Cerca nel blog

mercoledì 7 settembre 2016

Si completa la storica fusione tra Dell e EMC: nasce la più grande azienda tecnologica privata al mondo. Dell Technologies fornirà le infrastrutture necessarie per abilitare il business digitale e trasformare l’IT

Dell Technologies è la più grande azienda tecnologica privata al mondo

La sua peculiare struttura offre all’azienda la flessibilità di innovare come una startup e di investire in R&D nel lungo periodo, garantendo contemporaneamente la credibilità, i servizi e la capacità di operare su ampia scala di una grande azienda
 

Comprende grandi famiglie di aziende tra cui Dell, Dell EMC, Pivotal, RSA, SecureWorks, VirtuStream e VMware
 

E’ leader tecnologico in 20 Magic Quadrant di Gartner

Combina le capacità di Dell nel go-to-market verso le realtà di piccole dimensioni e il mid-market con la forza di EMC nel mercato enterprise
 

Nascono oggi i nuovi brand Dell Technologies e Dell EMC

Milano, 7 settembre 2016Dell Technologies annuncia oggi il completamento dell’acquisizione di EMC Corporation, e la creazione di un’unica famiglia estesa di realtà in grado di fornire alle organizzazioni le infrastrutture necessarie per costruire il loro futuro digitale, trasformare l’IT e proteggere i loro asset più importanti: le informazioni. 

Questa operazione dà vita a un leader di mercato del valore di 74 miliardi[1] di dollari, dotato di un ampio portfolio tecnologico in grado di risolvere problematiche complesse per i clienti in aree a rapida crescita sul mercato, quali hybrid cloud, software-defined data center, converged infrastructure, platform-as-a-service, data analytics, mobility e cybersecurity.

Oggi pomeriggio, alle 16:00 ora locale, ci sarà una conference call mondiale con media e analisti di mercato. A questo link è possibile registrarsi per accedere alla conference call.

Dell Technologies serve il 98 per cento delle aziende Fortune 500 e comprende diverse realtà leader nei loro rispettivi mercati. Le due più grandi, e più note, sono l’area client solutions Dell e l’area infrastructure solutions Dell EMC – entrambe supportate dai Dell EMC Services. Inoltre, Dell Technologies comprende Boomi, Pivotal, RSA, SecureWorks, VirtuStream e VMware. Questa peculiare struttura combina il focus e l’innovazione di una startup con i servizi e la capacità di operare su ampia scala di una grande azienda. 

Le dimensioni di Dell Technologies permetteranno di puntare sull’innovazione e di investire nell’area Ricerca&Sviluppo, vendite e marketing, oltre che servizi e supporto, e di offrire ai clienti soluzioni più efficienti ed economicamente competitive. Inoltre, anche se l’azienda riporterà pubblicamente i suoi risultati finanziari, il suo controllo resterà privato; ciò le consentirà di concentrare in modo più efficace i suoi investimenti sui clienti e sull’ecosistema di partner nel lungo periodo.

Michael Dell, chairman e CEO di Dell Technologies, dichiara: “Siamo all’alba di una nuova rivoluzione industriale. Ogni minuto che passa, il nostro mondo diventa più connesso e intelligente, fino a intrecciarsi strettamente con un’ampia Internet of Things, che permetterà ai nostri clienti di fare cose realmente incredibili. Per questo abbiamo creato Dell Technologies. Abbiamo i prodotti, le soluzioni, i servizi, le competenze e la capacità globale per essere un catalizzatore di questo cambiamento, e per guidare i clienti, di grandi e medie dimensioni, nel loro percorso digitale.”

Dell Technologies riunisce le capacità di Dell nel go-to-market verso le realtà di piccole dimensioni e il mid-market con la forza di EMC nel mercato enterprise, occupando una posizione di leader in molte delle aree più importanti e a rapida crescita del mercato dell’information technology, che vale 2 trilioni di dollari, compresa la posizione di “leader” in 20 Magic Quadrant di Gartner e un portfolio di oltre 20.000 tra brevetti e applicazioni.

Jamie Dimon, Chairman e CEO di JPMorgan Chase, commenta: “I servizi finanziari sono tipicamente tra i primi mercati ad adottare la tecnologia per migliorare i servizi ai clienti, e questa nuova ondata digitale non è che il proseguimento di un trend che ho visto accadere lungo tutta la mia vita. Come uno dei più grandi clienti di Dell e EMC, investiamo ogni anno circa 9 miliardi di dollari in tecnologia, in infrastruttura, ma anche in cloud computing, big data analytics e cybersecurity. E ci assicuriamo di investire con intelligenza, scegliendo molto accuratamente i nostri partner. Conosco Michael Dell da 30 anni: è una persona eccezionale dal punto di vista etico, che si preoccupa realmente di chiunque lavori con lui – sia all’interno della sua azienda sia nel mercato. Sono felice per Michael e questa sua nuova avventura, e curioso di vedere tutto ciò che lui e il suo team saranno in grado di creare in futuro.”

Marc Benioff, Chairman e CEO di Salesforse, aggiunge: “La partnership di Salesforce con Dell e EMC ha avuto un ruolo importante di spinta all’innovazione sul mercato. Michael ha capacità di vision ed è uno dei leader più influenti di questo mercato. E’ stato un partner eccezionale, che ha contribuito in modo sostanziale al nostro successo. Ora, con Dell Technologies, ancora una volta sta ridisegnando il mercato della tecnologia.”      

Tim McGrath, President e CEO di PC Connection Inc, conclude: “La nostra relazione con Dell è cresciuta enormemente negli ultimi sei anni. Oltre ad essere stati riconosciuti Dell Partner of the Year nel 2014 e nel 2015, il nostro business è aumentato in maniera esponenziale. Come partner di Dell, EMC, VMware e RSA, siamo in grado di fornire ai clienti soluzioni IT end-to-end innovative, sicure e incentrate sul valore. 

Con la combinazione delle aree di attività di Dell Technologies, PC Connection estende le sue potenzialità, offrendo ai clienti un portfolio tecnologico ancora più ampio. Siamo ansiosi di rafforzare la partnership con Dell Technologies, per garantire ai clienti il supporto tecnico, la consulenza e le soluzioni necessarie per affrontare le sfide che il loro business pone all’IT.”

Nell’ambito dell’annuncio di oggi, l’azienda ha svelato il suo nuovo branding. Il video con tutte le informazioni sul nuovo brand è disponibile qui.

Condizioni finanziarie
Alla chiusura della transazione il 7 settembre 2016, gli azionisti EMC hanno ricevuto la somma di 24,05 dollari per azione in contanti, oltre a un tracking stock legato a una porzione della partecipazione economica di EMC in VMware. 

Sulla base del numero stimato di azioni EMC circolanti al momento della chiusura, gli azionisti EMC hanno ricevuto 0,11146 azioni del nuovo tracking stock (NYSE: DVMT) per ogni azione EMC. Il valore di questo tracking stock può essere diverso dal prezzo di mercato di VMware, viste le diverse caratteristiche e diritti delle due azioni.






Dell Technologies
Dell Technologies è una famiglia unica di realtà in grado di fornire le infrastrutture necessarie alle organizzazioni per costruire il loro futuro digitale, trasformare l’IT e proteggere i loro più importanti asset, le informazioni. L’azienda supporta clienti di ogni dimensione in 180 Paesi – il 98% delle aziende Fortune 500 così come singoli utenti– con l’offerta più completa e innovativa del mercato, in grado di coprire edge, core e cloud.


Dell EMC World
L’appuntamento con Dell EMC World 2016 è per i prossimi 18-20 Ottobre; si tratta del più importante evento di Dell Technologies dove i dove i professionisti del settore, si incontrani per condividere idee e costruire insieme un futuro migliore. Maggiori informazioni su www.dellworld.com e seguendo #DellWorld su Twitter.



© Dell Inc. and EMC Corp.  Dell is a trademark of Dell Inc. and EMC is a trademark of EMC Corp.  Dell Technologies is a trademark of Dell Inc.  Dell and EMC disclaim any proprietary interest in the marks and names of others.
Special Note on Forward-Looking Statements:
Statements in this press release that relate to future results and events are forward-looking statements within the meaning of Section 21E of the Securities Exchange Act of 1934 and Section 27A of the Securities Act of 1933 and are based on Dell Technologies’ current expectations.   

In some cases, you can identify these statements by such forward-looking words as “anticipate,” “believe,” “confidence,” “could,” “estimate,” “expect,” “guidance,” “intend,” “may,” “objective,” “outlook,” “plan,” “project,” “possible,” “potential,” “should,” “will,” and “would,” or similar words or expressions that refer to future events or outcomes.  Forward-looking statements in this press release include Dell Technologies’ expectations regarding its business, operating results, financial condition and prospects following its combination with EMC.

Dell Technologies’ results or events in future periods could differ materially from those expressed or implied by these forward-looking statements because of risks, uncertainties, and other factors that include, but are not limited to, the following:  competitive pressures; Dell Technologies’ reliance on third-party suppliers for products and components, including reliance on single-source or limited-source suppliers; Dell Technologies’ ability to achieve favorable pricing from its vendors; weak global economic conditions and instability in financial markets; Dell Technologies’ execution of its growth, business and acquisition strategies; the success of Dell Technologies’ cost efficiency measures; Dell Technologies’ ability to manage solutions and products and services transitions in an effective manner; Dell Technologies’ ability to deliver high-quality products and services; Dell Technologies’ foreign operations and ability to generate substantial non-U.S.net revenue; Dell Technologies’ product, customer, and geographic sales mix, and seasonal sales trends; the performance of Dell Technologies’ sales channel partners; access to the capital markets by Dell Technologies or its customers; weak economic conditions and additional regulation; counterparty default risks; the loss by Dell Technologies of any services contracts with its customers, including government contracts, and its ability to perform such contracts at its estimated costs; Dell Technologies’ ability to develop and protect its proprietary intellectual property or obtain licenses to intellectual property developed by others on commercially reasonable and competitive terms; infrastructure disruptions, cyber-attacks, or other data security breaches; Dell Technologies’ ability to hedge effectively its exposure to fluctuations in foreign currency exchange rates and interest rates; expiration of tax holidays or favorable tax rate structures, or unfavorable outcomes in tax audits and other tax compliance matters; impairment of portfolio investments; unfavorable results of legal proceedings; increased costs and additional regulations and requirements as a result of Dell Technologies becoming a newly public company; Dell Technologies’ ability to develop and maintain effective internal control over financial reporting; compliance requirements of changing environmental and safety laws; the effect of armed hostilities, terrorism, natural disasters, and public health issues; risks related to the business of EMC, including the impact of the financial performance of VMware, EMC’s strategic alliances, the upgrade of EMC’s enterprise resource planning system, and the impact of market volatility on the assets of EMC’s noncontributatory defined pension plan; the ability to realize the anticipated synergies from the merger with EMC; the ability to integrate EMC’s technology, solutions, products, and services with those of Dell Technologies in an effective manner; the outcome of lawsuits that have been filed, or other lawsuits that may be filed, against Dell Technologies or EMC relating to the merger; any demands by holders of shares of EMC’s common stock for appraisal of their shares (to the extent that appraisal rights are determined to exist) under Massachusetts law; and Dell Technologies’ level of indebtedness and its ability to achieve its objective of reducing its indebtedness.
This list of risks, uncertainties, and other factors is not complete.   

Dell Technologies discusses some of these matters more fully, as well as certain risk factors that could affect the Dell Technologies’ business, financial condition, results of operations, and prospects, in its filings with the Securities and Exchange Commission, including the prospectus/proxy statement forming part of Dell Technologies’ Registration Statement on Form S-4 (Registration No. 333-208524) and Dell Technologies’ quarterly reports on Form 10-Q and current reports on Form 8-K. These filings are available for review through the Securities and Exchange Commission’s website at www.sec.gov

Any or all forward-looking statements Dell Technologies makes may turn out to be wrong, and can be affected by inaccurate assumptions Dell Technologies might make or by known or unknown risks, uncertainties, and other factors, including those identified in this press release.  Accordingly, you should not place undue reliance on the forward-looking statements made in this press release, which speak only as of its date.   

Dell Technologies does not undertake to update, and expressly disclaims any duty to update, its forward-looking statements, whether as a result of circumstances or events that arise after the date they are made, new information, or otherwise.



[1] Form S-4 Unaudited Pro Forma Consolidated Combined Statement of Loss, FY2016 Ended January 29, 2016

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI