Cerca nel blog

venerdì 27 aprile 2012

VODAFONE. IVREA, PRIMA CITTA’ CON CONNETTIVITA’ 4G



 

 

 

VODAFONE, IVREA LA PRIMA CITTA' CON CONNETTIVITA' 4G

 

Milano, 27 Aprile 2012 - Vodafone Italia ha scelto Ivrea (To) per portare a termine la prima copertura di una città con connettività 4G (quarta generazione) grazie alla tecnologia LTE (Long Term Evolution) che consentirà velocità fino a 100 Mbps. Il progetto, il primo all'interno del Gruppo Vodafone, è stato possibile grazie ad una licenza sperimentale che consente di utilizzare le frequenze a 1800 MHZ, solitamente dedicate alla comunicazione GSM. La copertura 4G della città di Ivrea  permette di verificare su vasta scala la risposta dei servizi e delle tecnologie attualmente commercializzate rispetto all'implementazione della rete di quarta generazione su scala nazionale prevista entro il 2012.
La predisposizione della rete  4G di Ivrea rientra nel programma di investimenti di Vodafone per l'ammodernamento della propria rete e la diffusione di internet. Ad Ottobre 2011 Vodafone Italia ha investito circa 1. 300 milioni di euro per aggiudicarsi le frequenze utili all'implementazione della rete 4G, in contemporanea l'azienda è attiva nell'implementazione su scala nazionale della nuova tecnologia "Single RAN" che consente di potenziare la copertura 2G e 3G ed essere pronti per il 4G riducendo i consumi energetici e l'impatto sul territorio. Il programma "Single Ran" è stato concluso da Vodafone in Sicilia e Sardegna ed è in fase di espansione nel Sud Italia e del Nord Est.

Vodafone Italia è inoltre l'unico operatore privato impegnato in un programma di investimenti, del valore di 1 miliardo di euro in tre anni, chiamato "1000 comuni", che ha l'obiettivo di portare la banda larga via radio nei comuni italiani in digital divide. Entro aprile i comuni coinvolti da questo progetto saranno circa 500 consentendo in tal modo a oltre 560 mila persone di connettersi ad internet e di usufruire delle opportunità offerte dalla rete.

 

 

Sony World Photography Awards 2012: annunciati L'Iris d'Or e gli altri premi



Sony
SonySony SonySony Sony
Sony

 


27/04/2012 11:56

 

Sony World Photography Awards 2012: annunciati L'Iris d'Or e gli altri premi

 

Sony

· Premiato con il prestigioso L'Iris d'Or il fotografo americano Mitch Dobrowner, cui va il titolo di "Sony World Photography Awards Photographer of the Year" 2012

· Il tedesco Tobias Bräuningè il vincitore assoluto della categoria Open

· William Klein riceve il riconoscimento "Outstanding Contribution to Photography Award"

· Asef Ali Mohammad, della Middlesex University, Regno Unito, vince il concorso Student Focus

Ieri sera, giovedì 26 aprile, il fotografo americano Mitch Dobrowner è stato proclamato "Sony World Photography Awards Photographer of the Year" 2012, ottenendo l'ambito riconoscimento L'Iris d'Or.

Dobrowner ha ricevuto il premio per la sua straordinaria serie di immagini, intitolata Storms, durante la cerimonia di gala dei Sony World Photography Awards, tenutasi presso l'Hilton Hotel di Park Lane, a Londra. Questo è il secondo anno che Londra ospita la cerimonia di premiazione, precedentemente organizzata al Palais des Festivals di Cannes. Per l'edizione 2012 dell'evento sono state giudicate oltre 112.000 immagini inviate da 171 Paesi - a oggi il numero più alto di fotografie partecipanti al concorso.

Ecco le parole di Dobrowner alla premiazione: "Nella fotografia paesaggistica, ogni momento è unico e irripetibile. Desidero che le mie immagini "parlino" per poter esprimere questi istanti. Questo è quello che la fotografia riesce a fare." .

Dobrowner cresce a Long Island, NY. Negli anni dell'adolescenza riceve in regalo una rangefinder Argus con cui divertirsi e, dopo qualche ricerca e dopo aver visto le immagini di Minor White e di Ansel Adams, Dobrowner sviluppa una passione irrinunciabile per la fotografia. Mitch ama creare immagini capaci di riflettere il suo sguardo sul pianeta e dice: "Sento di dovere molto ai grandi maestri del passato, soprattutto ad Ansel Adams, per la dedizione nei confronti di questa arte e per avermi ispirato da ragazzo. Anche se non li ho mai conosciuti di persona, ho capito attraverso le loro opere quale strada intraprendere nella vita".

La vittoria di Dobrowner è stata decretata da una giuria composta da nove esperti. Oltre ad aggiudicarsi il premio in denaro, pari a 25.000 dollari, e alla più recente reflex digitale di Sony, con relativa attrezzatura, il fotografo è diventato membro della World Photographic Academy, andando ad affiancare i precedenti vincitori del titolo L'Iris D'Or, Alejandro Chaskielberg, Tommaso Ausili, David Zimmerman e Vanessa Winship.

WM Hunt, presidente della Giuria onoraria 2012, nonché presentatore alla cerimonia di premiazione, ha commentato: "La scelta di Mitch Dobrowner da parte della giuria è stata fatta con grande piacere, perché rappresenta il meglio di ciò che è classico e contemporaneo nella fotografia. Porta nelle sue opere il senso della sua esperienza e del suo enorme talento, spingendo oltre la sua immaginazione e, persino, la sua forza fisica. Oltre ad essere meravigliosamente ben fatto, il suo lavoro regala un'intensa scossa emotiva. Credo che lui sia una scelta eccezionale".

Il titolo di "Fotografo dell'anno" nel concorso Open dei Sony World Photography Awards è andato invece a Tobias Bräuning, per l'innovazione e l'impatto della sua immagine Dancing Queen nella nuova categoria "Frazioni di secondo", introdotta quest'anno. L'ispirazione per questo scatto è venuta all'artista guardando in Internet, su un forum tedesco dedicato alle fotocamere reflex digitali, le immagini di semplici gocce d'acqua. Il programmatore ventinovenne tedesco si è aggiudicato un premio di 5.000 dollari e la più recente reflex digitale di Sony con relativa attrezzatura.

Tra gli altri premi consegnati nel corso della serata anche quelli della sezione Professionisti, con le sue diverse categorie, come Viaggi, Attualità e Natura Selvaggia, di recente introduzione. Tra i vincitori si segnalano il tedesco Peter Franck che, reduce dalla vittoria all'edizione 2010 e candidato quest'anno in ben quattro categorie, ha trionfato nella sezione Commerciale (categorie Campagne e Moda), e il britannico Simon Norfolk, premiato nella categoria Persone all'interno della sezione Fotogiornalismo e Documentari, nonché autore di libri come Bleed, testimonianza fotografica delle conseguenze della guerra in Bosnia.

Alla cerimonia hanno preso parte personaggi di spicco della comunità fotografica internazionale e il Ministro della Cultura Ed Vaizey, intervenuto a sostegno del settore della fotografia in Gran Bretagna.

Tatsuya Akashi, Vice President Digital Imaging di Sony Europe, ha affermato: "Quest'anno abbiamo visto una straordinaria varietà di scatti incredibili, in tutte le categorie. Il nostro intento è ispirare i fotografi, a tutti i livelli, stimolandoli a esplorare la propria creatività; è molto gratificante offrire loro una vetrina così illustre per esprimere il proprio talento, oltre che fornire all'intero settore un appuntamento per ritrovarsi e celebrare il meraviglioso mondo della fotografia."

Le opere premiate, ma non solo, saranno esposte alla Sony World Photography Awards Exhibition presso la Somerset House. Allestita all'interno delle splendide Embankment Galleries, la mostra offre ai visitatori una straordinaria rassegna di fotografia contemporanea, che trova espressione in una grande varietà di temi, da fotogiornalismo e documentari a moda, natura, architettura e sport. L'evento, che fa parte del programma londinese World Photo, è considerato l'appuntamento fotografico mondiale più importante dell'anno. Il festival offre inoltre un ricco calendario di eventi, incontri, seminari ed esposizioni.

Premio Outstanding Contribution

Il riconoscimento "Outstanding Contribution to Photography" è andato quest'anno a William Klein, uno dei più importanti e autorevoli fotografi e registi del XX secolo. Nel corso di una carriera che ha attraversato gli ultimi 60 anni di storia, Klein, oggi 83enne, ha lavorato con tre mezzi di comunicazione diversi come la pittura, la fotografia e il cinema, adottando sempre un approccio avanguardista.

Concorso Student Focus

Asef Ali Mohammad, studente alla Middlesex University, Gran Bretagna, è invece il vincitore di Student Focus, concorso cui hanno partecipato gli scatti provenienti da oltre 200 istituti di 6 continenti.

Asef ha utilizzato una Sony SLT-A65 per evocare emozioni attraverso la scelta del colore, come previsto dal tema del concorso 'Il tuo mondo a colori'. La serie di scatti di Asef Ali Mohammad, che ritrae dei ragazzi di Kabul, è stata scelta tra le foto dei dieci finalisti ed è valsa alla Middlesex University il premio, costituito da un'attrezzatura fotografica completa di Sony del valore di 45.000 euro.

Virginia Morrison (USA), Executive Director della Society for Photographic Education e componente della giuria, ha dichiarato: "Considerando il tema del concorso, il "colore", sono rimasta davvero sorpresa dalla capacità di impatto del sottile uso del colore che appare in ciascuna immagine della serie vincitrice. Lo sguardo diretto dei soggetti ritratti è incredibilmente accentuato dalla collocazione del soggetto in un ambiente che utilizza il colore come cornice strutturale, in cui presentare ed enfatizzare proprio quello sguardo diretto. I colori impiegati sono di fatto molto sottili, ma l'artista li ha utilizzati in maniera omogenea, e con maestria, per creare l'architettura del ritratto."

Concorso Giovani

Ad aggiudicarsi il titolo nella competizione Giovani dei Sony World Photography Awards è stato il russo Sergey Kolyaskin, per l'immagine The Last Hero. Sergey ha vinto la più recente reflex digitale di Sony, con relativa attrezzatura, e lo scatto premiato sarà esposto alla mostra Winners' Exhibition. Il concorso Giovani, novità dell'edizione 2012 dei Sony World Photography Awards, è riservato a tutti i fotografi di età inferiore ai 20 anni.

Concorso 3D

Il concorso 3D, altra novità della competizione, è stato vinto dallo statunitense Nick Saglimbeni , per la bellissima immagine Nuclear Summer. Nick, attualmente impegnato in numerose campagne pubblicitarie con famosi testimonial, è da sempre un pioniere nel mondo della fotografia in 2D e in 3D. La competizione, riservata agli artisti che utilizzano la tecnologia 3D per realizzare scatti o filmati, prevede due categorie: "3D Panoramic" e "3D Still".

Moving Image Awards

Il premio Moving Image è andato ai canadesi Natasha Nicholson e Michael McDougall, per il cortometraggio Dead Languages. Michael ha esperienza in design e video arte, mentre Natasha è una fotografa. Lavorando in coppia, hanno unito le proprie sensibilità artistiche per creare un'opera video di grande bellezza visiva.

Campagna Focus

Durante la cerimonia è stata inoltre annunciata l'imminente Campagna Focus: "Youth on Assignment". La campagna integrerà il concorso fotografico riservato agli studenti con programmi di responsabilità sociale in varie località, tra cui Sumatra, Argentina, Sudafrica e Malawi. Ciascun programma rappresenta non solo un importante progetto filantropico, ma anche l'opportunità per i giovani di prendere parte ad attività umanitarie concrete, tutte documentate attraverso l'efficacia comunicativa della fotografia.

PROFESSIONISTI

FOTOGIORNALISMO E DOCUMENTARI

Attualità

· Vincitore: Donald Weber (Canada) / VII PHOTO

· 2°: Fernando Alfonso Brito Lizárraga (Messico)

· 3°: Rémi Ochlik (Francia) / IP3 Press

Vita contemporanea

· Vincitore: Kasia Bielska (Polonia)

· 2°: Gustavo Jononovich (Argentina)

· 3°: Alessandro Grassani (Italia)

Persone

· Vincitore: Simon Norfolk (UK)

· 2°: Maja Daniels (Svezia)

· 3°: Alejandro Cartagena (Messico)

Sport

· Vincitore: Palmer + Pawel (UK)

· 2°: Pawel Kopczynski (Polonia)

· 3°: Andrew McConnell (Irlanda)

Arte e Cultura

· Vincitore: Rob Hornstra (Paesi Bassi)

· 2°: Mattia Vacca (Italia)

· 3°: Anastasia Taylor-Lind (UK)

Natura selvaggia

· Vincitore: Jacek Kusz (Polonia)

· 2°: David Chancellor (UK) / Istituto

· 3°: Palani Mohan (India)

COMMERCIALE

Campagne

· Vincitore: Peter Franck (Germania) / Büro stoltenhoff

· 2°: Laura Pannack (UK)

· 3°: Javier Arcenillas (Spagna)

Viaggi

· Vincitore: Luis Henry Agudelo Cano (Colombia)

· 2°: Peter Franck (Germania)

· 3°: Jan Brykczynski (Polonia)

Moda

· Vincitore: Peter Franck (Germania)

· 2°: Elizaveta Porodina (Germania)

· 3°: Jayden Tang (Cina)

BELLE ARTI

Architettura

· Vincitore: David Airob (Spagna)

· 2°: Simon Norfolk (UK)

· 3°: Igor Chirikov (Federazione Russa)

Ritratto

· Vincitore: Irina Werning (Argentina)

· 2°: Paolo Marchetti (Italia)

· 3°: Lei Liu (Cina)

Paesaggio

· Vincitore: Mitch Dobrowner (USA)

· 2°: Lee Chee Wai (Malesia)

· 3°: Rona Chang (USA)

Natura morta

· Vincitore: Helen Thompson (UK)

· 2°: Renan Cepeda (Brasile)

· 3°: Rena Effendi (Azerbaijan) / ISTITUTO

Fotografia concettuale

· Vincitore: Manuel Geerinck (Belgio)

· 2°: Cristina De Middel (Spagna

· 3°: Luis Mallo (USA)

Per ulteriori informazioni, contattare:

Amy Barder / Kiri Gillespie

Colman Getty

Tel: + 44 (0) 20 7631 2666

amybarder@colmangetty.co.uk/kiri@colmangetty.co.uk

Sony
Sony
Sony

 

Sony
Elementi correlati:
Sony
Sony
Logo SWPA 2012
Sony
Logo SWPA 2012
Sony
Sony
Comunicato SWPA 2012: annunciati L'Iris d'Or e gli altri premi
Sony
Comunicato SWPA 2012: annunciati L'Iris d'Or e gli altri premi
Sony

 

Sony
Sony

Sony è un'azienda leader a livello mondiale, produttrice di innovative apparecchiature audio, video e di Information & Communication Technology destinate al mercato consumer, alle aziende e ai professionisti. Sony è rinomata per i suoi prodotti audiovisivi come i TV LCD ad alta definizione BRAVIA™, le fotocamere digitali Cyber-shot™, le videocamere Handycam®, le fotocamere digitali "α" (Alpha) e i lettori MP3 Walkman®, e-book Reader, oltre che per i suoi personal computer VAIO™ e le apparecchiature professionali per il broadcasting HD 3D. Con la sua offerta HD 3D completa e con la sua attività nei settori dell'elettronica, della musica, dell'immagine, dei videogiochi e del commercio online, Sony si colloca tra le aziende leader nel campo dell'intrattenimento digitale, con circa 170.000 dipendenti in tutto il mondo. Grazie alle partnership di lungo termine che ha stretto con il mondo del calcio in qualità di sponsor ufficiale di UEFA Champions League, Partner ufficiale FIFA e sponsor globale di FIFA World Cup™, Sony alimenta l'entusiasmo di milioni di tifosi in tutto il mondo.
Per ulteriori informazioni relative a Sony è possibile visitare i siti: http://www.sony.it e http://www.sony-europe.com Per scaricare le immagini relative al prodotto, collegarsi a: http://presscentre.sony.it


Sony
Sony

SMtv San Marino: al via Wiki, il web per tutti, da oggi, sulla tv di stato sanmarinese



La prima puntata oggi venerdì 27 aprile alle 15.00 online e alle 22.05 su DTT e Sat

 

AL VIA "WIKI"

LA RETE CI SALVERA?

IL WEB PER TUTTI SU SMtv SAN MARINO

 

SMtv San Marino lancia "Wiki", un format multipiattaforma

Da venerdì 27 aprile le nuove tecnologie saranno raccontate in tv

Hashtag twitter per interagire: #wikitv

 

 

La libertà è partecipazione, cantava Giorgio Gaber. La partecipazione oggi è anche la rete, dove si esprimono nuove forme di cittadinanza digitale.

 

Raccontare tutte le forme di videopartecipazione: questo è l'intento di "Wiki", il primo format multipiattaforma della tv di stato sammarinese. Dalla tv si approda ad internet, e viceversa. Il tutto con un linguaggio semplice e immediato, per "smontare" i meccanismi della rete e spiegarli anche a chi non vive online. "Wiki" si occuperà di ciò che la rete produce, rilancia, discute insieme ai suoi protagonisti presenti in studio e collegati in webcam via Skype, per spiegare a chi non è online che le nuove tecnologie potranno esserci d'aiuto.

 

"Wiki" sarà prodotto nello studio virtuale di SMtv San Marino e sarà trasmesso da venerdì 27 aprile dapprima online sul website smtvsanmarino.sm (ore 15.00) e successivamente dalla sera sul Digitale Terrestre (dtt ch 73) e sul satellite (sky ch. 520, tivùsat ch.73), primo passaggio ore 22.05. #wikitv l'hashtag twitter per interagire.

 

«Grazie alla rete e ai social network la tv ha realizzato l'interattività, una chimera fino a venti anni fa, quando si rimaneva in poltrona passivi dinanzi allo schermo. In "Wiki" noi rovesciamo lo schema: la rete e i social network usano la tv per rivolgersi a quel pubblico che ancora resta passivo in poltrona, sollecitandolo a partecipare. In studio, conduttori/naviganti due ragazzi speciali, uno con i capelli d'argento per una collaborazione tra generazioni. Gli ingredienti, quelli della TV: il talk e la polemica, ma con le immagini WEB. Al popolo della rete chiediamo di collaborare. Il mix dei due mezzi ha delle potenzialità formidabili e –come diceva Gaber - è libertà», precisa Carmen Lasorella, Direttore Generale di SMtv San Marino. 

 

«Wiki racconterà il web in modo semplice ma completo, cercando di "alfabetizzare" alle nuove tecnologie chi conosce ancora poco la rete. In Italia non viviamo soltanto la piaga del digital divide tecnologico ma soprattutto culturale: occorre spiegare  come la rete possa oggi proporre una modalità di cittadinanza attiva nuova e partecipata», puntualizza Giampaolo Colletti, fondatore del network Altratv.tv e autore e conduttore di "Wiki". 

 


Coel Distribution e Wi-Next: nuovo accordo di distribuzione


Nuovo accordo di distribuzione tra Coel Distribution e Wi-Next

L'azienda torinese precursore delle reti Wi-Fi Mesh di sensori e il distributore milanese annunciano un nuovo accordo di distribuzione

_________________________

Torino, 27 aprile 2012. Wi-Next, società italiana specializzata nella produzione di apparati Wi-Fi Mesh e per reti Wi-Fi di sensori, aumenta ancora la propria distribuzione grazie ad un nuovo accordo con il distributore Coel Distribution e lancia il nuovo programma di certificazione WiFighters per la creazione di un network di specialisti delle reti Wi-Fi.

Per la Società, nata da un Gruppo di ricerca del Politecnico di Torino, la strada del successo passa attraverso una presenza territoriale diffusa e capillare e la creazione di accordi tecnologici e commerciali con partner di riferimento sia nazionali che locali, capaci di valorizzare le esclusive caratteristiche tecniche e progettuali delle soluzioni Wi-Next grazie anche ad una consolidata esperienza e conoscenza del mercato.

E' in questo contesto che ha preso vita l'accordo con Coel Distribution, azienda specializzata nella fornitura di soluzioni tecnologiche presente sul mercato dal 1994, con un'offerta che spazia dal cabling al networking, dalla video sorveglianza al telecommunication e che oggi si completa con la proposta Wi-Fi di Wi-Next .

"Dopo i primi tre anni invesititi nel consolidamento delle nostre tecnologie, nell'ultimo anno stiamo spendendo molte energie per la creazione di una presenza capillare sul territorio italiano, gettando contemporaneamente le basi per lo sviluppo del mercato estero", afferma Nicola De Carne, amministratore delegato di Wi-Next, "la nostra missione aziendale si conferma essere lo sviluppo di soluzioni Wi-Fi che combinino applicazioni molto evolute ad un'usabilità semplice, caratteristiche che se promosse sul territorio attraverso strutture di eccellenza come Coel Distribution non possono che diventare un'arma vincente per i nostri installatori".

"La partnership con un player di livello come Wi-Next rappresenta un'importante occasione di sviluppo commerciale su una larga fascia del nostro mercato" dichiara Simone Fallerini, amministratore di Coel Distribution ; "l'introduzione della gamma di prodotti Wi-Next nel nostro catalogo ci permettera' di supportare i nostri clienti nelle loro necessita' quotidiane di proposta, progettazione e realizzazione di infrastrutture wireless" .

CHI E' WI-NEXT
Wi-Next, è un Vendor italiano in rapida espansione specializzato nello sviluppo e commercializzazione di prodotti Wi-Fi mesh per la creazione di reti wireless istantanee, automatiche, affidabili e soprattutto economiche. Realizza router Wi-Fi altamente performanti con tecnologia mesh e progetta soluzioni personalizzate per diversi campi applicativi (turismo, retails, sicurezza, ecc.).
Dal 2011 ha lanciato sul mercato un'esclusiva tecnologia Hardware e Software, WiseMesh, per la creazione di reti Wi-Fi di sensori.
È presente sul territorio nazionale con una rete di System Integrator e di distributori.
Dal novembre 2011 è presente anche negli Stati Uniti con una Società partecipata Wi-Next USA

Per maggiori informazioni:
www.winext.eu
Ufficio Stampa : Key4Biz 06.85304317

CHI E' COEL DISTRIBUTION
Essere fornitori a 360° nel mercato del cablaggio strutturato, del networking, delle telecomunicazioni e della connettività in genere e privilegiare la qualità, fattore fondamentale in questi settori dove ogni giorno i limiti prestazionali vengono rivisti, è l'obiettivo di Coel Distribution che dal 1994 è attiva con un ventaglio di prodotti utili alla realizzazione di infrastrutture tecnologiche più o meno complesse, seguendone l'evoluzione tecnica e ricercando continuamente nuove soluzioni da proporre ai propri clienti.
Qualità dei prodotti, disponibilità di stock, servizio al cliente nel pre e post vendita e competenza sono le linee guida che l'azienda segue da sempre, per competere nel complesso panorama attuale.

Coel Distribution s.r.l.
Via Libero Biagi, 65 int. B/7
20099 Sesto S. Giovanni (MI)
tel. 02 24416782 - fax 02 24417257
e-mail info@coeldist.it
www.coeldistribution.it



Tiscali: nasce Streamago Premium


Nuovo servizio professionale di web tv, live e on demand, tutto in qualità HD

Tiscali, una delle principali società di telecomunicazioni in Italia, dopo il successo della versione free, presenta oggi Streamago Premium il nuovo servizio professionale di live broadcasting sul web che integra TV live, lineare e on-demand.

Streamago Premium permette a professionisti e aziende di qualunque dimensione e settore di creare il proprio canale in maniera semplice e interattiva, per trasmettere le proprie produzioni televisive e i propri eventi in real-time in tutto il mondo.

Streamago è una piattaforma che consente di effettuare lo streaming live e registrato delle proprie trasmissioni verso qualunque dispositivo fisso (PC e MAC) o mobile. Il sistema è in grado di archiviare in automatico la registrazione degli eventi live per arricchire  playlist e offrirli in modalità Video On Demand.

Tutta la semplicità e l'immediatezza di Streamago free sono quindi ora disponibili per l'utenza professionale con un'offerta in grado di soddisfare le esigenze sia degli studi professionali o delle PMI che quelli delle grandi aziende.

Di seguito i principali punti forza del servizio:
Qualità HD

E' possibile rendere la propria trasmissione visibile simultaneamente da migliaia di utenti e utilizzare molteplici dispositivi di acquisizione, dalle webcam più economiche a sofisticate videocamere professionali. Con Streamago Premium, inoltre, è possibile  impostare la qualità del servizio trasmettendo i contenuti in HD fino a 1.7Mbps.

Grazie a Streamago Premium è possibile trasmettere in diretta, registrare e visualizzare i propri video da tutti i dispositivi fissi e mobili iPhone e Android, con la possibilità di utilizzare tutti gli encoder compatibili Adobe Flash nel proprio ambiente di produzione televisiva live.

Canali e player personalizzabili

E' possibile offrire ai propri utenti un'esperienza di visione unica attraverso la personalizzazione completa dell'interfaccia dei propri canali e del player video.

Pieno Controllo dell'Audience

Con Streamago Premium è possibile controllare l'accesso ai canali in maniera semplice ed efficace impostando una password di accesso o facendo registrare gli utenti via mail

Reportistica Avanzata

L'utente Premium può beneficiare di dettagliate statistiche su numeri e caratteristiche dell'Audience, localizzazione geografica e modalità di fruizione dei diversi contenuti.

Le specifiche tecniche, i dettagli dell'offerta commerciale e ulteriori informazioni sono disponibili su http://www.streamago.tv

giovedì 26 aprile 2012

Una strategia cloud estesa e completa permette di superare le crescenti tensioni che si verificano in azienda tra business e IT

Lo rivela una ricerca di BMC Software

 

MILANO, 26 aprile, 2012 – BMC Software (NASDAQ: BMC), azienda leader nel Business Service Management (BSM), ha presentato i risultati di una nuova indagine sul cloud condotta da Forrester Consulting per conto della stessa BMC. Il sondaggio, pubblicato in uno studio intitolato "Delivering on High Cloud Expectations," rivela la crescente tensione presente in azienda tra ruoli business ed IT. A seguito dell'aumento della richiesta di servizi di cloud pubblico, i CIO si mostrano preoccupati - a ragione - dal fatto che i team di business possano eludere l'IT per acquistare in autonomia servizi cloud. L'indagine ha raccolto risposte approfondite di oltre 327 tra responsabili ed architetti di infrastrutture aziendali, provenienti da Stati Uniti, Europa ed Asia-Pacifico.

 

Le elevate aspettative relative all'implementazione rapida ed economica di nuovi sistemi di software nel cloud, stanno mettendo sotto pressione i dipartimenti IT delle aziende. I primi esiti dell'indagine rivelano che mentre questi ultimi lavorano per soddisfare le esigenze dell'azienda, la richiesta di maggior velocità e agilità sta creando un ambiente in cui gli altri team aziendali guardano all'esterno dell'organizzazione per la fornitura di servizi cloud pubblici. Di conseguenza, i dipartimenti IT devono ampliare i propri piani per comprendere i servizi di cloud pubblico all'interno delle loro strategie cloud generali.

 

Specialmente in Europa, area da cui proviene il 34 percento delle risposte totali, il 73 percento degli intervistati si è dichiarato d'accordo o molto d'accordo sul fatto che le aziende vedano il cloud pubblico come un modo per evitare l'IT. Inoltre, il 65 percento concorda o è assolutamente d'accordo sul fatto che i servizi di cloud pubblico non garantiscano adeguati controlli di sicurezza.

 

"Questa indagine ci ha aiutato a individuare le problematiche che aziende e IT si trovano ad affrontare nell'adattare le loro strategie al massiccio utilizzo di cloud pubblico", spiega Mark Settle, CIO di BMC. "Ne abbiamo concluso che l'esigenza di un ambiente completo e unificato stia diventando una delle priorità più importanti per un'azienda che voglia connettere tutto dal mainframe al cloud. La soluzione Cloud Lifecycle Management di BMC offre una vera e propria base per un ambiente di classe enterprise integrato che consente alle aziende di supportare ogni tipo di infrastruttura nel cloud, adesso e in futuro".

I principali esiti dell'indagine:

Secondo l'indagine, l'81 percento degli intervistati ha indicato come una strategia cloud completa rappresenti un'importante priorità per il prossimo anno. Tuttavia, dati ulteriori mostrano come su questo percorso le aziende si trovino a fronteggiare ostacoli significativi, in quanto:

 

    l'IT ha a che fare con una notevole complessità, situazione che non sembra destinata a cambiare nei prossimi due anni. I risultati rivelano infatti che il 39 percento degli intervistati possiede 5 o più gruppi di server virtuali, mentre il 43 percento dispone di tre o più tecnologie di hypervisor. Non sorprende come lo studio mostri anche che la riduzione dei costi sia in cima alle priorità per i prossimi dodici mesi, mentre la riduzione della complessità venga considerata la strategia da attuare per ottenere risparmi.

    i CIO sono preoccupati del fatto che i leader aziendali vedano il cloud computing come un modo per evitare l'IT. Tra i CIO intervistati, il 72 percento concorda sul fatto che i dirigenti vedano il cloud come un modo per essere indipendenti dall'IT. L'effetto simultaneo della riduzione dei costi e della semplificazione da un lato e del miglioramento, della rapidità e della convenienza dall'altro, sta esercitando notevoli pressioni sulla capacità dell'IT di soddisfare le aspettative. C'è una crescente preoccupazione tra i CIO in merito al fatto che il cloud offra un modo per evitare le loro strategie volte alla semplificazione e alla riduzione dei costi.

    i team di business sono orientati ad aggirare l'IT per ottenere servizi di cloud pubblico contribuendo a creare complessità IT. Circa il 58 percento degli intervistati esegue carichi di lavoro mission critical su servizi cloud pubblici non gestiti, mentre solo il 36 percento si basa su policy che lo consentono. Gli intervistati, hanno inoltre indicato che i cloud pubblici acquistati da team esterni a quello IT rappresentano uno dei maggiori veicoli di complessità e rischio.

    i team IT riconoscono implicitamente che l'acquisizione di cloud pubblico non può essere fermata efficacemente. L'indagine ha svelato che il 79 percento degli intervistati pensa di supportare l'esecuzione di carichi di lavoro mission critical su servizi di cloud pubblico non gestiti, mentre solo il 36 percento lo consente attualmente. Ciò indica una crescente consapevolezza del fatto che i servizi di cloud pubblico debbano rientrare in una strategia cloud generale.

    l'IT sa che dovrebbe gestire i servizi di cloud pubblico, ma si rende conto della difficoltà di fornire elevati livelli di servizio.  Inoltre, il 71 percento degli intervistati pensa che l'IT dovrebbe essere responsabile del fatto che i servizi di cloud pubblico soddisfino i requisiti aziendali relative a prestazioni, sicurezza e disponibilità, mentre il 61 percento è d'accordo sul fatto che sarebbe difficoltoso garantire lo stesso livello di gestione tra servizi di cloud pubblico e privato.

    L'interesse per il cloud ibrido riflette una più ampia esigenza di gestione unificata. Quando è stato chiesto a quale tipo di cloud fossero maggiormente interessati, la risposta principale è stata, per il 37 percento, quello ibrido su una combinazione di infrastruttura interna ed esterna. Questo, insieme all'ubiquità del cloud pubblico e l'elevato grado di complessità interna che le aziende si trovano a fronteggiare, mette in evidenza l'esigenza di adottare un approccio di gestione unificata dei sistemi.

"I CIO percepiscono la pressione che il cloud sta esercitando sulle loro aziende e stanno dando priorità alla creazione di una strategia cloud completa il prossimo anno", secondo lo studio Forrester. Questa strategia deve dare origine ad un percorso verso il cloud volto ad unificare la gestione tra pubblico e privato, automatizzare la complessità e creare trasparenza in modo che azienda e IT possano avere una conversazione reale sui costi.

 

I risultati completi dello studio saranno annunciati martedì 26 aprile alle ore 11 CDT nel corso di un webinar BMC. Per registrarsi, cliccare qui.

 

Per maggiori informazioni su BMC e cloud computing, visitare:

       The Cloud on BMC.com

       Cloud Community

       Segui BMC su Twitter

 

 

 

Il Business dipende dall'IT. L'IT dipende da BMC Software.

Oltre 25,000 organizzazioni IT dalle Global 100 alle aziende più piccolein oltre 120 paesi si affidano a BMC Software per gestire i propri servizi di business ed applicazioni in ambienti distribuiti, mainframe, virtuali e cloud. Grazie alla nota piattaforma di Business Service Management, al Cloud Management ed alla più ampia gamma di soluzioni di gestione IT presente nell'industria, BMC aiuta i clienti a tagliare i costi, ridurre i rischi e raggiungere obiettivi di business. Nell'anno fiscale terminato il 31 dicembre 2011 i ricavi di BMC sono stati di circa 2,2 miliardi di dollari. Per maggiori informazioni su BMC Software (NASDAQ: BMC), visitare: www.bmc.com.

LRS presenta Innovate/MFPsecure: il Pull-printing di documenti protetti

In un ambiente tipico i documenti generati dalle applicazioni o dagli utenti finali avviano la stampa non appena vengono richiesti. Come risultato si ottiene che questi documenti arrivano alla stampante molto prima dei loro destinatari. I documenti sensibili che restano incustoditi su una stampante rappresentano un significativo rischio per la sicurezza. Essi delineano anche uno spreco di carta e denaro per l’azienda.
Le normative governative e le preoccupazioni sulla privacy stanno costringendo molte aziende a ripensare il modo in cui creare, distribuire e proteggere i documenti stampati. In altre aziende, le direttive di “fare di più con meno” stanno conducendo verso progetti di consolidamento dell’output aziendale che mirano a un minore costo dell’hardware e dei materiali consumabili.

Il nuovo prodotto di LRS Innovate/MFPsecure™ è progettato per affrontare queste e altre iniziative imprenditoriali migliorando nel contempo l’ambiente di output esistente.
Workflow di documenti supportati

“La soluzione Innovate/MFPsecure (www.lrs.com/eom/products/InnovateMFPs.aspx) – ha illustrato Samantha Turrin, Senior Manager, International Sales di LRS – fornisce il pull-printing guidato da un software in grado di supportare i flussi di lavoro dei documenti protetti sui nuovi dispositivi multifunzione Hewlett-Packard (HP). A differenza di un sistema di stampa normale i documenti in un ambiente protetto non vengono inviati a un dispositivo alla prima richiesta di stampa. Al contrario, essi rimangono in coda in modo sicuro sull’LRS® Enterprise Output Server fino a quando un utente finale arriva fisicamente al dispositivo di stampa e autentica la sua identità attraverso uno dei tre metodi sicuri a disposizione”.

Questo nuovo prodotto, per agevolare i flussi di lavoro dei documenti, utilizza la tecnologia Open Extensibility Platform (OXP) di HP. Le funzioni supportate vengono controllate tramite una interfaccia touchscreen sulla parte anteriore del dispositivo di uscita. Gli attuali flussi di lavoro includono:
Secure Delivery via VPSX—Consente agli utenti di selezionare uno o più documenti da stampare sul dispositivo. Una volta verificato l’ID dell’utente, il documento viene rilasciato dal server VPSX® e stampato.
Fast Secure Delivery via VPSX—Consente agli utenti di stampare immediatamente tutti i loro documenti senza selezionarli singolarmente dalla coda del VPSX.
Scan2Mail via VPSX—Gli utenti possono inserire documenti in uno scanner del dispositivo e inviarli a vari destinatari via e-mail. La consegna è controllata e monitorata utilizzando il sistema di controllo VPSX.
Scan2PCX—Consente agli utenti finali di scannerizzare documenti cartacei e memorizzarli automaticamente in una cartella specifica di PageCenterX ® per la visualizzazione. Per maggiori dettagli vedi l’articolo su Scan2PCX.

“Un elemento chiave nella gestione dei documenti protetti – ha proseguito Samantha Turrin –  è la capacità della soluzione utilizzata di verificare l’identità del richiedente e la sua posizione prima di rilasciarli per la stampa, o permettendone un’eventuale scannerizzazione”.
Il prodotto Innovate/MFPsecure attualmente supporta tre metodi di autenticazione degli utenti:
PIC (Personal Identification Code): un unico codice alfanumerico che l’utente inserisce tramite l’interfaccia touchscreen sul dispositivo multifunzione HP. Il PIC viene autenticato con le credenziali di Active Directory dell’utente prima di permettere un flusso di lavoro.
Proximity card: molti impiegati utilizzano le Access Card per aprire le porte dell’edificio, timbrare presso l’orologio d’entrata, ecc. I dispositivi OXP che supportano “i lettori di schede universali” possono consentire a queste stesse carte l’autentificazione degli utenti per il recupero dei documenti in sicurezza.
QR barcode scan: come mostrato nella immagine qui sopra, ogni dispositivo multifunzione sicuro è in grado di visualizzare un codice a barre QR sulla sua interfaccia touchscreen. Utilizzando un’App per smartphone, l’utente scatta una foto di questo codice QR, che lancia in background un processo di autenticazione.

“Per anni – ha concluso  Samantha Turrin –   LRS ha stretto una partnership con Hewlett-Packard (HP) per quanto riguarda il software di Enterprise Output Server. La nostra collaborazione più recente coinvolge questa soluzione denominata Innovate/MFPsecure™ che utilizza l’interfaccia di controllo OXP con la nuova serie di dispositivi multifunzione HP. Il software Innovare/MFPsecure fornisce una comunicazione bidirezionale in grado di trasmettere informazioni sensibili in modo sicuro tra il server LRS e gli utenti finali autorizzati. Il risultato è una maggiore sicurezza e un migliore controllo dei costi”.

In qualità di Silver Partner HP, LRS collabora con il personale tecnico e commerciale di HP, per rispondere alle esigenze dei comuni clienti.

Per saperne di più sulla soluzione Innovate/MFPsecure è possibile contattare italy@lrs.com

______________________
Levi, Ray & Shoup, Inc. (LRS), LRS è una società privata americana con sede centrale a Springfield, Illinois. Altri uffici si trovano in tutti gli Stati Uniti e nelle principali regioni geografiche del mondo. Più della metà delle aziende “Fortune 500” e “Fortune 500  Service” si affidano alle soluzioni industry-leading di LRS, con prodotti utilizzati in oltre 30 paesi. Gruppi di analisti del settore riconoscono LRS come “Global IT Leader”, mentre la rivista Software Magazine mostra LRS come una delle principali società di software al mondo. Per ulteriori informazioni su LRS, visitare il sito www.VPSX.com.Sito internet: www.lrs.com/eom

ZTE: soluzione voce multi-network IMS-based


La soluzione ZTE propone agli operatori una soluzione competitiva di convergenza fisso-mobile sfruttando l'LTE, per offrire agli utenti un'esperienza voce di alta qualità

 

Roma, 26 aprile 2012 ZTE Corporation ("ZTE") (codice azionario H: 0763.HK/codice azionario A: 000063.SZ), leader a livello mondiale nella fornitura di apparati di telecomunicazioni e soluzioni di rete, ha presentato nel corso dell'IMS World Forum di Madrid la sua soluzione voce convergente multi-network IMS-based. La soluzione supporta un servizio numerico (voce/SMS) con lo switchover immediato della voce su reti GSM, WCDMA, LTE o WiFi. Gli abbonati potranno usare lo stesso numero per rispondere a una chiamata o ricevere un SMS su diversi scenari di rete di accesso radio, migliorando così notevolmente la loro esperienza LTE.

 

La convergenza diventa un valore sempre più importante. A partire da questo, ZTE ha lanciato una soluzione di livello carrier, una soluzione voce IMS-based convergente sulle quattro reti GSM/WCDMA/LTE/WiFi. Con questa soluzione, gli operatori possono offrire una comunicazione voce di qualità superiore rispetto ai servizi voce su Internet come Google voice e Skype, con il beneficio aggiuntivo della convergenza multi-network per offrire servizi voce sempre più ricchi, come il multi-accesso One Number e lo switchover vocale in tempo reale (DRVCC, SRVCC). Sfruttando al meglio l'infrastruttura esistente ed il numero a disposizione, gli operatori possono differenziarsi tra loro e competere con gli Internet service provider in tema di servizi voce su Internet.

 

"La soluzione voce convergente e IMS-based di ZTE è destinata a migliorare la posizione competitiva degli operatori relativamente alle attività di rete LTE, offrendo una soluzione voce multi-network che permette di ottenere un'esperienza vocale di alta qualità, scalabile su più piattaforme differenti, con vantaggi significativi sia per gli operatori che per gli utenti", spiega Mr. Liu Jianhua, ZTE Core Network Product CEO.

 

La soluzione IMS di ZTE risponde perfettamente alle necessità degli operatori in tema di sviluppo full service e di evoluzione della convergenza di rete. Supporta accesso immediato a tutte le tipologie di rete, offre una soluzione matura ed affidabile per le aziende e gli abbonati individuali, supporta l'implementazione da parte degli operatori di vari servizi multimediali convergenti e facilità la transizione degli operatori verso LTE.

 

Alla fine del 2011, ZTE aveva già siglato oltre 140 contratti – commerciali o di test – con operatori globali, ed aveva avviato l'implementazione di reti commerciali in Italia, Polonia, Spagna, Turchia, Albania, Arabia Saudita, Filippine, Singapore, India, USA e Cina, tra gli altri.     

 

ZTE

ZTE è un'azienda pubblica, quotata in Borsa, che fornisce apparati di telecomunicazioni e soluzioni network su scala mondiale e vanta una vasta gamma di prodotti per soddisfare le esigenze dei mercati wireline, wireless, service e mobile device. ZTE commercializza prodotti e servizi estremamente innovativi e all'avanguardia e offre le sue soluzioni a più di 500 operatori di telecomunicazioni in oltre 140 Paesi del mondo, aiutandoli a soddisfare le esigenze dei loro clienti e a raggiungere nuovi livelli di fatturato. Nel 2011, il fatturato di ZTE è aumentato del 29%, attestandosi su $13,7 miliardi; i ricavi operativi derivanti da attività estere, pari a quota $7,4 miliardi, hanno registrato un aumento del 30%, contribuendo al ricavi operativi complessivi in ragione del 54,2%.  ZTE investe il 10% del suo fatturato annuo nelle attività di ricerca e sviluppo e si posiziona tra le prime società internazionali che partecipano attivamente alla definizione dei nuovi standard di Telecomunicazione. Azienda fortemente impegnata nelle iniziative di Corporate Social Responsibility (CSR), ZTE è membro del Global Compact delle Nazioni Unite. ZTE è l'unica azienda cinese ad essere quotata alle Borse di Hong Kong e di Shenzhen (H share stock code: 0763.HK / A share stock code: 000063.SZ).  ZTE Corporation è presente in Italia attraverso la sua controllata ZTE Italy, che opera sull'intero territorio nazionale . Per ulteriori informazioni, si prega di visitare il sito: www.zteitaly.com.

 

ICT: Convegno e Workshop a Exposanita'


Nuovo Evento
Nuovo Evento Convegno e Workshop
Osservatorio ICT in Sanità
Nuovo Evento
Nuovo Evento
17-18 Maggio 2012
Fiera Exposanità
Quartiere fieristico - Bologna
Nuovo Evento
Nuovo Evento


L'Osservatorio ICT in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano è lieto di invitarvi alla Fiera Exposanità dove sarà presente con uno stand (C 128) nel Padiglione 26 del Salone SISTEM e dove organizzerà un Convegno e due Workshop.

Nuovo Evento

Convegno

ICT in Sanità: costo od opportunità?

Giovedì 17 Maggio 2012, ore 10.00 - 13.00, Palazzo dei Congressi, Sala Italia.

Durante il Convegno saranno presentati i principali risultati della Ricerca svolta nel 2012 dell'Osservatorio, che ha rilevato l'andamento della spesa ICT in Sanità, in termini di volumi e distribuzione delle risorse impiegate, e ha analizzato i principali ambiti di investimento, per identificare quelle iniziative che - se portate a livello di sistema - possono contribuire alla creazione di un sistema efficace di Virtual Health.

Saranno inoltre discussi casi di successo, attraverso le testimonianze di rappresentanti autorevoli delle Istituzioni e delle strutture sanitarie che si sono distinte nella capacità di utilizzare le tecnologie ICT come leva per migliorare l'efficienza e l'efficacia dei processi, con un focus particolare sulle esperienze dell'Emilia Romagna.

La Ricerca è stata realizzata con il contributo dell'ICT Institute, in collaborazione con Senaf/Exposanità, con il patrocinio di AIOP, AISIS, Amministrazione regionale della Valle d'Aosta - Assessorato sanità salute e politiche sociali, Arsenàl.IT, FIASO, FIMMG, FISM, HIMSS Analytics Europe, Regione Emilia Romagna, Regione Lombardia, Regione Puglia e Regione Sicilia.

Seguirà a breve il programma completo del Convegno.

La partecipazione al Convegno è gratuita, previa iscrizione.

Per visualizzare la scheda descrittiva del Convegno cliccare qui.

Iscriviti online all'evento Aggiungi l'appuntamento in agenda


Workshop
  • La gestione delle informazioni clinico-sanitarie: le sfide in atto e il ruolo dell'ICT
    Giovedì 17 Maggio 2012, ore 14.30 - 17.00, Padiglione 26, Sala Mascagni.
    Per visualizzare la scheda descrittiva del Workshop e iscriversi cliccare qui

  • L'ICT per un migliore servizio al cittadino/paziente
    Venerdì 18 Maggio 2012, ore 10.00 - 12.30, Padiglione 26, Sala Mascagni.
    Per visualizzare la scheda descrittiva del Workshop e iscriversi cliccare qui
La partecipazione ai Workshop è gratuita, previa iscrizione.


La fiera Exposanità si terrà dal 16 al 19 Maggio 2012, presso il Quartiere fieristico di Bologna.
L'ingresso ha un costo di 20 euro. Per coloro che si iscriveranno a uno degli eventi organizzati dall'Osservatorio ICT in Sanità (Convegno/Workshop) è riservato un biglietto omaggio nominativo, valido per tutti i giorni della fiera, contenuto all'interno dell'email di conferma di avvenuta iscrizione all'evento.



Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI