Cerca nel blog

venerdì 28 ottobre 2016

Avnet distribuisce Infinidat in Italia

Cinisello Balsamo, 28 ottobre 2016 - Avnet, Inc. (NYSE: AVT ) uno dei principali distributori globali di soluzioni IT, annuncia l'accordo di distribuzione con Infinidat, per offrire Infinibox ai propri partner in Italia, l'innovativo Software Defined Storage di classe Enterprise.

Infinibox è una soluzione di software-defined storage di nuova generazione enterprise ad alte prestazioni e scalabile che, separando il software dall'hardware, permette l'adozione dell'ultimo modello di componenti hardware, preservandone l'investimento complessivo (TCO).

"La proposta innovativa di Infinidat, dal punto di vista tecnico, commerciale e di go-to-market, è in perfetta linea con i più recenti trend evolutivi e rappresenta una importante opportunità di crescita per il mercato", dichiara Andrea Massari, country manager di Avnet. 


"Grazie a questo accordo lavoreremo a stretto contatto con i nostri partner di canale per aiutarli a sviluppare soluzioni di protezione dati ad alte prestazioni per il mercato enterprise e per i service provider."

"L'innovatività delle soluzioni di Software Defined Storage Enterprise di Infinidat unita a una presenza mondiale capillare, ben si coniugano con una comprovata capacità di Avnet di mantenere alto il livello di competitività, implementando un modello di go-to-market rapido, efficiente ed economico", commenta Daniela Miranda, country manager di Infinidat. 


"Avnet è un partner che ha sposato con entusiasmo il nostro modello di vendita basato su 'capacity on demand' allineato alla crescita del business del cliente: questi sono valori tipici di aziende giovani e flessibili che sono pronte, insieme, a vincere sul mercato."

Unico sul mercato storage, InfiniBox garantisce affidabilità tipica di architetture mainframe con una disponibilità del 99,99999%. 

La possibilità di consolidare capacità multi-petabyte in un unico rack, insieme a una continua protezione dei dati e numerosi livelli di automazione, modificano il paradigma di efficienza e di produttività dello storage, riducendone drasticamente 'l'overhead operativo', la complessità e i costi.

Le elevate prestazioni del sistema lo rendono ideale per diversi ambiti di applicazione come VmWare, Sap, Oracle Erp, Exchange, e ambienti virtualizzati dai progetti di big data analytics a OpenStack e backup. 


----
All brands and trade names are trademarks or registered trademarks, and are the properties of their respective owners. Avnet disclaims any proprietary interest in marks other than its own

INFINIDATLe aziende che acquisiscono, memorizzano e analizzano i dati possono raggiungere il massimo vantaggio competitivo. INFINIDAT aiuta i clienti a realizzare il migliore beneficio di business a un prezzo dirompente, fornendo 1M IOPS di prestazioni, affidabilità 99,99999% e oltre 5 PB di capacità effettiva in un unico rack. 

Il provisioning automatizzato, la gestione e l'integrazione applicativa forniscono un sistema che è incredibilmente efficiente e facile da implementare e gestire. INFINIDAT sta cambiando il paradigma dello Storage Enterprise, riducendo i costi di acquisizione, i costi operativi e la complessità. INFINIDAT: Storing the Future!!

Avnet, Inc.
Dai componenti al cloud e dalla progettazione allo smaltimento dei dati, Avnet, Inc. (NYSE: AVT) accelera il successo dei suoi clienti che costruiscono, vendono e utilizzano la tecnologia a livello globale, fornendo loro una gamma completa di prodotti, soluzioni e servizi innovativi. 

Avnet è inclusa nell'elenco delle aziende Fortune 500 con un fatturato di 26,2 miliardi di dollari per l'anno fiscale 2016. 


--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 27 ottobre 2016

Chorally presenta a SMAU il supporto nativo per i chatBot di Facebook Messenger


Chorally supporta le piattaforme di BOT (Messenger, Telegram, Slack), integrando le funzionalità in maniera trasparente nei processi di customer service digitale.

L'introduzione di questa tecnologia all'interno di Chorally permette di creare direttamente, con un unico strumento, un customer center ibrido umani / BOT che opera in maniera trasparente nei confronti del cliente finale.

Il valore aggiunto nella scelta di Chorally consiste nel fatto che l’integrazione di messaging, Machine Learning, CRM con BOT di terze parti, o addirittura con BOT “home made”, è un flusso senza sbavature, senza frizioni sul lato cliente.

“Il problema che risolviamo non è quello della creazione di un BOT, esistono già molte piattaforme che permettono questo lavoro, ma quello di creare un ecosistema che consenta ai BOT di operare insieme ad umani, in un unico ambiente.”
- Fabio Castronuovo, CEO Chorally.

Una piattaforma data driven come Chorally, infatti, è capace di comprendere quando l'ingaggio di un BOT è preferibile e quando, invece, un umano può gestire un caso offlimit per un BOT, per tematica o per necessità di relazione, che rimane il centro della customer experience.

Il chatBOT come primo touchpoint nell’interazione con l’utente in settori come eCommerce, Retail e Fashion o Banking ha le potenzialità per:
  • Migliorare il customer service;
  • Semplificare e ampliare le possibilità di vendita;
  • Potenziare la Customer Experience e rispondere ai clienti in tempo reale;
  • Integrarsi in modo organico nella Brand Experience;
  • Migliorare i programmi di Loyalty.
I Bot rendono possibile il dialogo con l’utente senza che egli abbia percezione del passaggio da un interlocutore Bot ad uno umano. 

Inoltre aggregano e gestiscono informazioni in modo trasversale alle varie piattaforme, ampliando le potenzialità di un approccio omnicanale.

martedì 25 ottobre 2016

QNAP presenta TES-x85U, i NAS di classe enterprise con opzione dual OS



QNAP lancia la serie NAS TES-x85U di classe enterprise, caratterizzata da un processore Intel Xeon D e opzioni dual OS

TES-x85U
Milano, 25 ottobre 2016 - QNAP® Systems, Inc. ha presentato oggi la potente serie NAS TES-x85U di classe enterprise, comprendente il TES-1885U da 18 bay e il TES-3085U da 30 bay. Entrambi i modelli sono alimentati da un potente processore Intel® Xeon® D ad elevate prestazioni e alto risparmio energetico, oltre a fornire la possibilità di scelta di dual OS all'interno di un singolo rackmount NAS. 

Gli utenti potranno scegliere di installare il sistema operativo QES di archiviazione business oppure il sistema operativo QTS basato su app, a seconda delle esigenze. La serie TES-x85U con QES rappresenta l'archiviazione in backup ideale per Enterprise ZFS NAS (ES1640dc) dual-controller.

TES-1885U e TES-3085U abilitati SAS da 12Gb/s adottano un avanzato processore SoC 14nm Intel® Xeon® D da 64-bit con PCH integrato (6-core e 8-core rispettivamente). Entrambi i modelli sono dotati di due porte SFP+ da 10GbE integrate per supportare, in modalità nativa, ambienti di rete da 10GbE, migliorando ulteriormente le prestazioni di sistema con l'espansione PCIe Gen.3 per altri adattatori 10GbE/40GbE e SSD PCIeNVMe. Il TES-3085U ad alta densità risulta particolarmente utile per fornire una soluzione di archiviazione all-flash ultra veloce che offre fino a 24 vani unità e 6 vani SDD dedicati per la cache.

Il TES-x85U fornisce la flessibilità di due sistemi operativi, il QES basato su FreeBSD per l'archiviazione di livello enterprise con continuità aziendale massimizzata oppure QTS basato su Linux per ottenere maggiori funzionalità nell'archiviazione tramite applicazioni. 

"Grazie a un hardware di qualità in grado di fornire un'elevata espandibilità e affidabilità, oltre a una potente gestione del software, TES-x85U è perfettamente idoneo per applicazioni e attività di calcolo significative," ha affermato David Tsao, Product Manager di QNAP, aggiungendo che"l'estrema flessibilità di scegliere fra due sistemi operativi consente alle aziende anche di fornire sistemi operativi validi su più TES-x85U, in base alle esigenze e gli obiettivi nelle differenti fasi."

QES è caratterizzato da ZFS, il miglior file system per l'archiviazione di dati aziendali e supporta varie funzioni avanzate per l'archiviazione aziendale high-end, inclusi RAID-Z per la protezione dati, un numero quasi illimitato di istantanee, SnapSync, deduplicazione dei dati e compressione in linea per prestazioni di archiviazione VDI ottimizzate, riparazione automatica e molto altro. 

Con SnapSync, TES-x85U può essere usato come efficiente sistema di backup per QNAP Enterprise ZFS NAS per ripristinare immediatamente tutti i dati sottoposti a backup a livello locale ed eseguire operazioni e servizi con tempi di attività massimizzati.

TES-x85U con QTS viene eseguito come soluzione NAS all-in-one. La tecnologia Qtier di QNAP potenzia il TES-x85U con la ripartizioneautomatica che consente di ottimizzare continuamente e in modo efficiente l'archiviazione su unità SSD e SAS/SATA, fornendo il più efficiente centro di archiviazione. 

Una soluzione di ripristino di emergenza completa è dotata di varie opzioni di backup, fra cui istantanee volume e LUN, RTRR, rsync e backup di archiviazione su cloud. Gli utenti possono creare macchine virtuali Windows®, Linux®, UNIX® e Android™ per applicazioni estensive su NAS utilizzando Virtualization Station oppure possono inizializzare container LXC e Docker® e lo sviluppo IoT con Container Station. QTS fornisce servizi per diversi server di applicazione (inclusi server Web, server VPN e server FTP), mentre App Center include centinaia di app con installazione on-demand per espandere la funzionalità NAS (inclusa Surveillance Station per la videosorveglianza, Qcenter per gestire centralmente più QNAP NAS e molto altro).

La serie TES-x85U è certificata per VMware® vSphere™ 6.0 e supporta VAAI, fornisce compatibilità per Microsoft® Hyper-V® con supporto per ODX e Windows Server® 2012, oltre a supportare Citrix® XenServer™ 6.0 per massimizzare la distribuzione e la gestione flessibile negli ambienti di virtualizzazione.

La serie TES-x85U scalabile consente di connettere fino a 8 alloggiamenti di espansione QNAP (REXP-1620U-RP e REXP-1220U-RP) per aumentare flessibilmente la capacità raw. Con VJBOD (Virtual JBOD), gli utenti possono anche usufruire della capacità di archiviazione inutilizzata da altre unità QNAP NAS su TES-x85U e creare pool di archiviazione virtuali e volumi per i servizi NAS operativi, come in caso di utilizzo di unità locali.

Specifiche principali

TES-1885U: Processore Intel® Xeon® D-1531 2.2 GHz 6-core; DDR4 RAM, espandibile a 128 GB; 12x unità SAS e SATA da 2.5" / 3.5" sulla parte anteriore, 6x slot 2.5" SATA 6Gb/s SSD sulla parte posteriore
  • TES-1885U-D1531-16GR: RAM ECC da 16 GB (8GB RDIMM x2)
  • TES-1885U-D1531-32GR: RAM ECC da 32 GB (8GB RDIMM x4)
TES-3085U: Processore Intel® Xeon® D-1548 2.0 GHz 8-core; DDR4 RAM, espandibile a 128 GB; 24x unità SAS e SATA da 2.5" sulla parte anteriore, 6x slot 2.5" SATA 6Gb/s SSD sulla parte posteriore
  • TES-3085U-D1548-16GR: RAM ECC da 16 GB (8GB RDIMM x2)
  • TES-3085U-D1548-32GR: RAM ECC da 32 GB (8GB RDIMM x4)
Entrambi sono modelli rackmount 2U; 2 porte SFP+ da 10GbE; 4 porte Gigabit; 4 slot PCIe.

Disponibilità
TES-1885U NAS è già disponibile. TES-3085U NAS sarà disponibile in Novembre. Per maggiori informazioni e per visualizzare la linea completa QNAP NAS, visitare www.qnap.com.

Informazioni su QNAP Systems, Inc.
QNAP Systems, Inc., come suggerisce l'acronimo inglese ("Quality Network Appliance Provider", provider di applicazioni di rete di qualità), fornisce una gamma completa di soluzioni NAS (Network Attached Storage) e NVR (Network Video Recorder) all'avanguardia, caratterizzate da semplicità d'uso, robustezza, grande capacità di archiviazione e affidabilità. QNAP integra tecnologia e design per implementare prodotti di qualità che migliorano concretamente l'efficienza delle aziende nella condivisione dei file, nelle applicazioni di virtualizzazione, nella gestione dello storage e nella videosorveglianza, oltre ad arricchire l'esperienza di intrattenimento per gli utenti privati con soluzioni che offrono un vero e proprio centro multimediale. Con sede a Taipei, QNAP continua a sviluppare soluzioni nuove e all'avanguardia per il mercato globale.

--
www.CorrieredelWeb.it

VODAFONE A SMAU: LE NUOVE SOLUZIONI READY BUSINESS PER IL SETTORE TURISTICO - ALBERGHIERO E RETAIL


Grazie al "Vodafone Digital Marketplace", tutte le soluzioni di Vodafone a portata di Cloud


Milano, 25 ottobre 2016 - Vodafone Italia è presente anche quest'anno a SMAU 2016 con le nuove soluzioni Ready Business dedicate a PMI e professionisti che vogliono innovare la propria attività attraverso applicazioni digitali personalizzate a seconda del mercato di appartenenza

In particolare, l'evento è l'occasione per toccare con mano le soluzioni Vodafone Ready Business Hotel e Vodafone Ready Business Retail pensate rispettivamente per il settore turistico alberghiero e per il mondo Retail.

Vodafone Ready Business Hotel include connettività sicura fino a 1 Gigabit al secondo grazie alla tecnologia in Fibra FTTH e consente di avere un massimo di 15 linee voce, fino a 100 interni, e due soluzioni digitali:
·       Smart Hotel, l'applicazione che permette agli albergatori di gestire i servizi della propria struttura direttamente da tablet o smartphone e ai clienti di essere in collegamento con la reception, e avere sempre a portata di mano informazioni utili per il soggiorno attraverso un'applicazione mobile.
·       Travel Appeal, la soluzione di big data che, grazie al monitoraggio di tutti i commenti e le recensioni presenti nel web, permette di analizzare la reputazione online della propria struttura ricettiva o di quelle concorrenti, e di scoprire cosa e come migliorare della propria attività.

Con Vodafone Ready Business Retail, oltre alla connettività, Vodafone offre ai negozianti la possibilità di gestire al meglio i propri contatti, di sviluppare in maniera più efficace le campagne marketing, di fidelizzazione e di aumentare la propria visibilità online grazie a:
·         Vodafone CRM l'applicazione che permette di gestire le opportunità di vendita contattando i potenziali clienti tramite campagne marketing digitali e tracciare le performance per capire come aumentare le vendite e ottimizzare i costi di marketing.
·         Sito Web, la soluzione che, grazie ad un team di consulenti specializzati, permette di creare un sito web completamente personalizzato, migliorando la visibilità on line tramite la scheda Google My Business e l'ottimizzazione del posizionamento del sito sui motori di ricerca.

Le nuove soluzioni digitali Vodafone incluse nei piani Ready Business sono disponibili anche all'interno del nuovo app store di Vodafone, il Vodafone Digital Marketplace, una piattaforma cloud per professionisti, PMI e grandi aziende dove i clienti potranno gestire in autonomia tutte le applicazioni offerte da Vodafone.

Nell'ambito dei Live Show di SMAU 2016, giovedì 27 ottobre alle 11.30,  Vodafone parteciperà al panel "Smart Mobility: tecnologie al servizio del commercio e del turismo" con il Responsabile Marketing & Sales Corporate di Vodafone Italia Alessandro Canzian, per parlare di Big Data e Internet delle cose applicati al settore della mobilità.

Con un'offerta convergente che include connettività 4G e IperFibra fino a 1 Gigabit al secondo, servizi digitali, cloud e IoT, Vodafone è sempre di più partner per la digitalizzazione di imprese e pubblica amministrazione. 
L'offerta commerciale di Vodafone riflette il suo impegno come abilitatore di innovazione e punta a offrire ai clienti strumenti che, attraverso la digitalizzazione e la personalizzazione, incidono sull'efficienza dei processi, sul rapporto con il cliente, e sull'innovazione di prodotto, a vantaggio della qualità e competitività del proprio business. 



--

Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca dell'Osservatorio Big Data Analytics & Business Intelligence - Milano, 29 novembre 2016

Osservatori Digital Innovation - Convegno
Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca dell'Osservatorio Big Data Analytics & Business Intelligence
Martedì 29 Novembre 2016, ore 9.00 - 16.30
Istituto Mario Negri, Sala conferenze Via Privata Giuseppe La Masa 19 - 20156 Milano (ingresso su Via Mario Negri)

Stiamo andando spediti verso una Big Data Economy? Forse. Di certo il processo di trasformazione digitale delle imprese è inarrestabile. Così, la capacità di diventare una Data Driven Company non è più un'opzione ma diventa una necessità per rispondere ai repentini cambiamenti del mercato. Dall'ottimizzazione dei processi, il focus si sposta sulla capacità di sviluppare nuovi prodotti e servizi e sulle opportunità derivanti dalla monetizzazione dei dati. Governare i Big Data è ormai una priorità: dotarsi di nuove competenze di data science e di strutture organizzative innovative rappresenta una sfida non più prorogabile.

Il Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca 2016 dell'Osservatorio Big Data Analytics & Business Intelligence, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, sarà l'occasione per provare a rispondere criticamente alle seguenti domande:
  • Qual è il mercato Big Data Analytics & Business Intelligence in Italia?
  • E' possibile identificare una Big Data Economy?
  • Quali sono le caratteristiche della figura del Data Scientist?
  • Quali sono gli approcci che le aziende adottano per la gestione dei Big Data?
  • Quali sono i livelli di maturità nell'adozione di soluzioni di Big Data & BI da parte delle organizzazioni italiane?
  • Quali sono le nuove opportunità per generare valore con i Big Data?
  • Qual è il ruolo svolto dalle startup in questo settore?
Durante il Convegno si terranno diversi momenti di confronto a cui parteciperanno i principali attori del mondo Big Data e diverse Organizzazioni che hanno innovato i propri modelli di business grazie ai Big Data. Inoltre saranno premiate le organizzazioni vincitrici del "Big Data Innovation Award", contest che ha l'obiettivo di sostenere la cultura dell'innovazione in ambito Big Data attraverso la generazione di un meccanismo virtuoso di condivisione delle esperienze. L'iniziativa è rivolta alle aziende End User, ovvero Grandi Imprese, Pubbliche Amministrazione e PMI che hanno scelto di introdurre soluzioni di Big Data Analytics al fine di supportare i propri processi.

Ritieni che la tua azienda abbia le carte in regola per competere alla selezione? Vuoi condividere la tua esperienza di lavoro in un team all'interno di un progetto di Big Data? State avviando un progetto di integrazione di Big Data che ritieni innovativo?

Compila il questionario che trovi a questo link e condivi con noi la tua esperienza. Parteciperai in questo modo al contest.

La partecipazione al Convegno è gratuita. Seguirà a breve l'agenda dettagliata dell'Evento.

Tutti gli abbonati al sito Osservatori.net potranno seguire il Convegno in diretta Web.

L'edizione 2016 dell'Osservatorio Big Data Analytics & Business Intelligence è realizzata con il supporto di Accenture Analytics, Amadeus, Consorzio CBI, Data Reply, HPE (Hewlett Packard Enterprise) + Intel, Quantyca, RAI Pubblicità, SIA, Sopra Steria; BNL (Gruppo BNP Paribas), Cerved, Cineca, Hopenly, Informatica, MHT, Poste Italiane; Teradata, e con la partecipazione di Enel.

Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca dell' Osservatorio Big Data Analytics & Business Intelligence


AGENDA
ISCRIVITI


linkedin twitter facebook googlelinkedin twitter facebook google+ osservatori.net
Hashtag dell'Evento: #OBDA16

ISCRIVITI
www.osservatori.net
DATI & PUBBLICAZIONI
WORKSHOP PREMIUM
WEBINAR
ABBONAMENTI


--
www.CorrieredelWeb.it

Elimina il downtime dei sistemi IT


Brennerrcom e Injoin - b.Disasterrecovery
Elimina il downtime dei sistemi IT e migliora produttività ed immagine della tua azienda
I disastri sono imprevedibili e spesso inevitabili. Ci sono però business che non possono fermarsi, nemmeno per un minuto. Altri che possono permettersi di restare inattivi solo per pochissimo tempo. Organizzare la sicurezza dei propri dati significa, in questi casi, andare ben oltre un semplice backup, per quanto completo. Significa piuttosto adottare piani di continuità utili a preservare la normale operatività del proprio data center a dispetto di qualunque incidente o calamità, o di ripristinarla completamente nel minor tempo possibile.

b.DISASTERRECOVERY è un insieme di soluzioni che garantiscono alle aziende di eliminare, o di ridurre al minimo, un eventuale downtime, con gli inevitabili costi produttivi (ma anche d'immagine) collegati.

Le soluzioni b.CLOUD di Brennercom possono fare riferimento ad un Business Continuity Plan aziendale già esistente, oppure essere costruite dinamicamente e in maniera personalizzata con l'ausilio dei nostri esperti.

Grazie al servizio REPLICA è possibile inotre replicare l'ambiente virtuale indipendentemente dall'architettura utilizzata proteggendo i dati nel cloud, approfittando di alcuni vantaggi quali:

GRANULARITÀ: è possibile configurare una replica a livello di singola entità virtuale
SCALABILITÀ: REPLICA è una soluzione software facilmente installabile indipendentemente da futuri ampliamenti dell'infrastruttura del cliente
FLESSIBILITÀ: le macchine fisiche e virtuali, presenti nell'ambiente da replicare, non devono rispondere ad alcuna particolare specifica tecnica



Soiel International - Via Martiri Oscuri 3, 20125 Milano -
Tel. +39 0226148855 - Fax +39 0287181390 - E-mail: info@soiel.it - www.soiel.it



--
www.CorrieredelWeb.it

Partnership AVM-EOLO per connessioni ultraveloci

Le due società hanno siglato un accordo strategico per dare slancio al mercato del networking: la velocità della rete EOLO assicurata dalla soluzione FRITZ!Box 4020

Milano, 25 ottobre 2016  | EOLO, che rappresenta la principale rete privata wireless fissa a banda ultra-larga in Italia e tra le principali al mondo, con oltre 220mila clienti sia residenziali che aziendali, ha scelto FRITZ!Box 4020 per gli eccellenti risultati di copertura e stabilitá della wireless LAN integrata. 

La collaborazione con un operatore di altissimo profilo quale EOLO, per AVM è la conferma che il brand FRITZ! si è ormai affermato anche in Italia come offerta di riferimento non solo per i dispositivi che integrano le tecnologie VoIP e Smart Home, ma anche per il mercato del networking per la connettività dati.

"La filosofia AVM è quella di stringere accordi di collaborazione con operatori che sappiano valorizzare la qualitá dei prodotti che offrono ai loro clienti. In quest'ottica siamo convinti che EOLO, in quanto maggior operatore di rete a banda ultra larga sul mercato Italiano, nonché azienda giovane, veloce, snella e soprattutto concreta, rappresenti per AVM un partner strategico in grado di garantire una customer experience ottimale", spiega Gianni Garita, country manager Italia. 

"Il nostro FRITZ!Box 4020 è un router di ultima generazione dotato di molteplici funzionalità ed elevate prestazioni. Quando si parla di connettività, è necessario sottolineare l'importanza di scegliere apparecchi di networking di qualità, in grado di offrire flessibilità e stabilità. Con FRITZ!Box 4020 si ottiene il massimo delle performance e si naviga in rete in completa tranquillità". 

Luca Spada, Presidente e CEO di EOLO SpA, dichiara: "La partnership con AVM, azienda leader nella produzione di dispositivi per connessioni a banda larga, è per noi strategica: permetterà infatti di integrare la nostra offerta con prodotti all'avanguardia, affidabili e caratterizzati da elevate prestazioni. Le sinergie derivanti da questo accordo costituiranno un beneficio per tutti gli utenti che vogliano dotarsi di una rete a banda larga ultraveloce".


Informazioni su AVM
AVM produce una vasta gamma di dispositivi per la connettività a banda larga e infrastrutture per la rete domestica intelligente. Con la famiglia di prodotti FRITZ!, AVM è un produttore leader in Germania e in Europa di dispositivi per la banda larga per linee ADSL, cablate, LTE, oltre che prodotti per la Smart Home per reti wireless LAN, DECT e Powerline. Il FRITZ!Box è il più noto marchio di router wireless in Germania.

Nel 2015, l'azienda contava 570 impiegati con un fatturato di 400 milioni di Euro. Fondata a Berlino nel 1986, AVM da sempre è focalizzata sullo sviluppo in house di prodotti sicuri ed innovativi per la connettività a banda larga. FRITZ! oggi è sinonimo di Internet veloce, reti domestiche e infrastruttura per la telefonia mobile. Milioni di utenti soddisfatti e centinaia di riconoscimenti per i prodotti testimoniano il costante impegno di AVM nello sviluppo di prodotti FRITZ! di alta qualità e un'assistenza impeccabile al cliente.

Informazioni su EOLO
Fondata nel 1999, EOLO è oggi leader nel campo della banda ultralarga, per il mercato residenziale e delle imprese.
EOLO è la rete wireless fissa indipendente più estesa in Italia.
EOLO conta oltre 270 dipendenti e nell'ultimo anno fiscale, chiuso il 31 marzo 2016, ha registrato un fatturato di 57.2 milioni di Euro, in crescita del 30% rispetto al precedente esercizio.
EOLO è un'azienda privata a capitale interamente italiano.


--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 24 ottobre 2016

Industria 4.0, per Avvenia è già un successo



IoT, IoE, BIG DATA, CLOUD COMPUTING: L'INDUSTRIA 4.0 DECOLLA IN ITALIA.

Secondo Avvenia, il player italiano leader della white economy, le tecnologie della «digital manufacturing» sono ben conosciute (98%) ed implementate (69%) dalle aziende manifatturiere italiane.

Un'indagine di Avvenia (www.avvenia.com) volta a scoprire il grado di conoscenza e di implementazione delle nuove tecnologie digitali dell'Industria 4.0 nelle aziende manifatturiere italiane mette in evidenza che la maggior parte delle aziende (98%) conosce queste tecnologie e che il 69% delle imprese ha adottato almeno una delle 12 tecnologie prese in esame da Avvenia: IoT (Internet of Thinks), IoE (Internet of Everythink), Big Data, Cloud Computing, sicurezza informatica, meccatronica, robotica, robotica collaborativa, stampa 3D, simulazione, materiali intelligenti e nanotecnologie.

Dall'analisi di Avvenia, il player italiano leader della white economy, emerge inoltre che il tasso di adesione alle nuove tecnologie cresce con l'aumentare delle dimensioni delle aziende prese in esame, passando da un 48% relativo alle piccole e medie imprese a un 90% relativo alle grandi aziende. E, poi ancora, ad avere una maggior propensione ad adottare le nuove tecnologie sono soprattutto le aziende più attive sui mercati internazionali.

Perché le aziende investono nelle nuove tecnologie? «Soprattutto per diventare più competitive e per raggiungere questo obiettivo oggi più che mai si rende necessario porre l'efficientamento energetico al centro di ogni progetto di sviluppo dell'economia delle imprese» risponde l'ingegner Giovanni Campaniello, fondatore e amministratore unico di Avvenia.

E fin dal 2001 Avvenia si è posta come obiettivo proprio quello di fornire una risposta significativa alle aziende per affrontare e risolvere in modo consapevole e sostenibile le problematiche legate all'efficienza energetica, diventando così pioniere di un nuovo modello di "Industria 4.0".

Proprio partendo dall'energia, l'ingegner Campaniello ha inteso dare un impulso all'impegno di Avvenia per valorizzare la quarta rivoluzione industriale, ossia l'"Industria 4.0", una rivoluzione in cui il punto di partenza non sono le micro o macro tecnologie quanto piuttosto un know-how prevalentemente italiano che oggi può consentire alle aziende di ogni dimensione il raggiungimento di nuovi livelli di competitività.

Un processo che non deve partire esclusivamente dalla digitalizzazione della produzione quanto da valutazioni concrete dei possibili benefici. L'Industria 4.0 secondo Avvenia è infatti una rivoluzione il cui cardine è un'innovazione che deve portare alla creazione di nuovi modelli di business e quindi a una nuova competitività.

Per sapere in che direzione investire e quali soluzioni implementare, si devono trasferire strumenti e metodi di conoscenza che possano determinare esattamente gli effetti di ogni modifica apportata all'azienda per rispondere ai mercati. «E la nostra presunzione è quella di poter fornire tali metodi in un modello di business che segue l'azienda nella crescita di tale valore fino alla realizzazione di quei progetti di sviluppo che l'insieme di "Big Data" trasformati in informazioni è in grado di mettere in luce» spiega ancora l'ingegner Giovanni Campaniello.

La rivoluzione dell'Industria 4.0 fatta con i metodi dell'efficienza energetica, con i metodi di Avvenia, significa dare un'esatta direzione a ciò che si intraprende per raggiungere traguardi concreti di incremento della competitività sui mercati.

Ma che cosa è l'efficienza energetica? In un sistema, dalle prestazioni di un motore a quelle di un'industria o di un intero Paese, l'efficienza energetica è la capacità del sistema di sfruttare l'energia che gli viene fornita: minori sono i consumi, migliore è l'efficienza. Ma se il «risparmio energetico» mette l'accento nel consumare meno, l'«efficienza energetica» punta sul farlo meglio. Entrambi i processi portano ad una riduzione dei consumi, ma con l'«efficienza energetica» non si rinuncia a fare qualcosa, la si fa nel modo «migliore».

E nella «formula dell'efficienza energetica» Avvenia valuta anche l'evoluzione qualitativa delle fonti di energia impiegata, così l'efficienza può essere raggiunta recuperando l'energia dispersa durante i processi produttivi, ad esempio, attraverso i fumi di scarico che vengono poi riutilizzati per il teleriscaldamento o in altri processi termici.

--
www.CorrieredelWeb.it

Insurtech - In arrivo intelligenza artificiale. Ancora due italiane si distinguono con la vittoria dell'award MEDICI Top Fin Tech

Preparatevi per l'arrivo dell'Intelligenza Artificiale nell'insurtech: 2 start-up italiane vincono l'award MEDICI Top 21 FinTech. 



Uno dei più eccitanti nuovi trends mostrati dai vincitori è sicuramente l'Intelligenza Artificiale. Non una novità per noi, visto che avevamo già notato quanto l'intelligenza artificiale stesse cambiando le nostre vite. 
L'industria assicurativa sta radicalmente evolvendosi per tenere il passo ed integrare strumenti intelligenti, come testimoniato dai numerosi processi di automazione robotica che stanno rivoluzionando la tradizionale catena del valore di questo business. 
L'impatto dell'AI è aumentato esponenzialmente dalla quantità di dati che gli assicuratori stanno raccogliendo da decenni, così come dal recente incremento della potenza di calcolo e dei sensori in tutto il mondo. 
I followers dell'industria sono concentrati su applicazioni ovvie (come i veicoli autonomi) e con conseguenze immediate, come nei casi di sostituzione di lavori e funzioni. 
Nel settore assicurativo tradizionale, ogni compito è chiaramente definito da processi e azioni strutturate, che a volte non sono così efficienti come dovrebbero essere. 
I leaders di settore, invece, stanno affrontando e trattando tematiche molto più interessanti ed eterogenee. 
Ad esempio agenti virtuali, robo-insurers,  intelligent pricing e costruzioni di portafogli "intelligenti" - solo per citarne alcuni. 
L'uso di ampi volumi di dati e di algoritmi intelligenti sta consentendo a tecniche di pattern-recognition di funzionare più velocemente, in modo più efficiente e più utile per ogni aspetto della vita dell'assicuratore. 
Sembra, infatti, che per esempio semplicemente migliorare il rapporto loss ratio dell'1%, comporterebbe decine di milioni di dollari di profitti per i grandi assicuratori.
Ed è questo l'innovativo punto chiave sul quale Neosurance sta lavorando. 
È la recente vittoria di Medici 21 che conferma il fatto che le startups Innovative con focus sull'AI e machine learning siano il futuro. Come non potrebbe esserlo? 
Neosurance e Digital Tech sono le due start up italiane che sono state scelte tra i vincitori nella categoria Insurtech MEDICI 21 e che così avranno l'opportunità di entrare in contatto con più di 150 istituzioni finanziarie, con gli investitori Fintech e con diversi accelerators. 
Medici Top 21 è una competizione internazionale organizzata da MEDICI, in collaborazione con LTP banche mondiali e VC Fintech, per individuare le più promettenti startup in ognuna delle 28 categorie Fintech, con particolare attenzione allo spazio Insurtech. 
Non è la prima volta che Neosurance porta a casa un premio. 
Il primo riconoscimento per l'appena fondata start up è arrivato all'Insurance IoT Europe Awards a Luglio dove ha portato a casa il IoT Newcomer Award. 
Subito dopo è stata scelta da Axa per partecipare al loro stand preso Viva Tech di Parigi, ed è un membro a tempo pieno dell'Osservatorio Connected Insurance organizzato da Bain e Ania sotto la guida di Matteo Carbone, thought leader del settore insurtech. 
Quali sono le novità che questa startup porta nel settore Insurtech? 

Neosurance propone soluzioni per le compagnie assicurative che si basano sulla vendita di micro assicurazioni per brevi periodi: solo un attimo per ottenere un'assicurazione. 
Il fulcro del progetto è appunto il sistema di machine learning basato sull'intelligenza artificiale, che è capace di elaborare i dati IoT e di "imparare facendo" (learning by doing). 
L'assicuratore è così in grado di proporre la giusta proposizione assicurativa quando il cliente ne ha bisogno, senza neanche averlo chiesto. Immaginate di essere un turista che atterra a Singapore ma avete dimenticato di comprare un'assicurazione per il viaggio: non preoccupatevi, una notifica personalizzata arriverà sul vostro dispositivo chiedendovi se volete acquistare un'assicurazione in pochi passi direttamente dal vostro smartphone. Semplice, veloce e confortevole! 
L'altro vincitore è Digital Tech, una startup italiana fondata a Milano con una seconda sede a Singapore da cui vengono coordinate le iniziative sul mercato asiatico. 
Oltre ad aver fondato Insurtechnews.com  - il portale on line che propone notizie, approfondimenti e analisi sulla trasformazione digitale del mondo assicurativo – Digital Tech ha sviluppato una soluzione SaaS plug&play che permette agli assicuratori di gestire la catena di valore dell'Insurance Iot iniziando dalla raccolta dei dati fino all'erogazione del servizio con una cross- business line basata sullo smartphone. 
Le aree della Connected Insurance coperte dal loro esteso ecosistema di partner sono soprattutto salute e casa.  



--
www.CorrieredelWeb.it

Swisscom guida i clienti nell’Era Digitale con Red Hat OpenStack Platform e Red Hat Virtualization

Il nuovo ambiente permette al principale provider svizzero 
di offrire servizi cloud veloci, affidabili e innovativi alla sua clientela, aziendale e non



Milano, 24 ottobre 2016 – Red Hat, Inc. (NYSE: RHT), leader mondiale nella fornitura di soluzioni open source, annuncia di essere stata scelta da Swisscom come partner tecnologico per la realizzazione di una piattaforma cloud moderna, agile ed altamente scalabile. Implementando Red Hat OpenStack Platform e Red Hat Virtualization come base della sua nuova infrastruttura cloud, Swisscom è stata in grado di sviluppare ed erogare nuovi prodotti digitali in modo più veloce ed efficiente.

Swisscom, primario provider di servizi di telecomunicazioni in Svizzera e tra le principali aziende IT del Paese, ha sede a Ittigen, vicino alla capitale Berna. Aziende quali Swiss Re e Dorma Kaba fanno uso dei servizi cloud di Swisscom per sviluppare e realizzare il loro software.

Per mantenere la sua posizione di leadership, nonché supportare al meglio una base clienti in crescita, intenzionata a beneficiare di servizi digitali nuovi ed emergenti, Swisscom ha deciso di espandere la propria offerta cloud. Per fare ciò, richiedeva una piattaforma tecnologica in grado di fornire la flessibilità necessaria per supportare innovazione e sviluppo continui – sia per la propria organizzazione che per i clienti.

Riconoscendo che Red Hat OpenStack Platform offre una soluzione Infrastucture-as-a-Service (IaaS) estremamente scalabile, aperta e production-ready, l'azienda ha scelto Red Hat come partner tecnologico di riferimento. Ingegnerizzato insieme a Red Hat Enterprise Linux e forte del supporto enterprise di Red Hat, Red Hat OpenStack Platform rappresenta oggi la base infrastrutturale necessaria per l'offerta Platform-as-a-Service (PaaS) di Swisscom. Con un'ampiezza di banda flessibile, in base ai workload, Swisscom aiuta a semplificare la prototipazione rapida e lo sviluppo agile, offrendo ai clienti un ambiente self-service in cui possono sviluppare le proprie applicazioni.

Se disporre di un ambiente open source era fondamentale nella scelta di Swisscom, la competenza dell'ecosistema di Red Hat ha avuto la stessa importanza. Swisscom ha riconosciuto i contributi portati da Red Hat alla comunità OpenStack, ed ha lavorato insieme a Red Hat Consulting per accedere a competenze upstream e downstream, affidandosi anche alla consolidata esperienza di Red Hat nell'offrire una piattaforma OpenStack di produzione a centinaia di organizzazioni al mondo.

Oltre a scegliere Red Hat OpenStack Platform per realizzare la propria piattaforma cloud, Swisscom utilizza anche RedHat Virtualization. Questa soluzione si basa sulla stessa tecnologia di virtualizzazione KVM presente in Red Hat OpenStack Platform, in modo che lo stesso team possa gestire entrambi gli ambienti, con vantaggi in termini di coerenza ed omogeneità. Potendo contare sia su Red Hat OpenStack Platform che su Red Hat Virtualization, Swisscom ha ora la possibilità di scalare più facilmente i propri cluster in entrambe le direzioni on-demand, e di automatizzare completamente le installazioni, il tutto riducendo il downtime in caso di modifiche alla produzione. Può anche incrementare la densità complessiva, ospitando workload di clienti differenti sullo stesso cluster e sulla stessa piattaforma.

Come risultato dalla capacità di offerta cloud estesa e flessibile resa possibile da Red Hat OpenStack Platform, Swisscom ha creato nuove offerte. Un esempio è MyCloud, una nuova applicazione cloud pensata per offrire storage illimitato a clienti privati. Sviluppo, hosting e gestione dell'applicazione avvengono su Red Hat OpenStack Platform.

"Mission aziendale di Swisscom è quella di offrire ad ogni cittadino svizzero una porzione di cloud, e siamo tra i primi service provider in Europa a lanciare un'offerta cloud commerciale pubblica di queste dimensioni", spiega Marco Hochstrasser, head of Cloud Platform Development di Swisscom. "Red Hat OpenStack Platform ci consente di portare la nostra strategia cloud ancor più, permettendoci flessibilità sotto diversi aspetti. Possiamo far scalare i nostri cluster in entrambe le direzioni, possiamo automatizzare completamente le nostre implementazioni, e abbiamo ridotto il downtime ogni volta che dobbiamo apportare modifiche alla produzione. A seguito di ciò, possiamo dire con orgoglio che ora anche organizzazioni fuori dalla Svizzera fanno uso della nostra soluzione."

"Swisscom intende guidare i suoi clienti verso l'era digitale", aggiunge Stephan Massalt, vice president of Cloud di Swisscom. "Essere nostro partner significa essere coinvolto nel modo in cui costruiamo le nostre soluzioni, le offriamo ai clienti e ne gestiamo lo sviluppo in ottica futura. In questo senso, Red Hat è per noi un partner fondamentale."

"Come utente di servizi IT e di telecomunicazioni, mi aspetto di poter accedere ad applicazioni innovative, e come esperto di tecnologia, comprendo le problematiche di scalabilità che gli operatori come Swisscom si trovano ad affrontare quando portano al pubblico questi nuovi servizi", commenta Radhesh Balakishnan, general manager OpenStack di Red Hat. "Per questi motivi, è particolarmente gratificante per noi vedere come vengono sfruttate la flessibilità e la scalabilità di Red Hat OpenStack Platform e Red Hat Virtualization per portare al mercato servizi dalla forte carica innovativa."



Red Hat, Inc. 
Red Hat è il principale fornitore al mondo di soluzioni open source che si avvale di un approccio community-based per offrire tecnologie cloud, Linux, middleware, storage e di virtualizzazione affidabili e performanti. L'azienda offre anche servizi di supporto, formazione e consulenza ai suoi clienti in tutto il mondo. Come hub di connessione in una rete di aziende, partner e comunità open source, Red Hat aiuta a realizzare tecnologie innovative che liberano risorse per la crescita e preparano i clienti per il futuro dell'IT. 


--
www.CorrieredelWeb.it

Npo Sistemi partecipa a SMAU 2016 e al Premio Innovazione con il Success Case su KPNQwest

Con una postazione all’interno dell’area HPE, Npo Sistemi sarà presente allo SMAU del prossimo 25-27 ottobre.
logoNpo Sistemi, azienda leader in Software Solutions, Managed IT Services e Technology & Integration, sarà presente allo SMAU di Milano del 25-27 ottobre presso il Pad. 4 – Stand F06 nell’area HPE. Oltre alla presenza fisica, Npo Sistemi concorrerà al premio innovazione con il Success Case su KPNQwest.
“La nostra partecipazione a Smau – ha dichiarato Stefano Lombardi, Direttore Marketing di Npo Sistemi – ha molteplici obiettivi. In primis vogliamo evidenziare la partnership Platinum e le competenze che ci legano ad HPE. In secondo luogo ci teniamo a presentare le nostre competenze in ambito IT Managed Services, così come la ricca proposta formativa Npo Sistemi”.
Oltre a quanto espresso da Lombardi, Npo Sistemi partecipa quest’anno al Premio Innovazione con il Success Case KPNQwest e relativa presentazione live all’interno dello SMAU Live Show di mercoledì 26 ottobre alle ore 11:30, presso il Main Stage del padiglione 4.
Per maggiori informazioni su questo caso di successo presentato al Premio innovazione è possibile visitare il sito:
“È previsto – ha aggiunto Lombardi – uno Speed speaching nel corso dello Smau Live Show in cui descriveremo una nostra attività in 90 secondi dedicata al Commercio e Turismo e che si terrà giovedì 27 ottobre, dalle ore 15:00 alle 15:50 nel padiglione 4 di Fieramilanocity. Lo Speed speaching avverrà presso lo Studio TV, davanti ad una platea di imprese, startup innovative e amministratori pubblici presenti in fiera”.
Per approfondire la presenza di Npo Sistemi sul sito SMAU visitare il link http://www.smau.it/milano16/partners/npo-sistemi-spa/

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI