Cerca nel blog

martedì 31 maggio 2016

Non c'è Mobility senza Security - 22 giugno


Digital4Trade
Check PointItWay
fotina
icon 22 giugno
icon 12.00 - 13.00
Non c'è Mobility senza Security
L'abbattimento dei perimetri aziendali alla prova della sicurezza nell'accesso a dati e applicazioni business
Tag: mobility, IT security, byod
Con la partecipazione di: Matteo Flora, Hacker, esperto in Online Reputation e Computer Forensics, e fondatore di The Fool
REGISTRATI AL WEBINAR

Le aziende stanno sempre più apprezzando le potenzialità e la flessibilità offerte dalla mobility, dal BYOD e dal Cloud, consentendo un lavoro flessibile e dinamico ai propri dipendenti indipendentemente dal momento e dal luogo in cui operano. Opportunità per clienti e canale che comportano, però, di prendere in considerazione alcuni aspetti:

Tutela dei dati aziendali accessibili da remoto
Accesso sicuro agli applicativi aziendali
Messa in sicurezza dei dati in caso perdita o furto dei device
Garanzia di una concreta possibilità di condivisione delle informazioni

Nel pieno della Mobile Era, i perimetri aziendali sono ormai sfumati, e diventa difficile tutelare le informazioni sensibili e le applicazioni semplicemente recintandole, mettendo i fornitori di tecnologie di fronte a nuove esigenze dei loro clienti.

Su questi temi si concentra il webinar moderato da Loris Frezzato, caporedattore di Digital4Trade e che vedrà la partecipazione di Matteo Flora, Hacker, esperto in Online Reputation e Computer Forensics, e fondatore di The Fool, Marco Fanuli, Security Engineer di Check Point Software Italia e Luigi Tamburini, Product Management Team Leader di Itway VAD Italia.

Durante la trasmissione i partecipanti avranno la possibilità di porre domande ai relatori in diretta.

NetworkDigital4
Icon
Per ulteriori informazioni contattare la segreteria organizzativa
email: webinar@digital4.biz



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 30 maggio 2016

Webinar 15 giugno - Verso l'Hybrid It: flessibilità e performance dei sistemi integrati e convergenti




ZeroUno
Cisco IBM
fotina
icon 15 giugno
icon 11.50 - 13.10
Verso l'Hybrid It: flessibilità e performance dei sistemi integrati e convergenti
Tag: Hybrid IT, Sistemi convergenti, Sicurezza
Con la partecipazione di: Fabrizio Amarilli, Project Manager Fondazione Politecnico di Milano
ISCRIVITI AL WEBINAR

Siamo ormai entrati in una fase di evidente revisione infrastrutturale dei sistemi informativi delle aziende per reggere un'evoluzione dei modelli di business in chiave sempre più "digital". Le aziende si indirizzano verso ambienti IT orientati a un modello Hybrid, frutto dell'incontro tra soluzioni di public cloud e sistemi on premise. Anche la parte "in house" dell'IT deve allinearsi, per caratteristiche di flessibilità, sicurezza, prestazioni, gestione software defined, ai criteri vincenti del cloud. In questo disegno, diventa fondamentale identificare gli "snodi tecnologici" di riferimento. Tra questi vi sono senz'altro i sistemi integrati e convergenti, capaci di garantire sicurezza, gestione automatica e intelligente dei workload.

Nel corso del Webinar di ZeroUno, realizzato in collaborazione con Cisco e IBM, analizzeremo come rendere flessibile un ambiente IT ibrido, dove cloud e sistemi on premise si integrano.

Tra i diversi aspetti oggetto del dibattito analizzeremo:

Sicurezza, performance e integrazione degli standard, gli elementi che i sistemi integrati possono offrire alle aziende, consentendo una riduzione dei costi nonché una migliore redistribuzione dei compiti del team IT verso attività a maggiore valore di business.
Come eliminare i tradizionali e rigidi silos tecnologici, applicativi e organizzativi? In un'architettura orientata a sistemi convergenti, le risorse diventano standardizzate, integrate in modo nativo, monitorate e gestite in modo unitario. Ma devono calarsi in un ambito anch'esso ripensato secondo logiche di integrazione.
Quali sono i passi da compiere per arrivare ad un ambiente Hybrid IT in grado di garantire reale efficacia e supporto al business? Che ruolo possono giocare i partner vendor nel corretto disegno strategico di un ambiente di questo tipo? E cosa si attendono le aziende utente in un reale rapporto di partnership?

Il webinar prevede l'intervento di scenario da parte di Fabrizio Amarilli, Project Manager Fondazione Politecnico di Milano, gli interventi di Maurizio Rizzi, Storage Solutions Leader IBM e Diego Zucca, Alliance Manager Data Center Cisco e la moderazione di Stefano Uberti Foppa, Direttore di ZeroUno. Durante la trasmissione i partecipanti avranno la possibilità di porre domande ai relatori in diretta.

NetworkDigital4
Icon
Per ulteriori informazioni contattare la segreteria organizzativa
email: webinar@digital4.biz



--
www.CorrieredelWeb.it

Partecipa a Exclusive Tech Experience - Milano, 9 giugno 2016 - Scopri le nuove regole della security


Seguici su:
  Exclusive Networks News
Maggio 2016
 
     
 
ZyCAM HO.RE.CA
 
 
 
 
 

Exclusive Tech Experience
Partecipa e scopri un panorama di innovazioni


Abbiamo chiamato a raccolta i nostri vendor partner, per darti, insieme a loro, uno scenario concreto delle attuali possibilità tecnologiche e dei loro prossimi sviluppi in ambito security, mobile, infrastructure e datacenter transformation.

La giornata è strutturata in interventi paralleli dedicati ai vendor, un'area Exclusive-Lab ed una BigTec Datacenter.

Durante la giornata potrai spaziare tra le varie sessioni creandoti il tuo personale percorso esplorativo. 

M I L A N O

Ramada Plaza Milano
Via Stamira d'Ancona, 27
Ampio parcheggio gratuito.

Ora: 9.00 - 18.00
 
 

Alcune anticipazioni all'agenda:

L'impatto del nuovo Regolamento Europeo sulle forniture ICT: conformità normativa per competere nel mercato unico digitale.
A cura di Avv. Valentina Frediani, Founder & CEO Colin & Partners

Nell'area Exclusive-Lab i nostri System Engineer svilupperanno i seguenti laboratori:

- Security Automation: remediation applicata al Network Access Control.

- Visibilità, controllo e sicurezza as a service: l'efficacia di un framework integrato contro le minacce di nuova generazione.

- Mobilità, controllo, Cloud Security: la nuova frontiera delle Enterprise LAN

Nell'area BigTec potrai infine scoprire come si configurerà il Datacenter del futuro.

Iscriviti, tra qualche giorno ti invieremo l'agenda definitiva.

 
 

Con la collaborazione di:


e la partecipazione di:

 
 
Non mancare, la tua presenza sarà premiata!
 
 
 
     
  Exclusive Networks srl
.
TORINO: Tel. +39 011 2747.6 - MILANO: Tel +39 02 36538.520
.
P.IVA:
IT05969520963 - Email: marketing.it@exclusive-networks.com - Website: www.exclusive-networks.it
 
     



--
www.CorrieredelWeb.it

CE.DI. GROS sceglie TESISQUARE(R) per la digitalizzazione della supply chain

Nel corso dell'evento Dekra "Digital Revolution & Supply Chain", TESISQUARE® ha presentato il caso di innovazione digitale di CE.DI. GROS che ha scelto le soluzioni di Claims & Delivering per ottimizzare i processi di consegna ai punti vendita e rendere più efficiente il dialogo con la filiera


Dal centro distributivo al punto vendita: CE.DI. GROS sceglie TESISQUARE® per la digitalizzazionedella supply chain



 

Bra (CN), 30.05.2016

 

TESISQUARE® - presente in veste di sponsor e relatore all'eventoDigital Revolution & Supply Chain: sfide e soluzioni vincenti,organizzato da Dekra Akademie in collaborazione con Samsung Electronics Italia il 17 maggio scorso nell'innovativa e prestigiosa cornice della Samsung Arena di Milano - ha presentato il progetto di digitalizzazione sviluppato in CE.DI. GROS per standardizzare e rendere più efficiente la supply chain dell'azienda distributiva italiana.

 

Con una movimentazione di oltre 180 mila DDT all'anno, un volume di fatture nell'ordine di oltre 120 mila documenti/anno, tre magazzini di proprietà e uno in outsourcing che ospitano oltre 20 mila articoli (tra prodotti secchi, freschi, surgelati e refrigerati), l'azienda ha scelto di standardizzare le procedure uniformando tutte le attività dei soci attraverso una digitalizzazione evoluta della documentazione relativaai vari processi, innalzando al contempo i livelli di controllo sulle attività in essere. 


Un progetto finalizzato a innescare un circolo virtuoso dall'acquisto alla distribuzione, all'insegna della trasparenza e condivisione informativa tra tutti gli interlocutori coinvolti. 

 

"La dematerializzazione dei documenti - sottolinea Alessandro Borgia, Direttore Amministrativo di CE.DI. GROS - ci permette di risparmiare in termini di risorse, che sono libere di occuparsi di attività più importanti rispetto, ad esempio, alla ricerca di un DDT inarchivio. 


Grazie alle soluzioni TESISQUARE siamo riusciti a ridurre i costi nell'ordine del 65% rispetto alla gestione precedente. Inoltre la tracciabilità e la rintracciabilità dei documenti ci garantisce la massima supervisione dei processi e una multicanalità che inaugura uno smart working di nuova generazione per tutto il nostro Gruppo".


 

Oltre alla dematerializzazione dei DDT attivi e delle fattureaccompagnatorie, il nuovo sistema assicura visibilità immediata rispetto alle movimentazioni e alle giacenze delle cauzioni. 


Un caso significativo riguarda proprio la gestione delle cauzioni dei pallet. Poter monitorare le consegne, le giacenze, i resi e tutto il processo legato alle cauzioni riduce notevolmente il lavoro delle amministrazioni. 


Ottimizzare questo aspetto della gestione non solo velocizza i processi ma innalza i livelli di supervisione e controllo dei servizi, rendendo più trasparente la risoluzione del trouble ticketingNella movimentazione delle merci, inoltre, ci sono una serie di servizi indotti: una consegna non conforme ad un ordine per un'inversione di prodotto, un out-of-stock, un collo deteriorato o una consegna troppo vicina alla data di scadenza. 


Oltre 30 mila documenti in un anno che CE.DI. GROS può oggi gestire con puntualità ed efficienza, avendo un livello di monitoraggio del servizio estremamente dettagliato.L'innovazione digitale di CE.DI. GROS porta feed-back più veloci rispetto alle contestazioni, con uno snellimento delle attività a carico dell'ufficio amministrativo. Il tutto con una condivisione delle informazioni, sempre aggiornate e senza più ridondanze.


"I vantaggi della nuova gestione - aggiunge Borgia - includono anche la conservazione sostitutiva dei documenti: attraverso una formula in cloud abbiamo ottenuto i migliori vantaggi della dematerializzazione dal punto di vista organizzativo, funzionale, economico e operativo: standardizzazione, efficienza e condivisione di tutti i processi, con una trasparenza informativa che ci permette, nel caso, di rivedere quali siano le anomalie nella filiera. Grazie a questa ottimizzazione riusciamo inoltre a ridurre le spese e quindi ad aumentare la nostra competitività".

 

GROS - acronimo di Gruppo Romano Supermercati - è una società consortile costituita da 14 insegne dell'area metropolitana di Roma e in altre province del Lazio con una rete di 165 punti vendita: Pim Supermercati, Agorà Supermercati, Pewex Supermercati, CTS Supermercati, Il Castoro, M.A. Supermercati, IperTriscount, Ipercarni, Dem Supermercati, Sacoph, Top Supermercati, Spendi Bene, Idromarket, EffePiù Supermercati,. 


Nonostante la crisi economica nazionale, la società mostra una crescita costante del giro d'affari, che raggiunge nel 2015 un valore pari ad oltre 1 miliardo e 400 milioni di euro. Un successo che si deve ad una strategia distributiva che, dall'antipasto al caffè, è incentrata sullavalorizzazione della varietà e dalla freschezza del prodotto.



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 23 maggio 2016

OPEN SOURCE SICURO CON TELEION E BLACK DUCK

Teleion, il VAR torinese che fa della sicurezza applicativa uno dei propri cavalli di battaglia, rafforza la propria offerta proponendo al mercato italiano il software e i servizi di Black Duck, leader mondiale per la sicurezza e la compliance del software Open Source
Giovanni MolinIl continuo incremento nell'utilizzo di Open Source nei progetti applicativi impone alle aziende che ne fanno uso di adottare appropriate misure di sicurezza per evitare di essere a rischio di attacco, quando nuove vulnerabilità vengono rese pubbliche. Il tema è di ampio interesse, considerato che il 98% dei progetti applicativi fa uso di Open Source e che ad oggi oltre il 30% del codice presente nelle applicazioni di business è Open Source, percentuale che gli analisti stimano potrebbe arrivare all’80% nel 2018.
Le best practice di sicurezza richiedono non solo di utilizzare codice Open Source sicuro durante la realizzazione dell’applicazione, ma anche di verificare se successivamente al rilascio sono state scoperte vulnerabilità. Ogni anno vengono rese note oltre 3.000 nuove vulnerabilità riferite all’Open Source: per i responsabili della sicurezza è fondamentale sapere se in azienda ci sono applicazioni coinvolte dalle nuove vulnerabilità individuate.
Black Duck risolve tutte le esigenze legate alla sicurezza e alla compliance del codice Open Source, mettendo a disposizione dei propri clienti:
  • il più grande repository del mondo di codice Open Source contenente informazioni relative ad oltre un milione di progetti
  • la scansione dei progetti applicativi per individuare il codice Open Source presente al fine di costruire un inventory
  • la segnalazione immediata delle nuove vulnerabilità individuate, indicando quali sono le applicazioni coinvolte
  • le condizioni di licensing del codice open source usato, per non correre rischi di natura legale
Teleion logo (large)“Inserire Black Duck nel ciclo di sviluppo software – sostiene Giovanni Molin Brosa, business development manager per Teleion – significa ridurre in modo significativo sia i rischi di sicurezza legati all’uso di codice Open Source, sia il rischio di non rispettare le condizioni di licenza.”
La partnership con Black Duck si affianca a quella già attiva da tempo con Checkmarx per la ricerca delle vulnerabilità nel codice sorgente, e rientra nella strategia Teleion di proporsi come partner per la sicurezza offrendo soluzioni leader di mercato per realizzare applicazioni sicure.

___________________________________________________________________________
Teleion
Rivenditore a valore aggiunto specializzato in servizi e soluzioni di sicurezza, performance e ITOA. I clienti di Teleion sono grandi organizzazioni IT che possono beneficiare dell’esperienza e competenza maturata in 30 anni di attività, e delle partnership instaurate con vendor innovativi e best of breed nelle rispettive aree. Per informazioni: www.teleion.it
Black Duck SoftwareOrganizzazioni di tutto il mondo utilizzano i prodotti software Black Duck, leader nel proprio settore, per automatizzare la gestione e messa in sicurezza del software open source, eliminando i problemi dovuti alle vulnerabilità di sicurezza, alla non conformità alle licenze e i conseguenti rischi operativi. Black Duck ha sede a Burlington, MA, e uffici a San Jose, CA, Londra, Francoforte, Hong Kong, Tokyo, Seoul e Pechino. Per informazioni: www.blackducksoftware.com.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI