Cerca nel blog

venerdì 18 novembre 2016

ANSYS, HLRS E CRAY STABILISCONO UN NUOVO RECORD DI SUPERCOMPUTING

Superato il record precedente di quasi 5 volte, risultato che sprona le aziende a sviluppare prodotti ancora più sicuri ed efficienti più velocemente

Milano 18 novembre 2016  ANSYS (NASDAQ: ANSS), l'High Performance Computing Center (HLRS) dell'Università di Stoccarda e Cray Inc. hanno stabilito un nuovo record mondiale scalando ANSYS® Fluent® a più di 172.000 core sul supercomputer Hazel Hen di HLRS, un sistema Cray® XC40, consentendo alle aziende di creare innovativi e sofisticati prototipi virtuali completi dei loro prodotti, in modo più veloce ed efficiente che mai.

ANSYS, HLRS e Cray hanno infranto i confini del supercomputing con il raggiungimento di un nuovo record, ottenuto scalando il software ANSYS a172.032 core sul supercomputer Cray® XC40 - ospitato da HLRS -  all'82% della sua efficienza, un aumento di quasi 5 volte rispetto al record stabilito due anni fa quando Fluent è stato scalato a 36.000 core.

Sfruttando il calcolo ad alte prestazioni (HPC), le aziende possono iterare rapidamente i loro prodotti. Anche se la maggior parte delle organizzazioni non haancora accesso a un tale numero di core, gli utenti ditutte le piattaforme di elaborazionedai cluster HPC alcloud, fino ai desktop di ingegneria possono usufruire delle innovazioni che accelerano il calcolo a tutti i livelli.

"La partnership tecnologicHPC con HRLS ci consente di offrire funzionalità di simulazione all'avanguardia", ha dichiarato Wim Slagter, directorHPC e cloud marketing presso ANSYS. 

"Grazie alle risorse state-of-the-art e al supporto di Cray così come all'accesso a Pubblica Amministrazione, industria e mondo accademico, possiamo utilizzare HPC per affrontare e risolvere sfide ancora più complesse e impegnative in qualsiasi settore".

Da quando è stata annunciata la partnership nel 2015, ANSYS ha collaborato con HLRS e Cray per profilare e testare il software di simulazione ANSYS in termini di scalabilità e funzionalità HPC. La partnership non solo garantisce che il software di simulazione ANSYS sia in grado di gestire carichi considerevoli, ma amplia l'ambito di simulazione, consentendo l'applicabilità di una serie molto più ampia di criticità e prodotti del mondo reale.

"Consideriamo vitale il ruolo di HLRS per l'innovazione industriale", ha commentato Michael M. Resch, director di HLRS. "Non solo offriamo le piattaforme HPC ad aziende e organizzazioni scientifiche, ma le supportiamo anche nello sviluppo di soluzioni per leloro ricerche e attività, basate su funzionalità HPC estreme. Questa partnership rappresenta una prima concreta dimostrazione che il supercomputing può essere sfruttato per alcune delle sfide tecniche attualipiù urgenti".

Il nuovo record risulta importante dal momento che la richiesta di HPC per risolvere le sfide di simulazione su larga scala è in crescita in tutti i settori e in particolare in quello aerospaziale e automobilistico,dove i modelli di simulazione stanno diventando sempre più importanti e complessi. Possiamo ora raggiungere il livello necessario per la simulazione di sistemi più articolati e ampi, con l'obiettivo di sviluppare i prodotti più intelligenti e green di domani.

"Il nuovo record di scalabilità stabilito dal software ANSYS sul supercomputer Cray XC40 - ospitato daHLRS dimostra che una stretta collaborazione traclienti e partner è in grado di produrre risultati eccezionali per l'esecuzione di simulazioni complesse", ha concluso Fred Kohout, vice president senior e chief marketing officer di Cray. "L'architettura altamente integrata di Cray XC40 e il relativo Ariesinterconnect sono progettati per applicazioni suqualsiasi scala e permettono a scienziati e ingegneri di provare a superare i confini delle simulazioni più avanzate".


ANSYS, Inc.
ANSYS è leader globale nella simulazione. Offre chiarezza e comprensione in merito alle sfide progettuali più complesse dei propri clienti, grazie ad un'ampia gamma di strumenti di simulazione, veloci, precisi e affidabili. 

La tecnologia di ANSYS consente alle aziende di tutti i settori di immaginare progetti di prodotti innovativi e sostenibili di alta qualità, con un time-to-market accelerato. 

Fondata nel 1970, ANSYS impiega quasi 3000 professionisti, più di 700 dei quali con dottorati di ricerca in settori quali l'analisi agli elementi finiti, fluidodinamica, elettronica ed elettromagnetica, embedded software, simulazione di sistemi e ottimizzazione di progetto.

Con sede a sud di Pittsburgh, U.S.A., ANSYS possiede oltre 75 uffici strategici e di sviluppo in tutto il mondo con una rete di partner di canale in più di 40 paesi. 

Per maggiori informazioni visita www.ansys.com.


ANSYS vanta inoltre una forte presenza sui principali canali social. Per partecipare al dibattito sulla simulazione, visitare il sito: www.ansys.com/Social@ANSYS

ANSYS e qualsiasi marchio, prodotto o servizio caratterizzato dal brand ANSYS, tra cui loghi e slogan, sono marchi registrati o marchi di fabbrica di ANSYS, Inc. o delle sue affiliate negli Stati Uniti o in altri paesi. 
Tutti gli altri marchi, prodotti, servizi o nomi appartengono ai rispettivi proprietari.


HLRS
L'High Performance Computing Center (HLRS) dell'Università di Stoccarda è una delle tre istituzioni di supercomputer tedesche che costituiscono il national Gauss Centre for Supercomputing

HLRS supporta ricercatori tedeschi e paneuropei così come gli utenti industriali dotati di tecnologia di supercalcolo all'avanguardia. 

Il supercomputer Hazel Hen di HLRS occupa attualmente la posizione n. 9 nella top 500, classifica che annovera i più potenti sistemi HPC di tutto il mondo. 

Il benchmark HPGMG ha identificato Hazel Hen qualeil secondo miglior sistema al mondo per quanto riguarda le prestazioni in condizioni applicative reali. 

Il sistema Cray XC40 ha una capacità di più di 7 petaflop/o settemila trilioni di calcoli al secondo - di potenza di calcolo. 

Possiede inoltre 185.088 core di elaborazione allocati in 7.712 nodi dual-socket con processori Intel Xeon E5-2680 v3.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI