Cerca nel blog

lunedì 31 agosto 2015

I dischi WD desktop ad alte prestazioni arrivano alla capacità di 6 TB



Gli hard drive WD Black offrono prestazioni entusiasmanti per gamer, appassionati e professionisti della creatività

Milano, 31 agosto 2015 – WD®, azienda di Western Digital (NASDAQ: WDC) e leader globale negli hard disk, ha ampliato la sua nota linea di performance hard disk WD Black portandone la capacità fino a 6 TB. Già in distribuzione, i drive – da 3,5 pollici e 7200 RPM – rappresentano la soluzione ideale per gamer e professionisti in cerca di elevate prestazioni per i loro sistemi desktop e workstation.

I dischi WD Black combinano velocità di rotazione di 7200 RPM, 128 MB di cache, tecnologia dual state actuator, interfaccia SATA da 6 gigabit/secondo (Gb/s) e doppio processore integrato per offrire le migliori prestazioni in un drive ad alta capacità. Il WD Black da 6 TB è fino al 29% più veloce rispetto alla precedente versione da 4 TB per quanto riguarda il thoughput dei dati, e il 10% più veloce secondo PCMark Vantage.

“Grazie all’abbinamento tra massime prestazioni del sistema e un’elevata capacità, l’estensione del WD Black a 6 TB consente a gamer, appassionati e creativi di puntare sulla personalizzazione senza dover scendere a compromessi”, spiega Cindi Grace, senior vice president of WD storage technology group. “Scegliendo gli hard disk WD Black, i clienti WD ottengono il mix ideale tra capacità, prestazioni ed affidabilità per gestire al meglio ogni elaborazione su desktop.”

Gli hard disk WD Black da 6 TB sono caratterizzati da:
Superiore affidabilità – La tecnologia StableTrac™ (modelli da 2 TB e di dimensioni
superiori) fissa l'albero motore all’interno del drive, per aumentare l'affidabilità e ridurre l'impatto provocato dalle vibrazioni indotte dal sistema sugli altri componenti. Grazie alla stabilizzazione interna dei piatti, il drive WD Black offre un monitoraggio più accurato in un particolare settore durante le operazioni di lettura e di scrittura, raggiungendo prestazioni e affidabilità ottimali.
Cache DRAM aumentata - La tecnologia Dynamic Cache migliora gli algoritmi di caching in tempo reale per allocare e ottimizzare la cache tra le operazioni di lettura e di scrittura. Questo movimento della cache per la lettura dei dati aiuta a ridurre la congestione e a migliorare le prestazioni complessive.
Efficace doppia elaborazione – Un processore dual-core offre il doppio della potenza elaborativa rispetto a un processore single-core per massimizzare le prestazioni del disco e raggiungere velocità superiori in lettura e scrittura.
Garanzia limitata di 5 anni, unica sul mercato – Rispetto ad hard disk standard, i dischi WD Black superano test di collaudo interno più pesanti e aggressivi per periodi di tempo più lunghi, cosa che permette loro di essere coperti da una garanzia limitata di 5 anni, unica sul mercato.

Prezzo e disponibilità
Già disponibili sul canale distributivo, i dischi WD Black vantano una garanzia limitata di 5 anni. Il prezzo di vendita raccomandato per il disco WD Black da 5 TB (modello WD5001FZWX) è di 289 Euro, quello per il modello da 6 TB (modello WD6001FZWX) è di 329 Euro. Ulteriori informazioni sugli hard disk WD Black per desktop, inclusi i termini della garanzia limitata sono disponibili a questo link: 
http://www.wdc.com/it/products/products.aspx?id=760

WD
WD, azienda di Western Digital, è da sempre all’avanguardia e leader del mercato dell’archiviazione. Punto di riferimento nel mondo storage, l’azienda produce hard disk e dischi allo stato solido a elevate prestazioni. Questi dischi vengono utilizzati da OEM e integratori di computer desktop e mobili, sistemi informativi enterprise, sistemi integrati e applicazioni di elettronica di consumo, così come dall’azienda stessa, che fornisce i suoi prodotti storage. I dispositivi e i sistemi storage leader di WD, i prodotti di rete, i lettori multimediali e le soluzioni software consentono agli utenti in tutto il mondo di salvare, archiviare, proteggere e condividere in maniera semplice i loro contenuti su molteplici dispositivi. WD è stata fondata nel 1970 con quartier generale a Irvine, California. Per ulteriori informazioni, visitate il sito dell’azienda www.wd.com.
Western Digital Corp. (NASDAQ: WDC), Irvine, Calif., è un fornitore globale di prodotti e servizi che consentono alle persone e alle organizzazioni di raccogliere, gestire, fruire e preservare i contenuti digitali. Le sue aziende progettano e producono dispositivi storage, sistemi di rete e prodotti di home entertainment sotto i marchi WD, HGST e G-Technology. Visitate la sezione dedicata agli investitori sul sito dell’azienda (www.westerndigital.com) per accedere a una serie di informazioni finanziarie dedicate.

Il progetto Ignite di Autodesk porta innovazione, creatività e apprendimento Maker-based nelle classi

Milano, 31 agosto 2015 Rispondendo alla richiesta del Presidente Obama di creare una nazione di Maker e quale parte dell'evento svoltosi alla Casa Bianca per l'inaugurazione della National Week of Making,  Autodesk, Inc. (NASDAQ: ADSK) ha annunciato Autodesk Project Ignite, una piattaforma di apprendimento libera e gratuita* ideale per costruire le competenze dei giovani studenti attraverso esperienze progettuali basate su stampa 3D ed elettronica. Mirando alle scuole K-12, il Progetto Ignite prevede una esperienza di progettazione end-to-end, dall'idea al digital modeling sino alla produzione fisica. Raccoglie software di progettazione gratuiti e personalizzabili, progetti step-by-step e opzioni per l'acquisto di hardware. I siti web Project Ignite, Tinkercad  e 123D Circuits di Autodesk sono certificati COPPA safe-harbor dal CARU Kid's Privacy Safe Harbor Program.
Grazie alla sua  lunga storia nel settore dell'educazione Autodesk comprende come i giovani studenti abbiano le potenzialità per cambiare il mondo quando posseggono l'ispirazione e vengono forniti degli strumenti adatti. La piattaforma di apprendimento Progetto Ignite si aggiunge all'offerta gratuita per il settore  educativo,  e rilascia un pacchetto che racchiude tecnologia, contenuti per l'apprendimento e servizi creati in modo specifico per portare il movimento dei Maker nelle classi.
"La capacità di assumere i rischi, imparare dal fallimento e risolvere i problemi è fondamentale per preparare gli studenti alle sfide future", ha dichiarato Samir Hanna, vice president and general manager, Autodesk Consumer and 3D Printing. "Quando l'apprendimento include il fare, la progettazione e la creatività, gli studenti hanno la libertà di esplorare diversi modi di impegnarsi con i contenuti e gli altri. Il Progetto Ignite fornisce un ambiente collaborativo e concreto, necessario per stimolare gli insegnanti, aumentare il coinvolgimento degli studenti e ispirare il pensiero progettuale  in modo semplice e divertente."
Con il supporto di società quali Microsoft, MakerBot, e Electroninks Writeables, il  Progetto Ignite offre in aggiunta bundle per le classi, che includono hardware come stampanti 3D e kit di elettronica insieme a servizi di sviluppo professionale e formazione, per aiutare gli insegnanti ad essere velocemente operativi.
"Il Progetto Ignite è stato un ottimo inserimento nel programma della classe e mi piace quello che fa per il divertimento, l'impegno e l'interesse generale dello studente, grazie al design e alla tecnologia di stampa 3D, ha dichiarato Kim Coyle, insegnante, scuola media di Plainville a Plainville, CT. "Il nostro obiettivo è quello di ispirare e preparare gli studenti ad essere la prossima generazione di innovatori quindi stiamo espandendo il Progetto Ignite ad altri livelli scolastici e cercando di creare per il prossimo anno un makerspace in grado di fornire un ambiente che alimenti la curiosità e la creatività degli studenti."
Autodesk ha l'obiettivo di portare la tecnologia innovativa su piattaforme comuni per offrire una migliore esperienza all'utente finale. Proprio come Spark, la piattaforma aperta per la stampa 3D di Autodesk, ha lo scopo di accelerare l'innovazione nella  stampa 3D, il Progetto Ignite estende questo concetto al settore dell'educazione abilitando la prossima generazione di innovatori e sarà disponibile in inglese per insegnanti e studenti negli Stati Uniti e all'estero.
·         Per gli insegnanti – Il Progetto Ignite comprende gratuitamente* software di progettazione Autodesk, incluso Tinkercad e 123D Circuits, e offre lezioni per queste app per incoraggiare il design thinking e le capacità di risolvere i problemi. Fornisce inoltre opzioni per l'acquisto di hardware come stampanti 3d da MakerBot, penne da Circuit Scribe e moduli da Electroninks Writeables. Gli insegnanti possono accedere ai contenuti gratuiti * del Progetto Ignite anche se non desiderano acquistare l'hardware.
·         Per le scuole – Gli amministratori possono scegliere tra diversi pacchetti composti da software gratuito* e opzioni per l'acquisto dell'hardware, formazione  e supporto per gli insegnanti, per introdurre il Movimento dei Maker in classe.
·         Per partner educativi – il Progetto Ignite è aperto agli insegnanti, agli editori, ai fornitori di tecnologia per l'insegnamento e di hardware che cercano opportunità per guidare la nuova rivoluzione educativa che ispirerà gli studenti a migliorare la propria istruzione nelle materie quali scienza, tecnologia, ingegneria, arte e matematica e fornire agli insegnanti un accesso veloce alle tendenze tecnologiche emergenti.
·         Per famiglie e genitori – Progetto Ignite è un ottimo modo per imparare insieme le basi della tecnologia in un ambiente moderato che si estende a progetti coinvolgenti e divertenti del fine settimana.
Per maggiori informazioni sulla piattaforma di apprendimento Progetto Ignite, visita il sito web: https://projectignite.autodesk.com
Ulteriori informazioni su Autodesk nel settore Educativo
Autodesk fornisce a giovani studenti, insegnanti e scuole l'accesso continuativo alla propria gamma gratuita di software professionali per la progettazione in 3D e alle applicazioni creative, così come a contenuti di apprendimento basati su progetti per ispirare e preparare la prossima generazione di maker, creatori e innovatori. Il portfolio comprende:
·         Costruire professionalità con giovani studenti a partire dalle scuole elementari sino a soggetti che si occupano di materie quali scienza, tecnologia, ingegneria, arte e matematica per risolvere le sfide del mondo reale.
·         Impartire le conoscenze necessarie per il mercato e capacità di progettazione 3D per dare agli studenti un vantaggio competitivo che gli consenta di raggiungere i propri obiettivi personali oggi, e una carriera di successo futura.
·         Aiutare gli insegnanti a ispirare la creatività e l'innovazione tra i loro studenti, e facilitare un approccio multidisciplinare alla formazione che rifletta le realtà aziendali di oggi.
Nel dicembre 2014, Autodesk ha annunciato un impegno di svariati milioni di dollari per rendere sia il proprio software di progettazione 3D gratuito* sia le applicazioni creative, disponibili alle scuole,  insegnanti e studenti di tutto il mondo per supportare le economie globali future e guidare l'innovazione. 
Per richiedere accesso gratuito al software Autodesk per le scuole, visita il sito web: www.autodesk.com/academic.
Informazioni su Autodesk
Autodesk aiuta  le persone ad immaginare, progettare e creare un mondo migliore. Tutti, dagli studenti agli hobbisti sino agli ingegneri, architetti, progettisti professionali e artisti digitali utilizzano le app, i software e i servizi Autodesk per liberare la propria creatività, realizzare prodotti migliori e risolvere importanti sfide. Per ulteriori informazioni su Autodesk, visita il sito http://www.autodesk.it/ o seguici su Facebook Autodesk Italia oppure Twitter @autodesk.



Autodesk, 123D, Autodesk 123D, Tinkercad sono marchi o marchi registrati di  Autodesk, Inc., and/or di sue filiali negli  USA e/or in altri paesi.. Tutti gli altri nomi, nomi di prodotto o marchi appartengono ai loro rispettivi proprietari. Autodesk si riserva il diritto di modificare le offerte di prodotti e servizi, le specifiche e il prezzo in qualsiasi momento senza preavviso, e declina ogni responsabilità per errori tipografici o grafici contenuti nel presente documento.

© 2015 Autodesk, Inc. All rights reserved.


* I prodotti gratuiti sono soggetti ai termini e alle condizioni del contratto di licenza per l'utente finale e ai servizi che accompagnano il software.

Blue Coat acquisisce Perspecsys per rendere più efficaci e sicure le applicazioni Public Cloud Private

Blue Coat Systems, azienda leader nel mercato della Enterprise Security, ha acquistato Perspecsys Inc, società leader nelle soluzioni Cloud Enterprise per la protezione dei dati, ampliando in modo significativo l’offerta nel segmento di Cloud Security e assicurando il portfolio di Hybrid Cloud più affidabile del settore. Blue Coat si posiziona così da leader nel segmento del Cloud Access Security Broker (CASB) e stabilisce nuovi standard per la protezione dei dati all’interno delle applicazioni cloud.

“Le soluzioni CASB sono diventate l’elemento primario nei sistemi di sicurezza per le applicazioni in ambito SaaS”, dichiara Mike Fey, President e COO di Blue Coat. “Gli analisti  prevedono una crescita importante in questo comparto nel corso dei prossimi cinque anni, partendo dall’incremento continuo delle implementazioni SaaS che portano questa tecnologia a diventare una componente essenziale nella gestione dei dati aziendali e del Cloud Security.”

L’acquisizione consente a Blue Coat di offrire la più ampia gamma di funzionalità CASB con un portfolio già unico nel settore del Secure Web Gateway. Insieme, Perspecsys e Blue Coat, offrono una soluzione leader sul mercato per la protezione dei dati, in un’era guidata dalle continue richieste degli utenti per le applicazioni cloud, unitamente alle esigenze di miglioramento della sicurezza per servizi e applicazioni cloud aziendali certificate.

Poiché le dipendenze dalle applicazioni cloud continuano a crescere, le imprese si trovano ad affrontare molti problemi in materia di privacy dei dati, conformità e sicurezza, tra cui: i requisiti di conformità per l’identificazione del personale, così come le normative sui pagamenti, le informazioni sanitarie protette e ancora il controllo sui dati riservati, il rispetto delle regole regionali per le imprese multinazionali e i tentativi di violazione dati. Tutte queste criticità agiscono da inibitore per l’adozione di applicazioni e servizi cloud per molte organizzazioni.

La piattaforma di Cloud Data Protection di Perspecsys risolve i principali rischi aziendali derivanti dai temi di conformità dei dati, privacy e sicurezza per le imprese che sono interessate ad adottare applicazioni cloud. Attraverso l’uso di funzionalità brevettate, di strumenti di token data e di crittografia, Perspecsys assicura alle imprese il controllo completo in qualsiasi momento, indipendentemente da dove risiedono i dati, sia durante le fasi di utilizzo sia quando sono archiviati su cloud. Rimuovendo i rischi associati con l’immissione di dati sensibili in applicazioni cloud come saleforce.com, ServiceNow e Oracle, Perspecsys rende efficaci e disponibili le applicazioni di Public Cloud Private.

“Per ottenere il controllo sull’esplosione di utilizzo delle applicazioni cloud, i nostri clienti ci evidenziano che il proxy server rappresenta il luogo più logico per implementare le funzionalità CASB e grazie al nostro background e alla perfetta conoscenza delle applicazioni web, assicuriamo la soluzione più appropriata”, sottolinea Greg Clark, CEO di Blue Coat. “Poiché oltre il 50 per cento dei nostri clienti ha sedi e uffici all’estero, e da sempre siamo impegnati ad ampliare la nostra vision nelle soluzioni di Cloud Protection, stiamo prestando particolare attenzione alle specifiche esigenze evidenziate dalle multinazionali che sviluppano business nelle diverse aree geografiche, supportandole anche nel rispetto delle specifiche normative locali. Perspecsys ha infatti sviluppato un approccio per la crittografia e la creazione di token data su cloud che può essere facilmente utilizzato ovunque da clienti a livello internazionale, assicurando una forza dirompente sul mercato e un grande plus al portfolio di Blue Coat. In sintesi, le funzionalità di Perspecsys riducono in modo esponenziale i rischi di cyber-crime per le aziende. La gestione dei dati non utilizzati con la creazione di token o strumenti di crittografia, sta rapidamente diventando un elemento critico per la difesa da attacchi informatici, sia per le infrastrutture aziendali sia per le applicazioni cloud”.

“Siamo entusiasti di unire le nostre forze a quelle di Blue Coat. Come maggior vendor al mondo nelle soluzioni di sicurezza di contenuti e leader nel segmento CASB, Blue Coat si conferma fondamentale per questi servizi di sicurezza”, evidenzia David Canellos, CEO di Perspecsys. “Le aziende oggi sono interessate a questo tipo di soluzioni e la nuova offerta di Cloud Data Protection rappresenta un naturale complemento al portfolio già ampliamente apprezzato sul mercato delle tecnologie cloud e proxy di Blue Coat.”

giovedì 27 agosto 2015

Xerox: i servizi di stampa gestita sbarcano sul cloud

Per le aziende è sempre più importante riuscire ad aumentare il livello di efficienza e di sicurezza interne nella gestione dei documenti. Per rispondere adeguatamente alla necessità delle imprese di gestire nel miglior modo possibile i flussi di documenti e di dati, Xerox ha realizzato nuovi strumenti in grado di stampare a un minor costo – e in minor quantità – e semplificare i processi di business in modo sicuro e sostenibile.

 

A cura di Paolo Recrosio, Presidente e Amministratore Delegato di Xerox Italia

 

27 agosto 2015 - Talvolta, capita che durante un discorso vengano usate in maniera inesatta parole particolarmente in voga al momento, come "cloud", facendo riferimento al senso lato del termine, ossia innovazione. Se invece parlassimo di cloud per ciò che realmente è, in relazione per esempio al mondo dei documenti aziendali, alle informazioni in essi contenute e ai flussi di lavoro che li gestiscono, capiremmo subito perché è importante contestualizzare e parlare di cloud in riferimento ai servizi di stampa gestititi (MPS).

 

Le aziende, infatti, stanno affrontando importanti sfide legate alla stampa gestita e al flusso di documenti all'interno degli uffici. I costi in continuo aumento, gli imponenti investimenti di tempo ed energia, l'inefficienza di hardware e software obsoleti e il dover lavorare in maniera limitata per via delle numerose restrizioni di sicurezza sono solo alcune delle motivazioni più urgenti che spingono all'adozione del cloud.

 

La gestione di questi documenti permette alle aziende di creare processi automatizzati e ripetibili in grado di favorire un'ingente crescita dell'efficienza aziendale. Inoltre, tutto questo può portare a velocizzare la diffusione delle informazioni verso clienti, fornitori e agenti, incoraggiando così una maggiore soddisfazione nonché fidelizzazione del cliente.

 

I fornitori di soluzioni MPS come Xerox, la cui ultima generazione di servizi di stampa gestiti consente ai clienti di avere un maggior controllo dell'informazione mantenendo la gestione dei fattori rilevanti per il business quotidiano quali produttività, mobilità, sicurezza e sostenibilità, si troveranno presto ad affrontare la sfida di combinare risorse diverse – hardware, software e competenze – per accelerare il processo di automazione catturando, immagazzinando, condividendo e trasformando i documenti cartacei ed elettronici.

 

Quando i servizi di stampa gestiti basati su cloud vengono combinati alla gestione documentale come in questo caso, è possibile garantire una reale gestione dei contenuti grazie a soluzioni come le stampanti multifunzione. 

 

I fornitori devono, inoltre, assicurarsi che le informazioni ricavate dai documenti siano rese disponibili attraverso il cloud agli utenti autorizzati tramite un accesso protetto da password, garantendo strette misure di sicurezza e supportando la trasformazione delle informazioni su carta in contenuti digitali e flessibili.

 

Ovviamente, oltre a prevedere la possibilità di accedervi da remoto, i fornitori di servizi cloud devono garantire l'accesso ai contenuti in qualsiasi luogo e momento, così che i dipendenti possano organizzare, elaborare e condividere meglio i documenti.

 

Indipendentemente dalla grandezza dell'azienda e dal tipo di flusso di documenti con cui si avvia la propria attività, siano essi personali o di altro tipo, i servizi cloud aiutano a costruire una strategia efficace per tenere sotto controllo le informazioni, riuscendo a gestire, allo stesso tempo, questioni come la produttività, la mobilità, la sicurezza e la sostenibilità nonché una più estesa trasformazione digitale. Il cloud, infatti, regge tutti quegli altri aspetti delle trasformazione digitale – mobile, social e big data – che lo rendono un neologismo assolutamente degno di nota.

 


I dischi WD Red™ Pro ora disponibili con capacità da 6 TB

Parte della famiglia di hard disk leader di mercato dedicata ai NAS, WD Red Pro offre maggiore densità storage per i sistemi fino a 16 alloggiamenti

Milano, 27 agosto 2015 WD®, azienda di Western Digital (NASDAQ: WDC) e leader globale nelle soluzioni storage, ha annunciato oggi l'espansione della sua apprezzata linea di hard disk WD Red Pro con nuove capacità da 5 TB e 6 TB. La famiglia WD Red Pro è ideale per sistemi NAS (network attached storage) fino a 16 alloggiamenti, e per le aziende che presentano maggiori necessità storage rispetto ai dischi WD Red.

Già in distribuzione, i dischi WD Red Pro da 5 e 6 TB sfruttano un design più avanzato e 128 MB di cache per raggiungere velocità di trasferimento dati di 214 megabytes al secondo (MB/s). WD NASware™ 3.0 offre una tecnologia che migliora protezione dei dati, performance NAS elevate e affidabilità dell'integrazione.

"WD offre ai clienti un portafoglio completo di soluzioni storage per NAS a elevata capacità (WD Red e WD Red Pro) per gli utenti consumer, ma anche soluzioni NAS aziendali," ha affermato Cindi Grace, senior vice president of WD storage technology group. "Con l'espansione della capacità c'è solo una strada da percorrere per i clienti che desiderano aumentare la densità storage dei loro sistemi, avendo al contempo la sicurezza che i loro dati sono protetti dal marchio più noto e affidabile del mercato."

Gli hard disk WD Red Pro da 6 TB sono caratterizzati da:
Protezione dagli urti fino a 16 alloggiamenti – Dotato di un sensore degli urti multiasse, il disco rileva automaticamente gli eventi di scossa minori, assieme alla tecnologia dynamic fly height, e regola ogni funzione di lettura-scrittura per compensare e proteggere i dati. Questa combinazione tecnologica protegge l'unità in ambienti NAS di grandi dimensioni da 1 a 16 alloggiamenti.
            NASware 3.0 – L'esclusivo firmware avanzato consente integrazione senza problemi, solida protezione dei dati e prestazioni ottimali per i sistemi operativi negli ambienti NAS più esigenti.  
            Protezione dalle vibrazioni – La tecnologia di compensazione delle vibrazioni hardware monitora il disco per correggere sia le vibrazioni lineari che di rotazione in tempo reale, aumentando ulteriormente l'affidabilità del disco e consentendo performance elevate nei sistemi a vibrazioni più elevate causate dalle vibrazioni del disco, oltre che dal ventilatore ad alta velocità utilizzato per raffreddare sistemi di dimensioni maggiori.
            Garanzia più lunga – Rispetto alla garanzia limitata di 3 anni che copre la famiglia WD Red, i dischi WD Red Pro vantano una copertura prolungata con una garanzia limitata di 5 anni.

Prezzo e disponibilità
Attualmente disponibile sul canale distributivo, il disco WD Red Pro ha una garanzia limitata di 5 anni. Il prezzo di vendita raccomandato per il disco WD Red Pro da 5 TB (modello #: WD5001FFWX) è di 290,00 Euro e 319.00 Euro per il modello da 6 TB (modello #: WD6001FFWX). Ulteriori informazioni sugli hard disk WD Red Pro inclusi i termini della garanzia limitata sono disponibili sul sito dell'azienda a questo indirizzo: http://www.wdc.com/it/products/internal/nas/.

WD
WD, azienda di Western Digital, è da sempre all'avanguardia e leader del mercato dell'archiviazione. Punto di riferimento nel mondo storage, l'azienda produce hard disk e dischi allo stato solido a elevate prestazioni. Questi dischi vengono utilizzati da OEM e integratori di computer desktop e mobili, sistemi informativi enterprise, sistemi integrati e applicazioni di elettronica di consumo, così come dall'azienda stessa, che fornisce i suoi prodotti storage. I dispositivi e i sistemi storage leader di WD, i prodotti di rete, i lettori multimediali e le soluzioni software consentono agli utenti in tutto il mondo di salvare, archiviare, proteggere e condividere in maniera semplice i loro contenuti su molteplici dispositivi. WD è stata fondata nel 1970 con quartier generale a Irvine, California. Per ulteriori informazioni, visitate il sito dell'azienda www.wd.com.
Western Digital Corp. (NASDAQ: WDC), Irvine, Calif., è un fornitore globale di prodotti e servizi che consentono alle persone e alle organizzazioni di raccogliere, gestire, fruire e preservare i contenuti digitali. Le sue aziende progettano e producono dispositivi storage, sistemi di rete e prodotti di home entertainment sotto i marchi WD, HGST e G-Technology. Visitate la sezione dedicata agli investitori sul sito dell'azienda (www.westerndigital.com) per accedere a una serie di informazioni finanziarie dedicate.

Data Centre Transformation - Il livello di innovazione nelle organizzazioni IT: a che punto siamo?


                                      


LA TRANSFORMATIVE TECHNOLOGY INNESCA LA CRESCITA
E I BUSINESS LEADER SI ASPETTANO SEMPRE DI PIU' DAI DIPARTIMENTI IT
Dal nuovo Studio emerge un nuovo metro di valutazione delle performance dell'IT secondo logiche di creazione di valore per il Business e i Clienti;
Evidenti i vantaggi derivanti dalle tecnologie innovative

Milano, 27 agosto 2015 – I responsabili delle aziende leader nel mondo richiedono ai propri dipartimenti IT di generare un business misurabile e di fare della tecnologia e della sua trasformazione un elemento in grado di apportare vantaggio competitivo. Questo è quanto emerge da un nuovo studio realizzato da Business Performance Innovation (BPI) Network, realtà internazionale per la promozione della trasformazione dell'IT.

L'ultima ricerca – sulla scia dell'iniziativa di BPI Network "Transform to Better Perform" (www.reinventdatacenters.com) sponsorizzata da Dimension Data – ha come obiettivo quello di misurare il livello di innovazione all'interno delle organizzazioni IT. Emerge come la maggior parte dei business decision maker stiano dedicando una sempre maggiore attenzione alle implicazioni strategiche generate dalle cosiddette "disruptive technology". Si evince così l'ambizione di portare le proprie organizzazioni ad adottare le moderne tecnologie e nuovi canali di ingaggio con clienti e digital experience.

Il nuovo studio – "Accelerating Business Transformation Through IT Innovation: Getting the Business Leader Take on the IT Change Mandate" (http://reinventdatacenters.com/transformation-report) – mette in luce come i business leader stiano ponendo una nuova sfida alle organizzazioni IT: porre come obiettivo primario dell'adozione tecnologica l'innovazione e la crescita. Si evidenza, inoltre, una propensione verso una trasformazione delle proprie infrastrutture IT che prevede l'adozione di nuovi modelli di hybrid IT basati su cloud e il rinnovamento dei  data center.

Il 70% dei responsabili che hanno partecipato a livello globale al questionario di BPI Network ritiene che la tecnologia è diventata "sempre più importante" per il loro business, meno della metà (47%) dei 250 executive ritiene alto o molto alto il livello di innovazione dei propri dipartimenti IT. Il 52% ritiene che sia basso o che stia facendo piccoli progressi. Solo il 42% afferma che il proprio IT stia facendo un buon lavoro nel diventare più strategico, veloce e sostengo efficace al business, rispetto a un 58% che vede questa trasformazione limitata o lenta.

Per quanto riguarda le metriche di misurazione, il 46% di coloro che hanno partecipato al questionario ritiene che garantire l'affidabilità, la scalabilità e la sicurezza dell'infrastruttura IT costituisca la metrica più efficace, mentre il 38% ritiene che un altro importante criterio sia la capacità dei dipartimenti IT nell'apportare idee e soluzioni per migliorare i risultati di business. Leggermente inferiore è l'importanza della qualità e tempestività nel rilascio delle applicazioni (29%) e la customer satisfaction relativa ad un'interfaccia di business tech-driven (27%).

"Dai senior executive "C-suite" alle business unit, i manager sono entustiasti nel constatare la progressiva adozione delle tecnologie che rendono più agile il loro lavoro, migliorano la customer experience e rendono le proprie organizzazioni più competitive", afferma Dave Murray, head of thought leadership presso BPI Network. "Riteniamo che questo costituisca un nuovo obiettivo per l'IT e una nuova enfasi sul suo ruolo nella crescita del business e nel contribuire a differenziare le aziende nel mercato".
 
Le aspettative rispetto ai dipartimenti IT stanno crescendo ed assumendo un ruolo sempre più importante nell'identificazione di dove e come la trasformazione della tecnologia può influenzare le performance del business. Le innovazioni che impattano i clienti costituiscono le prime tre aree in cui i partecipanti alla ricerca hanno individuato un'immediata ricaduta positiva sul business. Tra queste:
·         Rendere più semplice intrattenere relazioni di business con l'azienda
·         Arricchire le modalità di interazione con clienti e partner
·         Migliorare, in generale, la customer experience

Sorprendentemente, l'85% dei business line executive affermano di dedicare più tempo, o di volerlo fare, nella comprensione delle implicazioni strategiche delle tecnologia. In questo contesto, i primi cinque imperativi relativi alla trasformazione dell'IT risultano:
·         Miglior risposta alle esigenze in continuo mutamento del business
·         Attenzione alla digital experience come elemento di vantaggio competitivo
·         Rilascio delle applicazioni più rapido, migliore e ad un costo inferiore
·         Revisione delle modalità di coinvolgimento, acquisizione e offerta dei servizi ai clienti
·         Comprensione ed adozione delle "disruptive technology"

In particolare, i partecipanti alla ricerca di BPI Network vedono i maggiori benefici dalla trasformazione del data center e del cloud. In particolare:
     ·        Maggiore agilità e miglior risposta ai cambiamenti del business (70%)
·         Contenimento dei costi(57%)
·         Migliore time to market (47%)

Per quanto riguarda i propri data center, il 48% ha in previsione un aggiornamento e un upgrade, il 44% si aspetta una progressiva migrazione a un modello hybrid IT che sintetizza data center on-premise e cloud.

"Le realtà appartenenti a tutti i settori di mercato e che operano in tutto il mondo si stanno rendendo conto che è necessario un nuovo modello di data centre e reti in grado di rispondere alle esigenze del business e che possano portare innovazione, agilità e velocità," ha aggiunto Richard Garratt di Dimension Data. "I confronti  attuali sui modelli data center e l'IT ibrido cloud-enabled ruotano attorno a necessità generate da un mercato che sta cambiando rapidamente".

In merito al vantaggio competitivo, i rispondenti alla survey di BPI Network hanno identificato le cinque transformative technology che ritengono possano costituire un elemento differenziante e in grado di generare valore per il business. Tra queste: 
     ·         Intelligence in Real-time da dati generati da sensori integrati -- Internet of Things (35%)
·         Always on, un modello scalabile e sempre disponibile (33%)
·         Social media data mining e un miglior livello di coinvolgimento(29 %)
·         Micro-targeting e personalizzazione per mezzo dei Big Data analytics (28%)
·         Proliferazione di smart mobile device e applicazioni (26%)

In base ai risultati della ricerca, è evidente una contraddizione tra la necessità di adottare nuove tecnologie e l'effettiva risposta a questa necessità. Le sfide nell'adozione delle nuove tecnologie internamente:
·         Ottenere il consenso e il supporto in vista degli investimenti tecnologici
·         Determinare le necessità e le migliori soluzioni disponibili
·         Ridurre i rischi legati alla sicurezza delle informazioni, le vulnerabilità e le minacce
·         Implementare con successo le tecnologie ed accelerarne l'adozione
·         Rinnovare l'infrastruttura IT

La ricerca BPI Network si è svolta in Q2 2015 e ha visto coinvolti executive con diverse cariche, in rappresentanza di aziende di diverse dimensioni, settori e geografie. Il 22% rappresenta aziende con un fatturato pari o superiore a 1 miliardo di dollari e il 31% tra 100 milioni e 1 miliardo. In media il fatturato complessivo delle aziende rappresentate è inferiore a 100 milioni di dollari.


BPI Network
Business Performance Innovation (BPI) Network è un'organizzazione di networking per condividere pensieri e opinioni di leader e professionisti, dedicata a promuovere i ruoli emergenti dei chief innovation officer e degli innovatori all'interno delle organizzazioni moderne. BPI Network riunisce i manager globali promotori del cambiamento nelle loro aziende attraverso continue ricerche, contenuti a valore e confronti. I responsabili delle aree funzionali (operations, IT, finance, procurement, vendite, marketing, sviluppo di prodotti, ecc.) e i manager delle linee di business sono i fautori dell'innovazione come disciplina e funzione fondamentale delle organizzazioni del 21° secolo e devono cercare di dimostrare dove e come soluzioni e approcci nuovi e originali possano apportare valore al business, garantire sostenibilità e creare vantaggi competitivi per le aziende di tutto il mondo.



Dimension Data
Fondata nel 1983, Dimension Data è un fornitore di servizi e soluzioni ICT e, grazie alle proprie competenze tecnologiche, alla capacità di operare su scala globale ed al proprio orientamento all'innovazione, aiuta ad accelerare le ambizioni di business dei propri clienti.
Dimension Data è un'azienda del Gruppo NTT.

mercoledì 26 agosto 2015

Epson a Labelexpo 2015: tutti i dettagli

A Labelexpo 2015 Epson presenta la sua ampia gamma di stampanti per etichette

Dai modelli compatti e portatili ai sistemi inkjet, fino alle soluzioni di proofing: Epson dimostra il suo impegno nel settore.

Cinisello Balsamo, 26 agosto 2015 - A Labelexpo 2015 (29 settembre - 2 ottobre, Bruxelles Expo, stand 9A50) Epson mostra la propria ampia e articolata gamma di stampanti digitali dedicate al mondo delle etichette comprese alcune soluzioni di stampa capaci di rispondere a esigenze più articolate, e presenta alcune novità.
Epson è in grado di soddisfare varie esigenze di produzione, offrendo la più ampia gamma di soluzioni di stampa per etichette rispetto a qualsiasi altro produttore. I suoi prodotti includono etichettatrici portatili per l'ufficio, l'industria, l'edilizia e per il mondo retail, stampanti a colori da scrivania per applicazioni in-house "on-demand", stampanti largo formato per etichette e soluzioni inkjet a base acqua e UV per applicazioni commerciali che richiedono grandi volumi. Ogni modello, completamente sviluppato da Epson, integra singoli componenti (hardware, testina di stampa, inchiostro e software) sviluppati e prodotti per offrire le migliori prestazioni possibili.
I principali prodotti in mostra a Labelexpo
-    SurePress L-6034VW: stampante con testina PrecisionCore, colori resistenti ai raggi UV e inchiostro bianco opaco coprente. Questo modello consente di ottenere risultati di eccezionale qualità in piccole-medie tirature, producendo etichette resistenti ai graffi e agli agenti atmosferici. E' già presente sul mercato e sono in atto le prime installazioni.
-    Surepress L-4033AW: stampante a 7 colori, unica inkjet a base acqua per il mondo della produzione di etichette, consente di ottenere etichette di alta qualità in piccole-medie tirature. Questo modello garantisce un'eccezionale qualità di stampa su una grande varietà di substrati standard per etichette, come pellicola trasparente e substrati metallici, senza bisogno di pre-trattamenti o rivestimenti.
-    linea ColorWorks: queste stampanti per etichette a colori "on-demand" sono ideali per ambienti di produzione, logistica, retail e sanità. Verrà mostrata per la prima volta la stampante ColorWorks C3500 in configurazione roll-to-roll adatta per le piccole tirature. Inoltre, la ColorWorks C7500 con l'innovativa tecnologia PrecisionCore per la testina di stampa è in grado di produrre etichette di alta qualità su una grande varietà di materiali, fino a quattro pollici di larghezza ad una velocità di 300 mm/sec, con e senza possibilità di riavvolgimento.
-    linea LabelWorks: queste etichettatrici elettroniche e compatte sono ideali per produrre etichette resistenti e durevoli in ufficio, magazzino, fabbrica, ecc.
-    SureColor SC-S: stampante a 64-pollici per grandi formati che garantisce una qualità di stampa eccezionale, dalle piccole etichette a quelle di grandi dimensioni, specie per serie ripetitive e già pronte per il taglio automatico, per sticker resistenti e decalcomanie su un'ampia gamma di substrati autoadesivi.
Durante la manifestazione Epson presenterà una nuova stampante per il proofing, con caratteristiche superiori.
"Abbiamo percorso una lunga strada in un tempo relativamente breve - afferma Renato Sangalli, Sales Manager Pro-Graphics di Epson Italia - e oggi abbiamo una linea di prodotti straordinaria in grado di rispondere a ogni esigenza, con un'ampia scelta di inchiostri e per una vasta gamma di substrati. I nostri prodotti rispondono alle esigenze del mercato e sono progettati per essere accessibili, facili da usare e per fornire qualità, prestazioni e valore a lungo termine. Siamo impegnati nel settore delle etichette in tutte le sue forme e la nostra strategia è soddisfare le esigenze delle aziende, adattandoci e anticipando i bisogni che cambiano."
Maggiori informazioni sono disponibili all'indirizzo  www.epson.eu/labelexpo

Gruppo Epson
Epson è leader mondiale nell'innovazione con soluzioni che superano le aspettative dei clienti in mercati diversi quali ufficio, casa, Retail e industria. La gamma dei prodotti Epson comprende stampanti inkjet, meccanismi di stampa, videoproiettori 3LCD così come robot industriali, visori e sensori, e si basa su tecnologie proprietarie che garantiscono compattezza, riduzione dei consumi energetici e affidabilità elevata.
Con capogruppo Seiko Epson Corporation che ha sede in Giappone, il Gruppo Epson conta oltre 72.000 dipendenti in 94 società nel mondo ed è orgoglioso di contribuire alla salvaguardia dell'ambiente naturale globale e di sostenere le comunità locali nelle quali opera.

martedì 25 agosto 2015

ANCHE INTEL PARTECIPA ALL’INIZIATIVA OSVR

Milano, 25 agosto 2015 – I fondatori dell'Open Source Virtual Reality (OSVR), piattaforma software progettata per realizzare uno standard aperto per i dispositivi di realtà virtuale, hanno annunciato che Intel ha aderito all'iniziativa OSVR, la cui missione è quella di rendere disponibili su larga scala le tecnologie di realtà virtuale attraverso la collaborazione su una piattaforma completamente aperta.
"Intel si apre a ogni tipo di nuove opportunità per gli sviluppatori, e questo favorisce entusiasmanti interazioni specialmente nel regno della realtà virtuale", dichiara Achin Bhowmik, vice presidente e general manager di Intel Perceptual Computing.  "Siamo lieti di collaborare con gli sviluppatori di OSVR per consentire loro di sfruttare la tecnologia Intel RealSense e portare esperienze interattive nella realtà virtuale".
Intel lavorerà con i partner di OSVR fornendo accesso alla tecnologia Intel RealSense alfine di sviluppare applicazioni intuitive di realtà virtuale e aumentata per il gaming e altri settori.

"Siamo estremamente soddisfatti di lavorare con Intel e OSVR allo sviluppo della realtà virtuale con la tecnologia Intel RealSense" dichiara Yuval Boger, CEO di Sensics. "Finora abbiamo solo intravisto il cambiamento che la realtà virtuale può portare nelle nostre vite e non vediamo l'ora di fare passi da gigante nel renderla ancora più avvincente con l'OSVR".

OSVR @ Intel Developer Forum
OSVR ha mostrato i primi prototipi che utilizzano la tecnologia Intel RealSense durante l'Intel Developer Forum 2015 - svoltosi a San Francisco dal 18 al 20 agosto - che ha visto la partecipazione di Intel e Razer. Le demo hanno avuto per oggetto un OSVR Hacker Dev Kit modificato e alimentato da computer basati su processori Intel.

OSVR:
OSVR™ è un ecosistema studiato per stabilire uno standard aperto che consenta a dispositivi di input, output e giochi di realtà virtuale di fornire la migliore esperienza possibile. Grazie al supporto di leader del settore, l'OSVR riunisce sviluppatori e gamer sotto un'unica piattaforma.
Per la lista completa dei membri OSVR e per maggiori informazioni, visitare il sito
www.osvr.com.
Diventa fan dell'OSVR su FB:
https://www.facebook.com/OpenSourceVR
Segui OSVR su Twitter:
https://twitter.com/OpenSource_VR

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI