Cerca nel blog

martedì 20 dicembre 2016

Domotica e tecnologia in testa alle preferenze dei regali di Natale 2016

REGALI DI NATALE: L'HI-TECH TRIONFA NEL 2016. 

Dagli oggetti interconnessi per la cucina ai sistemi di illuminazione led, ecco secondo Avvenia, il player italiano leader della white economy, cosa vorrebbero ricevere in regalo gli italiani per questo prossimo Natale

La domotica ha ormai preso così piede che i nuovi dispositivi per la «smart home» spopolano tra i regali di Natale 2016. A metterlo in evidenza è Avvenia (www.avvenia.com), il player italiano leader della white economy, che ha condotto una ricerca sul «regalo più ambito per Natale» su un campione di 3.000 persone di entrambi i sessi, rappresentativo della popolazione italiana.

«Sotto l'albero non mancheranno neanche abbigliamento e accessori, i classici prodotti enogastronomici, libri e profumi, ma sicuramente il 2016 lascia largo spazio alla tecnologia, con i nuovi modelli di smartphone, smartwatch, tablet, cuffie, kindle per gli amanti della lettura e, particolarmente quest'anno, i nuovi dispositivi per la domotica» puntualizza l'ingegner Giovanni Campaniello, fondatore e amministratore unico di Avvenia.

Nel sondaggio di Avvenia i prodotti tecnologici si posizionano al primo posto, raccogliendo il 38% delle preferenze degli italiani. «I regali tecnologici hanno il vantaggio di essere neutri poiché sono in grado di soddisfare sia gli uomini che le donne ed offrono inoltre la possibilità di dilazionare la spesa. Molti, infatti, li acquistano anche a rate» commentano gli analisti di Avvenia.

Così, trainati dagli articoli di ultima generazione, i regali hi-tech trionfano sempre di più tra le preferenze degli italiani che si lasciano sedurre da questi gadget sempre più sofisticati e dotati di funzionalità sempre più avanzate.

Qualche esempio? Le sveglie connesse che permettono di dormire alla perfezione e risvegliarsi pienamente riposati, i termostati che garantiscono il pieno controllo sulla temperatura casalinga permettendo di personalizzare i profili del riscaldamento domestico così da poter adattare l'accensione dei termosifoni alle proprie esigenze e risparmiare sulla bolletta, le smart bulb sempre più intelligenti e colorate che offrono la possibilità di cambiare il colore e la gradazione della luce a proprio piacimento, i termometri per la cucina che si collegano e si controllano con lo smartphone monitorando costantemente la temperatura all'interno dei cibi in cottura.

Oppure gli impianti di videosorveglianza ip che sfruttano la connettività wi-fi per fornire elevati standard di sicurezza, permettendo grazie al sensore di movimento e alla registrazione in cloud di monitorare la propria abitazione anche quando si è fuori per un viaggio di lavoro o in vacanze.

Al momento di scegliere un regalo bisogna però prestare particolare attenzione. Avvenia, con l'avvicinarsi del Natale e la tendenza ad acquistare regali tecnologici, suggerisce di preferire i prodotti di quelle marche che adottano i migliori standard di efficienza energetica, anche per quanto riguarda la modalità di attesa perché alcuni apparecchi in vendita non sono ancora conformi alle nuove norme relative allo stand-by.

«Alcuni apparecchi hi-tech presentano ancora le stesse caratteristiche energivore di quelli di vecchia generazione. Così un acquisto affrettato e un risparmio apparente possono poi far lievitare la bolletta elettrica e oltre ai costi economici vi sono anche quelli ambientali relativi alla maggiore emissione di anidride carbonica» sottolineano gli esperti di Avvenia.

Anche per i regali quest'anno è bene dunque puntare sull'efficienza energetica: si potrà risparmiare e allo stesso tempo contribuire a ridurre le emissioni di CO2, rendendo il Natale più verde e, trattandosi di White Economy, anche più bianco.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI