Cerca nel blog

mercoledì 6 aprile 2016

15 milioni di euro al mese dagli affitti a studenti internazionali nei principali centri universitari italiani

Il mercato immobiliare si ravviva grazie all'arrivo degli studenti internazionali

Milano 6 aprile 2016 – Ogni anno arrivano in Italia circa 55mila* studenti internazionali, un numero in costante aumento, confermato dai risultati sempre più positivi del programma Erasmus+ dell'Unione Europea e dalla crescente mobilità universitaria a livello internazionale. 

Uno studio realizzato da Uniplaces ha voluto quantificare il valore generato dagli studenti internazionali che ogni anno si spostano in Italia per motivi di studio. 

L'indagine ha preso in esame le prime 5 città universitarie per numero di arrivi dall'estero – Roma, Milano, Bologna, Torino e Firenze – stimando che l'affitto a studenti internazionali possa generare per i proprietari di casa oltre 15 milioni di euro al mese.

La classifica vede al primo posto Roma, dove il prezzo medio di una camera singola si aggira intorno ai 433 euro che, rapportati ai circa 12mila studenti internazionali che ogni anno arrivano nella capitale, si traducono in un'opportunità di guadagno per i proprietari di casa di circa 5.2 milioni di euro al mese.

Di poco inferiore la stima per la città di Milano, dove a fronte di un minor numero di arrivi, i proprietari di casa possono trarre vantaggio da un costo superiore per un alloggio, circa 495 euro al mese, per un totale stimato in quasi 5 milioni di euro. 

A seguire le città di Torino e Bologna, con rispettivamente 2 e 1.8 milioni di euro.

A Torino, terza città italiana per numero di universitari internazionali (circa 5mila), l'affitto di una camera singola può fruttare in media 417 euro al mese, mentre a Bologna (4mila studenti internazionali) il guadagno per i proprietari di casa è stimabile in circa 457 euro per ogni camera affittata.

Chiude la classifica la città di Firenze. Il capoluogo toscano ospita ogni anno circa 2.600 studenti in grado di generare ricavi  per oltre 1 milione di euro al mese (391 euro a camera).

"Gli studenti internazionali rappresentano un'opportunità di guadagno importante e in costante crescita, con il numero di arrivi nei centri universitari che sale di anno in anno" afferma Luca Verginella, Marketing Manager Uniplaces per l'Italia

"Per i proprietari di casa rappresentano gli inquilini ideali, grazie a una possibilità di spesa generalmente alta e periodi di soggiorno medio lunghi che coincidono con i semestri di studio".

*Nota metodologica:
La stima dei ricavi è stata effettuata incrociando il costo dell'affitto, su base mensile, delle soluzioni di alloggio in camera singola presenti su Uniplaces e il numero di studenti internazionali nelle diverse città - i dati sono aggiornati al 01.04.2016.
 
I dati per il numero studenti internazionali sono frutto di un confronto tra quanto rilasciato dalla Commissione Europea per il progetto Erasmus+ e il Rapporto EMN "Gli studenti internazionali nelle Università italiane".


I numeri di Uniplaces in Italia e nel mondo:
·        + 15 milioni di euro di valore delle prenotazioni;
·        + 1 milione e mezzo di notti prenotate;
·        145 nazionalità;
·        +30,000 stanze verificate;
·        40 città in 9 paesi;
·        In Italia, Uniplaces è presente a Roma, Milano, Firenze, Torino e Bologna


Uniplaces
Uniplaces, sin dal suo lancio avvenuto nel 2012, si propone come brand di riferimento per tutto ciò che riguarda prenotazioni online di alloggi per studenti universitari.

Questa ambizione è stata supportata da una rapida e costante crescita che ha reso Uniplaces il portale di riferimento per tutto ciò che riguarda prenotazioni online di alloggi per studenti.

Rivestendo un duplice ruolo nel mercato dello student housing, Uniplaces aiuta anche i proprietari di casa ad affittare le proprie strutture in maniera rapida e sicura realizzando una rendita spesso superiore rispetto alla media degli affitti in quella determinata destinazione.

Il portale, in costante crescita, può contare su investimenti da parte di partner finanziari di assoluto spessore inclusi: Octopus Investments ed i fondatori di Zoopla and LOVEFiLm.

Per maggiori informazioni visitare: https://www.uniplaces.com/it/



--

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI