Cerca nel blog

Caricamento in corso...

giovedì 19 gennaio 2017

Internet of Things Conference: riparte il roadshow!

IoT - Internet of Things

Come orientarsi in uno scenario di grandi opportunità
L'Internet of Things è destinato a ridisegnare luoghi, cose e relazioni; alcune già gestite in parte con tecnologie proprietarie altre del tutto destrutturate, dando modalità univoche nella raccolta, nella memorizzazione e nell'elaborazione delle informazioni.

Per mettere in campo una nuova applicazione basata sulle logiche dell'
Internet of Things e dell'Industrial Internet of Things occorre considerare molti fattori abilitanti:
l'architettura a supporto della raccolta e della memorizzazione dei dati
la possibilità di utilizzare infrastrutture cloud per limitare l'investimento iniziale
gli Standard più utili per agire in uno specifico ambito, anche alla luce delle possibilità di integrazione con sistemi di sensori esistenti
la valutazione del rischio e la conseguente strategia di sicurezza per la protezione dei dati e delle informazioni che viaggiano nelle infrastrutture IoT

Architetture, standard e sicurezza sono i tre punti fondamentali in uno scenario di prima adozione dell’Internet of Things ed è prima di tutto importante tracciarne lo stato dell’arte.

Nell’edizione di Milano abbiamo parlato di Industry 4.0 e di Energy Management. Nel nuovo roadshow 2017 dedicheremo una parte alle tecnologie abilitanti e un’altra parte ad approfondire le evoluzioni dell’IoT nei mercati verticali grazie al contributo di associazioni e organizzazioni presenti sul territorio. 
http://www.soiel.it/newsletterEventi/2016/iot/images/loghi_sponsor_2017.jpg
Tra i visitatori dell’edizione 2016: ABB, AERONAUTICA MILITARE, AIM VICENZA, AIPA, ALASCOM SERVICES, ALPITEL, ALASCOM, AMBRO ELETTRICA, ATR TELEMATICA, AURIGA, AXIOMA, BETANET, BIZMATICA SISTEMI, BLUEIT, BPM, BT ITALIA, BTICINO, CAPGEMINI ITALIA, CEGEKA, COMPAREX ITALIA, CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE, CONSIT, CONSOLATO AMERICANO, CONVERGYS ITALY, COSTER, CREDIT AGRICOLE VITA, DIASORIN, DIDELME SISTEMI, DIGITAL LUMENS, DUE ESSE, EDISON, ENEL, ENNOVA, ERICSSON TELECOMUNICAZIONI, ERPLAN, ESTEL GROUP, EUROGRID, EUROTECH, EVOLVENTE, FACILITYLIVE, FASTCOM, FASTWEB, FUTURE ENERGY, GAMMA GROUP, GRUPPO SCAI, H3G ITALIA, HARTING, HITACHI SYSTEMS CBT, IBM ITALIA, IFS ITALIA, IN20, INDUSTRIA CHIMICA REGGIANA, INDUSTRIE SALERI ITALO, INFOCERT, INFRACOM ITALIA, INNEXT, INNOWATIO, INTELENER, INTERNET DATA SOLUTIONS, ISTAT, ITALTEL, ITCORE BUSINESS GROUP, KIREY, LEONARDO COMPANY, LOMBARDIA INFORMATICA, MARCELLO GABANA, METALWORK, METATECH GROUP, MINERVA OMEGA GROUP, NESTLE ITALIANA, NEXTONE, NOEMALIFE, NOOVLE, NPO SISTEMI, NTS ITALY, NTT DATA, PIEMME TELECOM, POSTE ITALIANE, POSYTRON, PRADA CONSULTING, PRAGMA MANAGEMENT SYSTEMS, PROJECT AUTOMATION, REPLY, PROVNCIA DI BRESCIA, SAIET, SAIV, SALINI IMPREGILO, SANOFI, SIRTI, SKY TEAM, SOFTWORK, SORINT.LAB, TECNOFIN, TENOVA, THE EUROPEAN HOUSE-AMBROSETTI, TRENTINO NETWORK, T-SYSTEMS SPRING ITALIA, UBIS, UNICREDIT, UNIECO SOC.COOP., UNIFARM, UNISYS, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, UNIVERSITÀ DI PADOVA, UNIVERSITÀ DI PAVIA, UNIVERSITÀ DI TORINO, VAR GROUP, VODAFONE ITALIA, WINDLOMBARDIA INFORMATICA, MARCELLO GABANA, METALWORK, METATECH GROUP, MINERVA OMEGA GROUP, NESTLE ITALIANA, NEXTONE, NOEMALIFE, NOOVLE, NPO SISTEMI, NTS ITALY, NTT DATA, PIEMME TELECOM, POSTE ITALIANE, POSYTRON, PRADA CONSULTING, PRAGMA MANAGEMENT SYSTEMS, PROJECT AUTOMATION, REPLY, PROVNCIA DI BRESCIA, SAIET, SAIV, SALINI IMPREGILO, SANOFI, SIRTI, SKY TEAM, SOFTWORK, SORINT.LAB, TECNOFIN, TENOVA, THE EUROPEAN HOUSE-AMBROSETTI, TRENTINO NETWORK, T-SYSTEMS SPRING ITALIA, UBIS, UNICREDIT, UNIECO SOC.COOP., UNIFARM, UNISYS, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, UNIVERSITÀ DI PADOVA, UNIVERSITÀ DI PAVIA, UNIVERSITÀ DI TORINO, VAR GROUP, VODAFONE ITALIA, WIND

Per informazioni sulle modalità di adesione in qualità di Sponsor od Expo è a disposizione:
Laurenzia Gianfrate – laurenzia.gianfrate@soiel.it
Direzione Commerciale - Mobile 338 3495663

mercoledì 18 gennaio 2017

VODAFONE E ANCI: DUE GIORNI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER LA PA DIGITALE


Milano, 18 gennaio  – Formazione, tecnologie smart, project work, sviluppo di applicazioni digitali per la pubblica amministrazione: si svolgerà a Milano la due giorni di Scuola Anci e Vodafone Italia per confrontarsi sulla trasformazione della pubblica amministrazione e disegnare le soluzioni per il cittadino del futuro.

Gli incontri, che si terranno presso il Vodafone Village di Milano e coinvolgeranno sessantacinque giovani amministratori, inizieranno nel pomeriggio di giovedì 19 con una discussione aperta tra gli amministratori del ForsAM (Formazione Specialistica in Amministrazione Municipale) e alcuni Sindaci su temi e progetti di particolare rilevanza civica. 7

Venerdì 20, invece, è l'Hackathon il format individuato da Vodafone e da Scuola ANCI per stimolare l'adozione e lo sviluppo di soluzioni digitali nei seguenti ambiti di applicazione: sicurezza e legalità, difesa del territorio, valorizzazione del territorio e dei prodotti tipici, cultura, sport ed eventi, assistenza alle fasce deboli e accesso ai servizi sanitari, accesso ai servizi anagrafici e tributari.

L'Hackathon permetterà agli amministratori comunali di apprendere in maniera attiva, lavorando in gruppo, come si può sviluppare un'offerta di servizio pubblico partendo dai bisogni espressi dai cittadini e dalle esperienze quotidiane di governo locale. 

L'obiettivo della giornata è di sperimentare nuovi modi di lavorare, basati sulla collaborazione e sul confronto, e di costruire dei prototipi di servizi basati su tecnologie digitali che permettano una maggiore velocità di esecuzione e di ripensare i processi interni della Pubblica Amministrazione locale.

Durante la giornata i partecipanti saranno supportati da sviluppatori, esperti di materia amministrativa locale e co-creazione, che forniranno le competenze metodologiche e gli strumenti tecnologici, necessari per ideare soluzioni scalabili e replicabili nella propria realtà locale.

A guidare i gruppi di lavoro anche il sindaco di Ascoli Piceno e delegato ANCI alla Finanza locale, Guido Castelli; il sindaco di Pizzo Calabro e presidente di ANCI Giovani Gianluca Callipo; il sindaco di Mantova Mattia Palazzi; il sindaco di Reggio Calabria e sub delegato ANCI alla Gestione dei beni confiscati e Legalità, Giuseppe Falcomatà; il sindaco di Pesaro e vicepresidente ANCI Matteo Ricci; il sindaco di Prato e delegato ANCI all'Immigrazione Matteo Biffoni.



--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 17 gennaio 2017

Proteggere le applicazioni è immediato con Commvault

 
Le snapshot dovrebbero essere semplici. Lo dice il nome stesso. In molti casi però, effettuare la snapshot di un sistema è tutt’altro che semplice.

Per molti clienti, il problema è che i tool nativi per le snapshot degli array, ma anche molti prodotti di terze parti, non sono omogenei in quello che possono fare. Possono avere limiti di funzionalità, livello di automazione, requisiti di script, supporto hardware e capacità di integrazione applicativa. 

Questi limiti innalzano i livelli di costo e complessità, dilatano i tempi di ripristino e rendono più difficile ai clienti sfruttare appieno gli investimenti storage effettuati, soprattutto se si parla di ambienti eterogenei.

Le aziende oggi dovrebbero utilizzare snapshot array-based e funzionalità di replica per migliorare le loro soluzioni proprietarie di data protection. Commvault risolve la complessità delle snapshot e le rende uno strumento di valore per la protezione dei dati di un’azienda. La tecnologia Commvault IntelliSnap semplifica e rende più efficace la gestione delle snapshot, e la centralizza su una soluzione unificata, a supporto di molte differenti piattaforme storage.

Commvault è leader di mercato per la protezione e la gestione delle snapshot:
·         La snapshot integration di IntelliSnap supporta un’ampia gamma di array storage SAN/NAS con l’integrazione verso oltre 30 piattaforme diverse. E Commvault continua ad ampliare la lista di piattaforme e vendor supportati.
·         Intellisnap copre oltre l’80% del mercato degli array all-flash, con il supporto di DellEMC, HPE, IBM, NetApp (con SolidFire), Nimble Storage e Pure Storage.
·         Intellisnap offre estesa copertura e integrazione per filesystem, hypervisor e applicativi database.
·         Intellisnap integra in modo immediato gli snapshot all’interno di protezione e ripristino end-to-end, senza perdere traccia della provenienza dei dati.

Un ottimo esempio della posizione di leadership di Commvault sulla tecnologia snapshot è il suo supporto degli array all-flash, il segmento storage che registra attualmente la crescita maggiore. Di seguito tre esempi concreti di supporto per il software Commvault IntelliSnap:

·         NetApp: Commvault è l’unica azienda di data protection e management a supporrare l’intera offerta NetApp; dagli array NetApp AFF alla serie E e agli array all-flash SolidFire. Con la tecnologia Commvault IntelliSnap, i clienti possono gestire tutti i prodotti NetApp tramite una soluzione unificata di data management, ed avere una completa visuale dei dati su tutte le applicazioni, i dispositivi e le location.
·         Nimble Sorage: La tecnologia Commvault IntelliSnap offre un ampio snapshot management application-aware, in grado di automatizzare e orchestrare la creazione, il mantenimento e l’accesso alle snapshot di Nimble Storage, semplificando in modo decisivo le procedure di protezione e ripristino, oltre che la condivisione dei dati.
·         Pure Storage: Commvault supporta la replica array-based sui FlashArray di Pure Storage, sia la serie //m che FlashStack, per orchestarre la creazione di copie equivalenti su più array PureStorage. Questa integrazione sfrutta la capacità di replica efficiente, nativa degli array Pure Storage, per inserire coerenza applicativa e creazione delle snapshot nel processo di replica. Le snapshot sui diversi array possono essere successivamente usate per il ripristino, per ulteriori backup o per funzioni secondarie quali backup streaming o refresh test/dev.

La tecnologia snapshot è uno strumento importante che dovrebbe far parte della data protection di ogni azienda. Anche chi non ne fa ancora uso perché la considera complessa o non ne ha chiari i vantaggi, pensando magari alla necessità di dover effettuare script manuali, dovrebbe considerare il modo di semplificare e automatizzare questo processo. 

La tecnologia Commvault IntelliSnap rende più semplice la gestione delle snapshot, oltre ad accelerare la protezione dei dati e le operazioni di ripristino.

Webinar "Managed File Transfer: tecniche e soluzioni per la sicurezza e la conformità"

Il webinarorganizzato da CleverMobile Solutions in collaborazione con Globalscapeuno dei principali fornitori di soluzioni di Managed File Transfer (MFT) e Information Securitysi terrà il prossimo 7 febbraio

 


Milano, 17 gennaio 2017 - La gestione del File Transfer è diventato un processo complesso e dispendioso, soprattutto alla luce delle nuove normative in materia di protezione delle informazioni e della privacy. 


Per orientarsi in questo panorama molto articolato e che evolve costantemente con implicazioni in ogni area, inclusa la gestione del trasferimento dei fileCleverMobile Solutions Globalscape propongono unappuntamento dedicato alle tecniche e alle soluzioni per la sicurezza e la conformità delle informazioni aziendali.

 

Molto spesso, anche se le informazioni sono classificate come riservate o sensibili, è possibile che i collaboratori le mettano inconsapevolmente a rischio agendo senza l'approvazione dell'IT e dell'azienda, a discapito della conformità aziendale. 


partire dagli standard PCI DSS, FIPS-140-2 e DPD, fino al più recente GDPR, i decision maker devono quindi adottare approcci e soluzioni capaci di garantire il trasferimento di file in piena sicurezza e conformità, per evitare eventuali criticità per l'azienda.

 

Tra i temi che affronteranno gli esperti CleverMobile Solutions e Globalscape nel corso del webinar:

• identificare i fattori da tenere in considerazione per controllare i rischi di conformità in azienda;
• scegliere gli strumenti di Managed File Transfer necessari per rafforzare la conformità;
• raggiungere una maggiore efficienza operativa, assicurare la conformità alle normative e fornire reali risultati di business con una soluzione di MFT personalizzabile e scalabile.

 

La partecipazione al webinar è gratuita previa registrazione su www.clevermobile.it/clever-events

 


A proposito di Clever Consulting 

Nata nel 2000 come società di consulenza indipendente nel settore ICT, Clever Consulting è oggi punto di riferimento del mercato per qualità, competenza e professionalità. 


Nel corso degli anni l'azienda ha generato importanti e numerosi casi di successo nell'ambito dell'enterprisemobility, che oggi mette al servizio dei propri partner attraverso CleverMobile Solutions, business unit dedicata alla distribuzione di soluzioni e servizi per lo sviluppo di progetti sulla mobility


Dal 2013 è l'unico Value AddedDistributor di MobileIron in Italia. 


Accordi con i principali vendor del mercato hanno permesso a CleverMobileSolutions di costruire un'offerta di soluzioni completa in grado di soddisfare tutte le esigenze di mobility aziendale: Mobile Enterprise Management, Mobile Collaboration, Data ClassificationMobile Data Security and ManagementSecure Mobile File Sharing. 


Per maggiori informazioni www.clevermobile.it.



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 16 gennaio 2017

COMUNI: al via la collaborazione operativa tra il Team Digitale e i Comuni di Bari, Firenze, Milano, Palermo, Roma, Torino e Venezia




AL VIA LA COLLABORAZIONE OPERATIVA TRA IL TEAM DIGITALE E I COMUNI DI BARI, FIRENZE, MILANO, PALERMO, ROMA, TORINO E VENEZIA

Roma, 16 gennaio 2017 - Si è svolto oggi a Palazzo Chigi un primo incontro tra il Team per la Trasformazione Digitale, Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), e i comuni di Bari (Angelo Tomasicchio, Assessore all’Innovazione), Firenze (Gianluca Vannuccini, Dirigente Servizio Sviluppo Infrastrutture Tecnologiche), Milano (Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione Digitale), Palermo (Gianfranco Rizzo, Assessore all’Innovazione Tecnologica), Roma (Flavia Marzano, Assessore Roma Semplice), Torino (Paola Pisano, Assessore all’Innovazione), Venezia (Alessandra Poggiani, Direttore Generale Venis Spa, Venezia Informatica e Sistemi)  e una loro delegazione di dirigenti ed esperti.

L’obiettivo dell’incontro di oggi è quello di iniziare un’attività di coordinamento esecutivo su alcuni progetti che sono tra i componenti fondamentali del sistema operativo del Paese e che renderanno i servizi pubblici per i cittadini accessibili nel modo più semplice possibile, tramite dispositivi mobili (approccio “mobile first”), con architetture sicure, scalabili, altamente affidabili e basate su interfacce applicative (API) chiaramente definite.

“Attraverso l’incontro di oggi iniziamo un confronto con le amministrazioni locali fondamentale per la realizzazione del sistema operativo del Paese”, - afferma Diego Piacentini, Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale -  “La missione di sviluppare servizi pubblici digitali necessita, infatti, di un processo collaborativo tra il Team per la Trasformazione Digitale e le amministrazioni locali, fornendo suggerimenti e mettendo a fattor comune quanto realizzato sino ad oggi.  Le amministrazioni locali giocheranno, infatti, un ruolo decisivo sul territorio, dando impulso all’esecuzione delle innovazioni esistenti e future  in maniera integrata con una metodologia agile e un approccio open data”.

Questo l’elenco dei progetti oggetto della collaborazione tra il Team per la Trasformazione Digitale e questi comuni:

ANPR - Carlo Contavalli, Software Architect: Oggi le nostre identità sono disperse in ottomila anagrafi comunali. 

Dobbiamo portarle in una sola anagrafe, guadagnando in efficienza e risparmiando soldi ed energia, perché il cittadino non debba più preoccuparsi di comunicare a ogni ufficio della Pubblica Amministrazione i suoi dati anagrafici o il cambio di residenza, per semplificare le procedure di variazione e uniformarle a livello nazionale. 

Questo passo è una premessa per rendere possibili successive innovazioni che oggi sarebbero impossibili o molto costose.

SPID - Valerio Paolini, Technical Project Manager: Un’identità digitale (SPID) sicura, semplice da utilizzare e da ottenere, perché cittadini e imprese possano identificarsi con la Pubblica Amministrazione, accedendo ai servizi pubblici. 

Una volta ottenuto SPID, ci si potrà autenticare su tutti i siti della PA, senza dover dover seguire procedure diverse e a volte complicate. Un solo account e una sola password per tutti i servizi.

PagoPA - Giuseppe Virgone, Pagamenti Digitali: Un modo diverso e più naturale per i cittadini di pagare la Pubblica Amministrazione, che diventi più immediato, veloce, e più economico per il Paese. 

Il cittadino deve poter scegliere metodi di pagamento moderni, a minima frizione, e il mercato deve potersi integrare, aggiungendo facilmente nuovi strumenti di pagamento innovativi. 

Vogliamo rendere il sistema più aperto e flessibile.

Open Data - Data Analytics Framework - Raffaele Lillo, Applied Data Scientist: Niente più silos privati di questa o quella amministrazione, i dati pubblici sono un bene comune e una risorsa preziosa per il Paese che, come un giacimento petrolifero, può essere esplorata e minata per estrarre valore. 

Vogliamo una nuova interfaccia all’interno della quale singole amministrazioni comunichino e condividano tra loro dati e API in maniera libera e aperta, permettendo la nascita di servizi e data application nuovi e prima impensabili realizzati sui bisogni del cittadino. 

Ovviamente nel massimo rispetto delle norme di privacy e nella piena sicurezza tecnologica.

Security - Responsible Disclosure - Gianluca Varisco, Cybersecurity: Creazione di una policy che spieghi a tutti coloro che identificano un problema di sicurezza come segnalarlo in modo adeguato, tutelando gli utenti coinvolti grazie a una pronta risoluzione, e incentivare così tutti i cosiddetti “hacker etici” ad aiutarci in questo compito.

Community - Giovanni Bajo, Relazione Sviluppatori: Cambiamento del modo in cui lavora la Pubblica Amministrazione, utilizzando standard e software aperti, e realizzando API documentate pubblicamente, non con un linguaggio giuridico ma tecnico, intorno alle quali poter coinvolgere una community di sviluppatori che crei innovazione.

Un ecosistema di API - Simone Piunno, Chief Technology Officer - Tecnologia e Architettura: I sistemi informatici della Pubblica Amministrazione devono essere connessi tra loro e parlare la stessa lingua, rendendo disponibile l’informazione immediatamente dove serve. 

Tutte le applicazioni dovranno esporre interfacce comprensibili alle macchine (le famose API - Application Programming Interface) e lavorare in maniera integrata, collaborativa e sicura, facilitando il riuso delle applicazioni esistenti per costruire nuove soluzioni più potenti e innovative.

Epson presenta una stampante per prove colore, fotografie e stampe artistiche in grado di riprodurre fedelmente i colori

SureColor SC-P5000 assicura una copertura fino al 99% dei colori Pantone® su carta patinata.

Cinisello Balsamo, 16 gennaio 2017 - Epson annuncia SureColor SC-P5000, una stampante da 17 pollici progettata specificamente per prove colore, fotografie e stampe artistiche di qualità, disponibile con inchiostro viola o LLK e in grado di riprodurre fedelmente fino al 99% dei colori Pantone® su carta patinata.(1)
SureColor SC-P5000 è stata pensata in sostituzione della popolare stampante Epson Stylus Pro 4900 e per completare la gamma SureColor, che include anche i modelli SC-P7000 (24 pollici) e SC-P9000 (44 pollici), con una soluzione basata su inchiostri HDX. È disponibile in due configurazioni: una con inchiostro viola per l'esecuzione di prove colore pre-stampa in modo da consentire a produttori, grafici e agenzie pubblicitarie di riprodurre accuratamente i colori aziendali e di imballaggi o materiali di marketing; l'altra con set di inchiostri LLK, ideale per artisti e fotografi professionisti che necessitano di stampare opere e fotografie perfette in ogni dettaglio, caratterizzate da colori brillanti e da un elevato contrasto.

Renato Sangalli, Sales Manager prodotti Pro-Graphics di Epson Italia, ha dichiarato: "Grafici, artisti e fotografi vogliono tutti una sola cosa: poter riprodurre fedelmente i colori. La nuova SureColor SC-P5000 assicura una perfetta riproducibilità dei colori in modo che sia possibile stampare in tutta tranquillità, con la certezza che il colore stampato corrisponderà esattamente al colore originale. Non occorre essere esperti per ottenere stampe perfette: SureColor SC-P5000 è davvero semplice da configurare e da utilizzare, oltre a garantire un'elevata affidabilità."
SureColor SC-P5000 offre numerose funzioni nuove e migliorate che garantiscono un funzionamento affidabile e riducono al minimo il numero di interventi di manutenzione, tra cui coperchi e guarnizioni per limitare le infiltrazioni di polvere, un sistema avanzato di controllo automatico degli ugelli e una procedura guidata di pulizia.

A un'elevata precisione dei colori corrisponde un'eccellente qualità di stampa, possibile grazie all'utilizzo delle innovative testine di stampa Epson di cui SureColor SC-P5000 è dotata, le quali consentono di realizzare stampe ad alta risoluzione di lunga durata. Le gocce di dimensioni pari a 3,5 pl e la risoluzione di 2880x1440 dpi assicurano stampe nitide e ricche di dettagli, mentre gli inchiostri UltraChrome HDX offrono una migliore resistenza alla luce. SureColor SC-P5000 si integra perfettamente in qualsiasi flusso di lavoro nell'ambito delle prove colore ed esegue prove colore automatizzate grazie allo SpectroProofer (opzionale) integrato. La nuova stampante, inoltre, supporta i processori RIP e i prodotti software di tutti i principali fornitori.
                                                                                                         
SureColor SC-P5000 è disponibile a partire da gennaio 2017 in quattro versioni (con inchiostro viola, con set di inchiostri LLK e con o senza SpectroProofer).

Caratteristiche principali:
  • Prima e unica stampante di largo formato da 17 pollici con inchiostro viola per le prove colore
  • Disponibile anche nella versione con inchiostro LLK(1) per le stampe artistiche e la fotografia professionale
  • Entrambe le versioni (con inchiostro viola/LLK) possono essere richieste con o senza SpectroProofer
  • SpectroProofer dotato di spettrofotometro ILS30 per prove colore automatizzate conformi all'attuale standard M1
  • Controllo automatico degli ugelli per evitare eventuali occlusioni
  • Interfaccia utente avanzata con istruzioni integrate
  • Migliore resistenza alla luce degli inchiostri, con colori stabili per ulteriori 15 anni(2)
  • Nuova formulazione dell'inchiostro giallo con particelle più grandi per una maggiore resistenza alla luce
  • Nuovi coperchi, nuove guarnizioni e nuovi panni antistatici per ridurre le infiltrazioni di polvere
  • Elevata risoluzione (2880x1440 dpi)
  • Processo di pulizia automatizzato con timer (TCL)
  • Eliminazione dell'elettricità statica sui supporti e sui platen per evitare la formazione di banding
  • Sensore interno per la calibrazione dei colori (Ink Mark Sensor, IMS) in modo da garantire l'allineamento delle stampe tra i vari modelli della serie Epson SureColor SC-P ed evitare scostamenti cromatici determinati dal tempo e dalle condizioni ambientali
  • Facile passaggio dal rotolo ai fogli singoli
  • Gestione semplificata dei supporti grazie alle istruzioni passo-passo visualizzate sul display LCD a colori
  • Stampa su singoli fogli, carta in rotolo o carta per applicazioni artistiche
  • Cartucce di inchiostro più grandi (200 ml) e gocce dalle dimensioni più piccole (3,5 pl) rispetto ai prodotti della concorrenza
  • Minore ingombro rispetto alle stampanti di pari prestazioni

(1). In caso di utilizzo dell'inchiostro viola. La riproducibilità dei colori al 98% può essere ottenuta utilizzando il set di inchiostri LLK. In base ai test eseguiti utilizzando Epson Proofing Paper "Semi-matte".
(2). Rispetto a Stylus Pro 4900 (60 anni anziché 45).


Gruppo Epson
Epson è leader mondiale nell'innovazione con soluzioni che superano le aspettative dei clienti in mercati diversi quali ufficio, casa, retail e industria. La gamma dei prodotti Epson comprende stampanti inkjet, meccanismi di stampa, videoproiettori 3LCD così come robot industriali, visori e sensori, e si basa su tecnologie proprietarie che garantiscono compattezza, riduzione dei consumi energetici e affidabilità elevata.

Con capogruppo Seiko Epson Corporation che ha sede in Giappone, il Gruppo Epson conta oltre 72.000 dipendenti in 93 società nel mondo ed è orgoglioso di contribuire alla salvaguardia dell'ambiente naturale globale e di sostenere le comunità locali nelle quali opera.

venerdì 13 gennaio 2017

ZTE entra in 5GAA

13 gennaio 2017 – ZTE Corporation (0763.HK / 000063.SZ), azienda leader a livello mondiale nella fornitura di soluzioni tecnologiche di telecomunicazioni, aziendali e consumer per l’Internet Mobile, annuncia di essere diventata membro della 5G Automotive Association (5GAA) al fine di collaborare con i partner del settore per promuovere l’Internet intelligente sui veicoli.

L’associazione 5GAA è stata creata nel settembre 2016 da operatori nel settore automotive e delle telecomunicazioni con l’obiettivo di sviluppare, testare e promuovere soluzioni di comunicazione, supportare la standardizzazione e accelerare la disponibilità commerciale e la penetrazione globale del mercato. 


Lo scopo è quello di indirizzare la mobilità connessa e la sicurezza su strada con applicazioni quali la guida automatica connessa, l’accesso ubiquo ai servizi, l’integrazione nelle smart city e il trasporto intelligente. 

I membri comprendono un ecosistema completo per la smart Internet dei veicoli, comprese case automobilistiche, operatori di telecomunicazioni, provider di infrastrutture di telecomunicazioni, fornitori di chip e di parti di automobili.

In qualità di fornitore di soluzioni di comunicazioni globali, ZTE è impegnata alla realizzazione di piattaforme e ambienti terminal-pipe-cloud sicuri, aperti e condivisi per la smart Internet dei veicoli. 


ZTE offre connessioni wireless sicure, efficaci e ubique, una piattaforma di sistema operativo, così come dispositivi in-vehicle come moduli multimodali 4G T-BOX, diagnostica on-board (OBD) e moduli Wi-Fi-in-car per indirizzare esigenze di sicurezza, controllo e informazione. 

ZTE vanta anche una solida esperienza nel campo dei sistemi di trasporto intelligenti (ITS) con una vasta gamma di soluzioni che coprono il controllo del traffico, gestione del trasporto, emergency telecommunication cluster (ETC) e servizi di informazione. L’internet of vehicles è un sotto-ecosistema della Global IoT Alliance, fondata da ZTE con svariati partner di mercato.

Le reti mobili 4G ad alta velocità rappresentano una piattaforma eccellente per l’internet of vehicles intelligente, ma potranno offrire molto di più con l’avvento del 5G.

“ZTE è molto lieta di essere diventata membro 5GAA. Stiamo lavorando molto sulle tecnologie 5G e abbiamo fatto grandi passi avanti nella codifica di canale, MIMO, virtualizzazione e slicing della rete, così come il posizionamento accurato. Tutti questi risultati offriranno una nuova esperienza utente per l’internet of vehicles intelligente”, commenta Bai Gang, general manager ZTE 5G product sector. “Come M-ICT enabler, ZTE coopererà con i partner per promuovere l’internet of vehicles intelligente e la collaborazione cross-industry”.



ZTE

ZTE fornisce apparati di telecomunicazione, dispositivi mobile e soluzioni tecnologie avanzate a utenti individuali, carrier, aziende e realtà del settore pubblico. Nell’ambito della sua strategia M-ICT, ZTE si impegna a mettere a disposizione dei clienti innovative soluzioni end-to-end con l’obiettivo di fornire eccellenza e massimo valore in un momento in cui i settori delle telecomunicazioni e dell’informatica convergono. 


ZTE è quotata alle Borse di Hong Kong e di Shenzhen (H share stock code: 0763.HK / A share stock code: 000063.SZ), i suoi prodotti e servizi sono venduti a oltre 500 operatori in più di 160 nazioni diverse. ZTE destina il 10% del suo fatturato annuale ad attività di ricerca e sviluppo e vanta ruolo di leadership presso organizzazioni normative internazionali. 

Azienda fortemente impegnata in iniziative di Corporate Social Responsibility (CSR), ZTE è membro del Global Compact delle Nazioni Unite. Ulteriori informazioni sono disponibili al sito www.zte.com.cn.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI