Cerca nel blog

giovedì 30 aprile 2015

I nuovi firewall Dell SonicWALL serie TZ offrono funzionalità di classe enterprise ad aziende di piccole dimensioni

·         Il nuovo TZ è il firewall deep packet inspection più rapido e piccolo del mercato

·         I nuovi firewall sono pensati per ispezionare il traffico SSL ed eliminare le minacce crittografate

·         Grazie a un controller wireless 802.11ac integrato, la nuova serie SonicWALL TZ si combina con i recenti Dell SonicPoints 802.11ac per fornire una soluzione di sicurezza completa per le reti wireless


Milano, 30 aprile 2015 – Dell ha annunciato il rilascio dei nuovi firewall SonicWALL serie TZ che, assicurando un notevole incremento delle prestazioni Internet, sono in grado di analizzare il traffico SSL crittografato. Dotate inoltre di un controller wireless integrato, queste nuove soluzioni offrono una sicurezza di classe enterprise a un prezzo interessante per aziende distribuite piccole e grandi.

Oggigiorno i clienti sono sopraffatti da enormi volumi di traffico di rete e necessitano di soluzioni di sicurezza capaci di scalare per indirizzare le crescenti velocità di banda senza intaccare il budget. La nuova serie SonicWALL TZ si basa su innovativi processori multi-core per dare vita ai firewall UTM (Unified Threat Management) desktop dalle prestazioni più elevate sul mercato, con velocità di intrusion prevention che possono raggiungere 1,1Gbps.

"Purtroppo la tecnologia progettata per proteggere le nostre informazioni viene sfruttata per violare le reti", dichiara Patrick Sweeney, executive director, Dell Network Security. "La crittografia sarebbe un ottimo strumento, ma se usata dalle persone sbagliate può diventare una minaccia. I nuovi TZ offrono alle reti delle piccole aziende la funzionalità fondamentale di scansione del traffico crittografato tipica delle grandi aziende, consentendo loro di identificare tentativi di attacco e traffico maligno. Il tutto senza intaccare il budget IT, né compromettere le prestazioni di rete".

Il 2015 Dell Security Annual Threat Report rivela che il 60 percento delle connessioni Internet alla fine del 2014 erano cifrate utilizzando la tecnologia SSL. In virtù della crescita di traffico SSL legittimo, i cyber criminali hanno cominciato – in modo inquietante – a nascondere i propri attacchi nel traffico SSL.  Per contrastare questo trend, la nuova serie SonicWALL TZ ha la capacità e la potenza necessarie per ispezionare le connessioni SSL confrontandole con le minacce più recenti, e fornire così un livello ancora più elevato di sicurezza.

Per far fronte al proliferare di device wireless, il controller sicuro e perfettamente integrato nella nuova serie TZ supporta lo standard 802.11ac ad alta velocità. Combinata con i Dell SonicPoints 802.11ac lanciati di recente, la nuova serie TZ rappresenta la soluzione di sicurezza wireless ideale per piccole e grandi aziende.

Mentre la serie TZ fornisce alle PMI funzionalità di sicurezza di assoluta qualità, le aziende più grandi possono beneficiare delle feature distribuite. La nuova serie sfrutta infatti il Dell SonicWALL Global Management System (GMS) per gestire migliaia di firewall TZ distribuiti, abilitando una gestione semplificata delle funzionalità Next-Generation Firewall (NGFW), tra cui controllo e visualizzazione delle applicazioni, reportistica e IPS di elevata qualità.   

Migliore sicurezza vuol dire business
Offrendo interfacce di rete da 1GbE in un'appliance dal fattore di forma compatto, Dell SonicWALL serie TZ assicura protezione anti-malware, intrusion prevention, content e URL filtering, e application control altamente efficaci, nonché un accesso mobile sicuro per laptop, smartphone e tablet. Grazie al client unificato SonicWALL Mobile Connect, i nuovi TZ garantiscono un accesso mobile sicuro agli utenti Google Android, Mac OS X, Kindle Fire e laptop.

Il motore brevettato di ispezione approfondita dei pacchetti "reassembly-free" consente alla serie SonicWALL TZ di effettuare la scansione di ogni byte di ogni pacchetto su tutte le porte e i protocolli con una latenza minima. Questa tecnologia elimina i colli di bottiglia e consente alle aziende di utilizzare la sicurezza come enabler e non come inibitore. L'interfaccia utente grafica della serie TZ è intuitiva e fa venire meno la necessità di dover scegliere tra semplicità d'uso e potenza, assicurando una implementazione rapida e una manutenzione semplice, e riducendo di conseguenza il TCO.

Disponibilità
  • I nuovi firewall Dell SonicWALL serie TZ sono già disponibili
  • Le soluzioni di sicurezza Dell sono disponibili tramite partner di canale autorizzati.

Dell
Dell ascolta clienti e partner, offrendo loro tecnologie e servizi innovativi, affidabili e di valore. Con i suoi differenti approcci al mercato, Dell è fornitore di riferimento per sistemi e servizi.

martedì 28 aprile 2015

Webinar gratuito - Come coniugare le esigenze di Smart Working e l'evoluzione dei sistemi informativi - 12 maggio


ICT4Executive
 
Cos'è un webinar
Il modello di lavoro tradizionale, alla scrivania, è oggi superato e si diffonde l'abitudine a svolgere parte delle attività anche in luoghi diversi dall'ufficio, attraverso l'uso di smartphone, tablet e notebook.
In questo scenario, si rende necessario un ripensamento degli strumenti di lavoro, oggi fruibili da remoto attraverso soluzioni in modalità as a service.
Quali vantaggi offrono i software in Cloud rispetto al tradizionale acquisto di licenze?
Quali sono i benefici in termini di costi e facilità evolutiva di lungo periodo?
Come la modalità di fruizione dei dati sempre e ovunque ne garantisce la sicurezza?
Approfondiremo queste ed altre tematiche durante il webinar "Come coniugare le esigenze di Smart Working e l'evoluzione dei sistemi informativi" con il contributo di Lorenzo Sala, CEO di NTTAGIC e di Porini, Fiorella Crespi degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano e Manuela Gianni, direttore di ICT4Executive.
Durante la diretta, attraverso una Live Demo, mostreremo concretamente le funzionalità di queste soluzioni.
Il Webinar si terrà il 12 maggio dalle ore 12.00 alle 13.00.
La partecipazione è gratuita, previa registrazione
Registrati
Per ulteriori informazioni contattare la segreteria organizzativa - email: webinar@ict4executive.it
 

lunedì 27 aprile 2015

Ricerca Futuresource: Epson ancora n.1 al mondo nei videoproiettori

Epson è il produttore di videoproiettori numero uno al mondo per il 14o anno consecutivo(1)

Questo importante risultato emerso dalla ricerca di Futuresource rafforza la posizione dell'azienda come leader del mercato mondiale.

 

Cinisello Balsamo, 27 aprile 2015 - Futuresource Consulting Limited ha dichiarato che Epson è il produttore di videoproiettori numero uno al mondo per il 14o anno consecutivo.

Questo importante risultato conferma il successo dell'azienda nel settore dell'imaging.

Secondo quanto emerge dalla più recente ricerca di Futuresource, Epson ha il maggior numero di unità nel mercato dei videoproiettori con luminosità pari o superiore a 500 lumen.

 

Neil Colquhoun, business director della divisione Visual Imaging di Epson Europe, ha dichiarato: "Siamo davvero soddisfatti di questi nuovi risultati. E' importante constatare che i nostri videoproiettori continuano a ottenere riconoscimenti e successi di vendita."

Epson dispone di un'ampia gamma di videoproiettori, che include modelli da installazione, portatili, a ottica ultra-corta, interattivi, per l'ufficio e per l'home cinema. I videoproiettori Epson si basano sulla tecnologia 3LCD, che consente di offrire le immagini più vivaci e realistiche e una luminosità dei colori pari a quella del bianco e fino a tre volte superiore ai modelli con tecnologia DLP a 1 chip.

Neil Colquhoun ha aggiunto: "Il nostro obiettivo è continuare a rafforzare la nostra posizione di leader nel corso degli anni, rispondendo alle tendenze del mercato e continuando a investire nello sviluppo di tecnologie e prodotti innovativi."

 

(1) Maggior numero di unità nel mercato dei videoproiettori con luminosità pari o superiore a 500 lumen (ricerca condotta da Futuresource Consulting Limited per il periodo 2001-2014).

 

Gruppo Epson

Epson è leader mondiale nell'innovazione con soluzioni che superano le aspettative dei clienti in mercati diversi quali ufficio, casa, retail e industria. La gamma dei prodotti Epson comprende stampanti inkjet, meccanismi di stampa, videoproiettori 3LCD così come robot industriali, visori e sensori, e si basa su tecnologie proprietarie che garantiscono compattezza, riduzione dei consumi energetici e affidabilità elevata.

Con capogruppo Seiko Epson Corporation che ha sede in Giappone, il Gruppo Epson conta oltre 72.000 dipendenti in 94 società nel mondo ed è orgoglioso di contribuire alla salvaguardia dell'ambiente naturale globale e di sostenere le comunità locali nelle quali opera.

 

Epson Europe

Epson Europe B.V. con sede ad Amsterdam, è il quartier generale regionale del Gruppo per Europa, Medio Oriente, Russia e Africa. Con una forza lavoro di 1.700 dipendenti, le vendite di Epson Europa, per l'anno fiscale 2013, hanno raggiunto i 1.517 milioni di euro.

Qintesi investe su HANA


qintesiTra le prime aziende specializzate nella consulenza in ambito HANA, Qintesi investe strategicamente in questa tecnologia anche sui propri sistemi demo interni.

QINTESI S.p.A. (www.qintesi.it), realtà italiana specializzata nel miglioramento dei processi e dei sistemi aziendali nelle aree del CFO e del CIO, ha annunciato un importante investimento su HANA (la potente tecnologia SAP In-Memory Computing).

La prima certificazione HANA in Qintesi risale ormai a due anni fa e da allora la società guidata da Angelo Amaglio, Presidente, e Alberto Pogna, Amministratore Delegato, ha fatto parecchi passi in avanti: ha consolidato, in primis, la propria struttura in quest’ambito specifico e ha subito dopo realizzato un importante progetto di successo basato su tecnologia HANA. Questo lavoro è poi stato presentato durante il SAP Forum dello scorso anno direttamente tramite la testimonianza del proprio cliente operante nel settore dell’Engineering & Construction. “Si è trattato – ha spiegato Daniele Gozzo, Partner di Qintesi – di un progetto che ha introdotto la tecnologia SAP HANA in un’area molto critica per il cliente, il Group Closing & Reporting di Settore. In sostanza, tramite l’utilizzo di SAP NetWeaver BW powered by HANA, abbiamo potuto ottimizzare i processi di Group Closing, riducendo in maniera significativa i tempi di elaborazione del reporting direzionale di Gruppo. Dopo questo progetto abbiamo ritenuto strategico investire su HANA anche al nostro interno per poter cogliere tutte le opportunità messe a disposizione da questa innovativa tecnologia e per poter mostrare tutti i benefici di questa soluzione anche ai nostri clienti e prospect”.

L’investimento nell’architettura identificata da Qintesi ha previsto l’utilizzo di un’appliance HANA con un’unica istanza su cui saranno migrati SAP ERP (in release ECC6 con EHP7), SAP BW (in release 7.4) e SAP BPC (in release 10.1). A valle della migrazione, un apposito gruppo di lavoro interno è stato attivato per il Porting su HANA di tutte le soluzioni Qintesi, tra cui tutte le soluzioni applicative per il settore assicurativo.

Per garantire le attuali policy di sicurezza interne e poter gestire i dati di backup, Qintesi ha previsto di inserire il nuovo sistema HANA-based nell’infrastruttura di rete aziendale presente nella propria sede di Milano.

Il piano di lavoro del porting, partito a marzo di quest’anno, ha previsto una serie di attività sistemistiche e applicative che i Competence Center Qintesi –Business Suite, Business Intelligence & Corporate Performance Management e Technology – concluderanno a brevissimo.

“L’aggiornamento del ventaglio delle nostre soluzioni – è intervenuto successivamente Giovanni Caglioni, Partner di Qintesi – è considerato per noi fondamentale perché ci permette di proporre ai nostri clienti soluzioni aggiornate ed adeguate al settore di Business, oltre che avere delle demo e dei prototipi più efficaci che ci consentono di ottenere una buona overview sulle potenzialità di HANA. Inoltre – ha concluso Caglioni – possiamo accrescere il nostro Portfolio Clienti, proponendo soluzioni avanzate rispetto ai trend del mercato tecnologico, indirizzando lo sguardo anche verso nuovi settori di Business ed Aree Applicative”.

Questo investimento permette inoltre all’azienda di rafforzare la propria partnership con SAP e aprirsi al mondo del Mobile e delle App, grazie all’implementazione di interfacce utente sempre più appealing, SAPUI5 e SAP Fiori.

venerdì 24 aprile 2015

Ultimo giorno per registrarsi all'evento leader IoT | 28/29 Aprile | Milano


M2M FORUM - 28/29 APRILE 2015 MILANO
AGENDA SPONSOR IT MATCHING SPEAKER REGISTER NOW


28-29 aprile 2015 - Milano - XIV edizione
 
Tutti i protagonisti internazionali del mondo M2M e Internet of Things
sono a M2M Forum 2015: non perdere questa opportunita' di incontro

ULTIMO GIORNO PER REGISTRARSI ON-LINE

A pochi giorni dall'evento sono attesi oltre 1200 partecipanti che incontreranno nei convegni, nell'area expo e nel matchmaking oltre 87 aziende sponsor,  espositori e partner e sono già stati programmati oltre 300 business meetings. Questi numeri testimoniano il fortissimo interesse nel mondo M2M/IoT e fanno crescere l'attesa per questa tredicesima edizione ormai alle porte.

M2M Forum è da sempre anche un evento completamente internazionale che vede i participanti arrivare da da una ventina di paesi diversi e oltre il 50% degli espositori, sponsor e speaker sono esteri.


CONFERENCE AGENDA

M2M Forum offre da sempre moltissime sessioni di conferenza, tecnologiche, di visione e business, adatte per comprendere come utilizzare al meglio le soluzioni IoT e M2M. Tra queste possiamo citare:
 

MAIN SESSIONS

MS1 – M2M e IoT: scenari tecnologici e nuovi modelli di business

MS2 – Smart Energy: arriva "Internet of Energy" a supporto di clienti e mercati " " (in collaborazione con Energia Media) 

BREAKOUT SESSIONS

BS1 – Smart Metering al servizio di Smart Grid e Smart City (in collaborazione con Energia Media)  

BS2 – Tecnologie e soluzioni M2M: quali novità' per gli utilizzatori?

BS3 –Smart Factory: la quarta rivoluzione industriale passa da M2M / IoT

SMART SESSIONS

SS1 – Smart Home e Smart Energy: l'intelligenza pervade ogni "oggetto" domestico (In collaborazione con Energy@Home) 

SS2 – Internet of Things, il nuovo acceleratore per lo sviluppo di Smart Building and Smart Lighting

SS3 – Smart Mobility and Infrastructures: infrastrutture intelligenti per la mobilità dei cittadini e delle imprese

ENABLING TECH SESSIONS

ET1 – I pilastri su cui costruire ogni soluzione IoT: Cloud, Big data e Cybersecurity

ET2 – M2M/IoT per  il business:  tecnologie, infrastrutture e soluzioni per le imprese connesse

IOX – INTERNET OF PEOPLE AND THINGS 

IO1 – Internet of Thighs: uno strumento di sviluppo dell'economia digitale italiana

IO2 – IoT for Digital Marketing: come integrare Smart Things, Smart Tag, Web e Social per la migliore UX

IO3 – Tecnologie, prodotti e piattaforme HW/SW per costruire rapidamente soluzioni IoT "market ready" (in collaborazione con la rivista Firmware)

EMERGING TECH SESSIONS

TSA – IoT, SIM 2.0, Smart ID e Mobile Payments: le spinte per l'embedded commerce

TSB – Gli standard emergenti nel mondo IoT / M2M e le piattaforme di sviluppo disponibili

DISRUPTIVE WEEK CROSSOVER SESSIONS

Enterprise Europe Network e Horizon 2020: finanziamenti europei per le imprese innovative

Pitchfire event – Reserved Session

High-tech rehab: innovation empowers disruptive care

Industry 4.0

 

Consulta l'agenda completa e registrati gratuitamente
alle conferenze di M2M FORUM 2015!

ULTIMO GIORNO PER REGISTRARSI ON-LINE

La partecipazione a M2M Forum è gratuita previa registrazione online
 


M2M Forum è parte della nuova "Disruptive Week" che nasce per riunire a Milano in un'unica settimana gli appuntamenti internazionali dedicati alle tecnologie più innovative e dirompenti, quali Internet of Things, Robotics, Smart Energy, Wearable Technologies e Drones.

 Scopri tutti i protagonisti!

main sponsor

sponsor

exhibitors

 

speech sponsor

main media partner

media partner



BROUGHT TO YOU BY INNOVABILITY - A PART OF DISRUPTIVE WEEK - CONTACT US





--
www.CorrieredelWeb.it

Social Engineering. 74 aziende su 100 sono vulnerabili.


Si chiama Social Engineering ed è lo studio del comportamento individuale al fine di carpire informazioni utili.  Una metodologia efficace applicata al penetration testing professionale non ancora sufficientemente sfruttata dalle aziende e tesa a testare il livello di vulnerabilità del personale interno.

Dall'analisi dei servizi di VA e PT erogati nel 2014 da Yarix, azienda leader in Italia nella Sicurezza Informatica, emerge che il 74% delle aziende è vulnerabile ad attacchi condotti sfruttando tecniche di social engineering. Il dato allarmante è indicativo di una forte mancanza di consapevolezza del rischio.

Nel campo della sicurezza informatica, il social engineering (o ingegneria sociale) è l'analisi del comportamento di una persona finalizzata all'estrazione di informazioni utili. Nella sostanza: quando un hacker non riesce a trovare dei bug sfruttabili per attaccare un determinato sistema informatico, un attacco di social engineering può rappresentare una tecnica molto utile per procurarsi le informazioni desiderate. Tale tipologia di attacco presuppone che il social engineer (colui che conduce l'attacco) sfrutti il dolo e l'inganno per portare a termine il suo intento; abile a mascherare la propria identità, fingendosi un'altra persona, egli riesce a ricavare informazioni che non potrebbe mai ottenere con la sua identità reale.
L'attività di social engineering spesso unita a quella di phishing è strutturata in più fasi: la fase preliminare, definita footprinting, nella quale il social engineer si occupa della raccolta delle informazioni sulla vittima e cerca di reperire tutte le informazioni necessarie per condurre l'attacco sul bersaglio individuato; la fase intermedia dove l'ingegnere si occupa di verificare che le informazioni in suo possesso siano attendibili per poi entrare in contatto diretto con la "vittima"; la fase finale coincide con l'attacco vero e proprio, in cui si contatta la vittima per reperire le informazioni. Se la vittima cade nel tranello, il social engineer potrà iniziare una fase di sperimentazione allo scopo di violare il sistema stesso.
Particolarmente minacciosi sono gli APT (Advance Persistent Threat), processi di attacco mirati e sofisticati che seguono schemi precisi, volti a compromettere un obiettivo nel tempo  e che hanno un impatto rilevante sul business, essendo volti a trafugare informazioni strategiche, sabotare l'organizzazione, danneggiare i sistemi. Lo strumento più utilizzato è senza dubbio la telefonata, che viene effettuata utilizzando uno stile vocale adeguato e studiato ad hoc.
I test commissionati a Yarix da diverse aziende – riconosciuti universalmente - sono stati portati avanti dal Red Team Yarix, un' equipe che coinvolge il Programm Manager insieme a tecnici con pluriennale esperienza in Ethical Hacking. I tecnici hanno dimostrato una vulnerabilità complessiva che supera il settanta per cento: le "zone deboli" possono interessare diverse aree dell'azienda, dalla videosorveglianza all'amministrazione fino al reparto tecnico e agire su diversi dati sensibili relativi alla privacy di una persona (password) e a credenziali di accesso relative a sistemi.
Ma quali sono gli obiettivi reali del Social Engineering? E cosa può fare un'azienda dopo aver scoperto i suoi punti di vulnerabilità? Riorganizzare le competenze, agire con dei corsi o dei seminari al fine di sensibilizzare il personale dell'azienda, proporre dei corsi mirati. In questo modo l'intervento sarà servito a potenziare la sicurezza e la protezione di tutti i dati aziendali. Le tecniche di ingegneria sociale stanno diventando sempre più sofisticate e per questo diventa sempre più importante per le imprese provvedere alla sensibilizzazione e alla formazione dei dipendenti.
"La sicurezza non è un prodotto ma è un processo aziendale che coinvolge persone e infrastrutture e che va continuamente affinato e verificato affinché sia efficiente ed efficace. La sicurezza non è questione esclusiva del dipartimento IT, ma coinvolge tutte le componenti aziendali, risorse umane comprese" ha affermato Mirko Gatto. Insomma la questione è: "È possibile ridurre i rischi legati agli errori umani?", la risposta è : "Sì, si può."

Perché commissionare un penetration test con l'ausilio del social engineering?
- per conoscere il livello di sicurezza della propria azienda.
- per provvedere immediatamente a proteggere i propri dati sensibili in caso di esiti negativi.
- per agire con un'azione mirata di sensibilizzazione e formazione.

Yarix
Yarix è specializzata in sicurezza nel settore IT. Deve il suo successo alla riconosciuta capacità di comprendere prima della concorrenza l'impatto che i virus, gli hacker, il furto dei dati e il cyber-terrorismo possono avere su internet e su tutti coloro che per lavoro ricorrono ai prodotti IT. Il suo impegno in questo settore e l'importanza in costante aumento dell'informazione elettronica e dell'economia digitale l'hanno resa un'azienda leader in Italia per la sicurezza dei dati sia per le aziende private che per le agenzie governative.

giovedì 23 aprile 2015

Nuovi domini per il settore medico

Rappresentare la tua attività medica online sarà più facile con i nuovi domini per il settore medico. Domini .doctor, .dental, .clinic, .rehab e tanti altri: la scelta è molto ampia, scoprili tutti!

Nuovi domini per il settore medicoIdentificare le cure e l'informazione medica online?
Scegli e registra uno tra i nuovi domini, richiesti durante il programma di lancio introdotto dall'ICANN, specifici proprio per il settore medico.
Domini .medical, .doctor, .dentist e moltissimi altri. Eccoli tutti elencati!
Tutte queste nuove estensioni sono nate per ampliare la scelta e per offrire una valida alternativa ai più tradizionali e già largamente utilizzati domini generici, come .com o .net.
Inoltre, essendo formati da termini specifici, permetteranno agli utenti di Internet di capire ciò che troveranno all'interno di un sito, ancora prima di visitarlo.
I domini .dental, ad esempio, identificheranno uno studio dentistico, i domini .clinic anticiperanno il sito di una casa d cura ed i domini .healthcare quello di un'assistenza sanitaria.
Ciò contribuirà anche ad aumentare la fiducia e la sicurezza da parte di un utente nel visitare quel determinato sito web di un medico o di un ospedale, e nel leggere ed acquisire le informazioni che troverà al suo interno.
La registrazione di un nuovo dominio, infatti, anche nel settore medico, rappresenta un ottimo passo strategico da compiere per costruire una presenza forte, stabile e competitiva nel web.
Per avere maggiori informazioni sulle registrazioni di tutti i nuovi domini generici, puoi contattare lo staff di Dominiando oppure iscriverti alla newsletter di Dominiando.it.

Lunedì scopri IoT con Microsoft @ TAG Milano | 27 Aprile | Ultimi posti


DISRUPTIVE WEEK MILAN 27-30 APRIL
Disruptive Week Milan
Aprile 27-30, 2015
www.dwm2015.com


Vi aspettiamo lunedì 27 aprile alle ore 10.30 presso Talent Garden Milano per iniziare la settimana insieme a Microsoft per capire le potenzialità dell'Internet of Things per il tuo business.
Le tue cose, il tuo mondo, la tua occasione
 
In collaborazione con Sponsor
C'è un mondo di oggetti connessi. Cose a te vicine, che utilizzi ogni giorno. Cose che ti aiutano a migliorare il mondo di oggi ed inventare quello di domani.  

Questo incontro con Microsoft, e con alcune tra le più innovative start-up del settore, ti aiuterà a scoprire come la curiosità, la creatività e le tecnologie oggi disponibili abilitando nuovi scenari, trasformando il business ed il tuo modo di vivere. 

E' la tua occasione, è il tuo mondo, sono le tue cose.

In particolare la nuova Microsoft Azure IoT Suite è una soluzione integrata che consente a clienti e partner di connettere device, catturare dati eterogenei e voluminosi, orchestrare il flusso di dati e gestirli e analizzarli trasformandoli in informazioni strategiche che permettano alle persone di prendere decisioni più ragionate.

Grazie a Microsoft Azure è infatti possibile garantire scalabilità, geo-referenziazione, disponibilità continuativa del servizio, elevati Service Level Agreements, disaster recovery, gestione dei device e monitoraggio.
Microsoft, oltre a programmi specificatamente pensati per le startup, mette a disposizione un ecosistema di risorse, come il proprio Microsoft Technology Center, volte a promuovere l'adozione del Cloud Computing per IoT tra i professionisti, gli sviluppatori, i business partner, le start-up e le aziende.  

Durante l'incontro saranno presentante le case history di due startup innovative tra quelle supportate da Microsoft: Melixa che ha creato un innovativo sistema di monitoraggio per apicoltura e Bioside che sviluppa nuovi sistemi diagnostici per la garanzia di qualità e di sicurezza in campo alimentare e veterinario.

Presenter: Gianni Rusconi, giornalista
Intervengono:
Davide Dattoli – Co-Founder, Talent Garden
Paola Cavallero – Marketing & Operations Director, Microsoft Italia
Testimonianze start up Microsoft BizSpark: Melixa e Bioside

L'accesso al DW TALK è libero sino ad esaurimento dei posti, previa registrazione online.



PARTNER

 
ENDORSER RESEARCH PARTNER

 
MEDIA PARTNER

Brought to you by

Contact us:

contact@dwm2015.com
Tel
. +39 02 8715 6782





--
www.CorrieredelWeb.it

Internet of Things e' qui. 28/29 Aprile @ Milan Disruptive Week


M2M FORUM - 28/29 APRILE 2015 MILANO
AGENDA SPONSOR IT MATCHING SPEAKER REGISTER NOW

I PROTAGONISTI DI INTERNET OF THINGS SONO A M2M FORUM 2015

28-29 Aprile, 2015 - Conference, Exhibition, Matchmaking
Atahotel Expo Fiera - Pero-Milano


Grande attesa per la XIV edizione di M2M Forum in programma il 28 e 29 aprile a Milano. M2M Forum è dal 2002 il primo appuntamento per il mondo della comunicazione tra macchine (M2M) e da alcuni anni l'evento italiano dedicato all'Internet of Things (IoT).

Sono attesi oltre 1200 partecipanti provenienti da 19 paesi che incontreranno 87 aziende Sponsor, Espositori e Partner e sono previsti oltre 300 one-2-one business meetings.

Tra le sessioni si segnalano:

MS1 A – INTERNET OF THINGS E M2M:  STRUMENTI INNOVATIVI PER LO SVILUPPO DELLA COMPETITIVITÀ DELLE IMPRESE

Martedì 28 aprile, Sala Africa, ore 9.15 – 10.45

L'Internet of Things non è solamente l'ennesima tecnologia digitale che arriva sul mercato ma una vera "rivoluzione" che sta iniziando a trasformare il modo di lavorare e produrre, oltre alla vita quotidiana di tutti noi, offrendo nuove possibilità di sviluppo per le imprese, che dovrà essere inserito in un nuovo quadro regolamentario.

Chairman: Gianluigi Ferri, Founder, M2M Forum


MS1 C – SOPRAVVIVERE E PROGREDIRE NEL MONDO M2M: SU QUALI AREE DI INTERVENTO SI ARTICOLA LA CRESCITA?

Martedì 28 aprile, Sala Africa, ore 11.40 – 13.15

Come sviluppare un modello di business profittevole e massimizzare le opportunità di ricavi? I leader e i protagonisti del mercato M2M/IoT condivideranno prospettive e visioni rispetto allo stato di sviluppo del mondo M2M/IoT e discuteranno di come si stanno affrontando le nuove sfide e le future opportunità di business.

Chairman:  Saverio Romeo, Principal Analyst, Beecham Research

MS2 -
SMART ENERGY: ARRIVA "INTERNET OF ENERGY" A SUPPORTO DI CLIENTI E MERCATI "SMART"

(in collaborazione con Energia Media)

Mercoledì 29 aprile, Sala Africa, ore 9.30 – 11.20

Il punto della situazione concreto sul cambio di paradigma tra generazione centralizzata e distribuita. Una riflessione sulla reale volontà del paese di muoversi verso una transazione "di sistema" che potrà portare – in una prospettiva a medio termine – a un ulteriore rilancio delle rinnovabili proprio in ottica Smart Energy. Il Paese si prepara inoltre alla sfida della totale apertura dei mercati energetici; nel 2018 si metterà fine infatti al mercato a maggior tutela, con (positive) ripercussioni nel rapporto con i cittadini.

Chairman: Emanuele Martinelli, Editorial Director, industriaenergia.it


Hanno confermato la loro presenza nelle tre sessioni i seguenti speaker:

Davide Bigoni, Technical Solutions Manager, Samsung

Luca Bixio, Head of Technical Account Management, Abo Data

Virginio Mario Costamagna, Sales Manager Business Unit M2M & IoT Services, Telecom Italia Digital Solutions

Tom Davis, Founder & CEO, Solair

Michele Frassini, Marketing & Sales Manager M2M Italy, Vodafone Global M2M

Riccardo Montanari, Regional Sales Manager Italy & DACH (Deutchland, Austria, Swiss), Cambium Networks

Claudio Moscardini, Managing Director Bunisess Unit Gas & Power, Sorgenia

Gianluigi Proserpio, Senior Researcher, RSE

Emilio Sani, Partner, Studio Legale Macchi di Cellere Gangemi*

Fabio Santini, Director Developer Experience and Evangelism Division, Microsoft

Fracois Sforza, Member ,LoRa Alliance – Board and Director of long range wireless devices, Semtech

Luigi Zabatta, Executive Director Business Unit M2M and IoT Services, Telecom Italia Digital Solutions


M2M Forum è parte della nuova "Disruptive Week" che nasce per riunire a Milano in un'unica settimana gli appuntamenti internazionali dedicati alle tecnologie più innovative e dirompenti, quali Internet of Things, Robotics, Smart Energy, Wearable Technologies e Drones.

La partecipazione a M2M Forum è gratuita previa registrazione online


main sponsor
sponsor
exhibitors
 
speech sponsor





M2M Forum 2015 - 28/29 April | Atahotel Expo Fiera | Pero | Milano | Italy

BROUGHT TO YOU BY INNOVABILITY - A PART OF DISRUPTIVE WEEK - CONTACT US


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI