Cerca nel blog

lunedì 20 marzo 2017

Commvault garantisce un backup affidabile e sicuro ai dati e ai sistemi critici di Fin IT

Il gruppo Finanziaria Internazionale ha scelto il software Commvault per proteggere in modo efficace i propri dati, con la tranquillità che restino sempre disponibili

Milano, 20 marzo 2017  Commvault (NASDAQ: CVLT)leader nei settori enterprise backup, ripristino, archiviazione e cloud, annuncia che la sua soluzione di backup e data recovery è stata scelta da Fin IT per proteggere i dati e i sistemi critici del gruppo Finanziaria Internazionale, per cui Fin IT si occupa dei servizi di information technology. 
La soluzione Commvault permette attualmente di effettuare un volume di backup quotidiano attorno ai 15TB, differenziandone le frequenze a seconda della criticità dei dati. Nel corso delle sue attività quotidiane, infatti, il Gruppo genera una grande mole di dati, spesso sensibili, che vanno gestiti e protetti in modo adeguato. Un problema specifico per Fin IT è legato alla crescita esponenziale ma anche alla grande varietà dei dati da proteggere, che sono di tipologie diverse e localizzati su sistemi e applicazioni anche molto differenti tra loro.
Per le attività quotidiane del Gruppo, il ruolo del backup è fondamentale, non solamente in ottica di disaster recovery, ma su base continua e ricorrente.
"Le problematiche che ci troviamo ad affrontare sono le più varie", ricorda Gianni Donadel. "Nei fatti, quasi ogni giorno ci viene chiesto di rispristinare dati a giorni, settimane, mesi o anni precedenti. Può essere per problemi di necessità del singolo utente o per cancellazioni involontarie. E sempre dobbiamo essere in grado di individuare i dati richiesti, ripristinarli e metterli a disposizione dell'utente."
Per fare questo, Fin IT disponeva già di una soluzione di back up, che però non soddisfaceva a pieno il team IT del Gruppo. Troppi erano i controlli manuali che richiedeva, come decisamente elevato il livello di manutenzione richiesto, a fronte di un'affidabilità che non sempre si dimostrava tale. Per tutti questi motivi, nell'ottica di una crescita costante del Gruppo – e di conseguenza dei dati da gestire – è stata avviata una software selection interna.
Sono state effettuate una serie di ricerche sul mercato, rafforzate dal confronto con esperti e colleghi, finché Fin IT non è arrivata a identificare Commvault come possibile soluzione di riferimento, data la posizione di leadership che l'azienda occupa stabilmente nel mercato del back up and recovery. L'implementazione del software è stata seguita dallo staff di Fin IT, in stretta collaborazione con gli specialisti di Commvault. E i risultati non si sono fatti attendere.
Attualmente, il volume dei dati di cui viene effettuato quotidianamente il backup si aggira sui 15TB. La piattaforma Commvault consente di differenziare le frequenze di backup a seconda della criticità dei dati trattati: si passa da una cadenza quotidiana fino a pause di poche ore tra un'operazione e l'altra, ferma restando la possibilità di lanciare in ogni momento un backup ad hoc. Rispetto al passato, comunque, la frequenza sia del backup in sé che di creazione delle snapshot è aumentata, migliorando gli obiettivi di ripristino e offrendo maggiore tranquillità ai team operativi, sull'effettiva e continua disponibilità dei dati necessari per il proprio business.
"Possiamo tranquillamente affermare che il software Commvault ha soddisfatto le nostre attese, che pure erano abbastanza elevate", spiega ancora Donadel. "Il vantaggio fondamentale è la grande affidabilità del software, che ci dà la fiducia di trovare ogni volta i dati che ci servono dove ci aspettiamo di trovarli. Può sembrare un vantaggio da poco, ma nel nostro settore non lo è. Si tratta di un supporto fondamentale al business, perché ci consente di operare in tranquillità, sapendo che i dati che vengono generati e trasformati quotidianamente sono sempre in buone mani. A testimoniare il corretto esito dei numerosi job, ogni mattina il report di esecuzione dei backup presenta tutte le celle colorate in verde."
Tra i benefici ulteriori che Fin IT sta sperimentando grazie alla piattaforma Commvault vi sono la deduplica alla sorgente, che permette di ridurre in modo significativo l'ingombro complessivo dei dati, la reportistica automatizzata e personalizzabile, che consente di avere ogni volta le informazioni desiderate nel mondo in cui sono utili agli utenti, e la segnalazione immediata nel caso in cui qualche job non vada a buon fine.
Fin IT è la società che dal 2000 si occupa di information technology per il Gruppo Finanziaria Internazionale, un Gruppo che attualmente ha poco meno di 700 persone e che da due anni ha all'interno anche un gruppo bancario, Banca Finint Gruppo Bancario. A tutte le società del gruppo Finanziaria Internazionale, Fin IT eroga servizi IT a 360 gradi, dalla connettività Internet alla gestione delle VPN per l'outsourcing verso altre società esterne, fino all'helpdesk e soprattutto alla produzione software – il 70% dei software utilizzati all'interno del Gruppo sono sviluppati da Fin IT.
Dal punto di vista tecnologico, Fin IT conta su quattro data center, che servono l'intero Gruppo. Tre di questi data center si trovano in Italia, un quarto è localizzato all'estero. Nei due principali è stato realizzato un campus, all'interno del quale ci sono 200 server virtuali, salvati su una doppia storage area network ridondata da 60TB. Del team di Fin IT fanno parte circa trenta persone.

Commvault
Commvault è il leader nella fornitura di soluzioni di data protection e information management, e aiuta le aziende di tutto il mondo a rendere attivi i loro dati per trarne maggior valore e trasformare i moderni ambienti dati. 

Con soluzioni e servizi forniti direttamente e attraverso una rete globale di partner e service provider, le soluzioni di Commvault rappresentano uno dei più importanti portfolio di prodotti sul mercato della protezione, recupero, virtualizzazione e archiviazione dei dati, del Cloud e della sincronizzazione e condivisione dei file. Commvault è riconosciuta da clienti e analisti come un partner tecnologico esperto e fidato, in virtù della sua visione tecnologica, innovazione ed esecuzione dei progetti.

L'intera attenzione di Commvault verso il data management ha portato operatori di tutti i settori e dimensioni ad adottare le soluzioni dell'azienda, con installazioni on-premise, su piattaforma mobile, da e verso il Cloud e fornire in modalità as-a-Service. Commvault ha più di 2.000 dipendenti in tutto il mondo, è quotata al NASDAQ (CVLT) e ha sede a Tinton Falls, Stati Uniti. 


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI