Cerca nel blog

domenica 31 maggio 2009

Tim nuovo HTC Magic


 Da Tim il nuovo HTC Magic



UN TOCCO DI MAGIA E
INTERNET È NELLE TUE MANI.


Da TIM il nuovo Magic.
Arriva Magic il nuovo smartphone di HTC.
Interamente touch screen, Magic è basato su
sistema operativo Android e ti permette di accedere
ai servizi di Google™, come Gmail™
e Google Maps™ con Street View. E in più, entri
sempre in YouTube™ dove puoi condividere i tuoi
filmati, anche quelli girati con il tuo cellulare grazie
alla speciale videocamera.

Acquista il tuo Magic direttamente online o presso
tutti i punti vendita TIM.
Scopri come navigare senza pensieri con Maxxi
Internet, l'offerta imperdibile che ti permette di
navigare sempre a soli 10 euro al mese.
E il primo mese è gratis fino a 50MB al giorno.
Da oggi il mondo di internet è ancora più magico.


SCOPRI MAGIC
HTC MAGIC
TIM | Vicere senza confini



venerdì 29 maggio 2009

Italiani e internet: è amore

Gli italiani vanno pazzi per internet e soprattutto per i network. Lo rivela una ricerca condotta dall’ "Osservatorio sull'Instant Messaging in Italia", per conto di Microsoft Internet Explora. Il campione analizzato è di circa un migliaio di utenti di età superiore ai 18 anni. L’'instant messaging spopola tra gli internauti: infatti, ben il 73% degli intervistati, ha dichiarato di utilizzare un software dedicato. Tra le maggiori motivazioni all’utilizzo del servizio anche il fatto che quest’ultimo viene inteso come sostitutivo della telefonia e dunque come strumento anti-crisi.
La classifica dei programmi più utilizzati vede ancora in testa Microsoft Live Messenger, subito seguito da Skype e Yahoo Messenger. La ricerca sottolinea, infine, che gli italiani usano internet anche come fonte di informazione, al posto della carta stampa e della televisione: il 77% degli utenti dichiara di visitare quotidianamente i siti delle maggiori testate on-line, mentre il 25% segue attivamente i blog.

Più sicurezza sulle reti di comunicazione

E’ sempre più acceso in Europa il dibattito attorno al tema della sicurezza nelle reti di comunicazione, considerando la forte incidenza di tale fattore sullo svolgimento delle attività da parte delle aziende. ENISA, più in particolare, ha individuato in MPLS, DNSSEC e IPv6 le principali tecnologie per dare una spinta importante in questo senso.

Particolarmente interessante il DNSSEC (consigliato dal governo americano ai principali gestori telefonici), che consente di aumentare la sicurezza DNS identificando sia emittente che ricevente, ma anche garantendo l’integrità dei dati trasmessi.

Microsoft sfida Google

Microsoft si lancia all’inseguimento del motore di ricerca per internet più utilizzato al mondo, Google e rilancia il dialogo per una partnership con Yahoo. Con il lancio di Bing, la società sta tentando di risalire la china (attualmente solo l’8% degli internauti utilizza la funzione di ricerca proposta di default con Internet Explorer) e, per questo, ripensa ad una possibile collaborazione esterna.
Dal canto suo, Bertz, il nuovo amministratore delegato di Yahoo (circa il 20% degli individui utilizza il suo servizio), lascia intendere una nuova politica di espansione del motore, che ormai da troppo tempo, si ritrova in una situazione di stallo. Certo è che, per i due siti inseguitori di Google (da solo, quest’ultimo, detiene circa il 60% del mercato), la strada della collaborazione resta l’unica possibile in vista di risultati significativi.

giovedì 28 maggio 2009

In bici con Nokia Maps



Cambio gestore, novità in Spagna

Grosse novità legislative in Spagna in tema di telecomunicazione. Con i nuovi provvedimenti, infatti, per l’utente sarà possibile cambiare gestore di telefonia fissa in appena 24 ore, a patto che lo stesso utente mantenga il vecchio numero telefonico. L’argomento è stato oggetto di discussione e soprattutto di provvedimenti anche in Italia, ma in Spagna si è andati oltre, proponendo anche uno stop forzato a tutte quelle pubblicità che “promettono” una velocità di connessione più elevata rispetto a quella reale.

Telefonia fissa, novità in slovenia

Negli ultimi giorni arrivano novità nel campo della telefonia fissa anche dalla Slovenia. La società di telefonia "Telekom Slovenia", più in particolare, ha siglato un accordo per ottenere la rete di distribuzione al dettaglio di servizi e prodotti di telecomunicazione "Gemanos".

L’affare (Gemanos è il secondo operatore del Paese per traffico ottenuto) dovrebbe costare a "Telekom Slovenia", già radicata nel settore grazie a “On-net”, circa 190 milioni di euro. Telekom Slovenia era già diventata azionista di “Cosmofon”, gestore di telefonia mobile.

mercoledì 27 maggio 2009

Arriva il cellulare per i bambini

Arriva in Europa un operatore finalmente dedicato ai bambini, più in particolare di età compresa tra i 5 e i 10 anni. Si tratta di un gestore telefonico virtuale nato in Danimarca, ma è facile immaginare che la sua crescita sarà mondiale nel giro di poco tempo. Il suo nome è WiGOMO. L’operatore ha deciso di creare un pacchetto unico con il cellulare WiGOMO ONE, che consente di localizzare in qualunque momento il bambino grazie all’integrazione del servizio Google Maps. Il genitore ha inoltre la possibilità di decidere quali saranno i numeri per i quali è consentito il traffico in entrata e in uscita.

Carta di credito sul web? Si, grazie!

Sempre più italiani usano la propria carta di credito su internet. La diffidenza sembra oramai lasciare il posto ad un utilizzo sempre più diffuso del pagamento digitale, seppur moderato rispetto ad altri paesi europei. A fronte di ben 22 milioni di internauti nel mese di marzo 2009, all’incirca 3 milioni e mezzo di utenti hanno effettuato acquisti sulla rete: questo il rapporto, diffuso oggi dalla DigitalFinance di Nielsen Online e CommStrategy. La crescita è del 2.8% rispetto al marzo del 2008, nello specifico per quanto riguarda le vendite del settore musicale (soprattutto cd, ma anche biglietti per eventi e concerti).
In quest’ottica, sempre più frequente, è l’utilizzo delle carte prepagate, avvertite come più sicure per le transazioni sulla rete.

martedì 26 maggio 2009

Nokia: Ovi Store apre i battenti

Ovi Store apre i battenti

 

Espoo, Finlandia – Si inaugura oggi Ovi Store by Nokia, disponibile in tutto il mondo su una cifra stimata di 50 milioni di telefoni su oltre 50 diversi modelli, incluso il Nokia N97 di prossimo arrivo. Navigando sul sito store.ovi.com con il proprio cellulare Nokia, gli utenti possono iniziare subito a scaricare e rendere più divertente il proprio dispositivo personalizzandolo con applicazioni, giochi, video, podcast, strumenti, servizi location-based e molto altro.

 

"Ovi Store ha aperto i battenti e i suoi scaffali virtuali sono pieni di contenuti locali e globali ideati per un'ampia gamma di dispositivi Nokia" ha affermato Tero Ojanperä, Executive Vice President di Nokia Services. "Acquistare contenuti e applicazioni su Ovi Store diventa più facile e divertente sia per chi possiede un telefono cellulare che uno smartphone."

 

Nei Paesi in cui è disponibile il servizio, gli utenti possono aggiornare i propri dispositivi grazie all'applicazione mobile Ovi Store, semplicemente selezionando l'icona dedicata nella cartella Download! del cellulare. Il client mobile è disponibile in inglese, tedesco, italiano, russo e spagnolo e supporta il pagamento tramite l'operatore in Italia, Spagna, Australia, Germania, Irlanda, Russia, Singapore e Regno Unito. In tutto il mondo l'addebito su carta di credito è disponibile tramite l'applicazione mobile e il sito. Nel corso dell'anno verranno aggiunti nuovi Paesi, lingue, dispositivi e funzionalità. AT&T renderà disponibile Ovi Store per i propri clienti negli Stati Uniti entro il 2009. 

 

Ovi Store propone una gamma di contenuti in continua evoluzione sia gratuiti sia a pagamento. Migliaia fra i maggiori content provider e sviluppatori indipendenti stanno già distribuendo i loro contenuti, applicazioni e giochi tramite Ovi Store, mentre molti altri si iscriveranno alla piattaforma di distribuzione sul sito publish.ovi.com.

 

In Italia su Ovi Store fin da subito sono disponibili in esclusiva anche alcune applicazioni tutte italiane realizzate da sviluppatori e content provider locali, come ad esempio "Quo Vadis Baby" di Mixel scarl, "Vivaticket", "Telepark" e "BOL" realizzate dal consorzio Movincom, e "Orologerie" di Zero9.

 

"Per noi sviluppatori di applicazioni di mobile entertainment il lancio di OVI Store rappresenta una tappa importante, un segnale decisivo per lo sviluppo di un più ampio e profittevole  mercato mobile, sia nazionale che internazionale. Sono certo che insieme a Coloradofilm e Mediaset, valuteremo con grande interesse lo sviluppo su piattaforma OVI delle nostre prossime  produzioni 'mobile', così come già avvenuto recentemente per l'applicazione, Quo Vadis Baby" ha aggiunto Mario Fumagalli, presidente del consorzio Mixel scarl.

 

"Movincom, consorzio che aggrega e rappresenta gli esercenti attivi sul canale mobile, arricchirà l'offerta dell'Ovi Store con applicazioni destinate all'acquisto via mobile di un'ampia gamma di beni e servizi. Fra i quali l'applicazione Vivaticket che guida il cliente nella scelta e nel pagamento di eventi culturali in oltre 1000 sale italiane, oppure Telepark che consente l'acquisto di ore di sosta e ricariche di tessere in più di 30 città. Anche BOL, libreria on-line del Gruppo Mondadori, intende arricchire la propria offerta mobile aggiungendo al proprio m-site già on line i servizi disponibili grazie dall'accordo Nokia-Movincom" ha dichiarato Enrico Sponza, Vice Presidente del Consorzio Movincom S.c.r.l..


"Siamo orgogliosi del rapporto di collaborazione avviato con Nokia nell'ambito della piattaforma Ovi" – afferma Silvio Giovine, Vice Presidente Services e Prodotti di Zero9 – in quanto testimonia il ruolo ormai consolidato e riconosciuto che Zero9 ha raggiunto a livello mondiale come operatore di riferimento nel settore dell'ideazione, produzione, aggregazione e distribuzione di contenuti multimediali per la telefonia mobile". "Siamo sicuri – continua Giovine – che sarà una collaborazione destinata a risultati di reciproca soddisfazione sia per noi che per Nokia".

 

 

Nokia
Nokia è il leader mondiale nella produzione di telefoni cellulari come market share e leader nei settori convergenti di internet e delle comunicazioni. Nokia offre un'ampia gamma di device mobili che soddisfa le esigenze di tutti i consumatori con servizi internet che permettono di provare l'esperienza in mobilità della musica, della navigazione, del messaging e del gioco e dei media.  Inoltre, Nokia fornisce esaurienti informazioni di navigazione digitale attraverso NAVTEQ e applicazioni, soluzioni e servizi per le reti di comunicazione attraverso Nokia Siemens Networks.

 


Security Summit a Roma

Sicurezza nella Sanità, novità sulla sicurezza digitale nella Pubblica Amministrazione e privacy al tempo dei Social Network: queste le principali tematiche che contraddistinguono l'edizione romana

 
Milano, 26 maggio 2009 – Si presenta vivace e ricco di contenuti il programma dell'edizione romana del Security Summit, l'evento dedicato alla sicurezza informatica organizzato da Clusit, la principale Associazione italiana per la sicurezza informatica, ed Edipi Conference, struttura convegnistica della casa editrice Edipi, che si terrà a Roma il 10 e 11 giugno presso l'SGM Conference Center.

Relatori di spicco prenderanno parte alla manifestazione di apertura che prevede un momento di confronto con i rappresentanti del Governo, delle Autority di riferimento, di Confindustria  e delle Imprese. Durante l'incontro, dal titolo «Sicurezza delle informazioni e della rete: nuove sfide per le istituzioni e le imprese», si dibatterà di protezione delle informazioni e di sicurezza della rete: quale sia la situazione odierna e quali i piani progettuali perché la sicurezza ICT sia parte integrante del processo di innovazione tecnologica nel nostro Paese.
 
Seguirà un convegno dedicato alla sicurezza informatica nella sanità, organizzato in collaborazione con l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, durante il quale si parlerà, tra l'altro, di misure minime e misure adeguate in ambito di sicurezza e privacy, dell'importanza del fattore umano e di apparati biomedicali e applicativi informatici e reti a confronto, e dove sarà presentato per la prima volta uno studio realizzato per la Commissione Europea sull'utilizzo delle tecnologie RFID nella sanità.
 
Giovedì 11 giugno, invece, è previsto un convegno dedicato alle novità sulla sicurezza digitale nella Pubblica Amministrazione, dove verrà analizzato l'impatto sulla PA delle recenti disposizione del Garante sulla Privacy per gli amministratori di sistema e si parlerà anche delle nuove regole in materia di firma digitale, identità digitale e interoperabilità a livello Europeo, oltre che di Fascicolo Sanitario Elettronico e di Biometria e nuovi Passaporti.
 
Grande attenzione sarà poi riservata a tematiche di stretta attualità durante le 3 tavole rotonde previste: "La sicurezza delle Infrastrutture Critiche", dove si affronterà anche l'impatto che un evento drammatico come il terremoto in Abruzzo ha avuto sull'informatica, sulla rete e sulle infrastrutture critiche locali; "Le attività delle Istituzioni Europee a supporto della sicurezza informatica e delle reti", dove saranno presentate le ultime iniziative della Commissione Europea e dell'Enisa a favore della sicurezza delle aziende degli stati membri; "Identità, sicurezza e privacy al tempo dei Social Network", che vedrà la partecipazione di alcuni dei più conosciuti blogger italiani.

Durante il Summit si terranno alcuni atelier tecnologici e due percorsi professionali, "legale" e "tecnico", che daranno diritto a crediti CPE (Continuing Professional Education). Inoltre, saranno replicati 2 seminari Clusit che hanno riscosso un notevole successo in occasione dell'edizione milanese dell'evento: "Le novità nel campo degli standard per la sicurezza IT" e "SCADA Security".
 
La partecipazione al Security Summit è gratuita previa registrazione sul sito dell'evento: www.securitysummit.it .



Clusit
Il Clusit, nato nel 2000 presso il Dipartimento di Informatica e Comunicazione dell'Università degli Studi di Milano, è la più importante associazione italiana nel campo della Sicurezza Informatica e rappresenta oltre 500 aziende e istituzioni, ampiamente significative per l'intero Sistema-Paese.
Tra le sue attività: diffondere la cultura della sicurezza informatica presso le Aziende, la P.A. e i cittadini; partecipare alla elaborazione di leggi, norme e regolamenti; promuovere percorsi di formazione e certificazione delle diverse figure professionali operanti nel settore della sicurezza; promuovere l'uso di metodologie e tecnologie che consentano di migliorare il livello di sicurezza delle varie realtà. Clusit svolge un'intensa attività di supporto e di scambio con le Confederazioni Industriali, con Università e centri di ricerca e con associazioni professionali e dei consumatori.

Ulteriori informazioni sulle attività del Clusit sono disponibili sul sito www.clusit.it 
 
Edipi
Edipi Conference è la struttura convegnistica della casa editrice Edipi, specializzata in problematiche legate all'innovazione tecnologica. Fondata nel 1996, pubblica periodici e libri indirizzati alla comunicazione business to business, organizza convegni e seminari ed ha una significativa attività online - il sito www.edipi.com  con news, informazioni, newsletters settimanali, motori di ricerca, spazi di analisi e ricerche di mercato.
Ogni anno Edipi Conference coinvolge nelle sue iniziative oltre 3.000 persone, con centinaia di relatori e docenti, con un calendario di circa 15 eventi l'anno indirizzati a pubblici e tematiche diverse.
Amministratore delegato è Mario Salvatori.
 
 

Cinzia Ercolano
Media Relations
Gruppo Editoriale Edipi
Via Edolo 29b, 20125 Milano

Tel. 02-67101088
mail: cercolano@edipi.it


sabato 23 maggio 2009

Telefonia e disservizi. Differenza tra associazioni di consumatori e gestori

Telefonia e disservizi. La differenza tra associazioni di consumatori e gestori

La cultura italiana e' intrisa di chierichismo. Cioe' il rapporto diretto non serve, occorre un protettore che ti faccia parlare con il boss, con dio e con … le aziende telefoniche.
Quanti bei convegni sono stati fatti sul marketing diretto, sulla comunicazione bidirezionale, sul rapporto one to one (uno ad uno) tra aziende e clienti! Inutilmente. Anche le aziende che sono 'un passo avanti', che nel loro stesso nome hanno velocita' e Internet (1) ricercano chierici (intermediari) per avere un rapporto coi loro clienti, che da soli non riescono invece a risolvere un problema: il boss e' irraggiungibile alla massa.

L'ultimo esempio. Lo scorso 21 maggio 2009 un nostro comunicato stampa annuncia: denunciamo ad Antitrust ed Agcom il comportamento scorretto di Fastweb che, in modo sistematico, ostacola il recesso degli utenti dal loro servizio, e indichiamo alcune delle tante e concordi segnalazioni pervenuteci dagli utenti (2).
Nel pomeriggio dello stesso giorno, riceviamo una lettera aperta da questo gestore. Ci invita a fare il chierico  per 'agevolare' i rapporti tra Fastweb e i propri clienti, sfruttando il call center che hanno istituito ad hoc per le segnalazioni dei disguidi che passano da associazioni con cui hanno stabilito un accordo.
Ma noi chierici non siamo, tanto meno vogliamo diventarlo.
Di seguito la mail e la nostra risposta.
Buona lettura.

-----------------------------
La lettera di Fastweb

From: D'Urso Mariagrazia
To: Aduc
Sent: Thursday, May 21, 2009 3:58 PM
Subject: lettera aperta per Presidente ADUC

Egregio Presidente,
Abbiamo appreso dal vostro sito che alcuni consumatori segnalano di avere avuto problemi con Fastweb. Purtroppo, vi limitate soltanto a dare risalto negativo all'evento senza metterci nelle condizioni di risolvere rapidamente il problema del cliente, né di poter replicare al vostro comunicato. Infatti, è da molto tempo che cerchiamo di avere un contatto con la vostra associazione senza alcun riscontro.
Fastweb ha intrapreso un percorso molto costruttivo di collaborazione con la maggioranza delle associazioni dei consumatori che si è concretizzato nella firma del protocollo d'intesa per la conciliazione paritetica. Con questo accordo, in caso di disservizi, i nostri clienti hanno risposte rapide, semplici e gratuite a testimonianza della volontà dell'azienda di dare ascolto alle esigenze della clientela. L'accordo, inoltre, valorizza l'esperienza e la professionalità che le Associazioni dei Consumatori hanno maturato in anni di attività a fianco dei consumatori. Inoltre Fastweb ha messo a disposizione un apposito call center dedicato alle segnalazioni delle associazioni: associazione.consumatori@fastweb.it – fax: 02 4545 5177 –  tel: 02 4545 5654.
Confidiamo che anche con ADUC si possa intraprendere un fattivo rapporto di collaborazione, in quanto l'obiettivo che ha sempre contraddistinto la nostra azienda è quello di migliorare la qualità del servizio, non solo dal punto di vista tecnologico, ma anche nel rapporto con il cliente.
Cordiali saluti.
Mariagrazia D'Urso
Affari Legali e Regolamentari
TLC Regulation&Consumers'Protection Manager

---------------------------
La nostra risposta

Gentile signora,
e' strano e sintomatico che abbiate appreso solo dal nostro sito che alcuni consumatori hanno problemi con il servizio di Fastweb, sono vostri clienti che non si sono rivolti a noi pregiudizialmente ma solo dopo vari tentativi di dialogo con i vostri servizi di assistenza. Forse avete qualche problema di comunicazione interna e l'occasione che vi abbiamo fornito col comunicato del 21 maggio potrebbe servire per una maggiore attenzione a queste problematiche.
Noi, inoltre, non ci siamo limitati a dare, come dite "risalto negativo all'evento senza metterci in condizione di risolvere rapidamente il problema del cliente", ma ci siamo limitati al servizio che eroghiamo, cioe' consulenza. E non si capisce perche' dovremmo mettere voi in condizione di risolvere un vostro problema: come gia' ricordato, gia' non siete stati in grado di risolverlo coi canali di assistenza alla clientela... altrimenti i vostri clienti non avrebbero chiesto la consulenza dell'Aduc.
Per il contatto con la nostra associazione, non ci risultano altri tentativi, altrimenti avremmo risposto cosi' come facciamo con chiunque.
Ci fa piacere del percorso che avete intrapreso per migliorare il servizio alla clientela e saremo sempre in prima linea nel verificarlo. Ma dalla nostra posizione di associazione per i diritti dei consumatori. Non da una sorta di agente intermediario aggiuntivo a cui i clienti di Fastweb dovrebbero rivolgersi per vedersi riconosciuti i vostri e i loro impegni contrattuali e normativi. Infatti, ci comunicate che avete uno specifico call center dedicato alle segnalazioni delle associazioni; le stesse che, nella quasi totalita', espletano il servizio solo ad associati che pagano una quota di adesione e forse anche per lo specifico servizio; quindi i clienti Fastweb per avere informazioni di qualita' maggiore rispetto ai vostri ordinari call center gratuiti, devono pagare queste quote in piu'. Ma perche' non dedicate le energie a migliorare il rapporto diretto coi clienti, visto che i vostri attuali servizi diretti non sono di totale soddisfazione? Se la semplificazione dei rapp
 orti
arreca vantaggi economici a tutti, perche' istituire un ulteriore passaggio, oneroso per voi e i vostri clienti? A nostro avviso e' bene che ognuno svolga la propria attivita', con proprie competenze e professionalita': voi societa' di lucro impegnata a raggiungere lo scopo sociale e l'impegno nei confronti degli azionisti, noi associazione non lucrativa a sviluppare consapevolezza dei propri diritti e doveri nel cittadino inteso come soggetto economico. L'alternativa a questo e' quel conflitto di interessi che, in una democrazia come la nostra basata sulla separazione dei poteri, bisticcia coi principi base di riferimento.
Per concludere. Le ricordiamo che il nostro sito Internet e' impostato per la libera partecipazione di chiunque; in domanda e in risposta ad articoli, lettere e forum di discussione. Quindi anche Fastweb e' gradito.
Buon lavoro
Vincenzo Donvito

-------------------------

(1) http://www.fastweb.it/php/h.php?f=/GFX/portale_v3/logo.gif
(2) http://www.aduc.it/dyn/tlc/comu.php?id=260410




venerdì 22 maggio 2009

TIM per il Blackberry Storm Rim 2?

Grande curiosità attorno al palmare BlackBerry RIM Storm 2, di recente lanciato sul mercato. Oltre agli aspetti tecnici, senza ombra di dubbio innovativi rispetto alla prima versione acquistabile dal Dicembre del 2008, c’è interesse nel capire se vi sarà o meno esclusività da parte di qualche gestore telefonico, come avvenuto qualche mese fa per lo Storm 9500, quando il “monopolio” andò a Vodafone.

Secondo diversi rumors è possibile un’esclusiva da parte dei gestori telefonici di ogni singolo continente o nazione. In Italia, più in particolare, TIM dovrebbe fare uno sforzo e prendere il posto di Vodafone.

Tecnologia touchscreen alla fermata del bus

Dall’anno prossimo, a Firenze, verrà sperimentata un’ innovativa fermata dell’autobus a tecnologia touchscreen, come per l’ IPod: tramite particolari pannelli, fiorentini e turisti potranno ingannare l’attesa, interagendo individualmente con gli schermi e ottenendo informazioni riferite non solo ai tempi di attesa previsti, ma anche agli aggiornamenti meteo e sul traffico. Tanto più, la presenza di una rete wireless, permetterà di ricevere i dati direttamente sui telefoni cellulari.
Nel rispetto dell’ambiente, inoltre, tutta la strumentazione necessaria verrà alimentata a energia solare. L’equipe di ricerca è guidata dal professore Carlo Ratti, direttore del Senseable City Laboratory del Massachusetts Institute of Technology.

giovedì 21 maggio 2009

Klikkapromo 1° sito italiano di infocommerce alimentare, sceglie ENGITEL per sviluppare l'innovativo servizio WEB

Klikkapromo, primo sito italiano di infocommerce alimentare, sceglie ENGITEL per sviluppare l'innovativo servizio WEB

Klikkapromo è stato sviluppato da Engitel S.p.A., primaria web agency italiana, attiva dal 1994.

La tecnologia alla base di un sito innovativo come "concept" è fondamentale per il suo successo.

Klikkapromo è il primo sito in Italia, indipendente e gratuito, focalizzato su prodotti alimentari e di prima necessità, che agisce come 'infocommerce': ossia permette di scoprire e confrontare in tempo reale, nei punti vendita più vicini al proprio indirizzo, le offerte promozionali della Grande Distribuzione.

L'obiettivo di Klikkapromo è quello di fornire ai consumatori tutte le informazioni per poter affrontare l'acquisto in maniera più consapevole e quindi più conveniente scegliendo tra le offerte con oltre il 50% di sconto anche  sui prodotti di marca.

Considerato che i prodotti in promozione rappresentano attualmente più del 25% degli acquisti degli italiani, Klikkapromo ha stimato che l'utilizzo del sito da parte del consumatore, permetterà un risparmio effettivo sulla spesa pari a 2000 euro all'anno.

Il sito è stato sviluppato in tecnologia MS.NET e SQLServer, con utilizzo avanzato di funzionalità Ajax per velocizzare e semplificare la navigazione degli utenti che vedono aggiornarsi solo le parti della pagina che richiedono variazioni sulla base delle scelte dell'utente.

A regime, con tutte le catene presenti, punti vendita ed un numero medio di promozioni cadauno di 250 prodotti, stiamo parlando di un DB con 625.000 promozioni disponibili in un specifico istante + tutto lo storico delle promozioni disponibili nel tempo.

Per trovare il supermercato più vicino e più conveniente il motore di ricerca sviluppato richiede come elementi minimi di scrivere comune e provincia in cui ci si trova, ma per avere una risposta ancora più semplice suggeriamo di imputare anche la via in cui ci si trova.

E' attiva la geolocalizzazione di Google che mi da tutti i punti vendita entro un raggio di KM, configurabili da backoffice. Parliamo di distanza geodedica.

Si possono riordinare le promozioni in base a numerose possibilità (foto sotto): in tutti questi casi il sistema deve, in pochi millisecondi, incrociare oltre 50 tabelle che descrivono ad esempio: le catene, i punti vendita, le promozioni, le categorie merceologiche ecc.

 

Telecom Italia e futuro della rete: Governo decida senza fare sconti all'ex monopolista, non si favorisce l'italianita' delle aziende dando privilegi a societa' inefficienti e indebitate



Telecom Italia e futuro della rete: il Governo decida senza fare sconti all'ex monopolista, non si favorisce l'italianita' delle aziende dando privilegi a societa' inefficienti e indebitate

Firenze, 21 maggio 2009. Dopo mesi di indiscrezioni e lo svelamento del piano sul futuro della banda larga in Italia ad opera di un sito Internet (1), finalmente e' stata annunciata la prima presentazione ufficiale delle analisi condotte per conto del Governo da Francesco Caio: il superconsulente riferira' in Parlamento l'8 giugno prossimo.
La partita in ballo e' grossa: cosa fare per stimolare la reale fornitura di connettivita' in banda larga a tutti gli italiani? E' utile che la rete dell'ultimo miglio (a banda stretta) rimanga proprieta' dell'ex monopolista Telecom Italia? E' meglio scorporarla e farla confluire in una nuova societa' che, grazie anche all'intervento di fondi pubblici, si occupi di stendere fibra ottica in tutto il Paese? E' piu' saggio mantenere al centro del sistema proprio Telecom Italia, affinche' non venga ulteriormente indebolita, cosi' da privilegiare l'italianita' di una societa' che ricopre un ruolo strategico nelle infrastrutture del Paese?
Finora il Governo, evidentemente, e' stato piu' attento –in ambito di telecomunicazioni- a consolidare le proprie posizioni nella regina della partitocrazia italiana, la Rai. Speriamo che prima o poi prenda la situazione in mano in modo trasparente e con il fine ultimo di favorire tutti gli italiani (famiglie e imprese).
A proposito di quali siano gli interessi nazionali, facciamo notare che:
- la cordata italiana che ha rilevato Telecom dalle mani bucate di Tronchetti Provera, fa acqua da tutte le parti, e il padrone in pectore della societa' e' la spagnola Telefonica;
- tutti gli altri gestori che operano in Italia hanno proprieta' estera (Vodafone-Tele2, Fastweb, Wind, British Telecom Italia);
- l'Italia rimane nelle retrovie delle classifiche dei Paesi con le migliori infrastrutture di rete.
Il fatto che vari Governi abbiano favorito il permanere di Telecom Italia al centro del sistema, e' la causa principale di tale situazione. Non si favorisce l'italianita' delle aziende dando privilegi a societa' inefficienti e indebitate. Purtroppo e' una situazione che ci ricorda da vicino la triste esperienza di Alitalia: regali alla cordata 'italiana' -a spese del contribuente- che comunque deve scegliersi un alleato/padrone straniero.

Domenico Murrone, Aduc Tlc – www.aduc.it/dyn/tlc


(1) http://www.aduc.it/dyn/tlc/noti.php?id=260232


Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
Email aduc@aduc.it
Tel.055290606

 

Fastweb, impossibile recedere dal contratto. Denuncia ad Antitrust e Agcom

Fastweb rende impossibile il recesso dal contratto. Denuncia ad Antitrust e Agcom

Firenze, 21 maggio 2009. "Ho richiesto a Fastweb tramite raccomandata, la disdetta del contratto nell'anno 2007, nel 2008 ho inviato ulteriori 2 raccomandate, ho staccato il modem e nel 2009 pur non avendo ricevuto alcuna notizia ho riconsegnato anche l'apparato. E' possibile che io non possa essere libero di scegliere il mio operatore adsl, come possono continuare imperterriti ad ignorare tutte le mie raccomandate e le mie telefonate al servizio clienti continuando ad inviarmi fatture di cui poi qualche fantomatica ditta di cessione crediti mi chiedera' il conto?"
Segnalazioni di questo tenore ce ne giungono a decine (1). In pratica, nonostante l'invio di raccomandate e le previsioni di legge, che impongono al gestore la disattivazione del servizio entro 30 giorni, Fastweb ignora il tutto, continuando a fatturare costi non dovuti. Non mancano casi in cui la societa' dice di non aver ricevuto la raccomandata ar di recesso.
Abbiamo inviato denuncia della pratica all'Antitrust e all'Agcom (l'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni), sperando in un loro tempestivo provvedimento.

Quanto segnalato e' uno dei tanti esempi della giungla telefonica italiana, ma in questo caso c'e' un'aggravante: Fastweb non e' nuova alle furbate in sede di recesso. Nell'agosto 2008 il gestore e' stato condannato dall'Antitrust per pratica commerciale scorretta: impediva la restituzione degli apparati (hag, modem) agli utenti che avevano effettuato il recesso, per poter chiedere una penale di oltre 100 euro
http://www.aduc.it/dyn/tlc/comu.php?id=229899
La multa fu solo di 145 mila euro. E' forse il limitato valore economico della sanzione che ha stimolato Fastweb a 'progettare' un altro sistema per spillare soldi? Si'. Per qusesto da tempo ci stiamo battendo perche' sia innalzata la sanzione massima comminabile per pratiche commerciali scorrette, dagli attuali 500 mila euro a 10 milioni di euro:
http://www.aduc.it/dyn/tlc/comu.php?id=256612

(1) Selezione di lettere pervenute a Cara Aduc a partire da gennaio 2009
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=245902
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=245877
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=246041
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=246148
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=247164
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=247355
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=248035
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=248475
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=248470
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=248451
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=248442
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=248695
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=248957
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=249367
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=250134
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=250344
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=250526
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=250639
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=251052
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=250991
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=251945
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=252873
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=253087
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=253793
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=253899
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=255184
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=255713
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=256685
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=256931
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=256928
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=258200
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=259026
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=259645
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=259737
http://www.aduc.it/dyn/sosonline/caraduc/carasingola.php?id=259992


Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
Email aduc@aduc.it
Tel.055290606


Telecom, problemi in borsa

Giornata non facile per Telecom Italia. Il gigante telefonico sta infatti accusando delle perdite in borsa, imputabili secondo molti esperti del settori ai rumors emersi nei giorni scorsi riguardo il possibile accordo tra Telecom e Telefonica.

La voce è stata smentita da fonti ufficiali, mentre il governo pare orientato a mantenere la rete italiana. Secondo il Sole 24 Ore, più in particolare, allo studio ci sarebbe la creazione di una società terza che si dedichi al cablaggio e alla posa della fibra ottica, lasciando invariato l'assetto dell'attuale rete in rame di Telecom.

mercoledì 20 maggio 2009

Workshop: Video col cellulare e ultime Audizioni SAE nel calendario Nokia Trends Lab




Nokia Trends Lab N.48 Maggio 2009
La newsletter di Nokia Trends Lab
Tour Nokia for Music VJ Lab My Page My Page My Page My Page

Nokia Trends Lab

Nokia Trends Lab Tour

Nuovo Workshop: "Video col cellulare"a cura di Sara Lando

Nokia Trends Lab in collaborazione con Tau Visual propone un nuovo Workshop gratuito dedicato agli artisti virtuali e ai creativi multimediali.

Sara Lando, photographer professionista e socia di TAU VISUAL, darà vita ad un LABORATORIO teorico-pratico sulla realizzazione di video col telefonino.

Proponi la tua candidatura compilando il FORM dedicato.

L'occasione è di quelle da non perdere.

vai Vai

Tour

Nokia Trends Lab Tour

23 maggio: terza e ultima Audizione SAE + Midfinger Records

Si chiude il ciclo di Audizioni nate dalla collaborazione tra Nokia Trends Lab e SAE, dedicate alle band emergenti.

Il 23 maggio, ore 14.00 al The LAB, presso il Circolo Arci La Casa 139 di Milano, insieme a Midfinger Records sarà presente per SAE il docente resident Andrea Maccone, che farà da tutor del terzo vincitore durante tutte le fasi dell'incisione.

Ricorda che i brani incisi dai vincitori saranno pubblicati all'interno della SAE Live Class compilation.

Che aspetti? Se sei un artista compila il FORM sul sito per partecipare e farti notare dagli addetti ai lavori.

vai Vai

Consulta il calendario completo
Per altre info sul mondo della musica e dei VJ, visita www.nokiatrendslab.it

Rapporto Caio sulla banda larga

Dopo la pubblicazione del “Rapporto Caio”, è giunto il tempo delle riflessioni nel nostro Paese relativamente all’argomento “banda larga”. Il rapporto evidenzia sostanzialmente la necessità di investire un po’ ovunque in Italia per limitare il gap con gli altri Paesi europei, dove la fibra ottica potrebbe essere presto realtà, almeno nelle città principali.
La necessità di tali investimenti, tuttavia, vanno concepiti anche nell’ottica della nostra situazione: l’Italia è fortemente condizionata dal terremoto in Abruzzo. La tragedia ha inevitabilmente rallentato il processo di crescita e lo stanziamento degli 800 milioni di euro da parte del governo.

martedì 19 maggio 2009

Fwd: Fai un giro in bici con Nokia Maps




 

Wired: in edicola il quarto numero




Wired
SCOPRI COSA SIGNIFICA NON ARRENDERSI MAI. COMPRA IL QUARTO NUMERO DI WIRED.

Wired questo mese ha il piacere di presentarti Hugh Herr, lo scienziato americano che ha allargato i confini delle opportunità per tutti quelli che hanno perso l'uso degli arti. Proprio come è successo a lui.
Grazie alle sue ricerche ha permesso a tante persone di camminare.
Rendendo più vicino il giorno in cui corpo e macchine si fonderanno in una cosa sola.
In più:

  • Bruno Murari, l'inventore del magico chip di iPhone e Wii
  • Rapporto Wired-Cotec. Italia 2009: quanto siamo innovatori?



  • Se non lo ricevi come abbonato corri in edicola: la tua copia ti aspetta!

    Google non si ferma più

    Continua l’invasione di Google nella nostra vita quotidiana. E’ infatti in arrivo il “cellulare Google”: da giugno, infatti, sarà lanciato in Svizzera l'HTC Magic. Grazie al nuovo cellulare si potrà disporre di un nuovo tipo di sistema operativo, Android, sviluppato appunto prevalentemente da Google.Android sarà venduto dai principali gestori di telefonia mobile e includerà anche Google Maps, oltre ai servizi gmail. Saranno diversi, come è ovvio che sia, i piani tariffari a disposizione dell’utenza.

    lunedì 18 maggio 2009

    L'’Autorità ora si concentra sui call-center

    Ancora provvedimenti da parte dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni nei confronti dei principali gestori di telefonia fissa nel nostro Paese.

    Dopo aver dato nuove indicazioni relativamente alla fornitura del codice di migrazione nel caso in cui l’utente dovesse manifestare la volontà di cambiare gestore, l’Autorità ha anche approvato una serie di azione atte a migliorare la qualità delle prestazioni offerte dai call center degli operatori telefonici, soprattutto per quanto riguarda la trasparenza delle informazioni. Sono sempre di più, infatti, i casi in cui gli utenti segnalano “trappole”, quando si minaccia di passare ad n nuovo gestore. Le disposizioni, attraverso la definizione di standard minimi di qualità, dovrebbero comportare miglioramenti significativi anche nei tempi di risposta e di risoluzione dei problemi.

    venerdì 15 maggio 2009

    L' Authority facilita il passaggio a nuovo gestore

    Non è un periodo particolarmente fortunato per i gestori telefonici italiani. L’Authority, infatti, ha dato nuove disposizioni per facilitare il passaggio degli utenti da un gestore all’altro.

    Oggetto del contendere, il codice di migrazione che tali gestori dovrebbero fornire immediatamente agli utenti “traditori”: spesso tale procedura è ritardata affinché si possa guadagnare tempo e proporre al cliente nuove tariffe per convincerlo a non passare alla concorrenza.

    Il codice, più in particolare, attraverso il provvedimento in arrivo, sarà inviato in allegato con le bollette da pagare e sarà allegato ad un PIN che intanto verrà inviato all’utente che fa richiesta di passaggio ad altro gestore.

    giovedì 14 maggio 2009

    Vodafone Children's day 15 maggio


    VODAFONE: OTTAVA EDIZIONE DEL CHILDREN'S DAY

    I dipendenti organizzatori dell'Open Day Vodafone con il Noilab, il social network interno

                   

    Roma, 14 maggio 2009 - Vodafone torna ad aprire le porte delle proprie sedi ai figli dei dipendenti per l'ottava edizione del Children's Day. Il 15 maggio oltre 4000 persone tra genitori, nonni e figli saranno coinvolti in una festa itinerante all'interno delle sedi Vodafone, alla scoperta dei luoghi di lavoro dei propri cari.

    Tante le novita' di quest'anno: dalla partecipazione dei dipendenti all'organizzazione attraverso il Noilab (l'attivissimo social network interno), fino allo spettacolo teatrale appositamente studiato per bambini dai 12 ai 36 mesi che si terra' all'interno dell'asilo nido aziendale di Pozzuoli, il piu' grande nido aziendale del Mezzogiorno).

    In occasione del Children's Day, Vodafone aprira' le porte anche ai ragazzi dell'associazione Macrame' che parteciperanno all'open day del Call Center di Pisa. I ragazzi, di eta' compresa tra gli 11 e i 14 anni, saranno accompagnati dagli operatori dell'Associazione Macrame' di Campi Bisenzio. L'associazione, sostenuta dalla Fondazione Vodafone Italia, svolge attivita' di sostegno a minori disagiati.

    Con questa iniziativa Vodafone conferma la propria apertura verso le realta' locali in cui opera - in particolar modo verso giovani e studenti. Solo una settimana fa, Vodafone ha aperto la propria struttura di Bari agli studenti dell'Istituto Tecnico Alessandro Volta di Bitonto che hanno potuto sperimentare dal vivo alcune materie di studio attraverso un percorso didattico non convenzionale.

    Ma la sensibilita' verso i temi della maternita' non si limita ad un giorno di festa: molti sono gli strumenti concreti offerti da Vodafone alle madri per conciliare tempi di vita e tempi di lavoro.

    Le mamme di Vodafone ad esempio, percepiscono il 100% della retribuzione anche nei quattro mesi e mezzo di congedo parentale facoltativo successivi ai cinque mesi di maternita' obbligatoria (l'azienda integra il 30% previsto dalla legge con un ulteriore 70%).

    Vodafone garantisce inoltre turni flessibili per le donne che rientrano al lavoro dopo il parto, estende l'assistenza medica anche ai figli fino a 18 anni e, in diverse sedi, offre l'asilo nido aziendale ai bambini fino a 36 mesi (ultima nata, la struttura di Pozzuoli che, con 420 mq e 60 bambini, rappresenta il nido aziendale piu' grande del Mezzogiorno).

    Ufficio Stampa Vodafone Italia:

    Giuseppe Curra'- 06.5092 2551

    Viola Vitali - 06. 5092 2831



    Telefonia USA, novità in arrivo

    Importanti novità negli USA relativamente al campo della telefonia fissa. Verizon Communication, infatti, ha ufficialmente annunciato di aver venduta gran parte dell’attività di tale settore ad un concorrente diretto come Frontier Communication.
    La decisione è maturata alla luce delle nuove strategie aziendali, che vedrebbero Verizon maggiormente concentrata nei campi della telefonia mobile e dei servizi internet ad alta velocità. L’affare porterà nelle casse di Verizon (che ha abbandonato la telefonia fissa in 14 Stati su 26) circa 8,6 miliardi di dollari.

    mercoledì 13 maggio 2009

    Wireless: Everything But Advertising Forum



    ---------- Messaggio inoltrato ----------
    Da: wireless <grossini@gowireless.it>
    Date: 13 maggio 2009 11.19
    Oggetto: [CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.] SI RINNOVA L'EDIZI...
    A: corrieredelweb@gmail.com


    La quarta edizione di Everything But Advertising Forum, l'evento Wireless dedicato al web marketing, si caratterizza per una formula innovativa pensata per offrire alle PMI risultati concreti e misurabili

     

    La contingente situazione economica impone alla aziende una serie di riflessioni sugli investimenti effettuati in comunicazione, al fine di valutare quali siano gli strumenti marketing più efficaci in grado di produrre nuove e reali opportunità di business. In quest'ottica, Wireless rinnova la quarta edizione di Everything But Advertising (EBA) Forum, in programma a Milano il 27 e 28 maggio presso la Casa dell'Energia, presentando un evento costruito specificatamente sulle piccole e medie imprese.

     

    A differenza di manifestazioni simili presenti sul mercato, EBA Forum 2009 è un evento lontano dalle vecchie formule convegnistiche e rivolto a un pubblico mirato e selezionato la cui partecipazionegratuita è riservata alle sole aziende clienti. Le aziende, infatti, sono il perno attorno a cui viene realizzato l'evento, in termini sia di pubblico presente, che di interventi e case history di successo, così da permettere alle imprese di conoscere e far conoscere gli strumenti di comunicazione più efficaci per ottenere risultati concreti, a costi ridotti.  

     

    "Con EBA Forum 2009 vogliamo spostare il focus sugli utilizzatore reali, al fine di creare un ambiente dinamico e stimolante in grado di far incontrare domanda e offerta, generare contatti efficaci e offrire un elevato valore aggiunto", ha dichiarato Gianluigi Ferri, Amministratore Delegato di Wireless. "L'assoluta novità dell'edizione 2009 è data dalla scelta di coinvolgere un pubblico mirato, invitato direttamente dalle aziende clienti. Crediamo che questo sia un meccanismo vincente, che consentirà di rispondere al meglio a reali esigenze di business".

    Il successo dell'iniziativa è evidente già dai primi numeri relativi all'evento: attualmente sono 250 i partecipanti accreditati, rappresentanti di aziende operanti in settori eterogenei, dal turismo all'informatica, dal farmaceutico alle public utilities, dalle banche ai trasporti. I presenti, il cui numero si prevede raggiungerà almeno quota 350, verranno avvicinati alla cultura del web e alla misurabilità dei risultati e degli investimenti effettuati sui media digitali e sul web 2.0 attraverso sessioni dedicate, che spaziano dall'e-commerce a misura di azienda italiana alla creatività per l'innovazione, ai nuovi trend digitali.

    Maggiori informazioni sul programma di EBA Forum 2009 sono disponibili sul sito dell'evento. L'ingresso è gratuito, previa richiesta d'invito sul sito web www.ebaforum.it.

     

     

    WIRELESS è il punto di riferimento italiano della filiera di operatori nel settore delle tecnologie ICT e multimedia. Wireless anticipa scenari e soluzioni, descrive esperienze e prodotti concreti, offre occasioni di dibattito, confronto, scambio commerciale e networking tra aziende, istituzioni e mercati, realizzando eventi, conferenze, convegni e seminari formativi (www.gowireless.it).

     

     

    Contatti:

     

    Michela Gnemmi
    mgnemmi@gowireless.it

    WIRELESS Srl
    Via Monte Rosa, 11 – 20149 Milano
    Tel 02/48517925 - Fax 02/460015

    www.ebaforum.it

    info@ebaforum.it

     

     

    Francesca Tolimieri

    ftolimieri@gowireless.it

    astralys

    Via Matteotti, 77 – 20041 Agrate Brianza (MI)

    Tel/Fax 0396210037

     



    --
    Postato da wireless su CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.

    IPhone lancia SingPlayer

    SingPlayer è pronto. Entro un giorno iPhone lancerà questa nuova applicazione che consentirà agli utenti di guardare la tv attraverso il proprio apparecchio.
    Il servizio non sarà utilizzabile sulla rete telefonica (ma solo in presenza di Wireless) per la forte opposizione dei gestori telefonici. Il costo della versione iPhone dello SlingBox avrà un costo pari a 30 euro.

    Concorso Upload-n-win, in premio Nokia N96


     Continua il concorso Upload-n-win, in premio Nokia N96

    Non riesci a visualizzare bene questa email? Clicca qui.
    Nokia Trends Lab N.47 Maggio 2009
    La newsletter di Nokia Trends Lab
    Tour Nokia for Music VJ Lab My Page My Page My Page My Page

    Nokia Trends Lab

    Nokia Trends Lab Tour

    Le opportunità con il concorso "Upload-n-win" continuano!

    Prosegue il concorso Upload-n-win, in palio: fantastici Nokia N96 e buoni da 50 euro da spendere in musica su Nokia Music Store e occasioni per mettere in moto la tua creatività.

    Partecipa subito, basta cercare tra le pagine del sito il bollino "Upload-n-win" e caricare i tuoi contenuti.

    Ricorda: più upload fai, più possibilità hai di vincere!

    vai Vai

    Consigli dal pianeta Rolling Stone su Nokia Music Store

    A partire da questo mese, accedendo al Nokia Music Store, trovi in home page recensioni e consigli scelti in esclusiva per te dallo staff di Rolling Stone Magazine.

    Scopri subito cosa propongono questo mese.

    vai Vai

    Tour

    Nokia Trends Lab Tour

    Parla con i Mentor di Nokia Trends Lab

    Gli Orange, i Supernova e dj Danilo Rossini aspettano di parlare con te, poni delle domande, ascolta la loro musica e guarda le gallery.

    Scopri tutto!

    vai Vai

    Fuorisalone 2009: c'eravamo. Guarda i video e le foto

    Scopri tutto quello che ti sei perso sul grande evento di chiusura del Fuorisalone all'Ippodromo di San Siro. Oppure se c'eri, rivivi le emozioni delle serate con le esibizioni dei Magnvum!, dei Decibel Clan, Orange, Supernova e con le nostre animazioni.

    vai Vai

    Consulta il calendario completo
    Per altre info sul mondo della musica e dei VJ, visita www.nokiatrendslab.it
    ©Nokia Italia SpA 2009 | Note sulla privacy | Powered by IAKI Srl

    Disclaimer

    www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


    Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


    L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


    Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


    Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





    Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






    CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




    indirizzo skype: apietrarota



    CONTATTI