Cerca nel blog

lunedì 20 febbraio 2017

Cyber Space… siamo sicuri di conoscerlo?

Secondo appuntamento dell’anno con i “First Thursday” organizzati dall’AUSED presso lo Spazio Copernico di Milano.
Tutti i primi giovedì del mese AUSED propone un tema di confronto tra CIO, sistema f-t-logodell’offerta e mondo della ricerca. Sono incontri informali, senza microfoni, fotografi o scalette predefinite, per condividere esperienze e idee, gustando insieme un buon aperitivo nella cornice dello Spazio Copernico (via Copernico, 38 – Milano), sede dallo scorso anno di AUSED.
Il prossimo 2 marzo, dalle ore 18:30 alle ore 20:30, ci sarà il secondo di questi eventi che ha come titolo “Cyber Space… siamo sicuri di conoscerlo?”
Il continuo ed inesorabile aumento di minacce informatiche induce ogni organizzazione ad un cambiamento epocale coinvolgendo un nuovo ambiente denominato “Cyber Space”. In questo spazio ci muoviamo ancora in un territorio quasi del tutto inesplorato, nel quale i modelli comportamentali che ci permettono di evitare le minacce provenienti dal cyberspazio, è ancora nella fase iniziale. Ma è solo partendo dalla conoscenza di questi pericoli che possiamo iniziare a salvaguardare i dati delle aziende per cui lavoriamo.
AUSED si confronterà con Yoroi, startup tutta italiana attiva nel campo della rilevazione e risposta al malware, con all’attivo partnership importanti e clienti del calibro del governo federale USA e Il sole 24 ore. Secondo Marco Testi, Co-Founder Yeroi, “La difesa non può più essere demandata solo a macchine e sistemi automatizzati. Per questa ragione abbiamo rimesso l’umano al centro del progetto. Defence belongs to Humans”.
Relatore: Marco Testi | Co-Founder – Sales & Marketing Director – Yoroi
 Moderatore: Francesca Gatti | Osservatorio Compliance e Sicurezza AUSED
Per un confronto produttivo il numero massimo degli ammessi è di 15, con priorità per i CIO Soci AUSED.
Aperitivo gentilmente offerto da: DEDAGROUP
Le iscrizioni sono aperte. Chi volesse maggiori informazioni su questo evento, consultando anche l’agenda della giornata, o iscriversi gratuitamente può farlo dal link http://bit.ly/2kxeASZ oppure contattando la segreteria AUSED scrivendo ad aused@aused.org
Social: #FTAUSED #CyberSecurity @ausednews

giovedì 16 febbraio 2017

Prevenire e eliminare calcare usando anticalcare elettronico

Un anticalcare elettronico è capace di ispezionare la composizione di depositi di calcare negli scaldacqua privi di serbatoio e in qualsiasi altra tipologia di elettrodomestico che fa uso dell’acqua calda. 

Ciò consente di ridurre gli interventi di manutenzione.

Per capire meglio come funziona un anticalcare elettronico e quali vantaggi economici si possono ottenere prendiamo ad esempio uno scaldacqua.

Cosa succede nel momento in cui l’acqua viene riscaldata? 

Poiché si tratta di acqua dura si generano depositi di calcare sugli elementi riscaldanti. 

Il risultato a lungo termine si traduce in una minore capacità di trasmissione nell’impianto con conseguenze negative sia sul dispositivo che sui costi di gestione della casa.

Usando un anticalcare elettronico si evitano tali depositi, riuscendo a ripristinare le migliori prestazioni del dispositivo.

In conclusione affidandosi a un anticalcare come CalcareSTOP si riduce la formazione di depositi nei collettori, si proteggono i serbatoi dell'acqua calda e i tubi del vuoto e si impedisce che il sistema si surriscaldi.

Per usare un anticalcare elettronico non è necessaria alcuna competenza idraulica o di muratura ma soprattutto alcuna manutenzione. L’installazione si effettua in pochi minuti e su qualsiasi tipo di Tubazione: Ferro - Rame - Zinco - Acciaio Inox - PVC - PEX - ECC..

Per ulteriori informazioni visitare il sito:
https://www.anticalcare.com/

mercoledì 15 febbraio 2017

Npo Sistemi: Servizi Cloud e Datacenter mirati per gestire adeguatamente le applicazioni vitali delle aziende

Soluzioni complete e affidabili a supporto delle aziende
federico_pedullaNel settore Cloud e Data Center Npo Sistemi propone interessanti soluzioni grazie alla forte esperienza acquisita in questi anni nella consulenza, progettazione, integrazione e gestione di infrastrutture tecnologicamente sicure e affidabili.
“Per un’organizzazione alle prese con un mercato sempre più volatile e competitivo – ha illustrato Federico PedullàDirettore Servizi e Soluzioni di Npo Sistemi – i vantaggi principali di queste nostre soluzioni consentono ai Clienti di ottenere scalabilità e flessibilità oltre alla possibilità di accedere ad un servizio o a una componente tecnologica (o entrambe) in tempi estremamente rapidi, non paragonabili all’approccio tradizionale. Ma non solo: i Clienti non devono farsi più carico dell’aggiornamento tecnologico, che è embedded nella soluzione, e possono agire in modo fluido ed efficace, aumentando la capacità di far fronte in maniera agile e tempestiva alle richieste del Business. Inoltre, questi servizi consentono un maggior controllo di quei costi che in un ambiente tradizionale si ‘disperdono’ all’interno dell’organizzazione”.
Il Cloud rappresenta per Npo Sistemi un ambito sul quale puntare e investire per offrire sia alle grandi che alle piccole e medie aziende soluzioni complete e flessibili. Propone, infatti, condizioni ideali per l’infrastruttura aziendale che ospita applicazioni vitali e mette a disposizione un monitoraggio costante e in tempo reale, assistenza sistemistica costante, aggiornamento delle funzionalità, del sistema operativo, dei tool di sicurezza e delle regole di firewall. Il tutto attraverso un’alta disponibilità, sicurezza e affidabilità dei sistemi, e anche scalabilità del servizio, misurabilità e controllo dei costi.
“Il nostro valore aggiunto – ha evidenziato Pedullà – è riscontrabile già nella fase di analisi iniziale, nell’approccio consulenziale che parte dalla comprensione reale del bisogno del Cliente e arriva alla definizione di una soluzione orientata a massimizzare i vantaggi del Business. L’impiego delle migliori tecnologie hardware e software disponibili sul Mercato oltre che di Servizi Data Center ad alto standard di sicurezza e disponibilità, costituiscono parte integrante dell’approccio Npo”.
I servizi Data Center di Npo Sistemi propongono sia l’housing che l’hosting dedicato.
I servizi Cloud, si basano su risorse (vServer) dedicate a una singola organizzazione, logicamente isolate. Nel loro insieme costituiscono il Virtual Data Center e sono concetti chiave nell’architettura vCloud. “Società e Organizzazioni – ha commentato Pedullà – hanno in questo modo disponibilità di risorse e di sicurezza completamente dedicate e assolutamente separate da quelle di altre realtà aziendali”.
Nell’ambito del Cloud e del Data Center rientrano anche diversi servizi aggiuntivi, come l’installazione e la configurazione dei sistemi operativi nei server e nelle periferiche di rete, la gestione della Piattaforma del Cliente (suo funzionamento e modifiche) e anche servizi opzionali aggiuntivi (monitoraggio hardware e S.O., supporto di primo livello 24×7 tramite il Customer Service Center e, se richiesto, accesso al supporto di secondo livello e supporto per IMAC per OS Server/Network Patch di aggiornamento e sicurezza dei sistemi operativi inerenti alle vulnerabilità identificate).
Sul tema del Backup e del Disaster Recovery, Npo Sistemi propone invece sistemi ottimizzati di replica e backup di siti remoti, dei dati, disponibilità di Sala Attrezzata, gestione del failover e del failback, test annuali, consulenza/stesura per Business Impact Analysis e Piano di Disaster Recovery.
“Attualmente – ha illustrato Pedullà – molte organizzazioni stanno migrando da sistemi tradizionali a sistemi Cloud. Le aziende seguono due percorsi che convergono verso l’adozione di un modello ibrido, che probabilmente sarà quello vincente nel medio termine. Alcune aziende partono dal Private Cloud, implementando cioè presso il loro Data Center tecnologie Cloud, affiancandole nel corso del tempo con servizi acquisiti all’esterno presso la Nuvola dei Provider.
Altre aziende affrontano invece il percorso in modalità inversa, cominciando a sperimentare l’acquisto di servizi Public Cloud inserendo poi in modo strategico alcuni elementi di Private Cloud per arrivare analogamente ad un modello ibrido”.
“Nella pratica – ha concluso Pedullà – non esiste un percorso obbligato, o una risposta univoca: ogni azienda trova la propria via bilanciando opportunamente scelte strategiche di fondo (ad esempio l’approccio all’innovazione piuttosto che alla struttura dei costi capex vs. opex) e scelte operative più legate a esigenze di SLA e di standardizzazione del Servizio. Il ruolo di Npo non si limita quindi soltanto alla componente tecnologica del Servizio, ma comprende in maniera più ampia la capacità di definire ed implementare per i Clienti la corretta strategia di adozione dei modelli Cloud a supporto della competitività del Business”.
________________________________________
Npo Sistemi (www.nposistemi.it)
Idee, Tecnologie e Competenze ICT al servizio delle imprese. Ci occupiamo di Software Solutions, Managed IT Services e Technology & Integration. Da più trent’anni garantiamo il pieno supporto dei processi di business con costi di gestione ottimizzati per permettere alle aziende di anticipare i cambiamenti del mercato. Supportiamo il Cliente nella gestione di un’infrastruttura tecnologica sicura, affidabile e performante.
Per informazioni specifiche sull’area dei Managed Services di Npo Sistemi: http://www.nposistemi.it/it/managed-services/
__________________________________________

lunedì 13 febbraio 2017

XYZprinting: soluzioni per la stampa 3D



I prodotti di punta dell’offerta XYZprinting

La stampante 3D per creazioni multicolore
La stampante 3D da Vinci Jr. 2.0 Mix è il primo dispositivo XYZprinting dotato di modulo estrusore singolo a doppia alimentazione, capace di combinare due filamenti di colori diversi, dando all’oggetto un effetto cromatico sfumato.

Grazie a un’interfaccia intuitiva e alle numerose funzioni, questa nuova stampante permette all’utente di utilizzare due filamenti di colori differenti, per meglio personalizzare le proprie creazioni.


Da Vinci Jr. 2.0 Mix stampa su due modalità, utilizzando il software XYZware:
- La modalità Multi-colour stampa due diverse componenti dell’oggetto creato, in due colori differenti, a partire da due modelli distinti.
- La modalità Mixer stampa un singolo oggetto conferendo una gradazione di colore.
Prezzo consigliato al pubblico: 599 €


La scansione 3D sempre a portata di mano
Lo scanner 3D portatile Full Body 3D Scan di XYZprinting è il più leggero, economico e versatile attualmente sul mercato. Il dispositivo, che integra la tecnologia Intel® RealSense™, è capace di effettuare una scansione completa di un’oggetto e di un corpo umano, creandone un modello virtuale utilizzabile per la stampa 3D.

L’utente può contare sulla rapidità di scansione e di digitalizzazione delle informazioni, sia per oggetti di piccole che di grandi dimensioni. Il design compatto (41x157x61 mm) e la leggerezza (238 g), rendono il dispositivo facilmente trasportabile.
Prezzo consigliato al pubblico: 229 €



Alte prestazioni ad un costo contenuto
La stampante 3D Nobel 1.0A appartiene alla seconda generazione di stampanti a stereolitografia (SL), sviluppate da XYZprinting, che utilizzano resine fotopolimeriche. Questo modello è garanzia di rapidità e precisione.

Lavorando con un laser a raggi ultravioletti che modella la resina fotosensibile, Nobel 1.0A stampa ad una risoluzione di 25 micron (Z-Axis) per 130 micron (X/Y–Axis). Il team di R&S di XYZprinting ha condotto test approfonditi per sviluppare resine adatte a garantire alte prestazioni.




Considerando il volume massimo di stampa di 12,8 x 12,8 x 20 cm, la Nobel 1.0A offre un’area di stampa del 25% più larga rispetto ad ogni altra stampante 3D SLA sul mercato: perfetta per i designer che hanno bisogno di un dispositivo performante ma economicamente accessibile.
Prezzo consigliato al pubblico: 1 999 €



Maggiori informazioni su XYZprinting:
XYZprinting è uno dei leader nel settore della stampa 3D. Fondata nel 2013, l’azienda è cresciuta rapidamente, grazie ad una comprovata esperienza industriale e ad uno spirito pioneristico, ed è oggi presente con uffici a Taiwan (Head Quarter), in Cina, Giappone, Corea del Sud, Stati Uniti e Europa. L’obiettivo di XYZprinting è diventare marchio numero uno al mondo nella produzione di servizi e soluzioni per la stampa 3D.

XYZprinting è una filiale di New Kinpo Group che, con un fatturato di 36 miliardi di € e più di 8 500 ingegneri impiegati su quattro continenti, è uno dei principali gruppi al mondo nel settore dell’elettronica di consumo. New Kinpo Group ha più di 17 anni di esperienza nello sviluppo di stampanti per uso domestico e commerciale.

Evento AUSED “CRM 4.0: IoT e Big Client”

Appuntamento il prossimo 23 febbraio con un approfondimento sulla Customer Experience quale elemento differenziante e obiettivo finale della digital transformation del business aziendale.
Il calendario istituzionale AUSED di quest’anno ha l’ambizione di essere un “…caleidoscopio 4.0” con un elenco di eventi focalizzati su tutto ciò che ruota intorno all’Impresa 4.0. Sono stati fissati ben otto eventi, con cadenza quasi mensile, i cui contenuti e i format saranno declinati nel corso dell’anno in collaborazione con i Soci Sostenitori e con i Soci Ordinari.
Il prossimo evento 2017 è dedicato al CRM e all’Internet of Customer e si svolgerà giovedì 23 febbraio, dalle ore 9:15, presso l’Hotel Hilton di via Galvani 12 a Milano.
logo_aused_rossobDurante l’incontro, AUSED cercherà di rispondere alle seguenti domande: Dove sta andando il CRM? Come i nuovi paradigmi – Cloud, Mobile, Social, Big Data, IoT ed Intelligenza Artificiale – hanno cambiato lo scenario di riferimento? E quali sono le opportunità e le sfide per le aziende?
Quello che è certo è che oggi sempre più aziende riconoscono la Customer Experience quale elemento differenziante e obiettivo finale della digital transformation del proprio business. All’incontro saranno presenti molte aziende leader in settori protagonisti nell’innovazione Internet of Customer come Domotica, Automotive e White Appliance, che presenteranno la propria esperienza e le nuove sfide da affrontare in ambito CRM 4.0: si confronteranno punti di vista diversi, commerciale e CIO.
Salesforce, riconosciuta da Forbes per 6 anni di seguito come azienda più innovativa al mondo, nel corso dei suoi 17 anni di vita ha rivoluzionato e ampliato il CRM, incorporando social, mobile, big data e IoT all’interno della propria piattaforma cloud. Questa azienda presenterà la propria visione sull’Era del Cliente e il vantaggio competitivo sul relazionarsi con il Cliente in un modo completamente nuovo.
Chi volesse maggiori informazioni su questo evento (consultando anche l’agenda della giornata) o iscriversi, può farlo direttamente dal link http://bit.ly/2ltsHFo, oppure contattando la segreteria AUSED scrivendo ad aused@aused.org

giovedì 9 febbraio 2017

IMPRESE IN CRESCITA: NELL’ICT +60% IN UN ANNO

I fattori determinanti per la crescita di un’azienda: specificità, innovazione e permeabilità al cambiamento, risorse (umane)


Milano, 9 febbraio - Azienda 100% italiana, Soft Strategy è leader di settore nel management consulting, specializzata nella fornitura di servizi professionali di consulenza alle imprese di medie e grandi dimensioni nei mercati di Telecomunicazioni, Energia, Trasporti e Pubblica Amministrazione.

Grazie alla presenza di un’offerta di servizi di consulenza diversificata in specifiche aree di servizio e a forti investimenti in termini di risorse umane, l’Azienda ha chiuso il 2016 con un valore della produzione pari a oltre 10.5 milioni di euro, in crescita del 60% rispetto all’anno precedente.

“Siamo molto orgogliosi del risultato raggiunto, che è stato reso possibile grazie a 3 fattori principali - commenta il direttore Marketing Francesco Vollono - la presenza di un’offerta di servizi di consulenza consolidata negli anni con specifiche aree di servizio, forti competenze in termini di risorse umane e la creazione di una nuova offerta di servizi ICT verticali rivolti alla Digital Transformation e all’innovazione”.

Mossa vincente dell’azienda è stata infatti la creazione a fine 2015 di una nuova linea di business di servizi ICT verticali rivolti alla Digital Transformation, per accompagnare le aziende nei processi di innovazione e trasformazione digitale, con soluzioni in ambito Data Analytics per prendere decisioni in tempi rapidi su grandi moli di dati e con l’evoluzione e miglioramento della user experience dei propri clienti.

Altro fattore chiave della crescita dell’azienda è la grande attenzione alla ricerca e alla sperimentazione, che portano Soft Strategy ad investire in nuove aree, quali l’Internet of Everything (l'interconnessione di dispositivi, persone e dati), il mobile, la security, la geolocalizzazione indoor, l’e-commerce.

Nata nel 2006, Soft Strategy conta ad oggi oltre 180 dipendenti e 4 sedi in Italia (a Roma, Bologna, Genova e Matera) e una sede a Rio de Janeiro.


Azienda 100% italiana, Soft Strategy è leader di settore nel management consulting, specializzata nella fornitura di servizi professionali di consulenza alle imprese di medie e grandi dimensioni nei mercati di Telecomunicazioni, Energia, Trasporti e Pubblica Amministrazione.

Nata nel 2006, Soft Strategy conta ad oggi oltre 180 dipendenti e 4 sedi in Italia (a Roma, Bologna, Genova e Matera) e una sede a Rio de Janeiro.

lunedì 6 febbraio 2017

Anticalcare elettronico, ecco come funziona

I problemi derivati dall’eccesiva presenza di calcare nell’acqua di casa sono noti un po’ a tutti. Maggiori consumi nella bolletta elettrica, nei detersivi anticalcare e soprattutto problemi negli elettrodomestici che usano l’acqua calda. 

Infatti il calcare può ostruire le tubazioni, corrodere resistenze elettriche e altri componenti elettronici non consentendo un adeguato riscaldamento dell’acqua o in certi casi giungere fino alla rottura degli stessi pezzi.

Un anticalcare è la soluzione per contrastare questo fastidioso problema, ma quale scegliere?

Sorvolando sugli anticalcare presenti nei supermercati, utili più che altro per una questione puramente estetica del problema; per risolvere il fastidio all’origine e mantenere una situazione stabile a lungo termine bisogna scegliere un anticalcare elettronico.

La caratteristica principale di CalcareStop anticalcare elettronico sta tutta nel fatto che non è invasivo.

Un anticalcare elettronico non altera la composizione originaria dell’acqua, pertanto consente di continuare a berla senza dover aggiungere alcun depuratore al proprio impianto.

Il montaggio, rispetto ad altri anticalcare, non modifica in alcun modo l’impianto pre-esistente, adattandosi su qualsiasi materiale, ferro, rame, acciaio inox, ferro galvanizzato, plastica, PVC, PEX, e su tubi composti di materiali diversi. 

Di fatto basta avvolgere i due spezzoni di filo che escono dal dispositivo nello stesso verso attorno al tubo di entrata dell’acqua; tenendo almeno una distanza di dieci centimetri, e poi collegare il proprio anticalcare elettronico alla presa elettrica.

A questo punto potrebbe sorgere spontanea la domanda: come funziona CalcareStop anticalcare elettronico? Effettuato il collegamento, la tecnologia sfrutta degli impulsi elettronici per modificare la cristallizzazione del calcio liquido e conseguentemente la formazione del calcare solido, così perde la capacità aggregante e di adesione alle superfici.

Inoltre, usando un anticalcare elettronico si rispetta l’ambiente, si proteggono le tubature dal calcare e si effettua un’azione efficace anche sulla ruggine.

Per altre informazioni su come funziona, dove trovarlo, come acquistarlo e sulla particolare formula soddisfatti o rimborsati si rimanda al sito Anticalcare elettronico.



sabato 4 febbraio 2017

Nuovi videoproiettori fissi e portatili per l'ufficio e per l'insegnamento interattivo

Epson amplia la gamma di videoproiettori fissi e portatili per presentazioni e condivisione più efficienti

La funzione di riconoscimento dei movimenti, lo Screen Mirroring e le funzionalità wireless di questa gamma consentono di eseguire presentazioni professionali in modo sempre più semplice.

 

Cinisello Balsamo, 4 febbraio 2017 - Epson annuncia nuovi videoproiettori per le aziende che offrono presentazioni di grande impatto all'interno dell'ufficio e in movimento. Progettati per aziende di tutte le dimensioni, i modelli EB-1795F ed EB-2265U garantiscono presentazioni efficaci e di alta qualità Full HD su schermi di grandi dimensioni. Offrono anche funzionalità di presentazione intelligenti e interattive, quali il riconoscimento dei movimenti e lo Screen Mirroring.

 

Carla Conca, Sales Manager Visual Instruments di Epson Italia, afferma: "I nostri videoproiettori utilizzano una tecnologia di avanguardia per consentire la condivisione e presentazioni eccezionali con colori naturali su schermi scalabili di grandi dimensioni fino a 300 pollici con risoluzione Full HD, cosa che gli schermi piatti non possono economicamente offrire. Oltre a costituire la soluzione migliore per rapporto qualità/prezzo, sono ideali per creare un ambiente lavorativo moderno, produttivo e coinvolgente. Che si tratti di presentazioni in viaggio con il modello ultra-portatile EB-1795F oppure di presentazioni efficaci in ufficio con il modello EB-2265U, i partecipanti potranno beneficiare della risoluzione Full HD per immagini finemente dettagliate e di straordinaria qualità. La tecnologia 3LCD assicura, inoltre, luminosità del bianco e dei colori ugualmente elevata per riproduzioni realistiche dei contenuti che si stanno condividendo."

 

Per le aziende, la prima impressione è quella che conta e il modello EB-1795F consente presentazioni estremamente efficaci, anche fuori ufficio. Il design leggero e le dimensioni compatte lo rendono adatto per essere inserito in una borsa per laptop, l'ideale per personale di vendita di alto livello e per gli altri rappresentanti aziendali che devono eseguire presentazioni presso i clienti. Come ci si aspetta dal principale produttore di videoproiettori(1), questo modello dispone di numerose funzioni che semplificano e velocizzano la configurazione e le presentazioni: accensione automatica, ricerca sorgente automatica, correzione trapezoidale orizzontale e verticale, adattamento allo schermo e la funzione NFC per collegare il dispositivo in tutta semplicità. Le altre opzioni di connettività, ad esempio Wi-Fi, WiDi e Miracast, consentono facili presentazioni, senza tempi di attesa, da dispositivi mobile, come un laptop o una chiavetta USB. La funzione di riconoscimento dei movimenti consente di passare da una diapositiva all'altra con un gesto della mano e grazie alla modalità Split Screen è possibile avviare una presentazione da due sorgenti contemporaneamente.

 

Il modello EB-2265U fa parte di una gamma che offre presentazioni aziendali di grande formato e di alta qualità per grandi aziende, PMI e ambienti di formazione grazie a dimensioni dello schermo scalabili fino a 300 pollici con risoluzione Full HD.

 

La configurazione è molto semplice grazie alle funzioni di Focus Help, accensione automatica, copia delle impostazioni OSD, correzione trapezoidale automatica e adattamento allo schermo automatico, nonché a una vasta gamma di opzioni di connettività, tra cui HDBaseT e Wireless LAN, HDMI doppio e Screen Mirroring. Una maggiore durata della lampada, fino a 10.000 ore in modalità Economy, riduce i tempi di manutenzione e assistenza.

 

Lo Screen Mirroring consente di condividere facilmente i contenuti dai dispositivi e il software di proiezione Multi PC può supportare fino a 50 PC collegati a un unico dispositivo. È compatibile con Windows 10 e MacOS. L'app iProjection di Epson rende ancora più semplice condividere i contenuti da dispositivi mobile in un ambiente BYOD (Bring Your Own Device). La funzione split screen consente di eseguire presentazioni da due sorgenti su un unico schermo e, come il videoproiettore EB-1795F, questo modello è dotato di funzione di riconoscimento dei movimenti per cambiare diapositiva con un gesto della mano.

 

Sono disponibili numerosi altri modelli della stessa gamma.

 

(1) FutureSource 2015

 

 

 

Nuova vita alla formazione con i videoproiettori Epson per l'insegnamento interattivo e collaborativo

Oggi è possibile ottenere grandi risultati con schermi dalle dimensioni scalabili fino a 100 pollici.

 

Cinisello Balsamo, 4 febbraio 2017 - Con il videoproiettore a ottica ultra-corta di Epson per l'insegnamento interattivo EB-696Ui oggi è possibile favorire la collaborazione nell'insegnamento, usufruire della connettività avanzata e ottenere i risultati desiderati. Con connettività wireless opzionale e funzione di moderazione migliorata, è facile coinvolgere gli studenti con immagini estremamente dettagliate presentate in risoluzione Full HD. Da anni Epson è leader di mercato nel settore della formazione.(1)

 

Carla Conca, Sales Manager Visual Instruments di Epson Italia, afferma: "Questo videoproiettore a ottica ultra corta di fascia alta utilizza una tecnologia all'avanguardia per consentire la condivisione e l'elevata interattività, oltre a offrire dimensioni dello schermo scalabili fino a 100 pollici, cosa che gli schermi piatti non possono economicamente dare. La lunga durata della lampada, fino a 10.000 ore in modalità Economy, consente di ridurre i livelli di manutenzione. Grazie all'interattività Finger Touch e alle due penne, gli studenti possono partecipare direttamente scrivendo o disegnando sulle immagini proiettate senza necessità di un dispositivo mobile o di un PC. In alternativa, la funzione di moderazione avanzata del software di proiezione EasyMP Multi PC Projection consente agli insegnanti di visualizzare in modo semplice i contenuti desiderati da un massimo di 50 dispositivi, creando più opportunità di condivisione dei contenuti tra insegnanti e studenti."

 

L'app Epson iProjection semplifica la condivisione dei contenuti da parte degli studenti ed è disponibile per dispositivi Android, iOS e ora anche Google Chromebooks. Le funzioni di annotazione intuitiva senza PC sono state migliorate grazie all'ampliamento delle barre degli strumenti di controllo e per le annotazioni, inclusa l'aggiunta delle funzioni di stampa e salvataggio a cui è possibile accedere tramite la nuova schermata principale. Sono disponibili anche funzionalità Split Screen e interattività multiscreen, possibilità di controllare una document camera direttamente dal videoproiettore EB-696Ui, altoparlante da 16w integrato e ingresso per microfono.

 

La gamma del videoproiettore EB-696Ui include altri 10 modelli: EB-695Wi, EB-685Wi, EB-680Wi, EB-675Wi, EB-685W, EB-685WS, EB-675W, EB-680, EB-680S ed EB-670. Tutti i videoproiettori sono progettati con tecnologia 3LCD per immagini chiare e brillanti fino a 100 pollici di dimensioni con un rapporto di contrasto fino a 16.000:1 e sono dotati di tre ingressi HDMI per consentire agli insegnanti di collegare facilmente i dispositivi come PC, lettori DVD e document camera. Molti modelli hanno inoltre incluso il software Smart Notebook.

 

I modelli EB-696Ui, EB-695Wi, EB-685Wi, EB-680Wi, EB-675Wi, EB-685W, EB-675W, EB-680 ed EB-670 sono già disponibili.

 

(1) Studio FutureSource 2016 eseguito sulla quota di mercato dei videoproiettori interattivi a ottica ultra-corta.

 

 

Gruppo Epson

Epson è leader mondiale nell'innovazione con soluzioni pensate per connettere persone, cose e informazioni con tecnologie proprietarie che garantiscono efficienza, affidabilità e precisione. Con una gamma di prodotti che comprende stampanti inkjet, sistemi di stampa digitale, videoproiettori 3LCD, così come robot industriali, visori e sensori, Epson ha come obiettivo primario promuovere l'innovazione e superare le aspettative dei clienti in settori, quali stampa inkjet, comunicazione visiva, tecnologia indossabile e robotica.

Con capogruppo Seiko Epson Corporation che ha sede in Giappone, il Gruppo Epson conta oltre 73.000 dipendenti in 91 società nel mondo ed è orgoglioso di contribuire alla salvaguardia dell'ambiente naturale globale e di sostenere le comunità locali nelle quali opera.


 

Epson Europe

Epson Europe B.V., con sede ad Amsterdam, è il quartier generale regionale del Gruppo per Europa, Medio Oriente, Russia e Africa. Con una forza lavoro di 1.700 dipendenti, le vendite di Epson Europa, per l'anno fiscale 2015, hanno raggiunto i 1.577 milioni di euro. 


 

Epson Italia
Epson Italia - Epson Italia, sales company nazionale, per l'anno fiscale 2015 ha registrato un fatturato di oltre 215 milioni di Euro e impiega circa 175 persone.
 

 




--
www.CorrieredelWeb.it

Lexmark premiata da Buyers Lab come Color Printer/MFP Line of the Year per il 2017

Il principale laboratorio di test indipendenti al mondo premia Lexmark per affidabilità, output colore, design e valore


Milano, 4 febbraio 2017  Lexmark International, leader tecnologico globale, ha annunciato di aver ricevuto il riconoscimento 2017 Color Printer/MFP Line of the Year da parte di Buyers Laboratory (BLI).

Sulla base di test condotti dal laboratorio nel corso del 2016, BLI ha riconosciuto a Lexmark la migliore e più completa offerta di color printer/MFP in termini di affidabilità eccellente, output colore costantemente ottimale, design intuitivo e valore straordinario.

I più recenti ed avanzati device A4 a colori di Lexmark comprendono le stampanti della serie Lexmark CS700, i MFP della serie Lexmark CX700, le stampanti della serie Lexmark CS800 e i MFP della serie CX800. Questi prodotti si sono aggiudicati cinque riconoscimenti "Pick" da BLI nel corso del 2016.

Molti dei dispositivi laser a colori offrono le più elevate capacità di toner del loro segmento, oltre a componenti imaging di più lunga durata, cosa che porta a una diminuzione degli interventi dell'utente e ad un TCO (Total Cost of Ownership) più basso di sempre per dispositivi Lexmark a colori.

Forti di un potente processore quad core, i nuovi device permettono di raggiungere le più elevate velocità di stampa e di copia nelle loro rispettive classi A4.

L'offerta di punta Lexmark, la serie Lexmark CX860, offre la maggiore capacità di toner, la più grande capacità di input e il più flessibile supporto media rispetto ad ogni MFP laser a colori del mercato. La serie Lexmark CX860 è così avanzata da competere in prestazioni con prodotti A3, consentendo così alle aziende di portare in casa la produzione di contenuti a colori.

Grazie alla loro interfaccia touch simil-tablet ed alla loro flessibilità nella gestione dei media, questi prodotti sono facili da usare, richiedono un training minimo e consentono la futura integrazione di soluzioni di business process.

L'annuncio completo è disponibile a questo link su BuyersLab.com.

"Dai piccoli gruppi di lavoro fino ai dipartimenti più estesi, Lexmark offre stampanti a colori dispositivi multifunzione pensatiper rispondere alle necessità degli utenti business", spiega Marlene Orr, Director of Office Equipment Product Analysis di BLI. "I modelli a colori di Lexmark offrono massime prestazioni grazie alla loro grande affidabilità e all'uso di consumabili ad alto rendimento, abbinate ad un valore eccezionale, che deriva dal loro basso TCO (Total Cost of Ownership)."

"Il premio ricevuto da BLI conferma ulteriormente il nostro impegno nell'offrire ai nostri clienti soluzioni innovative che li aiutino a dare spinta al loro business", aggiunge Allen Waugermannsenior vice president e chief technology officer"Combinando qualità, affidabilità, velocità e semplicità d'uso con un ridotto TCO (Total Cost of Ownership), le nostre stampanti e dispositivi multifunzione a colori offrono ai clienti i migliori risultati della loro categoria."



Lexmark
Lexmark (NYSE: LXK) crea software, hardware e servizi enterprise che eliminano le inefficienze legate a silos informativi e processi non strutturati, mettendo in collegamento le persone con le informazioni di cui hanno bisogno, quando ne hanno bisogno. 


--
www.CorrieredelWeb.it

Evento Cybersecurity - Roma 6 febbraio 2017 ore 14:30 Hotel Savoy - Seminario organizzato da BDO Italia in collaborazione con AIIA (Associazione Italiana Internal Auditors)


Seminario organizzato da BDO Italia in collaborazione con AIIA (Associazione Italiana Internal Auditors)

"IL CYBERSECURITY FRAMEWORK E IL CAMMINO DI ADEGUAMENTO AL NUOVO REGOLAMENTO DELL'UNIONE EUROPEA SULLA PRIVACY"

Data: lunedì 06.02.2017
Luogo: Hotel Savoy, Via Ludovisi, 15 - 00186 Roma

Inizio: ore 14:30



La cybersecurity, intesa come strategia evoluta per la tutela degli asset, delle informazioni e dei dati aziendali, nonché per la difesa attiva dalle varie minacce sia fisiche sia informatiche, è un tema sempre più centrale negli scenari di risk management.


In attesa dell'adozione di un indirizzo strategico nazionale, come annunciato dall'attuale Governo Gentiloni, condiviso da tutte le organizzazioni per fronteggiare il Cyber Crime, BDO Italia promuove l'applicazione del CyberSecurity Framework (CSF) - pubblicato dal NIST - U.S. National Institute of Standards and Technology – nel 2014, e già adottato con successo dal 30% delle aziende statunitensi, i cui principi generali sono stati ripresi nel Framework Nazionale per la CyberSecurity Italiana, documento pubblicato nel febbraio 2016, su iniziativa del CIS (Centro di Ricerca di Cyber Intelligence and Information Security) dell'Università La Sapienza, che individua una serie di attività volte alla riduzione e alla gestione proattiva del livello di rischio cyber.

A questo scopo BDO Italia, in collaborazione con AIIA (Associazione Italiana Internal Auditors), organizza a Roma, il 6 febbraio presso l'Hotel Savoy il seminario "Il cybersecurity framework e il cammino di adeguamento al nuovo regolamento EU sulla privacy: evoluzione dell'approccio alla sicurezza IT con il cybersecurity framework: dalle istanze di compliance al governo integrato della sicurezza dei sistemi e dei dati", gratuito e aperto a tutti gli operatori di mercato a livello nazionale.



Per maggiori informazioni e per iscrizione vi invitiamo a consultare la pagina dedicata presso il sito di BDO Italia:
www.bdo.it/it-it/eventi/featured-events/seminario-il-cybersecurity-framework-e-il-cammin-it







--

www.CorrieredelWeb.it

giovedì 2 febbraio 2017

Smart Home: l'Internet of Things entra dalla porta di casa - Milano, 23 febbraio 2017



Smart Home: l' Internet of Things entra dalla porta di casa - Milano, 23 febbraio 2017

Osservatori Digital Innovation - Convegno
Smart Home: l'Internet of Things entra dalla porta di casa

Giovedì 23 Febbraio 2017, ore 9.45 - 13.00
Aula Carassa-Dadda, edificio BL.28, via Lambruschini 4, campus Bovisa - Milano
ISCRIVITI
Hashtag dell'Evento: #OIOT17
La Smart Home si propone sempre più come fulcro del nuovo ecosistema dell'Internet of Things, sia per la centralità della casa nella vita di ogni individuo, con un potenziale enorme in termini di diffusione di oggetti e servizi, sia per il legame con alcuni dei settori di punta del Made in Italy, potendo dunque operare da traino anche per altri comparti dell'economia nazionale.

Servizi, canali, modelli di business, valore dei dati, privacy, cyber security, alleanze ed ecosistemi, protocolli di comunicazione e interoperabilità rappresentano solo alcuni dei pilastri di questa rivoluzione che accende lo scenario competitivo italiano e internazionale: si affacciano in questo mercato nuovi player globali, dotati spesso di una propria rete di vendita, e proliferano le startup. Allo stesso modo, si moltiplicano i punti di contatto tra il consumatore e la Smart Home: retailer (tradizionali e online), produttori, assicurazioni, utility e telco si muovono, con velocità diverse, verso la casa connessa.

L'Internet of Things sta quindi iniziando a entrare nelle nostre case, ma per spalancare la porta all'innovazione è importante lavorare di più sui servizi: sia su quelli più elementari, come l'installazione (ancora indispensabile per una fetta importante della popolazione), sia su quelli più evoluti, in grado di far cogliere appieno il valore di una casa connessa.

Un tema chiave è infine quello dei dati messi a disposizione dagli oggetti connessi presenti nelle nostre case: le strategie per una loro valorizzazione da parte delle aziende che li raccolgono sono ancora poco definite, ma questo sarà uno degli aspetti cruciali per lo sviluppo del mercato Smart Home. Questo tema porta con sé una crescente attenzione su tematiche di Privacy e Cyber Security, affrontate anche dagli enti regolatori.


Il Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca Smart Home 2016-17 dell'Osservatorio Internet of Things sarà l'occasione per approfondire i seguenti temi:
  • Il valore del mercato Smart Home in Italia
  • Il ruolo giocato dalle startup Smart Home nel processo di innovazione
  • Le principali evoluzioni dello scenario competitivo in Italia e all'estero e il ruolo giocato dagli OTT (Over-The-Top)
  • L'evoluzione dei canali tradizionali (es. distributori, installatori) e di quelli più moderni (es. assicurazioni, eRetailer)
  • Le principali novità tecnologiche: il ruolo degli ecosistemi per la Smart Home e l'evoluzione dei protocolli di comunicazione short-range
  • La prospettiva dei consumatori e l'interesse verso prodotti e servizi IoT per la casa
  • Le strategie di valorizzazione dei dati e la loro trasformazione in conoscenza e opportunità di business
  • L'impatto di tematiche quali normativa, privacy e Cyber Security sul futuro della casa connessa
I risultati della Ricerca saranno discussi con i principali player di questo mercato e con esponenti di rilievo del mondo delle Istituzioni e della Ricerca Accademica.

La partecipazione al Convegno è gratuita.
Per maggiori informazioni e iscriversi, cliccare qui
Tutti gli abbonati al sito Osservatori.net potranno seguire il Convegno in diretta Web.
ISCRIVITI
AGENDA
www.osservatori.net
DATI & PUBBLICAZIONI
WORKSHOP PREMIUM
WEBINAR
ABBONAMENTI
SOCIAL NETWORK
PROGRAMMA DEL CONVEGNO
9.15 Registrazione e welcome coffee
9.45 Introduce e presiede
Alessandro Perego
(Direttore Scientifico degli Osservatori Digital Innovation, Politecnico di Milano)
10.00 I risultati della Ricerca
L'IoT per la Smart Home: mercato, offerta e canali
Tecnologie, alleanze ed ecosistemi

Giovanni Miragliotta
(Direttore dell'Osservatorio Internet of Things, Politecnico di Milano)
Angela Tumino
(Direttore dell'Osservatorio Internet of Things, Politecnico di Milano)
Antonio Capone
(Professore ordinario di Telecomunicazioni, Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria, Politecnico di Milano)


Discutono i risultati della Ricerca

Flavio Borgna (Direttore South Europe, Ariston Thermo)
Davide Ceppi (Responsabile Marketing Sistemi Residenziali, BTicino)
Valerio Chiaronzi (Chief Commercial Officer, Europ Assistance)
Stefano Fumi (Partnership Director, HomeServe Italia)
Carlo Rossi (Responsabile Specialisti Prodotto - Elettronici, GEWISS)
Massimo Visconti (Senior Value Chain Strategist, Visconti Lab)
Alessandro Zamboni (Chairman & Managing Partner, The AvantGarde Group)

Modera
Alessandro Perego (Direttore Scientifico degli Osservatori Digital Innovation, Politecnico di Milano)
11.30 I risultati della Ricerca
Il valore dei dati
Smart Home & Wearable: cosa ne pensa il consumatore?

Giulio Salvadori
(Ricercatore Senior dell'Osservatorio Internet of Things, Politecnico di Milano)

Guido Argieri (Head of Customer Interaction & Monitoring, Doxa)

L'evoluzione dello Smart Metering elettrico
Relatore da definire
Autorità per l'Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI)
Discutono i risultati della Ricerca
Lorella Bianchi (Funzionario direttivo con profilo giuridico, Garante per la protezione dei dati personali - Dipartimento Comunicazioni e Reti Telematiche)
Marco Dettori (Presidente, Assimpredil Ance - Associazione delle Imprese edili e complementari delle province di Milano, Lodi, Monza e Brianza)
Giovanni Gambin (Coordinatore, ANIE Digitale)
Stefano Zanero (Professore Associato, Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria, Politecnico di Milano)

Modera
Giovanni Miragliotta
(Direttore dell'Osservatorio Internet of Things, Politecnico di Milano)
13.00 Chiusura lavori
Per maggiori informazioni e iscriversi, cliccare qui
L'edizione 2016-2017 dell'Osservatorio Internet of Things è realizzata in collaborazione con il DEIB (Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria) e l'IoT lab e con il supporto di AlmavivA, Ariston Thermo, BT Italia, Dell EMC, Intel, HPE, BTicino, Doxa, EI Towers, Europ Assistance, Fortinet, GEWISS, HomeServe Italia, Huawei, IGPDecaux, Indra, Lombardia Informatica, Microsoft, Octo Telematics, Olivetti, Quantyca, Rai Way, SIA, The AvantGarde Group, Visconti Lab, Vodafone Italia; A2A Smart City, ABB, AIG Italy, AXA Assicurazioni, BNP Paribas Cardif, Clevergy, DOOH.IT, Ezviz, Fastweb, IDX, NTT DATA, Philips Lighting, Poste Italiane, SICURITALIA, SinTau, Studio Legale Santosuosso, TXT e-solutions, Vimar, Wind-Tre; Enel.





--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI