale. Consente ai direttori commerciali, per esempio, di registrare appuntamenti, prendere appunti sul cliente visitato, scattare foto e allegarle all’appuntamento registrato in CRM. Queste informazioni sono trasferibili e condivisibili con altri utenti in CRM, anche in tempo reale, in modo da dare il via ad eventuali altri processi. Grazie all’add-on, è possibile vedere i report, effettuare survey e mappare il territorio. La flessibilità degli add-on di MHT permette l’integrazione tra le varie soluzioni: gli agenti che organizzano le loro attività su iPad grazie a Tablet.CRM, con InfoShare.CRM potranno allegare automaticamente ad ogni appuntamento creato un breve report della scheda cliente, in modo da avere tutte le informazioni necessarie per preparare al meglio la visita.

“Le attività in ambito CRM sono in continua evoluzione, e tutti i nostri add-on nascono con l’obiettivo di soddisfare pienamente le nuove richieste del mercato - sottolinea Franco Coin, Amministratore Delegato e socio fondatore di MHT -. Abbiamo in programma alcune attività per incontrare clienti e prospect e raccontare loro le soluzioni sviluppate ad hoc per arricchire e migliorare l’esperienza su Microsoft Dynamics CRM. La prima è SMAU, a Milano dal 23 al 25 ottobre. Un’altra occasione sarà Microsoft Dynamics Convergence 2013 EMEA, il meeting per clienti, prospect e partner europei che si terrà a Barcellona dal 4 al 6 novembre, dove saremo coinvolti in alcune sessioni: insieme al nostro cliente Piaggio Aero Industries, racconteremo il progetto di implementazione di Microsoft Dynamics AX, soffermandoci sugli aspetti legati alla Business Intelligence e alla gestione finanziaria. Siamo davvero orgogliosi di questa opportunità, perché siamo tra le poche aziende italiane partecipanti in modo così attivo. È un’ulteriore conferma della nostra expertise, che ci consente di rafforzare la nostra visibilità e competitività sul mercato internazionale.”

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI